25 metri di diametro, apre la rotatoria tra via Roma e via Dante

rotatoria_rimini_viaromaEntrerà in funzione domani la nuova rotatoria realizzata per tentare di fluidificare il traffico  su una delle principali arterie della città. Lavori che hanno avuto inizio nel giugno scorso. L’assetto non sarà quello definitivo. Sarà realizzata con new-jersey rimovibili di plastica, che verranno poi successivamente sostituiti dai cordoli definitivi. Anche la segnaletica verticale sarà temporanea montata su piantane. I lavori i- spega il Comune –  proseguiranno e nella notte di sabato 21 marzo, dalle ore 20 circa, per proseguire per tutta la notte ed anche domenica 22 quando saranno avviati i lavori di ricostruzione della fondazione e della pavimentazione stradale dell’incrocio.

 

Una volta terminati i lavori, la nuova rotatoria avrà un diametro di 25 metri con un pavimento in porfido e  un’aiuola centrale con prato e fiori stagionali, perimetrata da cordoli in cemento bianco e graniglia levigata, del diametro di 6 metri. La corsia più ampia sarà quella in uscita su via Dante, in direzione della stazione ferroviaria, in quanto interessata dal flusso di un consistente numero di mezzi del trasporto pubblico e dalle principali fermate degli autobus. Al servizio della nuova rotatoria saranno collocati quattro nuovi punti luce, a cui se ne aggiungeranno altri tre per meglio illuminare via Dante. Anche il perimetrale dell’aiuola centrale della nuova rotatoria verrà illuminato, con un sistema indiretto a LED tipo “flexi strip-led”.




Addio ai semafori anche all’incrocio Via Roma-Corso Giovanni XXIII

Semafori e incroci, uno dietro all’atro, uno a poche centinaia di metri dall’altro. Risultato? File perenni, e blocchi da paura in caso di pioggia. Da qualche tempo l’amministrazione comunale ha deciso di affrontare la questione con una serie di interventi. Dopo quello di via Savonarola-Ravegnani e la rotatoria di via Destra Porto-Perseo, nella notte di lunedì scorso 25 agosto sono iniziati i lavori all’incrocio tra via dei Mille e via Roma con corso Giovanni XXIII (nella foto lapiazzarimini.it). Qui i semafori scompariranno e sorgerà una rotonda.

incorocioviaromagiovanni23Con questo, precisa il Comune in una nota, è il terzo dei 21 interventi previsti dal progetto di fluidificazione dell’asse mediano della città. Un intervento articolato e coordinato, progettato dai Lavori pubblici del Comune di Rimini, che attraverso 21 interventi ha l’obiettivo di snellire il traffico da nord a sud della città con soluzioni tecniche utili alla fluidificazione e alla sicurezza della circolazione sull’asse mediano, eliminando gli impianti semaforici esistenti e le svolte a sinistra. Nell’area dell’incrocio, che nella dimensione limitata degli spazi trova le maggiori difficoltà progettuali, sarà realizzata rotatoria del diametro di 15 metri con un anello centrale parzialmente sormontabile del diametro di 4 metri, così da garantire una corsia di 5,50 metri di larghezza.

Inizialmente verranno collocati dei new-jersey in plastica per segnalare le aiuole spartitraffico e la corona centrale della rotatoria, destinati poi ad essere sostituiti da cordoli in gomma fissati a terra. Complessivamente i lavori avranno una durata massima prevista di 30 giorni, ma già da martedì 26 agosto verrà attuata la nuova regolamentazione del traffico a rotatoria. Il progetto esecutivo è stato redatto dai tecnici di Anthea (Servizio Manutenzione Strade), riprendendo le indicazioni generali riportate nel progetto preliminare redatto dalla Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana del Comune di Rimini, che provvederanno anche alla Direzione Lavori. Dal 1° settembre prenderanno avvio i lavori all’incrocio fra Via Emilia e Via Italia. Ora che alle promesse stanno seguendo i fatti la domanda è se questi lavori saranno davvero in grado di decongestionare il traffico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA