1

E’ per te, Rimini continua il cammino contro la violenza sulle donne

donne_violenzarimini2013-2Centinaia di donne si sono ritrovate nel pomeriggio di ieri per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre oggi 25 novembre. L’iniziativa a livello locale è stata promossa dall’Assessorato alle Politiche di genere del Comune di Rimini e dall’associazione Rompi il Silenzio. Sono oltre un centinaio le associazioni, comitati, i gruppi riminesi che hanno aderito alla manifestazione che, tra i suoi partecipanti, avrà l’attrice Lella Costa, protagonista nella serata al teatro Novelli dello spettacolo “Ferite a morte”, dove Serena Dandini, attingendo dalla cronaca e dalle indagini giornalistiche, ha ridato voce alle donne che hanno perso la vita per mano di un marito, un compagno, un amante o un “ex”, facendole, per una volta, parlare in prima persona. L’itinerario ha toccato i borghi della città, fino al borgo San Giuliano, lungo corso d’Augusto e via Tiberio, per poi proseguire verso borgo Marina, lungo via Matteotti e via dei Mille; borgo San Giovanni, lungo via Roma e parco Cervi; borgo Sant’Andrea e raggiungere piazza Tre Martiri. “Mi piace pensare che l’aumento del numero delle donne che quest’anno si sono rivolte ai centri antiviolenza della nostra provincia sia dovuto perché oggi nella società ci sia più coscienza ed anche più fiducia che insieme ce la si possa fare” ha detto Paola Gualano, presidente dell’associazione Rompi il Silenzio. Il numero di donne che si son rivolte alla rete Dafne nel 2012 è stato di 255 di cui 181 hanno usufruito di un percorso di presa in carico. INCONTRI – Prosegue il ciclo di incontri “Parla con lei: dialoghi con le autrici. Sapienza contro violenza”. I prossimi appuntamenti: venerdì 29 novembre, ore 17.30 in Biblioteca Gambalunga, Sale Antiche Letizia Mencarini D. Del Boca, L. Mencarini, S. Pasqua presenteranno il libro “Valorizzare le donne conviene. Ruoli di genere nell’economia italiana” (Mulino 2012); venerdì 6 dicembre, stesso luogo e ora, Marisa Ombra presenta “Libere sempre. Una ragazza della Resistenza a una ragazza di oggi” (Einaudi 2012).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 




Violenza contro le donne, si rafforza il sistema di contrasto

L’iniziativa, lanciata dalla città di Torino lo scorso 25 novembre con la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne” e appoggiata dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani, desidera coinvolgere i sindaci di ogni Comune, invitandoli a diventare testimonial della Campagna, assieme a tutti i concittadini, in una presa di posizione decisa e condivisa contro la violenza sulle donne.

Il Comune di Bellaria Igea Marina non intende essere da meno, e sottoscrive i seguenti propositi: promuovere iniziative ed azioni volte a prevenire ogni forma di violenza, rimuovendo le cause che possono scatenarla; istituire reti allo scopo di coinvolgere il più ampio numero di enti, istituzioni, servizi e associazioni, collaborando alla scelta di giuste strategie per offrire aiuti concreti alle donne vittime di violenza, rendere operativi sul territorio Centri Antiviolenza e Case Rifugio; diffondere una cultura non discriminatoria in genere, soprattutto per i più giovani, nelle scuole e nei centri ricreativi; sostenere gli organismi impegnati a prevenire e contrastare la violenza, anche mediante il recupero degli uomini maltrattanti, incoraggiandoli ad un comportamento non violento nelle relazioni interpersonali. Organizzare, coinvolgendo gli organismi di parità, corsi di informazione e sensibilizzazione rivolti a tutte le persone che ricoprono ruoli nelle amministrazioni comunali; inserire regole che vietino messaggi pubblicitari contenenti immagini o frasi offensive per le donne o che istighino alla violenza.

Vogliamo credere in una catena senza anelli deboli, perché la motivazione ce lo permette, vogliamo credere che il rispetto fra esseri umani, senza discriminazioni di sorta, è ancora e sempre in cima alla nostra lista personale. (ev.pa.)