Emilia Romagna Campione d’Italia di cucina 2015

Importante risultato degli chef emiliano romagnoli alla 15a edizione degli Internazionali d’Italia di Cucina, la più importante competizione culinaria nazionale, tenutasi recentemente a Marina di Carrara dal 22 al 25 febbraio. Oltre 600 cuochi da tutto il paese si sono sfidati in competizioni fra squadre e singoli partecipanti, e ancora fra Cucina Calda e Fredda. In giuria per la valutazione, esperti internazionali. A rappresentare degnamente l’Emilia Romagna, portando a casa la medaglia d’oro ed il prestigioso titolo di Campione d’Italia di cucina calda, gli Chef della nostra squadra regionale (foto) e quelli di Associazione Cuochi Romagnoli che hanno gareggiato nelle competizioni per singoli. A questa si aggiunge anche una medaglia d’argento nella categoria cucina fredda, battuti per pochissimi punti dalla Puglia.
chefemiliaromagna_2015
Novità di quest’anno, la categoria dedicata allo street food dove, grazie alla sapiente reinterpretazione della piadina, i nostri chef hanno trionfato meritandosi più posti sul podio. Medaglia d’oro e Trofeo germoglio d’oro per lo Chef Riminese Marco Frassante con la sua versione moderna di “piada, seppia e piselli”, più una medaglia di bronzo per un altro Chef Riminese, Domenico Bartolomeo, e la sua “Piada di carrube, triglia porchettata, lischeri, zenzero e savor”. Medaglia di bronzo anche per un altro Chef Riminese, Luca Borrelli, nella categoria Cucina Mediterranea grazie al suo piatto “variazioni di triglia, gambero rosso, baccalà e calamaro”.

Buoni risultati anche per gli altri Chef dell’Associazione Cuochi Romagnoli Fulvio Politi, Simone Bertaggia e Stefano Urso che hanno onorato la provincia di Rimini, “un onore condiviso con tutti gli chef,  i produttori e gli operatori del mondo della ristorazione emiliano romagnoli che vedono riconosciuta ancora una volta la qualità dei prodotti della nostra regione e l’impegno faticoso e certosino che contraddistingue la preparazione di queste competizioni e che certifica la professionalità che quotidianamente contraddistingue il lavoro dei nostri Chef – comunicano dall’Associazione Cuochi Romagnoli. – Un grazie particolare ai componenti della squadra guidata dal team manager Chef Gabriella Costi di Modena, dagli chef Alex Cabua di Bologna, Gaetano Ragunì, Lorenzo Alessio, Nicholas Capucci e Filippo Crisci di Forlì e Cesena, Marco Frassante di Rimini, Fabrizio Capannini e Cosimo Chiarelli di Cervia e Ravenna, Simone Magnanini di Reggio Emilia, Giancarlo Querzè , Cosimo Naglieri e Michele D’Alessandro di Modena oltre al Maestro  Gianfranco Capitani di Modena per la sezione cucina artistica e alla pasticcera Serena Paioli di Modena”.

Ma non è il momento di riposarsi per gli chef nostrani, già pronti per la prossima competizione che li vedrà impegnati nella finale del trofeo regionale di cucina, in programma per il prossimo 10 marzo presso l’IPSSAR di Riccione. Giunto ormai alla sua 5a edizione, vede gli Chef della riviera romagnola sfidarsi su un prodotto tipico del territorio e l’alimento scelto quest’anno dalla commissione di Chef di Associazione Cuochi Romagnoli è la “Birra Artigianale”. La birra dovrà quindi essere uno degli ingredienti principali della ricetta con cui gli chef in gara, suddivisi nelle due categorie Senior e Junior, dovranno realizzare un piatto in grado di stupire una giuria di esperti Chef e gourmet. La manifestazione è aperta a tutti, anche ai curiosi, a partire dalle 15:00 per concludersi con un aperitivo a buffet durante la premiazione finale. (M.Z.)




Rimini premia i giovani poeti

Chiara Berninidi ALBERTO BIONDI

Quando si parla di poeti la tendenza a considerarli una specie in via d’estinzione è fortissima, talvolta così radicata che per molti la categoria appartiene già al regno dei fossili. Eppure la poesia continua ad ardere sotto le ceneri della vita moderna: ne è un chiaro segnale il successo registrato dal “Premio Rimini per la Poesia Giovane” indetto da Parco Poesia e con il patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Il concorso, alla sua prima edizione, ha visto partecipare novantun poeti under35 provenienti da tutta Italia. Di questi la giuria “junior” composta da undici autori trentenni ha selezionato 17 semifinalisti, passati poi al vaglio della giuria “senior” (in cui figurano personalità di spicco del mondo dell’editoria e della letteratura come Alberto Bertoni, Rosita Copioli, Roberto Galaverni, Massimo Pasquinelli, Antonio Riccardi e Gian Mario Villalta) che ha decretato sei finalisti più un settimo scelto dalla giuria junior. A contendersi il “lauro” della vittoria, che consiste nella pubblicazione della propria raccolta poetica in 500 copie con Raffaelli Editore, troviamo Matteo Zattoni (33 anni, Forlimpopoli), Sarah Tardino (33, Licata), Chiara Bernini (21, Pesaro, la più giovane nella foto), Clery Celeste (22, Forlì), Filippo Amadei (33, Ravenna), Eva Laudace (30, Vasto) e Marco Corsi (28, Firenze).

Il vincitore sarà proclamato sabato 29 marzo (ore 11) presso la Sala Manzoni della Curia Vescovile (via IV Novembre, 35), dove gli aspiranti saranno tenuti a leggere le proprie poesie davanti ad una giuria popolare composta dagli studenti delle scuole superiori di Rimini. Nell’iniziativa sono stati coinvolti: Liceo Classico Giulio Cesare – Valgimigli, Liceo Scientifico Serpieri, Liceo Scientifico Einstein, Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci, Liceo Classico Dante Alighieri, Liceo Linguistico San Pellegrino e ITT Marco Polo. I ragazzi voteranno il poeta vincitore e, durante lo spoglio delle schede, gli allievi dell’Istituto Musicale Lettimi eseguiranno un intermezzo musicale. Oltre a proporsi come osservatorio sulla giovane poesia contemporanea, il Premio Rimini offre l’opportunità ai ragazzi di avvicinarsi alla lettura e alla critica poetica con uno sguardo nuovo. Con la curatela della poetessa Isabella Leardini e la presidenza onoraria di Sergio Zavoli, il Premio Rimini per la Poesia Giovane dà voce alla forma d’arte più intima (e forse più fragile) in un’epoca che ha un disperato bisogno di riscoprire il valore della parola. Un’iniziativa che, ci auguriamo, nei prossimi anni possa continuare ad arricchire l’offerta culturale del territorio.

 © RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Avanti giovani poeti!

maninapoesiaGli aspiranti poeti under-35 hanno ancora tempo per partecipare alla prima edizione del Premio Rimini, il cui bando scadrà ufficialmente il 15 febbraio. Indetto da Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e Parco Poesia, il concorso è aperto ai giovani che sognano di vedere pubblicata la propria raccolta. Tre giurie formate da nomi importanti della poesia contemporanea e della critica, del mondo dell’editoria e dello “scouting”, nomineranno i sette finalisti. Saranno poi cinquecento studenti delle scuole superiori ad eleggere il vincitore, che non solo avrà gli onori della pubblicazione ma sarà affiancato dall’impegno dei giurati e di tutto lo staff anche nelle fasi successive, ad esempio nella promozione del libro.

Il presidente onorario del Premio è Sergio Zavoli e nella giuria figurano Antonio Riccardi (direttore editoriale Arnoldo Mondadori Editore), Gian Mario Villalta (scrittore), Alberto Bertoni (poeta e docente universitario), Rosita Copioli (poetessa), Roberto Galaverni (critico letterario) e Massimo Pasquinelli (fautore del premio e delle iniziative di Parco Poesia). In più, dieci “nuove leve” tra i poeti esordienti trentenni impegnati nell’editoria. Info e regolamento su: www.parcopoesia.it (al.b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Andrea Bagli è il misanese dell’anno

misaneseanno2013

E’ Andrea Bagli (nella foto di Augusta Berardi è il quarto da sinistra) il “Misanese dell’anno 2013”. L’evento organizzato dal gruppo facebook ‘Oggi a Misano Adriatico’ ha decretato l’animatore di Misano Podismo e del comitato di frazione Brasile come il concittadino meritevole del riconoscimento giunto quest’anno alla sua seconda edizione. La premiazione si è svolta nella serata di sabato nei locali della birreria gestita da Paolino Torsani a cui hanno partecipato anche il sindaco Stefano Giannini, il suo vice Fabrizio Piccioni e i consiglieri comunali Luigi Guagneli e Davide Siliquini.

“L’evento ci ha consentito di dare anche un valore etico al gioco – ha dichiatato Alessandro Farneti, fondatore del gruppo Facebook che online conta ben 846 iscritti ed è seguitissimo. – Perché nel corso della premiazione, grazie alla generosità di tutti e in particolare di Paolino Torsani sono stati raccolti anche dei fondi che abbiamo donato ad una mamma e ai suoi bambini che ne avevano bisogno”. Nel corso della serata premiati anche il giornalista Matteo De Angelis, lo sportivo Giorgio Vagnini e la cantante lirica Silvia Tiraferri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 




Premio giornalistico nazionale Alfredo Panzini, si va alle premiazioni

E’ tempo di premiazioni. Si è infatti giunti al termine anche di questa edizione, la terza, del prestigioso Premio riservato ai giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti quest’anno dedicato al tema del viaggio in bicicletta. La cerimonia inizierà domani sabato 28 settembre alle ore 16 con la proiezione del documentario di sergio Zavoli “Panzini ha cent’anni”, a seguire il saluto delle autorità, l’intervento di Claudio Santini, le premiazioni, e infine visita guidata alla Casa Rossa. In questa edizione 2013, la manifestazione ha ripreso e proseguito il “Premio nazionale giornalistico Alfredo Panzini” ideato dall’Azienda di Soggiorno di Bellaria Igea Marina negli anni Sessanta. Due le edizioni già svolte: la prima nel 1963 e la seconda nel 1965, rispettivamente vinte da Sergio Zavoli con un documentario per la Rai dal titolo “Panzini ha cent’anni”, e – ex aequo – da Claudio Marabini e Luigi Maria Personé. Al primo classificato, che sarà annunciato domani, andrà un premio di duemila euro. Proprio Sergio Zavoli presiede la Giuria che in questi giorni ha identificato il vincitore, di cui fanno parte Aldo Cazzullo, Mauro Mazza, Claudio Santini, Roberto Zalambani, Ennio Grassi e Claudio Monti.

Il Premio, promosso dall’Accademia Panziniana di Bellaria Igea Marina, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, e con i patrocini della Provincia di Rimini, della Regione Emilia Romagna, della Federazione Nazionale della Stampa, del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, e con il sostegno di Romagna Est Banca di Credito Cooperativo e Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, è una delle iniziative di spicco con cui Bellaria Igea Marina ha inteso celebrare il 150esimo della nascita dell’illustre scrittore bellariese Alfredo Panzini (1863-1939). (ep)