Miramare, tutti a pagare con la puzza sotto il naso

miramarebidoniGratuiti solo nel periodo invernale, dal 25 aprile al 30 di settembre avvicinarsi alle colonnine verdi è obbligatorio per lasciare la propria auto negli stalli blu. Monetine alla mano (nel vero senso, perchè non accettano le banconote), dalle 8 alle 23 la sosta costa 1,5 euro all’ora, poi dalle 23 alle 8 “solo” 1 euro. Per i turisti che si sono ritrovati a versare “l’obolo” in questa specifica condizione (foto lapiazzarimini.it), a Miramare domenica scorsa in zona centralissima, oltre alla mano al portafoglio serviva anche quella al naso per tappare le narici ed evitare così il cattivo odore dei raccoglitori. Una brutta cartolina. Le colpe? Non siamo qui per questo. Il buon senso? Anche quello, ormai, è merce rara. La domanda rimane: chi ha avuto la brillante idea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA




MISANO, ISSATE DUE BANDIERE BLU

Due bandiere blu per Misano: Misano Mare e Portoverde. Un piccolo primato di cui essere orgogliosi. Il sindaco Stefano Giannini le ha presentate alla città ed ai bagnanti il 30 giugno. La bandeira blu è sinonimo di qualità delle acque di balneazione e dei servizi. Madrina: la conduttrice e cantante argentina, Laura Esquivel.

“Misano anche quest’anno ha ricevuto due Bandiere Blu – ha dichiarato il sindaco – una per le acque di balneazione ed una per l’approdo turistico di Portoverde. Siamo fieri di poter affermare che Misano è una delle città italiane con il più alto numero di Bandiere Blu assegnate, infatti questo vessillo sventola sulle nostre spiagge dal 1989 e dal 2000 anche sulla darsena portoverdina. Le Bandiere Blu sono segni che contraddistinguono e valorizzano il lavoro fatto sia dal pubblico”.
Al termine della presentazione, il sindaco assieme all’assessore al Turismo, Claudio Baschetti accompagnati dal bagnino, Giosuè Nanni hanno issato la Bandiera Blu nella spiaggia libera antistante la centrale piazzale Roma.