1

Rimini-Riccione. Liberty, visite guidate con Andrea Speziali

 

Liberty, visite guidate con Andrea Speziali

Domani si conclude in provincia di Rimini la terza edizione di Art Nouveau Week, manifestazione internazionale che dall’8 al 14 luglio di ogni anno celebra la corrente culturale e artistica Art Nouveau nelle sue più molteplici espressioni.

Il programma promosso dall’Associazione ITALIA LIBERTY è patrocinato dal MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza ed è rivolto a chiunque voglia immergersi nelle suggestive atmosfere dell’Art Nouveau, in Italia e all’estero tra visite guidate in ville, palazzi e giardini oltre a conferenze e mostre.

 

Il curatore della rassegna, Andrea Speziali, ha selezionato per la ricorrenza questa settimana poichè ogni giorno nasceva un protagonista del Liberty: dall’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga, uno tra i protagonista del Liberty italiano, che di quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, nonché di altri autori dello stile Liberty nati ogni giorno della settimana come ad esempio: Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley.

 

Commenta così <<Riccione a inizi Novecento vede un fiorire di architetture votate alla modernità del tempo dal gusto Liberty, floreale per simboleggiare la borghesia di famiglie come i Pullè, Serafini, Antolini e Lodi Fé che hanno incaricato architetti di calibro, ad esemlio Mirko Vucetich per progettare la dimora in riviera. Una sorte più spinosa avviene a Rimini in cui solo l’imponente e sontuoso Grand Hotel dei Somazzi o il villino Cacciaguerra rappresentano decorazioni Liberty sormontando le ideologie stilistiche della giunta comunale imponendo l’adesione al movimento dell’Art Nouveau.>> Andrea Speziali

Domani, in provincia di Rimini è in programma una visita guidata in bicicletta alla riscoperta del Liberty dove si visitano anche le maioliche di Chini a Viserba e altri gioielli architettonici.

L’appuntamento alle ore 10:30 da villa Franceschi a Riccione, sede del Centenario della città. Grazie alla sensibilità del Comune il pubblico potrà ammirare gli interni grazie alla narrazione di Sara Andruccioli. La passeggiata prosegue a villa Pullè in corso di ristrutturazione e una visita a villa Lodi Fè. Speziali accompagnerà il pubblico anche nei villini più inedito come villa dell’Amarissimo in viale Diaz e la Galleria Montparnasse finemente affrescata. Da li si pedala fino a Miramare per visitare villa Haydeè, seguendo a Rimini con la visita nell’hotel Belvedere con decorazioni Liberty di pregio e altre ville in zona. La passeggiata termina al Grand Hotel di Rimini. Il percorso vede altre dimore che prevalentemente, causa covid si fruiranno dall’esterno con il racconto dell’esperto.
La partecipazione con la copia del libro sul Liberty in pdf è gratuita grazie alla sponsorizzazione di Banca Malatestiana. Obbligatoria la prenotazione via sms: 320 0445798 e info@italialiberty.it L’evento si potrà seguire in diretta nazionale su Clubhouse e profilo twitter di @andreaspeziali nel podcast in cui tutti possono intervenire e domandare.

PROGRAMMA: https://www.italialiberty.it/riccione_rimini_romagna_anw_2021_016/




Rimini-Riccione. Disabili, impossibile raggiungere il mare in carrozzina

 

Scrive Luigi: “L’uomo è sbarcato sulla Luna e sbarcherà su Marte! Ma non riesce a trovare il modo per far arrivare sulla battigia i disabili in carrozzina e coloro che hanno difficoltà a camminare sulla sabbia”.




Riccione. Letture sotto l’ombrellone con la biblioteca ed il museo

 

Letture sotto l’ombrellone con la biblioteca ed il museo per bambini tra i 3 e i 9 anni.

Due appuntamenti settimanali, ogni martedì mattina (ore 10) e giovedì pomeriggio (ore 17,30) dal 6 luglio al 26 agosto.

Liberi e gratuiti, e si svolgeranno con il rispetto di tutte le precauzioni anti-Covid-19: contingentamento e distanziamento dei posti (fino al raggiungimento della capienza fissata per ciascun bagno ospitante); pulizia e sanificazione delle sedute; uso di gel disinfettanti per le mani ecc.

 




Riccione. Castello degli Agolanti, concerti “Dai cori al cuore”

 

Castello degli Agolanti, concerti “Dai cori al cuore”.

Si inizia lunedì 5 luglio al Castello degli Agolanti; si svolge anche a Villa Franceschi

5 luglio – 12 luglio – 19 luglio – 26 luglio – 2 agosto ore 18:30

Castello degli Agolanti – Viale Caprera

8 luglio – 22 luglio – 29 luglio ore 21

Villa Franceschi – Viale Gorizia, 2

 

Tutti gli eventi sono a ingresso libero. Il pubblico può portare sedie e teli per accomodarsi e creare una platea per aggregarsi in piena libertà.

 

In caso di maltempo i concerti si svolgeranno all’interno del castello, con accessi contingentati e limitati




Riccione. Rotary Club Riccione Perla Verde, Vanucci succede a Tomassini

Il passaggio di consegne

 

Rotary Club Riccione Perla Verde, Alessandro Vanucci succede a Stefano  Tomassini.

Si è svolto il 1 luglio, il passaggio di consegne della presidenza nella splendida cornice della terrazza panoramica dell’Hotel Corallo di Riccione.
Il presidente uscente Tomassini, ha lasciato il collare a Vanucci, che lo terrà per un anno.
Alla presenza delle autorità rotariane distrettuali e del sindaco di Riccione Renata Tosi, il neo presidente ha tracciato la rotta del Club per la sua annata, presentando il suo consiglio direttivo.




Riccione. Palas, riprendono i congressi: a luglio 8mila presenze per 6 eventi

 

Palas, riprendono i congressi: a luglio 8mila presenze per 6 eventi

Si parte il 1 luglio con 180 persone in sala per una convention bancaria, il 2 luglio con un’ azienda del settore software e il 4 e 5 luglio il primo grande evento da 400 partecipanti per uno show moda del settore Hair&Beauty.

Dal 6 al 9 luglio il Festival del Fundraising sceglie Riccione per la prima volta in occasione della sua XIV edizione che vedrà riunita la community italiana dedicata al no profit: tantissime le sessioni su temi inediti e un ampio ventaglio di ospiti dal mondo del fundraising e del giornalismo.

Cambia data l’attesissimo Ciné-Giornate Estive di Cinema che torna con una nuova immagine grafica per celebrare dieci anni di splendore e di incontri, dopo il difficile periodo legato alla pandemia che ha costretto a cancellare l’ edizione 2020.

L’evento slitterà infatti al 20-23 luglio in seguito al riposizionamento del Festival di Cannes e del Marché du Film.Questo decimo anniversario sarà un’ opportunità speciale di rilancio visto il grande entusiasmo di ritrovarsi e riaprirsi alle occasioni di dialogo e confronto, fondamentali nella ripartenza del comparto.

Dalle convention delle società di distribuzione, alle anteprime delle major e delle compagnie nazionali, dagli incontri professionali ai workshop formativi, Cinè si conferma un evento ambizioso, in continua crescita, punto di riferimento imprescindibile per l’ industria cinematografica e, aggiungiamo noi, per l’estate riccionese.

Chiude il calendario del mese di luglio al Palariccione un’ intera settimana dedicata allo sport:

Cruisin’ riporta in scena il mondo della danza dal 26 al 29 con Riccione Estate Danza e dal 28 al 30 con MC Summer (la prima edizione estiva dell’MC Hip Hop Contest che si sarebbe dovuto svolgere a gennaio). Nelle sale del Palariccione, nel rispetto di tutte le normative, attesa quindi una formazione di grande prestigio con percorsi di studio che vedono protagonisti coreografi ed insegnanti del panorama nazionale ed europeo.

 

“Si tratta di una ripartenza molto calda: le persone hanno necessità e voglia di incontrarsi e Palariccione ha saputo mettere in atto le strategie giuste per supportare i clienti nelle nuove modalità organizzative che il momento richiede” – dice l’amministratore Unico della New Palariccione Eleonora Bergamaschi -. “I nostri clienti troveranno una città in piena stagione turistica con una ricca programmazione di iniziative e manifestazioni. Siamo felici e orgogliosi di poter contribuire anche noi a questa estate “sotto il sole di Riccione””

“Fiducia e ottimismo”. Così il sindaco Renata Tosi in occasione della riapertura ufficiale di convegni e congressi in presenza, a partire da oggi 1 luglio 2021. “Diamo finalmente fiato alla roadmap messa a punto per il Palariccione da qui ai prossimi mesi, in concomitanza con la fitta programmazione turistica dell’amministrazione avviata questa estate. Si tratta di una riapertura tanto attesa, quella congressuale, quanto necessaria, per far partire un fondamentale comparto quale è il settore dei convegnisti. Senza tralasciare il rispetto di ogni protocollo sanitario, dobbiamo tutti insieme apportare nuovo ossigeno all’ economia turistica come noi romagnoli sappiamo fare grazie ad un estro imprenditoriale sempre pronto proiettato al futuro. Siamo quindi entrati nel vivo della programmazione turistica e come ogni anno, stiamo predisponendo la programmazione turistica dei mesi invernali secondo la ormai rodata formula di invitare i vacanzieri estivi a Riccione nel periodo natalizio”.




Rimini-Riccione. Tour Liberty di Andrea Speziali il 14 luglio

Rimini, il Grand Hotel

Andrea Speziali

 

Si rinnova l’appuntamento di Art Nouveau Week dall’8 al1 4 luglio, manifestazione internazionale annuale dedicata alla corrente culturale e artistica Art Nouveau nelle sue più molteplici espressioni.

Il ricco calendario promosso dall’Associazione ITALIA LIBERTY, con il patrocinio di MiC Ministero della Cultura, Enit, Council of Europe e Fondazione Italia Patria della Bellezza, sarà rivolto a chiunque voglia immergersi nelle suggestive atmosfere dell’Art Nouveau, in Italia e all’estero.

Un periodo che il curatore dell’evento, Andrea Speziali, ha selezionato per la ricorrenza in questa settimana sia dell’anniversario della nascita di Giuseppe Sommaruga, uno tra i protagonista del Liberty italiano, che di quello di Gustav Klimt, insuperabile artista della Secessione viennese, nonché di altri autori dello stile Liberty nati ogni giorno della settimana come ad esempio: Otto Wagner, Giovanni Michelazzi, Salvatore Gregorietti, William Henry Bradley.

Il fulcro della manifestazione sono le visite guidate in edifici normalmente chiusi al pubblico. Un’occasione unica per riscoprire questi gioielli architettonici.

In provincia di Rimini è in programma per mercoledì 14 luglio un evento speciale alla riscoperta del Liberty dove si visitano anche le maioliche di Chini a Viserba e altri gioielli architettonici.

Primo turno:
Partenza ore 10:30 da Riccione. Incontro a villa Franceschi, visita all’interno, poi villa Pullè, villa dell’Amarissimo in viale Diaz, passeggiata in viale Ceccarini con visita alla Galleria Montparnasse. Da li si pedala fino a Miramare per visitare villa Haydeè, seguendo a Rimini con la visita nell’hotel Belvedere con decorazioni Liberty di pregio e altre ville in zona
Durata 2 ore circa.

Secondo turno:
Partenza ore 14:30 dal Grand Hotel di Rimini. Si visita la struttura con possibilità di visitarlo internamento con obbligatoria la consumazione al bar. Si prosegue al villino Cacciaguerra, oggi conosciuto come Embassy per un relax nel giardino e possibilità di consumare qualcosa al bar. La passeggiata prosegue all’hotel Augustea e villa Solinas.
Durata 1 ora circa.

Terzo turno:
Partenza ore 21:00 dal Grand Hotel di Rimini. Si visita la struttura con possibilità di visitarlo internamento con obbligatoria la consumazione al bar. Si prosegue a villa Lydia di Viserba con ceramiche di Chini. Visita nei giardini di alcuni villini in zona come villa Doria. Si giunge al Grand Hotel Rimini e a piedi si visitano le ville in zona: Embassy, hotel Augustea, villa Solinas e altre. Pausa gelato. Si prosegue a hotel Belvedere con piccola deguistazione di dolci Liberty. Si sprosegue a villa Haydeea Miramare. Successivamnete paseggiata in viale Ceccarini con break in piazzale Roma. Si visitano le ville storiche della città.
Durata 3 ore circa.

Ogni variazione del programma verrà comunicata temepstivamente ai partecipanti.

In caso di pioggia viene rinviata il primo giorno disponibile di sole. L’itinerario si realizza con una partecipazione minima.
Causa COVID non sarà possibile entrare in molti degli edifici elencati nel percorso.

Costo: 15€ a percorso
Sconto soci Banca Malatestiana: 8€
Sconto affiliati alla Banca Malatestiana: 10€
GRATIS per i soci di Italia Liberty (iscriviti ora)
IN OMAGGIO A TUTTI i partecipanti una copia in formato pdf di un libro sul Liberty a cura di Andrea Speziali.

Informazioni e prenotazioni: 320 0445798 | info@italialiberty.it

 

PROGRAMMA: https://www.italialiberty.it/riccione_rimini_romagna_anw_2021_016/

 

Questa edizione del Festival Art Nouveau Week ha anche il contrassegno delle novità social. Infatti, l’ingresso di Clubhouse, una nuova creatura tra le più amate app del momento, darà spazio alla inedita programmazione di podcast tematici.


ITALIA LIBERTY
Associazione culturale nazionale

+(39) 320 0445798
www.italialiberty.it




Riccione. Villa Franceschi, estate nel segno dell’arte: omaggio a Dante

Villa Franceschi

 

Villa Franceschi, estate nel segno dell’arte: omaggio a Dante.

Pittura e scultura, dall’8 luglio  all’8 agosto dal giovedì al sabato, dalle 20:30 – 23:30
Ingresso libero

Inaugurazione giovedì 8 luglio 20:30
ore 21 live set con la cantautrice riccionese Jessica Sorbello

Da giovedì 8 luglio a domenica 8 agosto, dal giovedì al sabato dalle 20:30 alle 23:30, i riflettori si accendono su Villa Franceschi con la seconda edizione della rassegna di pittura e scultura L’estate dell’arte a cura dell’associazione SCultura, Centro Arti Figurative e del gruppo I Giovedì dell’arte. In quest’anno particolare, in cui si celebrano i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta Dante Alighieri, le associazioni artistiche riccionesi danno vita ad un progetto corale che si propone di commemorare questo genio immortale con L’amor che move il sole e l’altre stelle. Omaggio a Dante, un’esposizione di opere ispirate alla figura del Poeta, alle atmosfere e ai personaggi più significativi della Commedia.
Questo tributo si inserisce nel solco tracciato dagli artisti, già a partire dal ‘300 fino a oggi, che testimonia il fascino esercitato dalla creatività dantesca, sfida continua a tradurre in immagini la potenza visionaria dei capolavori danteschi, segnatamente la Divina Commedia.
Nelle sale della villa, l’associazione SCultura Riccione che promuove e valorizza le attività culturali legate al mondo della scultura e delle arti visive, espone una serie di opere in terracotta patinata e in polistirolo: circa 25 sculture di 12 artisti tutte dedicate ai personaggi più rappresentativi della Divina Commedia.
Dalle spire dell’inferno alle sfere del Paradiso, dai dannati ai beati, Virgilio e Dante incontrano il falsario Schicchi, Minosse il giudice dei dannati, lingue di fuoco che sovrastano i corpi, il bacio che incarna la storia d’amore di Paolo e Francesca e i loro corpi che volano tra le fiamme, Farinata degli Uberti, Cavalcante dei Cavalcanti, Ulisse il mito della libertà, l’Angelo ribelle, Lucifero fino a riveder le stelle, il primo incontro in Paradiso tra Beatrice e Dante, la Vergine Madre. In esposizione le sculture di: Roberta Bagli, Consuelo Casadei, Milena Cima, Loredana Colonna, Federica Conti, Annamaria Denti, Gaia Giuffrè, Cristiana Guidi, Claudia Lazzaretti, Elisabetta Perchinunno, Eufemia Rampi, Orazio A.E. Vitaliti.

Una sezione è dedicata a Maddalena Fano Medas, artista eclettica, sperimentatrice e sempre alla ricerca di nuove ispirazioni e di soluzioni tecniche innovative che in 12 pannelli realizzati con immagini e suggestive incursioni grafiche e pittoriche, offre una lettura originale e attuale del mondo dantesco. Si alternano immagini contemporanee a versi tratti da diverse opere di Dante, poeta che più di tutti sa esprimere la complessità dell’uomo nelle sue aspirazioni più profonde, nella sua grandezza e nelle sue cadute, protagonista di un viaggio interiore e al tempo stesso creatore e distruttore nel mondo in cui gli è dato di vivere “L’aiuola che ci fa tanto feroci”.

Il percorso espositivo continua con circa 24 opere pittoriche realizzate da 18 artisti del Centro di Arti Figurative, associazione che da molti anni si adopera con passione e dedizione alla promozione di corsi di pittura per adulti e bambini. I dipinti si ispirano ad atmosfere e personaggi delle tre cantiche dantesche: dalle figure di Dante e Virgilio, all’oscurità infernale in cui spiccano il demonio Caronte, il tremendo mostro Cerbero, le anime dannate, i miseri amanti Paolo e Francesca, la macabra figura del Conte Ugolino, i mitici Centauri, la caduta di Lucifero; poi, risalendo sul monte del Purgatorio, la struggente figura di Pia de’ Tolomei e finalmente in Paradiso la visione dell’amata Beatrice. Non mancano diversi ritratti di Dante interpretati dalle diverse sensibilità degli artisti. In mostra opere di: Marco Ambrosi, Paolo Arcangeli, Elisa Bilancioni, Liliana Ciotti, Massimo Dina, Patrizia Fabbri, Maria Cristina Fasulo, Mario Giulianelli, Giuliana Graldi, Samuela Mangano, Michele Militano, Roberta Pasini, Paola Sabbatini, Manuela Sapone, Stefania Sinicropi, Franca Stefanelli, Donatella Speranza, Romina Zarate.

Anche gli artisti Maurizio Rinaldi e Teresio Troll rendono omaggio a Dante con alcune opere ispirate alla Commedia che riprendono tratti e modi delle celebri illustrazioni di Gustave Doré. Dall’oscurità della Selva alla “chiarezza del Paradiso” emergono le figure di Paolo e Francesca, Taide, dello sdegnoso Farinata, fino a giungere a riveder le stelle.
Maurizio Rinaldi e Teresio Troll hanno sempre condiviso la passione per le arti figurative e per la sperimentazione sul colore, sui materiali dell’arte, riservando un’attenzione particolare ai volumi e alla luce che avvolge le forme.
Decorazioni artistiche nel giardino e nella sala d’ingresso della villa a opera di Roberto De Grandis.

L’inaugurazione della mostra sarà giovedì 8 luglio alle ore 20:30. Alle ore 21 seguirà live set della giovane cantautrice riccionese Jessica Sorbello, chitarra e voce.

Durante la serata sarà consegnata a Edmo Vandi una targa in segno di riconoscimento per essere stato 45 anni fa tra i fondatori del Centro Arti Figurative di Riccione, importante realtà artistica nella città. La targa sarà consegnata da Massimo Dina, presidente del Centro Arti Figurative.

Nella suggestione della notte estiva punteggiata di luci, il giardino di villa Franceschi si trasforma in un vero e proprio atelier di pittura e scultura en plein air in cui i visitatori hanno l’occasione di osservare gli artisti al lavoro e possono dialogare con loro e farsi raccontare i mille segreti delle diverse tecniche.
Tutte le sere dal giovedì al sabato, dalle 20:30 alle 23:30, performance artistiche a cura delle associazioni. Ogni giovedì i pittori dello storico gruppo I Giovedì dell’Arte seduti ai cavalletti ricopriranno le loro tele con abili pennellate. Saranno presenti gli artisti: Cristina Alfano, Cinzia Bianchi, Paolo Deluca, Natale Giulianelli, Oriano Oriani, Maurizio Rinaldi, Maurizio Sansavini.
Ogni venerdì e sabato, toccherà agli scultori e ai pittori dell’associazione SCultura Riccione e del Centro Arti Figurative, creare “in diretta” le loro opere.

A corollario della mostra, due conversazioni in giardino, con il professor Angelo Chiaretti, presidente del Centro di studi danteschi S. Gregorio in Conca e la professoressa Annalisa Gallegati, membro del direttivo della Società Dante Alighieri – Comitato di Bolzano, che ci presenteranno aspetti inediti di personaggi e luoghi danteschi.
Giovedì 15 luglio ore 21 con “Dante Alighieri primo turista in Romagna”, Angelo Chiaretti illustrerà il singolare rapporto che legava la Firenze del tempo di Dante alla ridente costiera romagnola, quel territorio dapprima emblema di vacanza, che sarebbe poi divenuto per l’esule poeta accolto a Ravenna, porto sicuro e infine protettore delle sue spoglie. La narrazione insolita e vivace del professore ci presenta “l’Alighieri come il primo turista in Romagna, pioniere delle vacanze in riva al Mare Adriatico” […] “lungo la riva mentre il cielo va tingendosi di azzurro nel dolce colore d’oriental zaffiro” […] “o anche quando il mare inizia ad incresparsi e l’alba vince l’ora mattutina al tremolar della marina”. […] “Dante ha saputo e soprattutto voluto consegnarci efficaci immagini visive ricavate dal paesaggio naturale della Romagna e delle sue città” […] “Quanto alle vallate dei fiumi Marecchia e Conca, si giunge rispettivamente a Rimini e Riccione, l’antica stazione di posta chiamata, appunto, Arcione.”
Giovedì 19 agosto ore 21 con “Dante e l’universo femminile, fra vita privata ed esperienza artistica”, Annalisa Gallegati presenterà le più importanti figure femminili che accompagnano sia la biografia dantesca che la sua produzione poetica. La madre, la moglie, la figlia, rappresentano la realtà, il vissuto storico; Francesca, Pia, Piccarda e le altre sono l’espressione artistica, rese immortali nella loro unicità umana e poetica. E in mezzo c’è Beatrice, sospesa tra realtà e poesia, strumento prima terreno e poi spirituale di elevazione verso Dio.

La mostra, a ingresso libero, è aperta dal 8 luglio al 8 agosto, dal giovedì al sabato dalle 20:30 alle 23:30.
Nel giardino della villa performance artistiche con I Giovedì dell’arte, Associazione SCultura Riccione, Centro Arti Figurative.

Informazioni: IAT 0541 426050 www.riccione.it
Associazione Scultura 339 6512975, Centro Arti Figurative 335 6212348, I Giovedì dell’Arte 338 4567278

 

Tornano anche quest’anno gli appuntamenti della rassegna Conversazioni e libri sotto il sole di Riccione dedicata a presentazioni di libri, dialoghi con gli autori e conversazioni culturali.
Nel giardino di Villa Franceschi, dal 24 luglio al 8 agosto, anche tre appuntamenti del Festival delle Storie e delle Arti, quest’anno giunto alla settima edizione, è la rassegna di dialoghi, incontri e presentazioni di libri che restituisce la memoria, le atmosfere della città di ieri e di oggi, ma anche emozioni, ricordi e suggestioni legati al cinema e ai suoi grandi protagonisti entrati nell’immaginario collettivo. Presenta e modera le 4 serate Alessandro Formilli, dell’Associazione Insieme per Riccione. Gli incontri successivi sempre con orario d’inizio 21.30, saranno sabato 24 luglio “Il mio nome è Bond, James Bond” con Mirco Zomparelli. Una ghiotta occasione per rivedere e ricordare gli attori ed i personaggi, le armi e gli inseguimenti, che hanno caratterizzato gli oltre 25 film su 007. Nell’occasione verranno esposti i manifesti cinematografici originali delle pellicole che hanno maggiormente segnato le mode e le epoche. L’evento è organizzato in collaborazione con Associazione Culturale James Bond Italia – Sezione Doppio Zero. Domenica 1 agosto “E il treno passò” con Mirella Vandi Mazzotti. Dialogo di Formilli con l’autrice sulle tre generazioni della sua famiglia che si intrecciano ad una miriade di vicende umane e di avvenimenti, sempre con la Perla Verde dell’Adriatico come sfondo. Non a caso il titolo del Libro rimanda al passaggio del treno che dal 1862 ha velocemente trasformato la landa sabbiosa, periferia estrema del territorio di Rimini, in una capitale estiva delle vacanze per la nobiltà emiliana ed europea negli ultimi decenni dell’800 ed i primi del ‘900, per l’alta borghesia negli anni 20-30-40 e per il turismo di massa dagli anni ‘50 in poi. Ultimo e quarto incontro domenica 8 agosto “Ciao Signorina” con Maddalena Piccari incentrato su un pezzo di storia rimasto nel cuore dei riccionesi e poco conosciuto dai turisti. L’asilo, la scuola dell’infanzia, nel Comune di Riccione dagli anni ‘50 al 1989: un’epoca eccezionale, sia per l’atteggiamento positivo, ricco di idee, energico, impegnato e determinato, da parte del corpo docente, sia per tutto quello che è stato realizzato nel futuro.




Riccione. Geat, avanzo di gestione di 138mila euro

 

Geat, avanzo di gestione di 138mila euro

Partecipata oltre al 99% dal Comune di Riccione ha chiuso con un ottimo risultato il Bilancio 2020. Dal primo gennaio del 2020, Geat è stata incaricata della gestione delle palazzine ex Acer. Gestione che chiude con 350 mila euro di avanzo che garantirà la manutenzione e il fondo svalutazione crediti. Come è noto i servizi Geat riguardano la gestione del verde pubblico, la manutenzione strade e patrimonio immobiliare, cimiteriali, gestione dei servizi pubblicitari, pubbliche affissioni e Cosap, lotta antiparassitaria e gestione edilizia residenziale pubblica, emergenza abitativa e affianca i Comuni nella valorizzazione del patrimonio. La Geat ha 57 dipendenti.

“Il 2020 per Geat è l’anno che conferma la bontà delle scelte fatte dall’amministrazione di Riccione, perché dopo tante trasformazioni, la multiutility del Comune – ha detto l’assessore al Bilancio, Luigi Santi – sta in piedi con le proprie gambe garantendo efficienza e vicinanza ai cittadini. L’amministrazione ha puntato all’indipendenza di Geat e ha avuto ragione. La gestione dei servizi è stata efficiente e si chiuse in positivo a prescindere da dividendi o da rendite finanziarie alle quali in passato eravamo vincolati. Questa società può auto-sostenersi. Tutto questo si traduce in maggiori servizi per i cittadini e vantaggi economici per l’azienda, specialmente per quello che riguardano i minori costi sostenuti per la gestione delle case popolari”.

“Geat è un nostro fiore all’occhiello, una realtà cittadina che sta crescendo molto velocemente al fianco della comunità – ha detto il sindaco Renata Tosi -. Geat è la nostra multiutility che dallo scorso anno ha anche un’immagine coordinata nuova che intende sottolineare l’importanza di avere un società così attiva e vicina al cittadino. Per questo vorrei ringraziare il presidente Saverio Selva, tutto il Cda, il direttore Giovanni Moretti e tutti i dipendenti Geat che ogni giorno lavorano per la città di Riccione”.

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Comune di Riccione

Viale Vittorio Emanuele II, 2

Tel. 0541- 608103

stampa@comune.riccione.rn.it

www.comune.riccione.rn.it

 

 




Riccione. Nuovo Museo del Territorio, lavori dopo l’estate all’ex fornace. Investimento: 4,2 milioni

Museo del Territorio, il rendering

 

Nuovo Museo del Territorio, lavori dopo l’estate all’ex fornace

 

Il progetto definitivo ed esecutivo del nuovo museo, già approvato dalla giunta comunale per un valore complessivo di 4 milioni e 200 mila euro di cui 1 milione già disponibile tramite uno stanziamento dell’Unione Europea, andrà a riconvertire il contenitore dell’ex fornace Piva. Con il restauro dell’involucro esterno e la realizzazione di una struttura energeticamente efficiente e a basso impatto ambientale, il nuovo Museo sarà caratterizzato da un volume di copertura trasparente, da un piano terra per le funzioni accessorie e primo piano per la vera e propria area espositiva.

“ Con l’aggiudicazione definitiva della ditta esecutrice dei lavori – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Lea Ermeti – contiamo di avviare il cantiere dopo l’estate. L’opera partirà e, dal punto di vista progettuale e sociale, avrà una duplice valenza. Primo. La scelta della zona ex fornace costeggiata da un percorso ciclopedonale, collegata al Parco degli Olivetani che l’amministrazione ha realizzato 3 anni fa, è distante appena 500 metri dal porto canale e si innesta in un contesto storico – urbano di grande fascino e richiamo alle origini della città. Non dimentichiamo che la fornace di laterizi viene eretta nel 1908 dal milanese Piva con la decisione di installare un forno Hoffmann per garantire una produzione a ciclo continuo. Secondo. L’intervento di rigenerazione urbana del museo non solo darà un’anima all’immobile storico preesistente, ma sarà faro di cultura e conoscenza immerso nel verde e a stretto contatto con l’attuale scuola media dell’Istituto Comprensivo scolastico n.1 “ Geo Cenci”.

“I prossimi mesi saranno di grandi soddisfazioni per le istituzioni culturali, musei in primis – sottolinea l’assessore a biblioteca e musei Alessandra Battarra -. La cultura, adesso più che mai dopo i mesi di pandemia, deve essere il motore di una nuova partenza e di una rinascita che coinvolga associazioni culturali, intellettuali, operatori turistici, studenti e istituzioni con a cuore il bene di Riccione. I Musei devono entrare nel nostro quotidiano, far parte di un’educazione che arricchisca le nostre vite. Le stesse esperienze avviate con l’attale Museo del Territorio “Luigi Ghirotti” vogliono rispondere a questo bisogno, grazie anche all’aiuto della tecnologia come l’app che mette in rete una trentina di siti archeologici italiani. Non solo transizione digitale ma anche materialità. La spinta a vivere maggiormente le ville storiche cittadine e a spalancare i loro portoni rientra in questa chiara visione: coinvolgere e far vivere ad un pubblico sempre più vasto, comprese le nuove generazioni, la fisicità di varie forme d’arte dal vivo: dalla pittura e scultura con laboratori di artisti fino alle letture in presenza degli autori nell’ottica di una feconda commistione tra arti e saperi”.