1

Riccione. Libri. “La cena dei coscritti” di Michele Marziani al “Giardino segreto”

Lo scrittore riminese Michele Marziani

 

“La cena dei coscritti” del riminese Michele Marziani al “Giardino segreto” della biblioteca comunale il 27 agosto alle 18.30

La vita in montagna non sempre è come quella che si aspettano i turisti. A mostrarci un nuovo volto di questa realtà sono tre vecchi amici, classe 1942, che dovranno fare i conti con i cambiamenti e il tempo che avanza.

C’è Pino Capaldi, in arte Pinocchio, che da ragazzo ha imparato a costruire esche artificiali nientemeno che dal finlandese Lauri Rapala in persona. E c’è Joško, a cui la guerra in Bosnia ha strappato una vita da guardapesca sul fiume Una. E poi c’è Gino, il bibliotecario finché in paese c’è stata la biblioteca, con alle spalle qualche sogno di rivoluzione. Eccoli, sono loro, i coscritti di Riva Cannobbia, classe 1942.

Loro che proprio non hanno nessuna intenzione di rassegnarsi a un mondo che li vorrebbe vecchi, fragili e imbottiti di medicine e resistono a di spetto del paese che si spopola e sembra scomparire sotto i loro occhi, perché la montagna non è più quella di un tempo, quella dei pescatori, dei falegnami, dei pastori disposti a passare le estati all’alpeggio. Adesso in montagna vanno solo pochi turisti che alla vecchia osteria preferiscono l’antica trattoria che di antico non ha proprio nulla, cercano i prodotti tipici snobbando i sapori nostrani.

Così, quando in nome del progresso le autorità locali promuovono la costruzione di una diga saranno proprio loro, Pino, Joško e Gino a mettere in piedi un’improbabile protesta che ha il sapore di un gioco goliardico in grado di sconvolgere il paese e la valle intera. Ma qual è il prezzo per ristabilire l’ordine? È tutto come appare o c’è qualcosa che non torna? Possono amicizie di una vita distruggersi proprio quando ci si accorge di essere vecchi davvero?




Riccione. Pullè, teppisti e…

E’ davvero triste vedere come le sinistre cavalchino la violenza dei teppisti e delle baby gang di queste calde notti riccionesi.
Quelle stesse sinistre che hanno votato “NO” quando la maggioranza della Tosi, ad aprile, ha chiesto in Consiglio Comunale maggiore sicurezza e maggiore presenza di forze dell’ordine.
Quel “NO”, pesa oggi come un macigno.
Quel “NO” è un pugno nello stomaco ai Riccionesi.
Altro che mancanza di programmazione.
Le sinistre hanno le mani sporche, ed ora con quelle stesse mani si trovano a dispensare sui social attacchi politici completamente privi di fondamento.
Il problema di sicurezza c’è, ed è evidente.
Noi lo avevamo previsto per tempo, ci siamo mossi su tutti i tavoli per chiedere rinforzi, ma sempre mantenendo un “basso profilo” di comunicazione, proprio perché dovevamo tutelare la stagione, l’immagine della Città, i turisti che sarebbero arrivati.
Non si dovevano allarmare i turisti, ma nel contempo si doveva ottenere dallo Stato la garanzia di sicurezza che solo uno Stato può fornire.
Avevamo una stagione da portare avanti, senza allarmare i turisti con inutili strilli mediatici, ma lavorando con chi, Questura e Prefettura, devono predisporre la difesa della Città.
Polizia e Carabinieri li manda il Ministero dell’Interno.
La Ministra Lamorgese, per intenderci.
Quella che fa entrare i migranti a chili, quella che permette i rave di più giorni senza intervenire in alcun modo.
Quella stessa Lamorgese che, nel contempo, lascia il posto di Polizia di Piazzale Roma, desolatamente chiuso.
Abbiamo chiesto forze speciali.
Abbiamo chiesto di schierare i nuclei che intervengono per gli avvenimenti ad  alto rischio.
Nulla.
Non è arrivato nulla di concreto, se non qualche rinforzo (comunque ben accetto).
Ciò che il Comune poteva fare (ordinanze del vetro, ordinanze anti alcool, fondi per le guardie private, riqualificazione della offerta turistica per elevare il prodotto turistico offerto), l’ha fatto.
Ora che la stagione volge al termine, per gli ultimi weekend si schieri l’Esercito.
Vediamo l’effetto.
Le richieste dimissioni di Elena Raffaelli?
Inizino prima a dimettersi tutti quei consiglieri comunali che hanno votato “NO” o che si sono astenuti sull’ordine del giorno sulla sicurezza.
Inizi a dimettersi la Lamorgese.
Inizino a dimettersi tutti quei politici di sinistra che hanno pensato ad un modello di integrazione che ha portato le bande di immigrati nordafricani a delinquere a Riccione.
Il modello di integrazione delle sinistre: quello delle banlieu.
Lo ripetiamo da tempo. La sicurezza è un valore primario.
E non chiamiamo “turisti” quella marmaglia di gente che ha devastato la nostra città: quelli sono solo teppisti e delinquenti, a cui lo Stato deve dare una risposta ferma e forte: il carcere.
FABRIZIO PULLÈ Capogruppo NOI RICCIONESI
SARA MAJOLINO Capoguppo LISTA CIVICA RENATA TOSI



Riccione. Albe in controluce, Nada Duo il 22 agosto alle Fontanelle spiaggia 19

Nada

 

Albe in controluce, Nada Duo il 22 agosto, ore 6, alle Fontanelle, Spiaggia 19. La voce inconfondibile di Nada al sorgere del sole

sarà accompagnata dal chitarrista Andrea Mucciarelli.

 

Nada Malanima, nota per il suo nome d’arte come Nada, il nome è lo stesso della zingara che, leggendo la mano della madre durante la gravidanza, le predisse che avrebbe avuto una figlia, la quale avrebbe fatto molta strada. La gitana evidentemente sapeva quello che diceva, perché nel 1969, a soli quindici anni, Nada si presenta al Festival di Sanremo con “Ma che freddo fa”. La canzone si classificò quinta e ottenne un enorme successo, guidando le classifiche italiane per oltre un mese. Da quel momento, la giovane toscana è proiettata fra le stelle della musica italiana. Partecipa altre sei volte al festival e lo vince nel 1971 con “Il cuore è uno zingaro”. Sigla diciotto album in totale, passando nel tempo al pop più leggero di “Amore disperato” (1983) e duettando, fra i vari, con Riccardo Cocciante, Claudio Baglioni e Adriano Celentano. Ospite frequente a Festivalbar per due decenni, Nada si è imposta come una delle protagoniste del panorama cantautoriale italiano. Dagli anni 2000, la cantante ha soprattutto lavorato come autrice per artisti di spessore, come Ornella Vanoni e gli Zen Circus. Ha, inoltre, preso parte ad opere teatrali con Dario Fo e pubblicato cinque libri. Dall’autobiografia “Il mio cuore umano” (2008) è tratto il nuovo film “La bambina che non voleva cantare”, diretto da Costanza Quatriglio.

Nada, accompagnata a Riccione da Andrea Mucciarelli alla chitarra, talentuoso chitarrista della scuola jazz blues senese, interpreterà brani come “Il porto di Livorno” di Piero Ciampi, la popolare “Ma che freddo fa”, grandi successi come “Amore disperato”, “Ti stringerò” e classici della tradizione popolare, fino alle canzoni di oggi (“Guardami negli occhi”, “Luna in piena” e “Senza un perché”, colonna sonora di “The Young Pope”, e altre) in cui oltre ad essere interprete Nada è anche autrice.

 

MODALITÀ DI ACCESSO

ll concerto è a ingresso libero.

Apertura cancelli: ore 5. Orario di inizio: ore 6. In ottemperanza alle normative anti-Covid, i posti disponibili sono limitati, è possibile prenotare fino a esaurimento delle disponibilità a questo link: https://bit.ly/3yQ5YIY

Si evidenzia che la prenotazione garantisce l’accesso, ma è comunque richiesto di presentarsi all’ingresso con largo anticipo prima dell’inizio del concerto, al fine di espletare i dovuti controlli.

Ai varchi d’accesso verrà richiesto di esibire un documento di identità in corso di validità e la certificazione verde Covid-19, ovvero il “Green Pass”. Lo staff presente ai varchi controllerà la validità della certificazione.

Il Comune di Riccione offre a tutti i cittadini la possibilità di effettuare un test antigenico rapido nei giorni e nelle ore prima del concerto. Sono previsti quattro laboratori mobili per effettuare il tampone rapido, collocati in punti strategici della città: piazzale Roma, viale D’Annunzio 125 in prossimità del Samsara Beach, all’altezza del bagno 44 in prossimità di viale Torino 10 e all’ingresso di Aquafan in via Ascoli Piceno. È possibile consultare gli orari di apertura dei laboratori mobili sul portale riccione.it.

Il concerto di Nada è il quinto di sette appuntamenti, dal 25 luglio al 5 settembre, sette concerti che uniscono generazioni e generi musicali diversi, Albe in controluce riesce a costruire una prospettiva che va oltre il semplice evento, è diventato nel tempo un vero e proprio festival d’eccellenza e richiama appassionati da ogni parte d’Italia. Il prossimo concerto in programma al sorgere del sole è lo straordinario omaggio a Lucio Dalla di Javier Girotto, Natalio Mangalavite e Peppe Servillo previsto domenica 29 agosto (ore 6:00, Spiaggia 128).

La rassegna Albe in controluce – Concerti al sorgere del sole sulle spiagge di Riccione è promossa, curata e organizzata dall’assessorato Turismo Sport Cultura Eventi del Comune di Riccione in collaborazione con Cooperativa Bagnini Riccione e con gli operatori balneari.




Riccione. Tennis, la campionessa Schiavone al Circolo

Francesca Schiavone e Fabrizio Serafini (Foto Daniele Casalboni)

 

 

Francesca Schiavone, la Leonessa del tennis, vincitrice degli Internazionali di Francia, ex numero 4 del mondo, è arrivata a Riccione per giocare un doppio amichevole nei campi del Tennis Club Riccione.

Poi un incontro con i bambini della scuola tennis interessati a conoscerla e porle tante domande. Francesca Schiavone, oggi coach di alto livello femminile, vincitrice del Roland Garros nel 2010, finalista nel 2011, 3 Fed Cup (la coppa Davis femminile), si è concessa con molta disponibilità verso i piccoli tennisti, con foto e autografi, rivelando di aver coronato nella vita il suo sogno di bambina: conquistare un posto nella storia del tennis vincendo, appunto, il Roland Garros.

 

Approdata a Riccione dopo uno scambio di libri con il direttore tecnico e maestro del Tennis Club Riccione Serafini, presente peraltro in campo per partecipare al doppio amichevole, la Schiavone dopo i tanti successi conseguiti in campo professionale, ha dovuto lottare con un tumore, definendolo “ la partita più dura della mia vita” scegliendo di raccontare il suo percorso di vita e malattia nel libro dal titolo “La mia rinascita”.

Annoverata tra le tenniste italiane più vincenti della storia, la ex campionessa ha condiviso il progetto “ Sana cultura sportiva” del Tennis Club da cui ha preso il nome il libro di Fabrizio Serafini. Un progetto che dal 2016 ad oggi ha coinvolto 3400 studenti delle classi di terza media e delle scuole superiori della Provincia di Rimini. Oggi tra scuola tennis, agonistica, accademia e summer camp, 200 bambini e ragazzi tra i 5 e i 20 anni frequentano il centro, e molti questi non hanno voluto mancare all’incontro di questa mattina con la mitica campionessa.




Riccione. Ferragosto: ordine pubblico, cassetto e che cosa fare…

Riccione all’alba

 

di FABRIZIO PULLÈ Capogruppo NOI RICCIONESI
SARA MAJOLINO Capoguppo LISTA CIVICA RENATA TOSI
PIER GIORGIO RICCI Capogruppo FORZA ITALIA
ANDREA BEDINA Capogruppo LEGA

 

Inizia oggi la settimana che ci porterà a svalicare il Ferragosto. Saranno giorni intensi di lavoro per tutto il nostro comparto turistico.
Come avevamo ampiamente previsto in primavera, la situazione in tema di ordine pubblico si è fatta particolarmente “calda”.
Il fenomeno delle “bande di giovanissimi” che invade le località turistiche portando episodi di teppismo, molestie, risse, delinquenza e microcriminalità e’ purtroppo in forte aumento, a Riccione così come in tante altre località italiane.
E’ un fenomeno che va capito, studiato e verso cui abbiamo l’obbligo, per quanto possibile, di adottare le adeguate contromisure.
Ora, a questo fenomeno sociale nazionale deve essere in via principale lo Stato – ed il Governo – a pensare ed indirizzare adeguati sistemi di protezione e repressione, attraverso politiche adeguate ed un utilizzo corretto delle Forze dell’Ordine.
E’ d’altra parte corretto che anche gli Enti locali facciano la propria parte.
Noi, come comunità locale, abbiamo giustamente il dovere quantomeno di creare i corretti anticorpi affinché questo fenomeno eviti di trovare terreno fertile per proliferare ed espandersi.
Dalla politica, tutta, insieme alla società civile ed a tutte le associazioni di categoria che lavorano nel comparto turistico, deve salire una voce chiara, precisa, netta ed univoca contro chiunque pensi anche solo minimamente di guardare solo ed esclusivamente “al proprio cassetto” e di “lucrare” su questo tipo di turismo delinquenziale che crea effettivi disagi alla Città intera ed al Suo turismo “buono”.
Noi, come maggioranza, siamo e saremo sempre vicini a tutti quegli imprenditori che stanno faticosamente cercando di lavorare più sulla qualità che sulla quantità, e comunque a quelli che pur volendo lavorare sui numeri, riescono comunque a non fare da sponda a queste bande di giovani e giovanissimi teppisti.
I turisti sono ben graditi, ma se devono essere “teppisti”, riteniamo che debbano stare a disturbare e a delinquere a casa loro.
Oggi, quindi, vogliamo dirlo in modo chiaro e diretto: se qualcuno pensa di voler “guadagnare” lavorando con questi personaggi, con questo tipo di turismo, vendendogli “posti letto” a prezzi stracciati, stipando all’inverosimile appartamenti e stanze di hotel a cifre che già da sole fungono da richiamo per quel tipo di clientela, vendendogli alcool a prezzi stracciati, shortini sottobanco e senza regole… ecco: questo tipo di imprenditori non solo non sono graditi, ma dovranno in ogni modo essere individuati e, per quanto possibile, dissuasi.
Non è un buon cittadino, prima che un buon imprenditore, chi guarda solo al proprio orticello, fregandosene del bene comune e dell’interesse generale della Città.
E’ vero che veniamo da un anno e mezzo complicato, ma dobbiamo sentire, ognuno, il dovere di rispettare la comunità in cui viviamo ed in cui lavoriamo e di aiutarla a difendersi ed a progredire.
A costo di perdere qualche voto, ma vi diciamo che la lotta a chi è connivente e a chi specula e lucra su queste bande di teppisti, sarà decisa e molto ferma.
La sicurezza dei veri turisti deve essere una priorità di tutti, senza alcuna esclusione.
Ognuno di noi, ad ogni livello, deve sentirsi importante per aiutare la comunità cittadina.
Forza!

 




Rimini-Riccione. Vacciniamoci in Riviera, al via dal 4 agosto

 

VacciniAmo la Riviera” al via il 4 agosto con clinica mobile a Rimini e camper a San Mauro Mare

In Romagna parte “VacciniAmo la Riviera”: mercoledì 4 agosto, dalle ore 18.30 alle ore 22.30 al via i primi appuntamenti vaccinali a bordo della clinica mobile allestita a Rimini in Piazza Fellini e del camper itinerante che sosterà per la prima tappa a San Mauro Mare in Piazza Cesare Battistini.

L’obiettivo è proporre sul momento la somministrazione della prima dose vaccinale (con vaccino Moderna e il monodose Johnson&Johnson per la popolazione over 60 che potrà così immunizzarsi contro il virus in una unica seduta) ai cittadini che non si sono ancora vaccinati né prenotati.

Potranno ricevere la prima dose di vaccino anche i turisti italiani, e non solo i residenti. Non c’è bisogno della prenotazione, basterà presentarsi con tessera sanitaria e un documento di identità, la compilazione dei moduli sarà fatta sul posto, così come la vaccinazione ed il periodo di osservazione al termine dell’inoculazione.

L’iniziativa messa in campo dall’Ausl della Romagna, con la collaborazione delle Amministrazioni locali, è finalizzata a incrementare la platea dei vaccinati, facilitare le somministrazioni e intercettare chi ancora sta temporeggiando, affinché risponda positivamente all’appello.

Calendario del camper itinerante:

Riccione – Piazzale Ceccarini (di fianco al Palazzo del Turismo)

· sabato 07/08

· venerdì 13/08

· domenica 22/08

· mercoledì 25/08

 

Calendario delle cliniche mobili

Rimini – Piazzale Fellini

· mercoledì 04/08

· venerdì 06/08

· domenica 08/08

· mercoledì 11/08

· sabato 14/08

· domenica 15/08

· mercoledì 18/08

· venerdì 20/08

· sabato 21/08

· venerdì 27/08

· sabato 28/08

· domenica 29/08

 

 




Riccione. Riccione, il telo da spiaggia come simbolo

 

Riccione, il telo da spiaggia come simbolo.

L’assessore Stefano Caldari: “Simbolo di estate e divertimento, per il turista ricordo tangibile

legato a emozioni vissute nella nostra città”

 

 

 




Riccione. Il sindaco Tosi: “Notte rosa da abolire”

Il sindaco Tosi: “Notte rosa da abolire. I concerti di qualità e la cultura sono già una tradizione a Riccione. Dell’idea iniziale di tanti anni fa sono rimaste solo le foto ‘in rosa’ con tanta confusione. La verità è che anche a guardare le foto sui quotidiani e sui social che accompagnano la comunicazione della Notte Rosa, si ha l’idea di una gran confusione fatta di eccessi oramai fuori dal tempo e con un messaggio al pubblico sbagliato. In questo modo si favoriscono economie al ribasso, senza regole chiare, che piacciono tanto solo a quegli operatori poco seri che arrivano in Romagna per una stagione e poi spariscono. Noi però assessore Corsini, qui rimaniamo, viviamo, lavoriamo e investiamo sul futuro. Conosciamo la nostra terra e la vogliamo al riparo da messaggi fuorvianti e distruttivi”.




Riccione. Gli adolescenti Edoardo e Alessandro ripuliscono il mare: premiati

 

Gli adolescenti Edoardo Zavoli  e Alessandro Gambuti ripuliscono il mare: premiati

I due ragazzi, 13 e 12 anni, hanno dedicato due pomeriggi alla raccolta della plastica dispersa in mare, sul porto di Riccione in mezzo agli scogli riempiendo cinque sacchi. E hanno deciso che continueranno nella loro opera. Alessandro e Edoardo accompagnati dai genitori hanno ricevuto l’onorificenza a Palazzo del Turismo tra i complimenti dei presenti.

 

Sempre a palazzo del Turismo, l’assessore Caldari ha premiato alcuni turisti fedeli alla Perla Verde, consegnando loro la pergamena della città di Riccione. Si tratta della signora Adele Maggioni 79 anni, che vive a Cornaredo, in provincia di Milano. Adele da 40 anni viene in vacanza a Riccione, oggi all’Hotel Imperiale e prima allo Junior. “Vengo a Riccione da quando avevo 28 anni – racconta la signora Adele – la sorella della mia amica, la signora Maria Elvira Tiberini che lavorava in fabbrica con me e mi raccontò che sua sorella aveva appena aperto una pensione a Riccione di nome Junior. Una struttura appena edificata proprio da loro e così prenotai la mia prima vacanza in Riviera. Ho conosciuto la famiglia Ferri, Pietro, Elvira e i 2 figli che gestiscono l’Hotel che oggi si chiama Imperiale. Ricordo che Cinzia era molto piccola e da quella volta non li ho più lasciati quando si sono trasferiti all’Imperiale li ho seguiti perché sono una vera garanzia di vacanza, amicizia e tranquillità. Ricordo la Riccione di tanti anni fa quando davanti allo Junior c’era lo stabilimento delle sardine e delle vongole, c’era il dancing Serenella dove andavo sempre”. Premiata anche un’altra coppia di clienti affezionati dell’Hotel Junior e all’Imperiale che vengono a Riccione da 40 anni: Francesco Milani e Maria Rosa Onofrio vengono a Riccione dal 1974.




Riccione. Estate con Radio Dee Jay: dal 30 luglio al 31 agosto

 

Estate con Radio Dee Jay: dal 30 luglio al 31 agosto

 

10 serate di spettacolo e contest musicale: tra gli special guest

Madame, Colapesce Dimartino, Francesca Michielin, The Kolors e Nek

 

Venerdì 30 luglio

Mahmood, Noemi, Carl Brave

Anche in questa edizione la regia del palcoscenico sarà di Rudy Zerbi, seguitissimo dal pubblico di Riccione e da quello virtuale dei social (2 milioni e 100mila followers solo su Instagram), canali da cui racconta in diretta la città dall’alba (sono ormai da tempo un cult le sue stories) fino a tarda sera.

 

Si parte venerdì 30 luglio. Per sorridere e divertirsi insieme sul palco saliranno Mahmood, Noemi e Carl Brave, un trio esplosivo che scalderà la piazza di Riccione fino allo spettacolo dei fuochi d’artificio su tutta la costa.

Con la serata di venerdì prende il via anche il contest alla ricerca dei nuovi talenti musicali giunto ormai alla settima edizione.

Si prosegue il 4 agosto con i Sottotono e Rkomi, i primi sono di nuovo protagonisti in radio con il singolo Mastroianni, re delle classifiche, un ritorno in grande stile di una delle band che ha scritto pagine importanti del rap italiano; il secondo – vero nome Mirko Martorana – è un rapper tra i più originali, che è passato dalla trap a uno stile tutto suo e il cui ultimo lavoro è un album di duetti dal titolo Taxi Driver dove tra gli altri compaiono Irama, Sfera Ebbasta e Gaia.

Il 6 agosto serata esuberante con il duo più insolito degli ultimi mesi, sicuramente il più cantato da Sanremo in poi, Colapesce e Dimartino, che con la loro musica leggerissima sono ancora protagonisti in radio e in tutte le nostre giornate… Insieme alla coppia siciliana ci sarà la meravigliosa Francesca Michielin, un’artista sempre sorprendente e interessante, che ha appena iniziato il suo tour di live dopo l’uscita di FEAT, l’album in cui collabora con Fedez, Vasco Brondi, Colapesce e Mecna. Francesca è in radio anche con Cinema, la hit in cui duetta con Samuel dei Subsonica.

La sera dopo, il 7 agosto, sarà la volta di Tancredi, il cantante che si è fatto conoscere al grande pubblico conquistando la scuola di Amici 20 e il cui singolo Las Vegas, certificato Oro, vola oltre i 24 milioni di stream, The Kolors, affezionatissimi al palco di Riccione, anche loro con un singolo, Cabriolet panorama, tra i più ascoltati in radio, e Michele Bravi, di cui è da poco uscito Falene, il nuovo brano in cui duetta con l’artista multiplatino Sophie and The Giants.

Martedì 10 agosto gli special guest saranno una sorpresa mentre giovedì 12 saliranno sul palco Fred de Palma e Baby K: il primo ha già conquistato con Ti raggiungerò un posto tra le canzoni più amate dell’estate e ha pubblicato un nuovo pezzo, Un altro ballo, con la cantante brasiliana Anitta; Baby K torna a Riccione forte di una hit con i Boomdabash, Mohicani, e con Pa Tì, in cui canta con lo spagnolo Omar Montes.

Come da tradizione non può mancare la serata del 14 agosto che si conclude ogni anno con l’attesissimo spettacolo dei fuochi d’artificio sulla riva del mare. Protagonisti del Ferragosto riccionese sono Madame, la vera novità di Sanremo 2021, già sorprendente performer in piazzale Roma nell’estate 2019, Deddy, cantautore della scuola di Amici, e Sangiovanni, anche lui uscito dal talent di Maria De Filippi classificandosi secondo, ma primissimo in termini di popolarità.

La serata del 18 agosto avrà come special guest Takagy & Ketra, i due geniali produttori discografici autori di moltissimi dei successi che ascoltiamo ogni giorno, Giusy Ferreri, con cui hanno pubblicato il loro nuovo singolo Shimmy Shimmy a fine maggio, e Boomdabash, la band di culto di origine pugliese le cui sonorità mescolano reggae e dancehall.

Avviandoci verso le note conclusive del lungo spartito musicale si incontra il 19 agosto Franco 126, cantautore e rapper romano, tra gli artisti più particolari della scena italiana, con Vittoria Hyde, deejay e cantante a capo della band Vittoria and the Hyde Park, e nell’ultima serata, il 21 agosto, che ogni anno vede anche la finale del contest, tornerà per il passaggio di testimone Cristiano Turrini insieme ai Big Gaia e Nek: la giovane cantante dalla voce straordinaria sta spopolando con il brano Boca, mentre l’artista emiliano (10 milioni di dischi venduti in tutto il mondo) è in tour con il suo Live acustico ed è accompagnato dal nuovo singolo molto pop che si intitola Un’estate normale.

Durante il mese di agosto torneranno ad esibirsi sul palco, che li ha visti protagonisti nell’estate 2020, anche Raffaele Renda e Ibla, dopo un inverno trascorso nella scuola più famosa d’Italia – Amici di Maria De Filippi.

 

IL CONTEST

Il talent nazionale di Radio Deejay dedicato alla ricerca di nuovi artisti ottiene ad ogni edizione sempre più riscontri e dai tantissimi iscritti da tutta Italia saranno selezionati quelli che si esibiranno sul palco di Riccione. Giunto alla settima edizione, in questi anni ha visto i suoi protagonisti farsi conoscere dal grande pubblico: se pensiamo allo scorso anno la canzone del vincitore 2020 Cristiano Turrini è stata programmata da molte radio nei mesi successivi alla vittoria, la finalista Ibla ha partecipato ad Amici ed è arrivata al serale cosi come Raffaele Renda. Il concorso in poco tempo ha fatto diventare il palco riccionese molto ambito e tra chi si è iscritto ci sono artisti che hanno già partecipato ad importanti talent.

 

LO SPORT

Anche quest’anno piazzale Roma per un mese intero si trasformerà durante il giorno in una palestra a cielo aperto grazie a Play Deejay. A partire dalla mattina alle 6.30 fino alle 11 e nel pomeriggio dalle 17.45 alle 20.30, saranno 19 le giornate con allenamenti di ogni tipo, dallo yoga al group cycling, dal functional al pilates: 6.000 le presenze nel 2020 che si sono allenate con istruttori professionisti delle diverse discipline.

Tutti i corsi sono gratuiti fino ad esaurimento posti. È quindi consigliata l’iscrizione anticipata al desk di Piazzale Roma.

Si confermano come partner tecnici Technogym, Group Cycling e Sidea che con i loro materiali arricchiscono ulteriormente la qualità della sezione sportiva.

 

LE DIRETTE RADIOFONICHE

Anche nell’estate 2021 Aquafàn sarà il campo base per le dirette radiofoniche di Radio DEEJAY. Dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13, sarà come sempre Rudy Zerbi a condurre le puntate estive mentre nel pomeriggio dal lunedì al venerdì, dalle 17 alle 20 ai microfoni della radio ci sarà Gianluca Gazzoli e il sabato e la domenica, stessa ora, Chicco Giuliani. I tre volti di Radio Deejay torneranno a raccontare live la città, gli appuntamenti e le curiosità tutti i giorni a oltre 5 milioni di persone.

 

IL PUBBLICO

Per garantire la sicurezza del pubblico come per l’edizione 2020 Piazzale Roma si trasformerà in un’arena con gli ingressi controllati e contingentati, con le sedute distanziate fino ad esaurimento posti. L’ingresso alla piazza sarà consentito a partire dalle 20.45 per permettere a tutti di prendere posto in maniera ordinata e tranquilla. Per assistere agli spettacoli dovranno essere osservate le norme di sicurezza sanitaria che verranno indicate dalle autorità competenti.

 

 

Il progetto, l’organizzazione e la realizzazione di DEEJAY On Stage è a cura di San Marino Performance con la direzione artistica di Radio DEEJAY nella figura di Linus e con il patrocinio, contributo e collaborazione dell’Assessorato al Turismo del Comune di Riccione.