Misano Adriatico. Motomondiale Octo San Marino-Riviera di Rimini: fine settimana da 160mila appassionati… una festa

Tifosi di Valentino
Autorità
Marc Marquez, vincitore MotoGp
Mai visti tanti appassionati per il motomondiale Octo San Marino-Riviera di Rimini: fine settimana da 160mila appassionati… una festa dal 13 al 15 settembre. Nel dettaglio: 20.760 spettatori venerdì, 41.328 sabato e 96.212 domenica.
 Per la cronaca i vincitori: Marquez (MotoGP), Fernandez (Moto2), Suzuki (Moto3) e Ferrari (MotoE). Ma il vincitore vero sono loro, gli appassionati. A stragrande maggioranza in giallo. A chi chiedeva loro perché Valentino? La risposta: “Perché è un grande. Per tutto quello che ha fatto”. Spettacolo in pista, non meno che fuori. Si incontra il mondo. Cechi con sull’asta la bandiera della loro nazione e quella gialle col 46.COMMENTO DEI PROMOTORI
“La giornata di oggi, col suo carico di passione ed emozione, chiude una settimana fantastica e i numeri ci confermano ad altissimo livello nel panorama del calendario MotoGP. La Repubblica di San Marino e la Riviera di Rimini hanno comunicato a tutto il mondo valori e colori che rendono davvero unico il territorio. In questa edizione ci siamo posti lo scopo di alzare l’asticella degli obiettivi, vogliamo siano incrementati i profili economico-turistici in aggiunta al grandissimo appeal di uno degli eventi sportivi più importanti ed attesi ogni anno nel nostro Paese. La data è collocata perfettamente nel calendario, per attrarre un pubblico dedicato e continuiamo a notare l’incremento delle provenienze estere. Si aggiunge una audience mondiale e crescente. Tutto ciò ci sprona a ulteriori sforzi e ad un grande impegno per mettere a frutto il lavoro e gli investimenti. C’è ancora molto da fare, per tutti, ma la nuova era della MotoGP nella Riders’ Land s’è avviata col piede giusto”.TANTI OSPITI
A MWC parata di vip e rappresentanti delle istituzioni con il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, gli assessori regionali Emma Petitti e Andrea Corsini.
Visita di prestigio quella dell’ambasciatore israeliano in Italia, Eydar Dror, in griglia alla partenza della Moto2. In griglia anche l’ex Ministro Maria Elena Boschi.
Nutrita la rappresentanza delle istituzioni sammarinesi: dopo i Capitani Reggenti, presenti venerdì, hanno assistito alle gare il segretario di Stato allo Sport Marco Podeschi, il segretario di Stato agli Interni Guerrino Zanotti e il segretario di Stato al Turismo Augusto Michelotti che ha premiato Maverick Vinales.
Presenti il presidente della provincia Riziero Santi, il sindaco di Misano Fabrizio Piccioni (e il suo predecessore Stefano Giannini), quello di Cattolica Mariano Gennari, di Rimini Andrea Gnassi e di Riccione Renata Tosi. Presenti anche Domenica Spinelli e Alice Parma, rispettivamente sindache di Coriano e Santarcangelo e Cristiano Mauri, vice-sindaco di Bellaria.
A rappresentare lo sport sammarinese il presidente del Cons Gian Primo Giardi, insieme al membro del comitato esecutivo e presidente della FAMS Paolo Valli. Presente, ovviamente, il presidente della Federazione Sammarinese Motociclismo Dennis Zanotti e il numero uno della Federazione Italiana, nonché membro dell’esecutivo della Federazione Internazionale Giovanni Cupioli, sul palco per le premiazioni delle tre classi. Accolto con calore l’AD di Lamborghini Stefano Domenicali.
Tra i vip fotografatissimi l’ex campione del mondo Marco Materazzi, lo chef stellato e volto tv Bruno Barbieri. Dal mondo dello sport, oltre alla leggenda della MotoGp Giacomo Agostini, presenti l’ex campione del mondo di mountain bike Marco Aurelio Fontana, la medaglia olimpica Martina Valcepina accompagnata da tutti gli altri azzurri della nazionale di Short Track e la pattinatrice artistica su ghiaccio Valentina Marchei.  E poi ancora i comici Paolo Cevoli e Giuseppe Giacobazzi, il conduttore Federico Quaranta e Mike Coy di Gas Monkey Garage.




Misano Adriatico. Motomondiale, successo per gli eventi. Venerdì si parte con le prove libere

Motomondiale, successo per gli eventi. Venerdì prove libere. Bagno di folla nella mattina al MotoGP Parade a San Marino il 12 settembre. Nella più antica Repubblica del Mondo le contrade del centro storico si sono trasformate in un circuito per il pre event ufficiale del Gran Premio. A percorrerle moto e piloti del motomondiale, da domani protagonisti in pista: per la Moto3 Riccardo Rossi (Kömmerling Gresini Moto3) e Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse); per la Moto2 Luca Marini e Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) e Fabio Di Giannantonio (Speed Up) e infine per MotoE Niccolo Canepa (LCR E-Team) e Alex De Angelis (Octo Pramac MotoE).
La partenza è avvenuta da Piazzale dello Stradone con i piloti preceduti dalla safety car ufficiale della MotoGP. Arrivo in piazzale della Libertà dove un’ovazione li ha accolti davanti a Palazzo Pubblico e accolti dagli Eccellentissimi Capitani Reggenti Nicola Selva e Michele Muratori.  “Evento fantastico per la Repubblica di San Marino – il commento del Segretario di Stato per lo Sport, Marco Podeschi – in una giornata con tanti turisti e appassionati da tutto il mondo”.. “Aspettiamo tutti in circuito – ha detto il Presidente della Federazione Sammarinese Dennis Zanotti – perché saranno giornate spettacolari e con tanta gente. Anche la Repubblica offre il suo contributo con ragazzi nelle varie classi e alle loro spalle un plotoncino di nuovi campioni”.
A San Marino è intervenuto anche Bryan Toccaceli, pilota sammarinese di cross incorso in un gravissimo incidente, ma sempre vicino ai motori e che sarà nel weekend in circuito.
Al termine della parata, foto e selfie per tutti, con i piloti davvero entusiasti di un’esperienza così originale per il connubio fra tecnologia avanzata e un centro storico da oltre un decennio patrimonio dell’Unesco. Non è mancato il ‘burn out’ finale che ha avvolto sulla piazza della Libertà tutti gli appassionati in una nuvola di fumo.
E così, con il pre-event ufficiale, si è entrati oggi nel vivo il Gran Premio OCTO di San Marino e delle Riviera di Rimini Tre giorni di sport e di festa in pista e fuori pista con tante iniziative che vedono coinvolti tutti i promotori dell’evento.
Moto E in pista
Ben due gare a Misano World Circuit per la Enel MotoE, la terza e quarta gara della stagione. La nuova competizione di moto elettriche che vede come partner Dorna ed Enel concluderà il suo campionato a Valencia il 17 novembre. Domani, dopo le prove libere in mattinata, la E Pole coi piloti che hanno a disposizione un solo giro per ottenerla. Il calendario delle tre giornate di Misano prevede per domani, venerdì 13 alle 8.15 e alle 12.35 free practice 1 e 2; alle 16.00 la E-Pole. Sabato 14 settembre alle 16.00 Race 1 e domenica 15 alle 10.00 la Race 2, entrambe con 8 giri di pista.
The Riders’ Land Experience – Gli eventi sul territorio
Fuori del Circuito si susseguono gli eventi del territorio della Riders’ Land Experience.
Ieri sera grande successo a Portoverde per la tradizionale Spurtleda 58, la sfida di kart con i piloti del Mondiale vinta da Riccardo Rossi (Moto3) del Team Gresini.
A Misano prosegue Dedikato. Il 13 settembre all’Arena 58 dalle 20.15 si terrà il Trofeo MotoGP- Ape Proto, in cui si uniranno la simpatia di Ape-Proto e lo spettacolo di motocross freestyle a cura dei DaBoot, la più grande compagnia di Freestyle su due ruote a libello internazionale.
A Rimini prosegue a Castel Sismondo la mostra Le Radici della Riders’ Land – Wall of Frame (orari: dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 23.00) che racconta la storia del motociclismo agonistico attraverso i piloti del Moto Club Renzo Pasolini, tra moto iridate e le memorabilia di campioni mondiali come Pier Paolo Bianchi, Marco Simoncelli e Manuel Poggiali.
Sempre il 13 alle 21 serata Wall of Fame – Nuovo Moto Club Renzo Pasolini in cui i piloti Bianchi, Poggiali, Vitali, Matteoni, Pasini e Ferrari insieme a giornalisti ed esperti del mondo delle corse, racconteranno attraverso le loro esperienze il mondo della Riders’ Land.
Continua a Cattolica sino a domenica 15 il Motor Beach Circus – Le Curve dei tifosi lungo le vie del centro che diventano curve dei fan riprendendo i colori dell’autodromo. Domani venerdì 13 e sabato 14 dalle 18.00 si terrà “Musica a tutto gas” due giorni di groove a tutto gas in collaborazione con White srls.
I partner del Gran Premio OCTO di San Marino e della Riviera di Rimini
Prosegue il viaggio fra le aziende che hanno scelto l’evento per promuovere prodotti e servizi.
Il 2019 segna l’avvio della nuova partnership con Green Power Systems, azienda di Caprazzino di Sassocorvaro (PU) leader nella progettazione e produzione di gruppi elettrogeni che ha raggiunto una posizione di primaria importanza sia nel mercato italiano che in quello internazionale, grazie ai suoi punti di forza: alta qualità e affidabilità dei suoi prodotti, velocità di consegna, efficiente e tempestivo post-vendita, capillare e organizzata rete vendita a livello globale.
Da segnalare anche l’iniziativa della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino che, in collaborazione con Arzilli Giovanni Gioielleria e Oreficeria e il brand Tissot, ha consegnato gli ingressi al Gran Premio ai vincitori del Concorso collegato all’evento sportivo internazionale.
Time Schedule Venerdì 13 settembre
08.20 – 08.50 Enel MotoE Free Practice 1
09.00 – 09.40 Moto3 Free Practice 1
09.55 – 10.40 MotoGP Free Practice 1
10.55 – 11.35 Moto 2 Free Practice 1
11.50 – 12.20 Red Bull MotoGP Rookies Cup Free Practice 1
12.35 – 13.05 Enel MotoE Free Practice 1
13.15 – 13.55 Moto3 Free Practice 2
14.10 – 14.55 MotoGP Free Practice 2
15.10 – 15.50 Moto2 Free Practice 2
16.05 – 16.45 Enel MotoE E-Pole
17.10 – 17.40 Red Bull MotoGP Rookies Cup Free Practice 2
18.55 – 19.20 Red Bull MotoGP Rookies Cup Qualifying



Misano Adriatico-Gradara-Montescudo. Misano Piano Festival, grande cartellone. Tra i musicisti Roberto Cappello

Pianoforti nel cortile del castello di Gradara

Misano Piano Festival, grande cartellone.  Sono 6 gli eventi musicali a promuoverli dall’Associazione Artistico Musicale Amintore Galli di Rimini. Il pubblico attraversa tre secoli di storia: da Bach a Wagner, da Schubert a Piazzolla.

Si inaugura il 29 luglio sotto la croce lignea della Chiesa dei SS Biagio e Erasmo, alle 21,15: protagonista  il maestro Roberto Cappello, elegante interprete del virtuosismo romantico. Nel suo omaggio a Richard Wagner esegue trascrizioni e parafrasi di Franz Liszt e Carl Tausig. “Fra estasi e tormento” sarà il titolo di questo concerto che racconterà pagine intense di raro ascolto e di altissima difficoltà esecutiva.

Roberto Cappello è presente in due successivi appuntamenti dedicati a “ I concerti per pianoforte e orchestra”:  si sostituisce infatti all’orchestra per far rivivere grandi pagine del repertorio e suonerà insieme ai giovani talenti della Masterclass di Alto Perfezionamento che il Misano Piano Festival per il terzo anno ha promosso insieme all’Istituto di Alta Formazione Musicale Lettimi di Rimini.
I due concerti si tengono il 1 agosto nella Chiesa dei SS Biagio ed Erasmo di a Misano Monte e il 2 agosto, per la serie “Pianisti sotto le stelle”, a Gradara, nel suggestivo cortile del Castello di Paolo e Francesca.

Ancora un ospite importante per l’appuntamento del 4 agosto: i grandi compositori austriaci risuoneranno fra gli affreschi del Santuario di Valliano a Montescudo grazie a Pier Narciso Masi, massimo interprete della musica da camera, che esegue, a 4 mani con le pianiste Simonetta Pesaresi e Manila Santini e in duo con il violinista Stefano Succi, alcuni capolavori di Mozart e Schubert.

Si cambia il repertorio ed il periodo storico di riferimento per l’appuntamento in programma il 6 agosto nella chiesa di Misano Monte grazie a Roberto Corlianò, altro grande virtuoso della tastiera e compositore eclettico e moderno che porta la sua lettura delle grandi arie della lirica (da Tosca a Il Trovatore, da Samson et Dalila a Cavalleria Rusticana) presentando parafrasi in cui il suo genio e la tradizione concertistica delle trascrizioni si coniugano in un concerto al di là del tempo.

Per l’ultimo appuntamento dell’ 8 agosto viene riproposto a Misano Adriatico il connubio fra Musica e degustazione: la voce narrante di Silvio Castiglioni e la fisarmonica di Alexei Manyk scenderanno al fianco del pianoforte di Francesco Melani, dando vita a questo racconto in musica realizzato insieme alla Biblioteca Comunale di Misano nell’ambito de La Biblioteca Illuminata presso il Ristorante il Mulino, luogo ideale per abbinare una degustazione enogastronomica a quella musicale di stili e sonorità.

Un cartellone di altissimo livello con grandi ritorni e repertori del tutto inediti che potranno avvicinare il pubblico a stili musicali diversi: recital solistici, concerti per pianoforte e orchestra nella traduzione per due pianoforti, musica da camera a quattromani e in formazioni differenti. Eventi ad ingresso libero (ad eccezione dell’ultimo evento al Ristorante Il Mulino dove concerto e degustazione hanno un costo di euro 15) che la Direzione Artistica del Festival promuove, quest’anno per la 27^ edizione, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Misano Adriatico e con le amministrazioni comunali di Gradara e di Montescudo-Montecolombo.

I concerti inizano alle 21,15




Misano Adriatico. Luca Ferrari vince il mondiale velocità offshore con motore elettrico a Montecarlo

Luca Ferrari vince il mondiale velocità offshore con motore elettrico a Montecarlo disputatosi il 7 luglio.

Luca Ferrari, insieme ad alcuni amici, è il titolare di Anvera. Fondata pochi anni fa, sede nella zona artigianale di Santamonica,  l’azienda produce motoscafi in carbonio di livelli assoluti da un punto di vista tecnico e della bellezza. Luca Ferrari negli anni ’90 aveva vinto il mondiale offshore insieme allo zio Norberto Ferretti, il fondatore del Ferretti Group, primo al mondo nella costruzione di yacht.




Misano Adriatico. Notte Rosa, creatività misanese… in stile Mary Poppins. Bagnino in cravatta…

 

Notte Rosa: creatività misanese.

Il bagnino Nanni con cravatta a salutare gli ospiti in spiaggia…

Via Platani con gli ombrelli rosa e fiocchi filanti… Ispirati da Mary Poppins




Misano Adriatico. Con Vito Mancuso, Quirino Principe e Salvatore Settis: quando la cultura fa il pieno

Salvatore Settis con Gustavo Cecchini, direttore della biblioteca

Con i prestigiosi intellettuali Vito Mancuso, Quirino Principe e Salvatore Settis la cultura fa il pieno. La tre serate sulla bellezza si sono chiuse con un potente j’accuse di Salvatore Settis il 4 luglio. Appuntamenti che hanno lascito il segno e che hanno visto la presenza di centinaia di persone arrivate addirittura con sedie e tele da mare al seguito per prendere posto. E’ stata, quella di Settis, una lezione di grande spessore culturale e di alta tensione etica. Mai la Terra che ci nutre è stata messa in pericolo come lo è oggi. La riflessione corre dal bene del singolo al bene comune. Settis parla di una vera e propria “cannibalizzazione dell’ambiente e dei paesaggi” da parte dell’uomo, e da lì scaturisce la nota domanda derivata da Fedor Dostoevsky: la bellezza, salverà il mondo? Ma Salvatore Settis la ribalta. La bellezza non salverà il mondo se noi non salviamo prima la bellezza. E anche il precetto evangelico “Ama il prossimo tuo come te stesso” viene tradotto da Settis in un necessario “Amerai la Terra come te stesso”. È il pubblico interesse che ci autorizza ad agire contro le devastazioni ambientali. “Stiamo vivendo come se avessimo a disposizione una Terra e mezza; ma ne abbiamo una sola”, dice ancora Settis, riguardo al selvaggio scempio che l’uomo sta perpetrando sul Pianeta in cui vive. Facendo poi leva sul fatto che ogni generazione dovrebbe rendersi responsabile nei confronti di quelle che verranno, per non macchiarsi di “fratricidio”: non rimane che farsi custodi delle sorti della Terra, con lo sguardo rivolto al futuro e ai diritti delle future generazioni. Il suo invito ad una tutela consapevole del nostro pianeta ha aperto riflessioni a cui dobbiamo dare continuità.




Misano Adriatico. Conferenze biblioteca, una folla ad ascoltare Vito Mancuso su “Il mondo salverà la bellezza”. Chiudono Principe e Settis

Conferenze biblioteca, una folla ad ascoltare Vito Mancuso su “Il mondo salverà la bellezza”.
“Perché ci viene spontaneo raccogliere sulla spiaggia del mare le conchiglie e i sassolini più belli? Perché rimaniamo incantati davanti a un volto umano o a un dipinto, o avvertiamo un’inesprimibile dolcezza interiore ascoltando musica, o ci soffermiamo con gli occhi spalancati a contemplare un tramonto? Perché, in altre parole, ricerchiamo quella rivelazione, quell’epifania che definiamo bellezza? Vito Mancuso ha catturato l’attenzione del pubblico parlando della Bellezza come un mistero che è tipico dell’uomo, e ne interpreta le profondità per farne la bussola capace di orientare il cammino verso la verità. Superando l’aspetto esteriore dei nostri corpi per approfondire il senso dell’interiorità della nostra anima fatta di armonia e fascino, eleganza e grazia, la riflessione del teologo diventa un’avventura alla ricerca delle sorgenti della bellezza in grado di indicarci quali pratiche concrete possiamo mettere in atto per rendere quotidiano il nostro rapporto con essa: solo in questo modo infatti potremo superare ogni indifferenza e tornare, o addirittura iniziare, a gioire al cospetto di quelle opere e di quegli eventi capaci di stringerci il cuore. Perché ricercare e custodire la bellezza è la via privilegiata per onorare il compito che attende la nostra vita”.

Il 3 luglio, ore 21,30, nel giardino della biblioteca parla Quirino Principe.

Chiude la rassegna Salvatore Settis il 4 luglio, stessa ora




Misano Adriatico. Parco Mare Nord, in abbandono con giochi tagliole

La seduta è una tagliola

L’angolo frastagliato pericoloso

Altalena con seduta sbeccata e senza tappeti assorbi-caduta

Arrampicata spezzata in più punti

Grida aiuto

Panchine di metallo brutte ma resistenti alle intemperie

 

21 giugno 2019. Il Parco Mare Nord è una meraviglia. Direttamente sul mare, adulto, è una pineta impreziosita da alcune querce. E’ in  uno stato di  avanzato ed annoso abbandono. I  giochi sono delle tagliole. Gli angoli delle sedute dei giochi a molla sono consumati e seghettati. La seduta di plastica dell’altalena è nelle stesse condizioni. Sotto i vari elementi mancano i tappetini assorbi cadute. Insomma, avrebbe bisogno di urgente manutenzione. E’ misanese tra i massimi progettisti di giochi per esterni d’Italia. Chi scrive molte volte aveva fatto il suo nome agli amministratori, ma sempre ignorato. Era disposto a fare progetti di aree-gioco gratis nel nome dell’appartenenza ad una comunità. Avrebbe bisogno di una robusta potatura e disboscamento anche il parco. Durante la campagna elettorale, i misanesi hanno chiesto, in tutte le frazioni, più manutenzione




Misano Adriatico. Mondiale Superbike, ad Haslam l’aquarace ad Aquafàn. Da domani prove libere

La premiazione

20.6.2019. Mondiale Superbike, ad Haslam l’aquarace ad Aquafàn. Da domani prove libere. Sul podio dello scivolo Kamikaze anche Jonathan Rea e Lorenzo Zanetti. Da domani protagonista la pista con le prove libere a Misano Adriatico..
Sole, spettacolo e tanto pubblico. Questa mattina in Aquafan si è svolto Superbike AcquaRace, pre event che ha aperto il Pata Riviera di Rimini Round, settima prova del Motul FIM Superbike, in programma questo weekend a Misano World Circuit.

La sfida sul Kamikaze, una delle attrazioni più amate dai visitatori e adrenaliniche del parco acquatico riccionese, ha fatto da antipasto alla battaglia in pista, al via da domani.

Ad imporsi dell’inedita discesa dallo scivolo di Aquafan è stato Leon Haslam (Kawasaki Racing Team), che ha preceduto nella sfida cronometrata il compagno di team e connazionale Jonathan Rea. Il quattro volte campione del mondo Superbike si è rivelato veloce anche sul Kamikaze, precedendo di poco Lorenzo Zanetti, il collaudatore Ducati chiamato a sostituire l’alfiere del team Go Eleven Eugene Laverty.

Gli altri piloti che hanno divertito il numeroso pubblico presente al parco e i giornalisti sono stati Michael Ruben Rinaldi (Barni Racing Team), Alessandro Delbianco (Althea MIE Racing Team), Michele Pirro (Barni Racing Team), Federico Caricasulo (Bardhal Evan Bros), Randy Krummenacher (Bardhal Evan Bros) e Loris Baz (Ten Kate Racing).

In premio una simpatica targa (nel vero senso della parola, quella da motorino) celebrativa, poi i piloti si sono concessi al pubblico per una sessione di foto e autografi.

“L’evento di oggi in Aquafan è il simbolo di quello che sono i parchi Costa Edutainment per il territorio – il commento di Patrizia Leardini, direttore Costa Edutainment Polo Adriatico -. Una sinergia in nome dei grandi eventi di divertimento sano, che tutti vediamo sempre più proiettato verso i grandi eventi sportivi. Pensiamo a questo evento e altri organizzati sempre con Misano World Circuit. Pensiamo anche alle nostre collaborazioni con il mondo del ciclismo e della ginnastica. In Riviera c’è uno spostamento del target, tornano i giovani ma legati anche a questo turismo sportivo. E noi siamo ben lieti di fare la nostra parte”.

“Si profila un weekend con grandi emozioni – dice Luca Colaiacovo, presidente Santa Monica SpA – e il pre event in Aquafan ci introduce perfettamente ad un evento che a Misano vanta una tradizione storica straordinaria. Ai contenuti sportivi aggiungo quelli di vantaggio per tutta l’economia del territorio perché all’esposizione mediatica si aggiunge un indotto che vale circa 25,5 milioni. Avremo battaglie avvincenti in pista, facciamo il tifo per i tanti piloti della Riders’ Land, alcuni già affermati e altri, giovanissimi, pronti ad una carriera di successo”.

LE DUCATI STORICAMENTE VINCENTI A MWC,
MA REA PUO’ BATTERE IL RECORD DI VITTORIE CHE CONDIVIDE CON BAYLISS
E’ atteso un grande spettacolo sportivo a Misano World Circuit, circuito storico per il WorldSBK e storicamente particolarmente ‘amico’ della Ducati che ha vinto 29 volte, con 79 podi complessivi.
Anche la Kawasaki non scherza: al Simoncelli centra la pole da sette anni consecutivi, con Tom Sykes assoluto dominatore. Il quattro volte campione del mondo Jonathan Rea vince la sua prima gara in WorldSBK proprio a MWC, dove è salito 10 volte sul podio. Rea può superare il record di vittorie a MWC, sei, che attualmente detiene insieme ad un mito come Troy Bayliss.

LA COPERTURA TELEVISIVA
Forte impegno di SKY nella copertura televisiva del PATA Riviera di Rimini Round. Ogni giornio in diretta, da domani, prove libere, Superpole e le tre gare in programma. Gare in Tv anche su TV8 e su Eurosport.

Prevendita biglietti: www.misanocircuit.com/biglietteria/superbike/

IL PROGRAMMA DI DOMANI, VENERDI’ 21 GIUGNO
09.00 – 09.30 WorldSSP300 Free Practice 1 Group A
09.45 – 10.15 WorldSSP300 Free Practice 1 Group B
10.30 – 11.20 WorldSBK Free Practice 1
11.30 – 12.15 WorldSSP Free Practice 1
13.30 – 14.00 WorldSSP300 Free Practice 2 Group A
14.15 – 14.45 WorldSSP300 Free Practice 2 Group B
15.00 – 15.50 WorldSBK Free Practice 2
16.00 – 16.45 WorldSSP Free Practice 2




Rimini. Nuova questura in abbandono, vergogna italica…

14.5.2019. Nuova questura in abbandono, vergogna italica… I riminesi continuano a pagare la vergognosa situazione della nuova questura in via Ugo Bassi, la dichiarazione dell’assessore alla Sicurezza, Jamil Sadegholvaad: “Vale le pena non fare passare sotto silenzio, o peggio come ‘normalità’, quanto accade periodicamente in via Ugo Bassi a Rimini, nell’immobile destinato a nuova Questura, lasciato vergognosamente dallo Stato italiano e da un privato sulle spalle della comunità riminese. Si tratta di un caso meschino di menefreghismo istituzionale, di ‘rompo e i cocci sono tuoi’. Sarebbe ripetitivo ricordare i termini della questione ma concentriamoci solo sulle ultime evoluzioni. Mentre il Comune di Rimini, in ottemperanza al protocollo sulla Sicurezza sottoscritto in Prefettura a dicembre 2017, investe 700 mila euro e completa le procedure per il trasferimento temporaneo della sede della Polizia di Stato in piazzale Bornaccini (i lavori sono cominciati lunedì scorso), la ‘balena di cemento’ spiaggiata lungo via Roma non solo resta il monumento a uno Stato inefficiente, a ministeri arroganti e a un privato avido ma continua a creare problemi e a generare impropri costi a carico della collettività locale. Il Comune di Rimini sta infatti firmando l’ennesima ordinanza che impone alla curatela fallimentare la bonifica dei ristagni idrici formatisi lì dentro nelle ultime settimane. Una situazione di degrado che giustamente inquieta i residenti in zona, che ha mosso prima l’Ausl Romagna e quindi il Comune di Rimini che ordinerà alla proprietà di provvedere al ripristino di dignitose condizioni. E se ciò non avverrà sarà l’Ente a provvedere con un intervento ‘in surroga’, il cui costo sarà poi messo sul conto della curatela privata. Ma va sottolineato questo: è già la quarta volta in quattro anni che l’amministrazione pubblica deve intervenire a proprie spese per riparare i guai fatti dallo Stato e dalla società Da.Ma. Siamo già nell’ordine di 30 mila euro, che la comunità riminese ha dovuto tirare fuori dalle proprie tasche. E che, vista la situazione critica in cui versa l’immobile, chissà se e quando rivedrà. Adesso, con la nuova ordinanza, probabilmente si aggiungeranno altri 3-4-5 mila euro per bonifiche ambientali. Denaro che uscirà dalle tasche dei riminesi che evidentemente per i Governi centrali devono pagare per gli errori altrui. E’ una situazione non più tollerabile sotto tutti i punti di vista. Non è tollerabile che il Governo italiano e tutte le sue articolazioni politiche e tecniche se ne stiano zitte, mute e sostanzialmente consenzienti davanti a questa palese violazione di ogni relazione civile e legale tra Istituzioni e cittadini. Ricordo che lo scorso febbraio da Roma ci si fece sapere che il Ministero dell’Interno avrebbe sottoposto al Nucleo di Valutazione l’acquisto del compendio di via Bassi per poi ristrutturarlo per complessivi 30 milioni di euro. Non abbiamo mai più avuto notizie, né aggiornamenti da allora. Nel frattempo il Comune di Rimini, sinora unico adempiente il protocollo sulla sicurezza, ha garantito il trasferimento della sede temporanea della questura in piazzale Bornaccini. Per riconoscenza, Stato & c. lasciano vergognosamente sola la collettività locale imponendo di fatto anche la beffa delle bonifiche. Vergogna! Vergogna! Vergogna!”.