1

Bellaria – Igea Marina. Funerali Carrà, lutto cittadino

Raffaella Carrà (18.6.1943 – 5.7.2021)

 

Funerali Carrà, lutto cittadino

L’amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina ha disposto la proclamazione del lutto cittadino in concomitanza con la celebrazione dei funerali di Raffaella Maria Roberta Pelloni, in arte Raffaella Carrà, che si svolgeranno domani, venerdì 9 luglio, in Santa Maria in Aracoeli a Roma.

L’amministrazione ha inteso così interpretare e tradurre il sentimento dell’intera comunità di Bellaria Igea Marina, conferendo anche una connotazione istituzionale al sentimento di sincero dolore provocato dalla scomparsa dell’amata Raffaella: un’artista indimenticabile, che la città non ha mai smesso di ammirare e seguire con l’affetto che si nutre per una propria concittadina.

Il provvedimento adottato comporta anche la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche eventualmente in programma nell’arco di vigenza del lutto cittadino, nonché l’esposizione delle bandiere a mezz’asta.

L’invito rivolto alla cittadinanza, ai titolari della attività commerciali, al mondo associativo e alle rappresentanze in generale, è quello di esprimere la propria partecipazione sospendendo le attività, in segno di cordoglio e raccoglimento, dalle ore 12.00 alle ore 13.30 di domani, rispettando per l’intera giornata lo spirito del lutto cittadino proclamato a Bellaria Igea Marina.




Bellaria Igea Marina. Flower Boat, aperitivo in barca…

 

Flower Boat, aperitivo in barca…

Ogni sabato pomeriggio a partire dal 26 giugno fino al 28 agosto, la motonave Super Tayfun rinominata
Flower Boat proporrà un tour lungo la spiaggia di Bellaria Igea Marina, toccando i tre pontili posizionati tra
Bellaria e Igea Marina con musica, dj set e un aperitivo a bordo a base di cocktail e pesciolino fritto.




Cattolica. Cattolica, Borgo San Giuliano e Idea Marina su National Geografic

Cattolica

Cattolica

Borgo San Giuliano

 

Borgo San Giuliano, Cattolica e la Romagna su National Geografic. Il numero “Estate” della rivista Traveler di National Geographic Italia, in edicola da oggi, ospita un reportage dedicato ai borghi marinari dell’Emilia-Romagna, da Comacchio nel Delta del Po fino alle atmosfere spensierate della riviera romagnola.

“Abbiamo voluto raccontare un territorio molto variegato andando oltre gli stereotipi che lo caratterizzano, a caccia di tradizioni millenarie legate al mare e sapori ancora autentici – sottolineano i due – per rendere omaggio al nostro Mediterraneo, crocevia di popoli e culture da sempre”.

Ancora una volta la firma è della scrittrice livornese Francesca Mazzoni, mentre le immagini sono opera del fotografo ravennate Ottavio Giannella.

Nella rivista immagini di: Cattolica, Borgo San Giuliano, Bellaria Igea Marina, Cesenatico, Cervia e Comacchio.




Bellaria Igea Marina. M5S: “Piste ciclabili, interventi incoerenti”

Premessa: assolutamente favorevoli a interventi pertinenti la sicurezza di pedoni e ciclisti, ma se si vuole andare incontro alle promesse fatte, bisogna investire diversamente, oppure saltano le promesse che dovevano portarci verso una Bellaria Igea Marina più GREEN e salutare, ancora una volta favoriamo le auto e non i pedoni o le biciclette.
In via Ravenna, zona Bordonchio, stanno installando un semaforo pedonale, per carità, ben venga, molto probabilmente era già da tempo che la via necessitava di uno strumento per l’attraversamento dei pedoni in sicurezza.
Però, a seguito di questa scelta, alcune dichiarazioni in passato esposte dall’amministrazione inerenti agli attraversamenti pedonali e alla scelta la scelta di costruire la pista ciclabile di via Ravenna lato Bordonchio e non a lato monte (dove ci sono sono fossi e campi e pochissime strade), ma lato mare, dove c’erano e ci sono tutt’oggi molte vie ed accessi privati che di fatto interrompono o sono fonte di pericolo per tutti gli utilizzatori della suddetta pista ciclabile, questi interventi ci paiono incoerenti.
L’amministrazione affermava che costruendo la pista lato a monte i ciclisti avrebbero avuto difficoltà ad attraversare la strada e sarebbe stato scomodissimo e impensabile installare dei semafori ciclopedonali per consentirne l’attraversamento.
Evidentemente questa affermazione valeva solo per i ciclisti, oppure improvvisamente sono stati fulminati sulla via di damasco ed hanno capito che installare un semaforo pedonale o ancor meglio ciclopedonale è una cosa fattibile.
Quindi se sommiamo la scelta poco felice del percorso, la scelta di non modificare le strisce pedonali in strisce ciclopedonali lungo tutte le intersecazioni tra piste ciclabili e strade pubbliche, scegliendo di installare delle scomodissime e disincentivanti sbarre l’amministrazione ha fatto il contrario di quello che una pista ciclabile richiede, cioè un percorso che dovrebbe consentire al ciclista di percorrerla in modo più lineare e fluido possibile, incentivandone l’utilizzo (è sotto inteso che non pretendiamo che si creino delle vere e proprie autostrade ciclabili come in Olanda per carità) senza ostacoli o interruzioni.

Bellaria Igea Marina 5 Stelle




Bellaria Igea Marina. San Valentino, il fine settimana

San Valentino, il fine settimana

 

Alla Torre Saracena la suggestiva installazione firmata “Immagini sonore”: un incontro tra musica, cinema e il corpo imponente di uno degli edifici storici più importanti e antichi del territorio, la riproposizione di documentari che raccontano di tradizioni legate all’ambiente marino e rurale, accompagnati da nuove sonorizzazioni elettroniche.

Il 13 febbraio, dalle 18 alle 22 sarà proiettato in loop sulla Torre Saracena “La lunga rotta: i grandi pelagici del Mediterraneo” di Roberto Lo Monaco, con sonorizzazione a cura di Inserirefloppino. Protagonisti della pellicola, il tonno rosso e il pesce spada, con testimonianze originali che spiegano le ragioni di una necessaria transizione verso una pesca sostenibile. Domenica 14 febbraio, negli stessi orari, sarà proiettato “Hondar 2050” di Cesare Maglioni, con sonorizzazione a cura di Tritodetriti, documentario che, da una prospettiva originale, affronta il problema dei rifiuti marini lungo la costa cantabrica dei Paesi Baschi.
Nel giorno di San Valentino, stand alimentari lungo l’Isola dei Platani.
Lungo l’Isola dei Platani, domenica 14 febbraio dalle 9.00 alle 18.00 si terrà il mercato annuale di San Valentino, con food and beverage, tipicità e ortofrutta: appuntamento che si svolgerà nel rispetto delle misure anti contagio, a partire dalla modalità di asporto per i prodotti acquistati.
Romantiche installazioni e imperdibile live streaming in diretta Facebook.
La città di Bellaria Igea Marina omaggia il San Valentino anche attraverso la monumentale installazione di sabbia che ha trasformato il Presepe di viale Ennio in una scenografia dantesca, in concomitanza con i settecento anni dalla scomparsa del Sommo Poeta. In piazza Matteotti si ritrova invece la snow globe, rimodulata in una “Globe Love’” contenente al suo interno gigantesche scritte di frasi d’amore tratte dalla Divina Commedia. A tutto questo si unisce, domenica 14 febbraio (ore 18.00) sulla pagina Facebook di Fondazione Verdeblu “Bellaria Igea Marina” e sulla pagina Facebook istituzionale del Comune, un grande evento online che prevede letture di brani danteschi e una parte musicale che vedrà la presenza di Silvia Mezzanotte, storica voce dei Matia Bazar vincitori con lei a Sanremo con Messaggio d’Amore. Per quanto riguarda la voce maschile, sul palco dello Studio Live ci sarà Antonino Spadaccino, vincitore della quarta edizione del talent Amici. I due cantanti si alterneranno tra loro e si esibiranno in duetto, diretti dal maestro Davide Di Gregorio. I live musicali saranno intervallati da collegamenti con l’installazione di sabbia dove l’attore Dany Greggio leggerà Dante. Direttore e conduttore dello spettacolo sarà Andrea Prada, che leggerà anche i messaggi d’amore che giungeranno via social.




Ballaria Igea Marina. M5S: “Le nostre idee per la città”

M5S: “Le nostre idee per la città”

 

Finite le feste è giunto il tempo di tornare operativi, è un nuovo momento di bilanci, a partire dal bilancio di fine anno dello scorso dicembre.

Per chi ci segue da sin dalla passata legislatura, ricorderà di certo che nei suoi puntuali interventi sulla gestione del bilancio comunale, il M5S proponeva per voce del consigliere Stacchini diversi miglioramenti, tra cui una rimodulazione dei mutui, inglobare in via definitiva il valore della farmacia, il blocco alle alienazioni di Hera(alienazioni che non hanno raggiunto il risultato preventivato), ed uno strumento di analisi del gettito iva per future strategie di investimento territoriale, ci fa piacere constatare che almeno questi risultati si sono concretizzati, per carità non ce ne prendiamo il merito, non avanziamo la pretesa di aver inciso così massivamente sulle scelte di questa amministrazione, fatta eccezione per lo strumento di valutazione del gettito iva, per quello all’interno della maggioranza c’è chi ci ha riconosciuto l’utilità del suggerimento, ma di certo il fatto che siano state applicate queste misure, dimostra che già nello scorso mandato, le nostre proposte erano da ritenersi valide.

Lieti anche della maggior capacità di recupero degli insoluti, restiamo inoltre in attesa degli sviluppi previsti sulla parte di investimento relativa alla gestione di uffici e personale, altro caposaldo del movimento sui temi della cosa pubblica, sulla quale ci impegniamo a mantenere una attenzione propositiva ma non priva di critica nel caso il risultato ci lasci insoddisfatti.

Procediamo ora sul “libro dei sogni” di Bellaria Igea Marina, ossia la programmazione delle opere ove permane alto il dubbio, ancora vediamo degli interventi (un paio anche interessanti) che vanno sempre verso il concetto di “quartierizzazione” della città, mentre da sempre auspichiamo ad interventi di raccordo tra quartieri con naturali proseguimenti di percorsi pedonali, anche a beneficio delle attività commerciali, non ce ne voglia l’assessore Mauri, che cortesemente ci ha rassicurato su una progettualità implicita non trascritta nel testo, ma “Verba Volant” e più volte, quanto proposto in passato, non si è poi concretizzato.

Altri gli argomenti importanti, tra cui il rilancio dell’area del porto, al di là della locale attività di ristorazione, l’intervento lato Igea, non han portato un beneficio “vitale” alla frequentazione turistica o cittadina, non si sono ancora visti i chiringuito ed è difficile credere che sul lato Bellaria i risultati saranno migliori, si spera in un intervento innovativo, ma, se non si incentiva una visione più ampia di un percorso unificato con le altre aree cittadine, ed ulteriori servizi come parcheggi ed una miglior integrazione della mobilità dolce, resta dubbio il risultato, la responsabilità qui non è in capo a questa amministrazione, ma frutto di un urbanizzazione miope dei decenni passati, che non ha saputo vedere uno sviluppo turistico commerciale dell’area del porto e del lungofiume preferendo palazzine e condomini, per questo, sarebbe opportuno ragionare sullo sviluppo del lungomare di Igea, dalla dea Igea, sino al confine, c’è molto su cui poter investire, non vogliamo criticare la realizzazione della gronda, intervento sicuramente utile anche per rendere appetibile l’area a nuovi investimenti, ma, un libro lo si prende in mano per la copertina e solo dopo lo si compra per le note sul retro, per questo secondo noi, era ben più importante una nuova progettualità riqualificante sul lato mare, anche sul piano turistico e della sicurezza,

Per la gronda, si poteva procedere in parallelo a seguito degli interventi dei privati ricercando anche accordi come quelli già allacciati con il Blu suite hotel, in favore sia della parte pubblica che privata, una struttura turistico ricettiva, non si realizza in pochi mesi, di conseguenza, secondo una nostra analisi, intervenire prima sulla viabilità e la riqualifica del lungomare avrebbe permesso tempi di sviluppo dell’area più brevi e con maggiori benefici.
Bellaria Igea Marina 5 Stelle




Bellaria Igea Marina. 25 dicembre, canta il Natale

25 dicembre, canta il Natale

 

Appuntamento musicale Live streaming ore 17 sulla pagina Facebook di Bellaria Igea Marina.

Nel giorno del Santo Natale, Fondazione Verdeblu porta nelle case dei bellariesi e di tutti gli
affezionati ospiti ed amici di Bellaria Igea Marina, il calore del Natale con la musica e tante sorprese!
L’evento si svolgerà online attraverso lo strume nto della diretta streaming sulla pagina Facebook
ufficiale di Bellaria Igea Marina (https://it – it.facebook.com/bellariaigeamarina/).

Principale protagonista dell’ appuntamento social del 25 dicembre, sarà la musica con le voci di
cantanti di Bellaria Igea Marina: Darma, i Fosfena, Marino Gori, accompagnati dal maestoso sax d i
Luca Quadrelli e dalla tastiera magica di Andrea Bolognesi. Mattatore e collante della giornata, il
poliedrico Andrea Prada che presenterà l’incontro; prevista la partecipazione del sindaco Filippo
Giorgetti e del Presidente di Fondazione Verdeblu Paolo Borghesi. La cornice del Live show sarà lo
storico Teatro Astra, allestito per l’occasione in uno studi o televisivo: il 25 dicembre aprirà
virtualmente le sue porte per accogliere e festeggiare assieme.
“Quest’appuntamento – ricorda il presidente di Fondazione – rientra in una strategia di
comunicazione, legata al progetto di destinazione turistica e contestualmente, ad un’azione
sul territorio cittadino. L’idea di fare sentire chi è lontano un nostro concittadino e fare
viaggiare idealmente i bellariesi ed igeani in altri luoghi per incontrare amici e parenti , anche
se virtualmente, è un bel regalo che desideriamo fare alla città. Stimolare energie positive,
rimarcare i valori della nostra tradizione, l’ess ere di compagnia ai soli, rispecchia in pieno
quanto proposto ad inizio festività: Natale con noi, così lontani così vicini. –




Bellaria Igea Marina. Natale coi presepi monumentali di ghiaccio e sabbia in stile marinaresco

 

Natale coi presepi di ghiaccio e sabbia in stile marinaresco.

Presepi monumentali: il presepe di sabbia in Viale Ennio a Igea e il presepe di ghiaccio presso la piazzetta Federico Fellini antistante la biblioteca comunale, ai quali si aggiunge il nuovo presepe marinaro sul porto canale bellariese.
Sono ben centoventi le tonnellate di sabbia depositate sul viale Ennio per costruire lo scultoreo presepe, con uno staff di 10 persone tra cui gli scultori Michela Ciappini, Gianni Schiumarini, Gaspari Andrea, Susanne Paucker, Franco Daga. Il Presepe di ghiaccio invece sarà costituito da 2520 chili di ghiaccio, con statue alte fino a due metri intagliate dalla campionessa Italiana di scultura su ghiaccio 2019, Michela Ciappini. Tale proposta scultorea è in stile contemporaneo: non seguirà il modello del presepe tradizionale ma ogni scultura sarà tratta da un’idea originale. Verranno infatti composte quattro scene su quattro temi appartenenti alla nostra quotidianità: la vitalità, la diversità, la cura e l’abbraccio.
In contemporanea, mentre proseguono i lavori al Presepe di Ghiaccio e quello di Sabbia, nel programma natalizio di Bellaria Igea Marina si aggiunge un’altra nuova installazione: anche la zona porto si doterà di una propria rappresentazione della natività in chiave marinara, posta sotto i gazebi del porto canale. Quest’ultima sarà curata da Walter Biagetti, esponente di spicco dell’ex comitato del porto e verterà sulla raffigurazione della Natività a bordo di una barca storica, contestualizzata in un’ambiente in stile marinaro con le rappresentazioni degli antichi mestieri legati al mare. La peculiarità di questa installazione consiste nell’utilizzo di materiali di riciclo come vecchi manichini, vestiti dismessi, attrezzi e reti in disuso. Anche Fondazione Verdeblu ha partecipato mettendo a disposizione il proprio staff per collaborare con uno dei maggiori cultori della tradizione bellariese.
Infine ma non ultima, dalla prossima settimana partiranno anche i lavori per l’installazione dell’attesa Snow Globe: la famosa bolla trasparente posizionata in piazza Matteotti, contenente una fiabesca atmosfera natalizia.




Bellaria Igea Marina. Presentazione del libro di Paolo Asti

Paolo Asti

Marzio Pecci

 

Presentazione del libro di Paolo Asti, DOC. venerdì 16 ore 17 a Bellaria presso il Palazzo del Turismo.

Dopo il Tg2 della settimana scorsa, DOC, il libro (Allemandi Editori), arriva a Bellaria. A fare gli onori di casa e portare il saluto dell’amministrazione il vice sindaco Bruno Galli; a presentare il libro e dialogare con l’autore è l’avvocato Marzio Pecci.

DOC, titolo del libro, è l’acronimo di Dinamismo, Onestà, Concretezza che sono i temi del dialogo che l’autore intrattiene con interlocutori diversi.

Di dinamismo parla con tre giovani che hanno dato vita ad una singolare start up nel settore turistico: noleggiano ai turisti in visita al Golfo dei Poeti vespe elettriche per visitare la città e i borghi circostanti. Paolo Asti mette a confronto la sua esperienza di giovane imprenditore, arrivato alla presidenza dei giovani imprenditori di Confindustria, con la creatività e la passione dei tre neo imprenditori. In questo capitolo si parla anche di turismo sportivo e di come l’impresa di un atleta può essere utile alla promozione di un territorio. Non ultimo il percorso che ha portato l’autore ad occuparsi di eventi di arte contemporanea nel mondo. Con un giornalista Paolo Asti riflette sull’onestà, la politica e la corruzione proiettandole nel più ampio scenario della globalizzazione, delle speranze accese e in parte deluse. La corruzione, dice, è una patologia endemica nel nostro Paese che non si combatte, come ha fatto la sindaca di Roma, rinunciando ai Giochi Olimpici per non alimentare il malaffare. Le problematiche del territorio sono analizzate con la lente di ingrandimento del turismo e della necessità di proteggerlo da un assalto indiscriminato alle 5 Terre come in Costiera Amalfitana e a Venezia. Di concretezza l’autore parla con un ex ricercatore e docente universitario cinese che vive a Milano e che, insieme al fratello, guida le imprese italiane alla scoperta di uno dei mercati più importanti al mondo, quello cinese, consapevole di ciò che potrebbe significare One Belt One Road, nell’approssimarsi al cinquantesimo anniversario delle relazioni tra Italia e Cina. Si riflette di come la Cina il paese che ha nel mondo il maggior numero di migranti e che, a differenza di altri Paesi investe e continuerà ad investire ovunque, Africa compresa. Siamo in presenza di un neocolonialismo o di una grande operazione economica? Tutto questo in fuoco di oltre cinquanta domande a cui Asti risponde, come scrive nella sua introduzione Francesco Del Vigo vicedirettore de Il Giornale, con la curiosità del cronista, la concretezza dell’imprenditore e il buon senso dell’amministratore pubblico.

Paolo Asti – La Spezia 1964 – Svolge attività di consulenza nel settore dell’arte e della comunicazione. E’ stato curatore della mostra “China Italy Experience Space” durante la 54 Biennale di Venezia, ha prodotto e curato esposizioni d’arte in Italia e all’estero. Nel 2014 ha pubblicato per Brain Fifty. Ha svolto attività politica e di amministratore pubblico e imprenditoriale vantando il ruolo di più giovane ceo in Italia di azienda a capitale no famigliare . Ha un master alla Luiss Business School in Cultural Skills, è presidente onorario del Nanjing Dongyao Building Technology Reserch Istitute della South University of China.




Bellaria Igea Marina. La Fornace, bella sala…

La Fornace, bella sala…

Lo scorso sabato 3 ottobre l’antica è tornata a risplendere in tutto il fascino per l’evento limited edition denominato “Alla Fornace”. La manifestazione, voluta dall’amministrazione comunale ed organizzata da Bellaria Igea Marina Servizi s.r.l. con la collaborazione di Fondazione Verdeblu, si inserisce all’interno del progetto regionale di recupero del patrimonio storico-culturale della città. L’evento, che ha avuto un particolare carattere gastronomico, ha significato però molto di più per la comunità bellariese: riportando alla luce un vero e proprio tesoro del territorio, la serata “Alla Fornace” ha rappresentato un importante passo nel processo di riappropriazione dell’antica fabbrica .<< Da questo luogo sono stati tratti i primi mattoni delle nostre case e dei primi alberghi: in un certo senso la Fornace ha dato origine e fondamenta alla nostra stessa città!>> – così il Sindaco Filippo Giorgetti, presente all’evento, ha descritto il profondo significato che lega la cittadinanza al luogo della ex Fornace.