Rimini. Gianni Indino, Confcommercio: “Non aderiamo alla protesta che ha portato alcuni ristoratori ad annunciare l’apertura dei propri locali venerdì 15 gennaio nonostante i divieti imposti dal Dpcm”

image_pdfimage_print

Gaetano Callà e Gianni Indino

 

Rimini. Gianni Indino, Confcommercio: “Non aderiamo alla protesta che ha portato alcuni ristoratori ad annunciare l’apertura dei propri locali venerdì 15 gennaio nonostante i divieti imposti dal Dpcm”

 

“Il nostro obiettivo è quello di tutelare le imprese, non di metterle in difficoltà disubbidendo alle Leggi. Continueremo a incontrare e pressare il Governo affinché abbandoni il balletto dell’incertezza che logora oltremodo le imprese e ponga in essere misure coerenti, anche programmando la riapertura in sicurezza”.
Gaetano Callà, presidente FIPE provincia di Rimini e consigliere nazionale: “Purtroppo è innegabile: circa il 40% dell’intero fatturato annuo del settore è andato in fumo ed è normale essere arrabbiati con chi impone le restrizioni, ma invito tutti alla ragionevolezza. Il presidente Fipe, Stoppani insieme ai sindacati dei lavoratori sarà al tavolo del ministro Patuanelli per elaborare un piano organico che includa le aperture per cena”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




    Privacy*

    FACEBOOK

    La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
    © 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
    Web Marketing Rimini
    Condivisioni