Cattolica. Cesare Pronti da Cattolica (1626-1708), inaugurata mostra

image_pdfimage_print

Cesare Pronti da Cattolica (1626-1708), inaugurata mostra lo scorso 10 luglio presso la Galleria Comunale Santa Croce (Via Giovanni Pascoli, 21) . Resterà aperta tutti i giorni, eccetto il lunedì, dalle 21 alle 23; il martedì sera, alle 21 visita guidata gratuita (su prenotazione presso IAT Cattolica tel. 0541.966621-967)

La mostra di Cesare Pronti, pittore secentesco nato a Cattolica e morto a Ravenna, riporta la pittura dentro la Galleria Comunale Santa Croce, dal 1980 sede privilegiata e pressoché unica delle mostre d’arte in città. Era essenziale riannodare quei fili e l’occasione del 750° compleanno è parsa particolarmente felice per riprendere la riflessione intorno alla pittura di Cattolica, partendo dalle origini o, meglio, dal suo esponente più antico, che fu “prospettivo, architetto e pittore”, artista coltissimo e visionario.

Ad Alessandro Giovanardi, illustre storico dell’arte riminese, è stata affidata la curatela, e con lui hanno lavorato critici e storici certamente “illuminati”: Ivana Balducci, Annamaria Bernucci, Maurizio Castelvetro e Massimo Pulini.

Il frutto di questo interessante lavoro è una rilettura, e in qualche caso per la prima volta una lettura, dell’opera di Pronti, entro uno sguardo critico che ha svelato influenze, modi e forme del suo comporre e del suo tratto. E da tutto ciò è scaturita soprattutto una nuova curiosità intorno all’artista, che merita certamente una rilettura compiuta e ben più estesa, cui si rimanda come imprescindibile, prossimo appuntamento.

Presso la Galleria Santa Croce è in vendita il catalogo della mostra edito dall’editore Pazzini e curato da Alessandro Giovanardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




    Privacy*

    FACEBOOK

    La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
    © 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
    Web Marketing Rimini
    Condivisioni