1

Provincia di Rimini. Coronavirus, 96 nuovi positivi (30.505 il totale). Terapia intensiva: 29. Decessi: 1

 

AGGIORNAMENTO DEL 23 MARZO 2021, ORE 12

 

Provincia di Rimini

Coronavirus, 96 nuovi positivi (30.505 il totale). Terapia intensiva: 29. Decessi: 1

 

Emilia-Romagna

Su quasi 36mila tamponi effettuati, 1.578 nuovi positivi, di cui 684 asintomatici. 2.671 i guariti, diminuiscono i casi attivi (-1.150) e i ricoveri (-33). Vaccinazioni: 708mila dosi somministrate

Oltre il 94,5% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media nei nuovi positivi è di 43,6 anni. 57 i decessi. Online anche il report settimanale sull’andamento dei contagi in regione, con quelli in ambito scolastico

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 320.632 casi di positività, 1.578 in più rispetto a ieri, su un totale di 35.928 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4,4%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 80 in su; proseguono prenotazioni e vaccinazioni anche per il personale scolastico e universitario e le forze dell’ordine. Riprese anche le prenotazioni e le somministrazioni vaccinali per le persone dai 75 ai 79 anni, dopo il via libera dell’Agenzia europea dei medicinai (Ema) sul vaccino AstraZeneca e l’autorizzazione di Aifa.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 707.624 dosi; sul totale, 247.054 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 684 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 418 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 654 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,6 anni.

Sui 684 asintomatici, 383 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 26 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 69 con gli screening sierologici, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 201 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 356 nuovi casi e Modena (296); poi Reggio Emilia (192) e Parma (187), quindi Ferrara (101), Cesena (99), Rimini (96), Piacenza (80). Seguono le province di Forlì (67), Ravenna (65) e Imola (39).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Il Report settimanale sull’andamento dell’epidemia in regione è disponibile al link https://bit.ly/3cchIwp e contiene anche i dati di contagio in ambito scolastico. In particolare, i dati sono relativi a tutti i contagi che, sul territorio regionale, hanno interessato, a partire dal 14 settembre 2020, inizio delle scuole, fino al 21 marzo 2021, rispettivamente studenti/alunni e docenti/operatori scolastici di servizi educativi 0-3 anni, scuole per l’infanzia, scuole primarie di I grado, scuole secondarie di I e II grado. Oltre al numero assoluto, è anche indicata la percentuale dei casi positivi rispetto a tutti i casi di positività registrati in Emilia-Romagna nello stesso periodo. Infine, una tabella fotografa la situazione contagi in ambito scolastico nel periodo 8 marzo – 21 marzo 2021, nel quale si sono registrati 2.921 nuovi casi fra bambini e studenti/alunni dai servizi 0-3 anni alle superiori e 353 nuovi casi fra docenti e personale scolastico.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 20.994 tamponi molecolari, per un totale di 3.858.286. A questi si aggiungono anche 131 test sierologici e 14.934 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.671 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 235.512.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 73.596 (-1.150 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 69.542 (-1.117), il 94,5% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 57 nuovi decessi: 1 in provincia di Piacenza (un uomo di 78 anni); 2 nel parmense (due donne, di 66 e 91 anni); 2 nella provincia di Reggio Emilia (entrambe donne, di 74 e 81 anni); 9 nella provincia di Modena (quattro donne di 53, 73 e due di 79 anni; cinque uomini, di 64, 68, 72, 75 e 92 anni); 23 nella provincia di Bologna (9 donne: di 46, 65, 66, 76, 82, 87, due di 88 e una di 90 anni residente a Imola; 14 uomini – di 65, 70, 72, due di 77, di cui uno residente a Imola, 79, due di 81, 82, due di 84, 86, 89 – residente a Imola – e 92 anni); 4 nella provincia di Ferrara (una donna di 61 anni e tre uomini di 79, 86 e 92 anni); 3 in provincia di Ravenna (due donne, di 86 e 92 anni, e un uomo di 83 anni); 12 in provincia di Forlì-Cesena (sei donne, di 74, 78, 79, 83, 84 e 93 anni; sei uomini, rispettivamente di 61, 68, 73, 77, 83 e 94 anni); 1 nel Riminese (una donna di 89 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 11.524.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 395 (+5 rispetto a ieri), 3.659 quelli negli altri reparti Covid (-38).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 9 a Piacenza (-1), 25 a Parma (+1), 33 a Reggio Emilia (+1), 77 a Modena (-1), 119 a Bologna (-1), 32 a Imola (-1), 35 a Ferrara (+2), 19 a Ravenna (+2), 10 a Forlì (+1), 7 a Cesena (numero invariato rispetto a ieri) e 29 a Rimini (+2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 21.363 a Piacenza (+80 rispetto a ieri, di cui 52 sintomatici), 21.756 a Parma (+187, di cui 104 sintomatici), 39.064 a Reggio Emilia (+192, di cui 102 sintomatici), 55.204 a Modena (+296, di cui 195 sintomatici), 69.370 a Bologna (+356, di cui 206 sintomatici), 11.216 casi a Imola (+39, di cui 17 sintomatici), 18.728 a Ferrara (+101, di cui 30 sintomatici), 24.839 a Ravenna (+65, di cui 29 sintomatici), 12.734 a Forlì (+67, di cui 56 sintomatici), 15.853 a Cesena (+99, di cui 63 sintomatici) e 30.505 a Rimini (+96, di cui 40 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 26 casi, di cui 25 positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare e 1 caso risultato non Covid-19.




Riccione. Cetacea, 5 recuperi di tartarughe

 

Cetacea, 5 recuperi di tartarughe marine a seguito delle mareggiate degli ultimi giorni.

Nei giorni scorsi lo avevamo preannunciato: a causa dell’abbassamento delle temperature e delle mareggiate che hanno colpito le coste emiliano romagnole e marchigiane sono stati numerosi i recuperi di tartarughe marine in difficoltà. Essendo le tartarughe marine vulnerabili all’abbassamento della temperatura, a seguito del quale sviluppano una sindrome chiamata cold stunning, che ne può causarne la morte se non si interviene immediatamente, sono 5 gli esemplari per i quali siamo stati contattati da domenica ad oggi, e per i quali abbiamo proceduto con il recupero e l’ospedalizzazione presso un Centro di Recupero Cura e Riabilitazione di Riccione.

Fondazione Cetacea Onlus, che ha la deroga ministeriale alla manipolazione, recupero e cura delle tartarughe marine lungo tutte le coste di Emilia Romagna e Marche, negli ultimi giorni aveva fatto un appello tramite mezzo stampa avvisando quanti, per ragioni sportive o di attività motoria si trovassero in spiaggia, a controllare la presenza di eventuali esemplari di tartaruga marina in difficoltà. Al contempo avevamo organizzato un’attività di pattugliamento da parte dei nostri volontari che negli ultimi giorni hanno battuto con solerzia i bagnasciuga di diversi comuni della costa. Michela, la piccolissima tartaruga recuperata in mattinata a Fano, località Fosso Sejore, è stata proprio individuata da un volontario in pattugliamento: questo ci ha permesso di intervenire per tempo e di portarla ancora in vita al CRTM. Altri 3 sono i recuperi, sempre nelle Marche, in collaborazione con la Guardia Costiera: due a Senigallia e una a Marzocca. Infine, la prima era stata recuperata domenica a Rimini, località Rivabella. Restiamo in allerta per le prossime ore. Un ringraziamento speciale va ai volontari che hanno pattugliato le spiagge in questi giorni (e che continueranno a farlo), e che hanno fatto “la staffetta” per far arrivare rapidamente gli esemplari al nostro Centro. L’emergenza non è passata!




Riccione. Coppi e Bartali, come cambia la viabilità

 

Coppi e Bartali, come cambia la viabilità

Tutto pronto per le due tappe riccionesi dedicate della 23esima edizione della Settimana Internazionale Coppi e Bartali.

La seconda tappa Riccione-Sogliano al Rubicone il 24 marzo e la terza Riccione-Riccione il 25 marzo.

Variazioni alla viabilità.

Mercoledì 24 marzo 2021

Tappa Riccione-Sogliano

Strade interessate:

· Partenza da Viale Ceccarini angolo Viale Milano in direzione nord

· Viale Milano/D’Annunzio

· Via Angeloni

· Via Aosta

· Via Alessandria

· Via Saluzzo

· Via Piemonte

Orari:

· Passaggio gara previsto dalle ore 11.20 alle ore 11.35

· Divieto di parcheggio dalle ore 8.00 alle ore 12.00

· Chiusura strade al traffico circa un’ora prima dell’orario di partenza (attraversamenti consentiti finché sarà possibile)

 

Giovedì 25 marzo 2021

Tappa Riccione-Riccione

Strade interessate partenza:

· Partenza da Viale Ceccarini angolo Viale Milano in direzione sud

· Viale Milano/Torino

· Via Limentani

· Via San Martino

· Attraversamento SS 16

· Via Campania

· Via Abruzzi (fino confine con Misano A.)

Orari partenza:

· Passaggio gara previsto dalle ore 11.20 alle ore 11.35

· Divieto di parcheggio dalle ore 8.00 alle ore 12.00

· Chiusura strade al traffico circa un’ora prima dell’orario di partenza (attraversamenti consentiti finché sarà possibile)

 

Strade interessate arrivo:

· Viale Torino dal confine con Misano A. fino al ristorante La Mulata

Orari arrivo:

· Passaggio gara previsto dalle ore 15.20 alle ore 15.40

· Divieto di parcheggio e chiusura strade al traffico dalle ore 12.00 alle ore 16.00




Rimini. Morrone, Lega: “Vaccinare solo i sindaci vulnerabili”

Jacopo Morrone, parlamentare della Lega
Jacopo Morrone, Lega: “Vaccinare solo i sindaci vulnerabili”
“Vaccinare per primi i sindaci? Se di populismo si vuole parlare non può sfuggire quello che utilizza abitualmente il renziano Marco Di Maio. L’ennesima sortita del parlamentare di Italia Viva è sui vaccini. A suo dire bisognerebbe concedere una via vaccinale prioritaria ai sindaci in quanto autorità sanitarie del comune amministrato. Di Maio li mette in fila con il personale sanitario e i soggetti (non i ‘pazienti’) fragili. Ho ragionato a lungo, nei giorni scorsi, su quali siano le priorità. La conclusione è che molte categorie di lavoratori e di professionisti avrebbero tutte le ragioni per considerarsi a rischio e quindi avere la precedenza. Perché i sindaci sì, ancorchè autorità sanitarie ma non obbligatoriamente a contatto con le corsie, e non chi lavora alla cassa nei supermercati, o chi guida gli autobus o chi va in tribunale, solo per fare tre esempi?”.
Così in una nota il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna.
“Qui non si tratta di ‘privilegi’ ma proprio di quel ‘buonsenso’ a cui si appella Di Maio. Buonsenso sarebbe avere a disposizione una quantità superiore di dosi e un piano vaccinale regionale efficiente. Sappiamo a chi attribuire la responsabilità della carenza di vaccini, ovvero al governo precedente, al Conte bis, che non è stato in grado di agire autonomamente come hanno fatto altri Stati per procurarseli. E sappiamo anche che la pianificazione delle vaccinazioni non è stata delle migliori. Populismo, caro Di Maio, è stato il ‘vaccine day’ del 27 dicembre scorso, con la grancassa propagandistica del Governo Conte bis e della Regione Emilia-Romagna e le ‘Primule’ mai sbocciate di Domenico Arcuri. Se ci sono sindaci che rientrano nelle categorie a rischio per età o per problemi di salute pregressi allora siano vaccinati subito, ma non credo che gli altri, giovani e in salute, debbano avere vie prioritarie rispetto ad altri. Di Maio con questa uscita non fa che innescare una polemica senza costrutto. Anche perché mi risulta che ancora siano in molti, fra le categorie più a rischio davvero, che stanno aspettando il loro turno”.



Santarcangelo di Romagna. Sciopero Amazon, lavoratori ricevuti dal sindaco

L’incontro

 

Sciopero Amazon, lavoratori ricevuti dal sindaco

In seguito allo sciopero indetto nella il 22 marzo dai lavoratori delle aziende di fornitura in appalto dei servizi di logistica, movimentazione e distribuzione delle merci della filiera Amazon in Italia, la sindaca Alice Parma e l’assessore al Patrimonio, alla Pianificazione urbanistica e sviluppo sostenibile, Filippo Sacchetti, hanno ricevuto una delegazione dei lavoratori di quattro tra le imprese che operano a servizio dello stabilimento Amazon di Santarcangelo.

Accompagnati da Massimo Bellini (segretario generale Filt-Cgil Rimini) e da Massimo Colognese (segretario generale Filt-Cgil Emilia-Romagna), i lavoratori hanno ringraziato l’Amministrazione comunale per l’ascolto e l’attenzione, esponendo a sindaca e assessore le problematiche di natura contrattuale e organizzativa che hanno condotto allo sciopero di oggi in tutta Italia.

Dopo aver ribadito l’importanza per Santarcangelo dello stabilimento Amazon – che impiega quasi 500 persone compreso l’indotto – in un momento particolarmente critico per l’economia globale e locale anche a causa della pandemia, i presenti hanno concordato sulla necessità di richiamare l’azienda a una diversa responsabilità nei confronti delle imprese e dei lavoratori della filiera logistica.

Nel testimoniare la vicinanza dell’Amministrazione comunale ai lavoratori che forniscono ad Amazon i servizi logistici in appalto, la sindaca Parma ha sottolineato l’importanza della necessità di garantire una miglior qualità del lavoro anche ai dipendenti di queste imprese.

L’assessore Sacchetti ha ricordato invece che, fin dall’insediamento dell’impresa a Santarcangelo, l’Amministrazione comunale ha tenuto contatti con Amazon per assicurare un adeguato governo della logistica in merito soprattutto a viabilità e parcheggi, in un confronto che prosegue tuttora.

A conclusione del colloquio, la sindaca ha accolto la proposta di avviare un osservatorio per un confronto periodico tra Comune, aziende e sindacati, impegnandosi inoltre a richiedere un coordinamento unico per l’Emilia-Romagna con una lettera all’assessore regionale al Lavoro e allo sviluppo economico, Vincenzo Colla.




Rimini. Ospedale Infermi, Amir dona 500 borracce al personale

 

Ospedale Infermi, Amir dona 500 borracce al personale

L’amministratore unico Alessandro Rapone: “Un gesto di ringraziamento a medici e infermieri impegnati a fronteggiare l’emergenza Covid, in un giorno che ci ricorda il valore della risorsa acqua”

Amir SpA al fianco del personale sanitario, nella Giornata Mondiale dell’Acqua. Proprio in occasione della ricorrenza, che si celebra ogni anno il 22 marzo, l’azienda per la rete idrica ha voluto donare 500 borracce all’Ospedale Infermi di Rimini. Un gesto simbolico, dal duplice messaggio: rendere merito all’impegno straordinario con cui medici e infermieri stanno fronteggiando l’emergenza Covid, in un giorno che ci ricorda quanto preziosa sia la risorsa acqua e quanto necessario sia farne un uso più responsabile e consapevole. Un valore che ha a che fare anche con la gestione della pandemia, considerando che il lavarsi attentamente le mani è una delle principali precauzioni per contenere le possibilità di contagio.
La consegna delle borracce è avvenuta negli spazi della Biblioteca della direzione ospedaliera dell’Infermi, nel corso di un breve saluto tra l’amministratore unico di Amir Alessandro Rapone, il direttore di Amir Francesco Ermeti, i primari dei reparti di Pediatria dottor Gianluca Vergine, Pronto Soccorso dottoressa Tiziana Perin e Malattie Infettive dottor Andrea Boschi, la direttrice ospedaliera Francesca Raggi e il Responsabile della Direzione infermieristica e tecnica dottor Andrea Galeotti.
“Come azienda pubblica al servizio del sistema idrico integrato riminese siamo particolarmente affezionati alla Giornata Mondiale dell’Acqua, per noi tradizionale spunto per iniziative di educazione ambientale. Quest’anno abbiamo pensato di cogliere l’occasione per un doveroso gesto di ringraziamento al personale sanitario, ai medici e agli infermieri impegnati in questa battaglia contro il virus da più di un anno ormai – ha dichiarato Rapone – L’essere qui oggi vuole essere un modo per testimoniare la nostra vicinanza in questa nuova fase critica della pandemia. Aggiungiamo il plauso di Amir alla notizia della candidatura del personale sanitario italiano al Premio Nobel per la Pace 2021”.
“Ringraziamo Amir SpA e il dottor Rapone per il dono – ha affermato la dottoressa Raggi, direttrice dell’Ospedale di Rimini – che ci ricorda, con l’elemento essenziale dell’acqua, quanto sia importante mantenere uno stile di vita sano. L’acqua è vita, è elemento vitale. Attraverso l’acqua non passa solo la cura: il nostro organismo è composto in buona parte d’acqua, il nostro stato di salute dipende in buona parte dal movimento, da come mangiamo e, certamente, dall’acqua che beviamo tutti i giorni. È fondamentale quindi il messaggio di responsabilizzazione al consumo quotidiano della giusta quantità d’acqua, preservando l’ambiente, che le borracce oggi donate da Amir ci ricorderanno”.




Santarcangelo di Romagna. Parco dei Cappuccini, due ciliegi con l’anima di Tonino Guerra

I ciliegi di Tonino Guerra

 

Parco dei Cappuccini, due ciliegi per Tonino Guerra nello spazio di sosta a ridosso dell’ex cava
La vicesindaca Pamela Fussi: “Facciamo nostro il messaggio del Maestro sulla bellezza dei luoghi”

“Nella settimana dedicata a Tonino Guerra abbiamo voluto rendere omaggio al maestro anche attraverso la piantumazione di due ciliegi nell’area di sosta del parco dei Cappuccini”, dice la vicesindaca e assessora all’Ambiente Pamela Fussi.
“Una pianta a lui particolarmente cara – aggiunge – che negli anni Ottanta, su suo suggerimento, venne piantata in piazza Ganganelli quando ancora sostavano le auto. Continuiamo a fare nostro quel messaggio, che era un po’ anche una provocazione, per prestare grande attenzione alla bellezza delle nostre piazze, dei nostri parchi, in definitiva quei ‘luoghi dell’anima’ a cui è dedicato il festival del cinema in corso in questi giorni”.
I ciliegi collocati nello spazio di sosta presente sul versante della grande ex cava, rientrano nel consistente intervento di manutenzione che ha recentemente interessato il parco dei Cappuccini con la sostituzione di panchine, tavoli da pic-nic e cestini e con il miglioramento dei collegamenti fra i diversi sentieri.
Oltre alla pulizia del sottobosco, i cui percorsi sono ora maggiormente fruibili, lungo i sentieri del parco sono state collocate diverse bacheche informative per la didattica naturalistica.




Pesaro. La città festeggia Jordan Valdinocci campione del mondo di kick boxing K1

 

La città festeggia Jordan Valdinocci campione del mondo di kick boxing K1

 

Consegnato il Plauso dal sindaco Matteo Ricci e l’assessore con delega allo Sport Mila Della Dora; hanno incontrato il campione del mondo di Kick Boxing K1, premiandolo per il prestigioso risultato conseguito lo scorso 13 marzo a Monaco di Baviera e per aver affermato i valori dello sport, onorando la città di Pesaro. «Mi ricorda i film di Rocky Balboa», ha esordito il sindaco Matteo Ricci, sollevando la cintura da Campione del Mondo vinta da Valdinoci. «La città è orgogliosa di quello che ha fatto. Dietro questa vittoria c’è fatica, dedizione, volontà e tanto sacrificio, per uno sport che non è sotto i riflettori mediatici. Siamo una città che punta tanto sullo sport, grazie ai suoi risultati speriamo di poter ospitare presto manifestazioni che riguardano la sua disciplina».

Jordan Valdinocci del Fight House Pesaro ha conquistato il titolo di Campione Mondiale WKU K-1 Rules, categoria 67 kg allo Steko’ S Fight Night, al Deutsches Theater München di Monaco di Baviera, battendo ai punti il turcotedesco Diar Hessen. «Un motivo di orgoglio per tutta la città – spiega l’assessore Della Dora -, Jordan è un ragazzo tenace, determinato e con grande carisma. Una serie di componenti che fanno l’uomo e lo sportivo che è. Il Plauso è un piccolo riconoscimento per dimostrare la vicinanza della città a lui e a tutto il suo team, che sta crescendo sempre di più».

«La vicinanza della città si è sentita – conclude Valdinocci -. Attraverso lo sport si impara tanto, spero che questa vittoria porti un messaggio positivo, nonostante il periodo difficile che stiamo vivendo».
Alla premiazione presente anche il grande combattente pesarese, Marco Manzini.




San Clemente (Rimini). Pasqua, spettacolo in streaming con Città Teatro

 

 

Pasqua, spettacolo in streaming con Città Teatro; torna Grand Buffet-avanzi teatrali
in salsa stream-La Sagra della primavera.

Dopo le prime due divertenti e insolite puntate
(Grand Buffet Speciale Pre-Capodanno e Carnival Show-la quaresima che non ti aspetti)
torna la terza (e forse ultima?) puntata dello streaming più pazzo del palinsesto teatrale
in era Covid-19: Grand Buffet – la sagra della primavera, che verrà festeggiato sabato 3

Aprile 2021 alle 21.00. Confermata la scelta della diretta da San Clemente (RN), che
salvaguarda il rapporto di impegno reciproco spettatore-performer, laddove l’evento rimane
unico e irripetibile!
La regia video è come sempre di Davide Schinaia, anche consulente drammaturgico,

mentre l’importante fattore visuale è af fidato a Scenediluce composto dalla scenografa
modenese Keiko Shiraishi e dal direttore tecnico Nevio Cavina, noto light designer e docente
di illuminotecnica allo Accademia Belle Arti di Venezia.
Sabato 3 aprile 2021 ore 21
Città Teatro presenta

“GRAND BUFFET – LA SAGRA DELLA PRIMAVERA”
Con Francesca Airaudo, Giorgia Penzo, Alessandro Ciacci
Scene Keiko Shiraishi
Luci e dir. Tecnica Nevio Cavina
Regia Davide Schinaia
In primavera si rinasce, nuovi paesaggi e nuovi sapori. Ma saranno tutti veri? Fra falso,
vintage e avanguardia, in un tripudio colorato e dirompente, la delicatezza primaverile si
butta in Sagra, non di Stravinskij, ma sempre con i sapori più ruspanti e i rituali più classici.
Con collegamenti dal mondo, con note vacanziere e anticipi estivi, con fiori di pesco e immancabili
note noir, il Grand Buffet ancora una volta offre gustose pietanze pre-pasquali
ma attenzione: gli attori sono pronti a rompervi le uova nel paniere!
Si ringrazia per la collaborazione:
Conad City- Sant’Andrea in Casale
Agriturismo I Muretti – Montecolombo
Dolciaria Rovelli – Montefiore Conca
Biglietti 5,00€ su https://www.liveticket.it/evento.aspx?Id=309958
NB attenzione: si ricorda di verificare per tempo le proprie autorizzazioni di pagamento
bancarie per evitare di incorrere in rallentamenti all’atto dell’acquisto
Il tuo contributo supporta la nostra attività.
Informazioni generali : cell 391-3360676 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13).
Negli altri orari: cell 348-3212280 giorgia.penzo@cittateatro.it
www.cittateatro.it
FB: Città Teatro
tel. +39 391-3360676 – info@cittateatro.it -www.cittateatro.it – CF. 91155260408 – P. iva 04211660404




San Giovanni in Marignano. Coronavirus, 182mila euro per le famiglie. Presentare domande entro il 22 aprile

 

Coronavirus, 182mila euro per le famiglie. Presentare domande entro il 22 aprile

L’Amministrazione comunale ripropone il bando “Obiettivo Famiglia” per sostenere il perdurare della situazione di incertezza economica e per mettersi a fianco delle famiglie marignanesi che si trovano in difficoltà.

La manovra prevede l’erogazione di buoni spesa per generi di prima necessità e contributi per il pagamento di affitto, mutuo prima casa, bollette, spese scolastiche e universitarie, corsi e laboratori artistico-culturali.

Possono richiedere contributi:

-famiglie marignanesi a basso reddito (ISEE fino a 10mila €) e liquidità inferiori a 10mila € al 31.12.2020

-famiglie marignanesi che hanno subito calo di redditi a causa della pandemia (ISEE fino a 35mila €) e liquidità inferiori a 10mila € al 31.12.2020

La modulistica è disponibile qua: https://comune.san-giovanni-in-marignano.rn.it/…/proge…/

Grazie al confronto dell’Amministrazione con le associazioni del terzo settore e i cittadini e seguendo costantemente l’evoluzione della situazione sono state introdotte delle importanti novità:

-La percentuale di copertura delle voci di spesa legate all’affitto, mutuo e utenze passa dal 50% al 70%, nell’ottica di incidere maggiormente su quelle che si sono dimostrate le spese più impattanti nei bilanci familiari.

-Nelle utenze sono inoltre incluse anche le maggiori spese legate al potenziamento Internet che alcune famiglie in difficoltà economica hanno dovuto affrontare sia per lo smart working che per la didattica a distanza.

-E’ confermato anche il buono cultura per chi, investendo sul proprio benessere, ha intrapreso corsi, laboratori e altre tipologie di esperienze culturali, sociali e artistiche anche on line.

Le risposte verranno fornite in maniera immediata a seguito della presentazione della domanda e fino all’esaurimento delle risorse disponibili, ma si specifica che saranno effettuati controlli anche successivamente all’erogazione dei contributi stessi, prevedendo una collaborazione con la Guardia di Finanza