1

Rimini. Nasce Welfare.Coop: il portale di welfare aziendale

 

Nasce Welfare.Coop: il portale di welfare aziendale
del movimento cooperativo romagnolo

Si rivolge ai circa 20.000 dipendenti delle 400 cooperative
associate a Legacoop Romagna, ma è già aperto a tutto il tessuto economico romagnolo: è
Welfare.Coop, il nuovo portale di welfare aziendale che Legacoop Romagna ha promosso
insieme ad Assicoop Romagna Futura, UnipolSai (di cui Assicoop è agente in Romagna) e
Federcoop Romagna, la società di servizi del movimento cooperativo nelle province di
Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.
Ma cos’è il welfare aziendale? Con tale espressione si intende l’insieme delle erogazioni e
prestazioni che un’azienda riconosce ai propri dipendenti con lo scopo di migliorarne la vita
privata e lavorativa, al di fuori della retribuzione ordinaria. Si tratta di benefit che hanno una
tassazione privilegiata, con un vantaggio sia per il lavoratore che per il dipendente.
Nel concreto il portale Welfare.Coop mette a disposizione un ricco paniere di beni e servizi
dedicati a svago, divertimento, viaggi, formazione, editoria, salute, benessere, previdenza e
molto altro, contrattati in forma collettiva. Il lavoratore li può acquisire attraverso il credito
welfare che l’azienda mette a sua disposizione, ottenendo un duplice beneficio di
convenienza e trattamento fiscale. Attraverso un sistema di intelligenza artificiale la
piattaforma apprende le preferenze dell’utente e propone alternative sempre nuove.
«In sintesi – spiega il presidente di Legacoop Romagna, Mario Mazzotti — il Welfare
aziendale per i dipendenti significa esenzione da alcune imposte e contributi, maggior
potere d’acquisto, più bilanciamento tra vita privata e lavoro. Per l’impresa rappresenta
invece un’opportunità per ridurre i costi, garantendo soluzioni personalizzate e premi di
produzione capaci di rendere i propri dipendenti più motivati. Ma per Legacoop Romagna
— prosegue Mazzotti — il Welfare aziendale significa molto di più: significa estendere i
principi del mutualismo cooperativo alle comunità, rafforzare le reti di coesione sociale e le
relazioni tra imprese e territorio. Siamo orgogliosi di questo progetto anche perchè
Welfare.Coop è il primo portale attivato in ambito nazionale per il mondo Legacoop».
«La relazione con il territorio, con le persone e le imprese, è uno dei nostri valori
fondamentali», dice l’amministratore delegato di Assicoop Romagna Futura, Maurizio
Benelli. «In questa logica abbiamo profuso le nostre energie perché per il sistema Legacoop
venisse strutturata una offerta nell’ambito del welfare aziendale che fosse specifica ed al
servizio di questo territorio, delle imprese e, soprattutto del movimento cooperativo.
Abbiamo ritenuto, fin dal principio, che il valore da mettere in campo fosse un corretto
connubio fra i vantaggi che questo sistema di servizi per i dipendenti con le professionalità
e le competenze che il mondo Legacoop mette a disposizione di tutti i residenti del nostro
territorio. Questo sfruttando anche l’esperienza e gli investimenti che il gruppo Unipol da
tempo sta sviluppando nell’ambito delle proprie attività e che nel piano industriale 2019/
2021 ha visto un processo di grande ulteriore impegno per dare risposte a specifiche
esigenze anche in questo ambito».




Morciano di Romagna. Ufficio postale, il sindaco scrive al Prefetto per il disagio. Coda di ore

Giorgio Ciotti (centrodestra), neo sindaco di Morciano

Giorgio Ciotti, sindaco di Morciano

 

 

 

Ufficio postale, il sindaco scrive al Prefetto per il disagio

Si è venuto a creare a seguito della riduzione dell’orario di apertura al pubblico, con il formarsi di lunghe code e persone in attesa per ore all’esterno con qualsiasi condizione meteorologica. Il 13 gennaio, Ciotti si era rivolto alla direzione delle Poste della provincia di Rimini, chiedendo quali azioni  per risolvere il problema. Nella lettera veniva rimarcato che funge da punto di riferimento per l’intero bacino dell’Alta Valconca. Non avendo ricevuto alcun riscontro dalle Poste, il sindaco ha ritenuto opportuno rivolgersi alla Prefettura, evidenziando come la riduzione dell’orario di apertura – dalle 8.30 alle 13.30 – abbia determinato il formarsi di lunghe file esterne.




Provincia di Rimini. Coronavirus, 154 nuovi positivi (22.051 il totale). Terapia intensiva: 14. Decessi: 4

 

AGGIORNAMENTO DEL 12 FEBBRAIO 2021, ORE 12

 

Provincia di Rimini

Coronavirus, 154 nuovi positivi (22.051 il totale). Terapia intensiva: 14. Decessi: 4 (3 donne di 65, 77 e 91 anni e 1 uomo di 55 anni)

 

Emilia-Romagna

Su 28mila tamponi effettuati, 1.538 nuovi positivi (5,5%), di cui 535 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. Più di 2.150 guariti, diminuiscono ancora casi attivi (-645) e ricoveri (-18)

Il 95% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media nei nuovi positivi è di 42 anni. 27 i decessi. Vaccinazioni: alle ore 15 effettuate complessivamente 280mila somministrazioni, gli immunizzati sono 125mila

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 232.938 casi di positività, 1.538 in più rispetto a ieri, su un totale di 27.986 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,5%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni.

Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Con la nuova versione aggiornata è possibile sapere anche quante sono le seconde dosi somministrate.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 279.997 dosi, di cui 3.509 oggi; sul totale, 125.285 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 535 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 478 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 667 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42 anni.

Sui 535 asintomatici, 317 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 71 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 20 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 121 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 384 nuovi casi e Modena (282); poi Rimini (154), Reggio Emilia (112), Parma (110), Ravenna (110), il territorio di Cesena (100) e Ferrara (87). Seguono Piacenza (79), il circondario di Imola (63) e, infine, la zona di Forlì (57).

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.060 tamponi molecolari, per un totale di 3.152.086. A questi si aggiungono anche 239 test sierologici e 12.926 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.156 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 182.876.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 40.013 (-645 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 37.952 (-627), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 27 nuovi decessi: 7 a Ferrara (2 donne di 89 anni e 5 uomini: due di 74 anni e gli altri di 65, 80 e 86 anni), 4 a Ravenna (1 donna di 71 anni e 3 uomini di 55, 67 e 84 anni), 4 a Modena (3 donne di 84, 90 e 94 anni e 1 uomo di 87 anni), 4 a Rimini (3 donne di 65, 77 e 91 anni e 1 uomo di 55 anni), 3 a Piacenza (1 donna di 90 anni e 2 uomini di 86 e 89 anni), 3 in provincia di Forlì-Cesena (1 uomo di 85 anni e 2 donne di 91 e 96 anni), 2 a Parma (1 uomo di 77 anni e 1 donna di 90 anni). Non si registrano decessi nelle province di Bologna e Reggio Emilia.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.049.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 175 (-3 rispetto a ieri), 1.886 quelli negli altri reparti Covid (-15).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 11 a Parma (+1), 18 a Reggio Emilia (-2 rispetto a ieri), 36 a Modena (invariato rispetto a ieri), 46 a Bologna (+4), 12 a Imola (-1), 18 a Ferrara (-5), 3 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 14 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 19.098 a Piacenza (+79 rispetto a ieri, di cui 38 sintomatici), 16.155 a Parma (+110, di cui 61 sintomatici), 30.490 a Reggio Emilia (+112, di cui 76 sintomatici), 40.820 a Modena (+282 , di cui 225 sintomatici), 46.282 a Bologna (+384, di cui 265 sintomatici), 7.725 casi a Imola (+63, di cui 39 sintomatici), 13.672 a Ferrara (+87, di cui 29 sintomatici), 17.471 a Ravenna (+110, di cui 68 sintomatici), 8.887 a Forlì (+57, di cui 45 sintomatici), 10.287 a Cesena (+100, di cui 74 sintomatici) e 22.051 a Rimini (+154, di cui 83 sintomatici).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati, sono stati eliminati 13 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare. Sono stati inoltre eliminati 2 casi, sempre comunicati nei giorni precedenti, in quanto giudicati non Covid-19.




Bellaria Igea Marina. San Valentino, il fine settimana

San Valentino, il fine settimana

 

Alla Torre Saracena la suggestiva installazione firmata “Immagini sonore”: un incontro tra musica, cinema e il corpo imponente di uno degli edifici storici più importanti e antichi del territorio, la riproposizione di documentari che raccontano di tradizioni legate all’ambiente marino e rurale, accompagnati da nuove sonorizzazioni elettroniche.

Il 13 febbraio, dalle 18 alle 22 sarà proiettato in loop sulla Torre Saracena “La lunga rotta: i grandi pelagici del Mediterraneo” di Roberto Lo Monaco, con sonorizzazione a cura di Inserirefloppino. Protagonisti della pellicola, il tonno rosso e il pesce spada, con testimonianze originali che spiegano le ragioni di una necessaria transizione verso una pesca sostenibile. Domenica 14 febbraio, negli stessi orari, sarà proiettato “Hondar 2050” di Cesare Maglioni, con sonorizzazione a cura di Tritodetriti, documentario che, da una prospettiva originale, affronta il problema dei rifiuti marini lungo la costa cantabrica dei Paesi Baschi.
Nel giorno di San Valentino, stand alimentari lungo l’Isola dei Platani.
Lungo l’Isola dei Platani, domenica 14 febbraio dalle 9.00 alle 18.00 si terrà il mercato annuale di San Valentino, con food and beverage, tipicità e ortofrutta: appuntamento che si svolgerà nel rispetto delle misure anti contagio, a partire dalla modalità di asporto per i prodotti acquistati.
Romantiche installazioni e imperdibile live streaming in diretta Facebook.
La città di Bellaria Igea Marina omaggia il San Valentino anche attraverso la monumentale installazione di sabbia che ha trasformato il Presepe di viale Ennio in una scenografia dantesca, in concomitanza con i settecento anni dalla scomparsa del Sommo Poeta. In piazza Matteotti si ritrova invece la snow globe, rimodulata in una “Globe Love’” contenente al suo interno gigantesche scritte di frasi d’amore tratte dalla Divina Commedia. A tutto questo si unisce, domenica 14 febbraio (ore 18.00) sulla pagina Facebook di Fondazione Verdeblu “Bellaria Igea Marina” e sulla pagina Facebook istituzionale del Comune, un grande evento online che prevede letture di brani danteschi e una parte musicale che vedrà la presenza di Silvia Mezzanotte, storica voce dei Matia Bazar vincitori con lei a Sanremo con Messaggio d’Amore. Per quanto riguarda la voce maschile, sul palco dello Studio Live ci sarà Antonino Spadaccino, vincitore della quarta edizione del talent Amici. I due cantanti si alterneranno tra loro e si esibiranno in duetto, diretti dal maestro Davide Di Gregorio. I live musicali saranno intervallati da collegamenti con l’installazione di sabbia dove l’attore Dany Greggio leggerà Dante. Direttore e conduttore dello spettacolo sarà Andrea Prada, che leggerà anche i messaggi d’amore che giungeranno via social.




Pesaro. Carnevale 2021, a Rabachèn e Cagnèra un riconoscimento dal Comune

Carnevale 2021, a Rabachèn e Cagnèra un riconoscimento dal Comune

Una sfilata simbolica per le vie della città. Poi una tappa alla scuola Cantarini di via del Carso, prima di arrivare in piazza del Popolo e ricevere un riconoscimento dal sindaco Matteo Ricci. Rabachèn e Cagnèra, le due maschere della città, hanno colorato la mattinata del giovedì grasso pesarese «Un Carnevale diverso dal solito – ha sottolineato il sindaco – da vivere in maniera intelligente. Ai due personaggi della nostra tradizione, un riconoscimento per la gioia donata negli anni ai bambini di tutte le età, nella festa più giocosa e più sentita».

Per non perdere lo spirito del Carnevale, Il Comitato organizzatore, coordinato da Filippo Leonardi, ha deciso di organizzare un’esposizione di cimeli delle precedenti allegorie. All’ingresso del palazzo Comunale, Gioachino Rossini, gli animali del circus, ancora lego ed emoticon. Esposizioni, che rimarranno fino a martedì 16 febbraio, ultimo giorno di Carnevale.




Rimini. Rimini, sempre più bici: 120 km di ciclabili

Rimini, sempre più bici: 120 km di ciclabili

 

Al Bike Park debutta anche il servizio di deposito bagagli

120 chilometri di piste ciclabili, un anello verde da pedalare, un lungofiume degli artisti che dal mare porta fino alla ciclabile del Marecchia verso i borghi antichi, 15 chilometri di ciclabile ‘vista mare’ da Rimini a Riccione. Da qualche tempo Rimini, già ComuneCiclabile per la FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), ha un nuovo cuore pulsante tutto dedicato alle due ruote. E’ il Bike Park, proprio davanti alla stazione ferroviaria, dove parte anche il Metromare, il trasporto rapido costiero che unisce Rimini a Riccione. Il Bike Park Rimini, fornisce vari servizi a chi si muove in bici: si va dal parcheggio custodito al noleggio di biciclette, da quelle monomarcia, a sei marce o elettriche, fino alle cargo bike. Per chi volesse provare questi nuovi mezzi pensati per il trasporto merci, per il trasporto dei bambini con seduta frontale su due ruote, oppure per il trasporto di persone diversamente abili a pedalata assistita, sono temporaneamente a disposizione come servizio gratuito.
Ma non finisce qui, all’interno della struttura sono a disposizione 365 giorni l’anno una ciclofficina attrezzata con assistenza meccanica ed informativa per i viaggiatori su due ruote, ricarica biciclette elettriche, negozio accessori e un piccolo bar.

E per chi è di passaggio e volesse fermarsi solo per alcune ore in città per visitare lo stupendo centro storico o approfittare di raggiungere il lungomare riminese senza il peso delle valigie, al Bike Park ora è possibile depositare anche i bagagli (4 € a bagaglio per 24h). Inoltre, per chi viaggia con Trenitalia e presenta il biglietto con la data del giorno e destinazione Rimini, al Bike Park, può ricevere uno sconto immediato sui noleggi di biciclette muscolari ed e-bike. (info: bikepark@coopmetis.com 0541.1835082). Da non dimenticare che sui treni regionali e non solo, limitatamente ai posti disponibili, è possibile trasportare con sé una bicicletta, o acquistando il supplemento bici oppure gratuitamente nel caso di biciclette pieghevoli rientranti nell’ingombro di un bagaglio a mano. Dal 2020 sono ammessi a bordo anche monopattini, hoverboard e monowheel (https://www.trenitalia.com/it/offerte_e_servizi/in_treno_con_la_bici.html)

 

Rimini da scoprire in bicicletta.

Con oltre 120 KM di ciclabili, i percorsi permettono di vivere e conoscere la città in tutta comodità e sono adatti a tutti: dalle famiglie con bambini, a chi usa la bicicletta saltuariamente, a chi, invece, è più allenato e ama passare il tempo in sella ad una bici per andare alla scoperta di luoghi suggestivi, anche a costo di un po’ di fatica.

Così la pedalata “vista mare”, lungo tutto il lungomare sud, in parte già riqualificato con il progetto del Parco del Mare tra verde e spazi per lo sport, permette di andare sulla pista ciclabile dal porto di Rimini fino al confine con Riccione, costeggiando gli stabilimenti balneari. In via di completamento anche i 6 km di piste ciclabili sul lungomare nord, corrispondenti alle località turistiche di Torre Pedrera, Viserbella, Viserba, Rivabella e San Giuliano.

Il percorso “Anello Verde”, dal mare (Piazzale Kennedy) conduce al Palacongressi e al parco Giovanni Paolo II, che costeggia il suggestivo lago abitato da anatre e cigni, fino a raggiungere, attraverso l’argine del torrente Ausa, il polmone verde di Rimini, il bimillenario Ponte di Tiberio ed il caratteristico Borgo San Giuliano. Da qui si può proseguire alla scoperta della città antica oppure addentrarsi lungo il percorso che si snoda lungo l’alveo del Fiume Marecchia: un percorso che unisce le bellezze naturalistiche a quelle storiche permettendo di raggiungere gli antichi borghi come Verucchio, Torriana, Montebello e San Leo.

Tutti i percorsi, arricchiti da informazioni ed utili suggerimenti per i cicloturisti, sono consultabili sulla Guida della Città (http://www.riminiturismo.it/sites/riminiturismo/files/mappa_sito_ita_ok2_0.pdf)