1

Provincia di Rimini. Coronavirus, 150 nuovi positivi (18.594 il totale). Terapia intensiva: 25. Decessi: 5

 

AGGIORNAMENTO DEL 20 GENNAIO 20221, ORE 12

 

Provincia di Rimini

Coronavirus, 150 nuovi positivi (18.594 il totale). Terapia intensiva: 25. Decessi: 5 (una donna 91enne e 4 uomini, di 76, 84, 87 e 89 anni)

 

Emilia-Romagna

Su oltre 23.600 tamponi effettuati, 1.034 nuovi positivi, di cui 463 asintomatici da screening regionali e attività di contact tracing. Quasi 2mila i guariti, diminuiscono casi attivi (-988) e ricoveri

Eseguiti anche 525 test sierologici. Il 95% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L’età media nei nuovi positivi è di 45 anni. 75 i decessi. Alle 15, oltre 120mila somministrazioni: online l’aggiornamento in tempo reale della campagna vaccinale e il report periodico sull’andamento del contagio (in calo i contagi misurati ogni cinque giorni)

Bologna – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 204.174 casi di positività, 1.034 in più rispetto a ieri, su un totale di 23.652 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4,3%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, sul nuovo portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid.

Oggi alle 15,30 sono stati fatti 120.257 vaccini in totale. Va ricordato che a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite questa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle CRA.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 463 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 280 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 451 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45 anni.

Sui 463 asintomatici, 297 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 46 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 8 con gli screening sierologici, 4 tramite i test pre-ricovero. Per 108 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 257 nuovi casi; a seguire Modena e Rimini (150) e Reggio Emilia (107); poi Piacenza (77), Cesena (62), Parma e Ferrara (56), Ravenna e Forlì (50), quindi Imola (19).

Il Report periodico sull’andamento della pandemia in Emilia-Romagna è disponibile al link https://bit.ly/3qAqcSE. Risultano in calo i contagi registrati in un intervallo di cinque giorni: dai 9.805 del periodo 6-10 gennaio, ai 7.988 dell’11-15 gennaio.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.571 tamponi molecolari, per un totale di 2.820.692. A questi si aggiungono anche 525 test sierologici e 7.081 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.947 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 142.061.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 53.241 (-988 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 50.489 (-938), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 75 nuovi decessi: 7 a Piacenza (tre donne di 85, 88 e 90 anni; 4 uomini di 72,76, 91 e 94 anni ); 2 in provincia di Parma (una donna di 82 anni e un uomo di 89 anni); 4 a Reggio Emilia (due donne di 73 e 81 anni, e due uomini di 80 e 95 anni); 6 nel modenese (tre donne – di 70, 82 e 90 anni – e tre uomini, di 63, 84 e 87 anni); 29 in provincia di Bologna (11donne – una di 60 anni, due di 83, una di 84, una di 86, una di 87, due di 88, una di 90, una di 91 e una di 100 anni – e 18 uomini: di 61, 71, 77, 78, 79, 80, 82, 5 di 85 anni, uno di 87, due di 89, poi di 92, 93 e 95 anni); 2 nel ferrarese (entrambe donne: di 63 e 87 anni); 12 in provincia di Ravenna (7 donne – di 73, 77, 81, 84 anni, due di 89 e una di 93 anni – e 5 uomini, rispettivamente di 83, 86, 89, 90, 93 anni); 7 a Forlì-Cesena (quattro donne di 78, 83, 91, 95 anni, e tre uomini: uno di 86 e due di 92 anni); 5 nel Riminese (una donna 91enne e 4 uomini, di 76, 84, 87 e 89 anni). Infine, si segnala un decesso fuori regione: un uomo di 90 anni diagnosticato dall’Ausl di Modena ma residente in provincia di Mantova.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.872.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 232 (-6 rispetto a ieri), 2.520 quelli negli altri reparti Covid (-44).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (uno in meno rispetto a ieri), 16 a Parma (+2), 19 a Reggio Emilia (-1), 48 a Modena (-1), 42 a Bologna (-3), 13 a Imola (numero invariato rispetto a ieri 1), 28 a Ferrara (-1), 16 a Ravenna (+2), 3 a Forlì (invariato), 5 a Cesena (invariato) e 25 a Rimini (-3).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.592 a Piacenza (+77 rispetto a ieri, di cui 30 sintomatici), 14.505 a Parma (+,56 di cui 29 sintomatici), 27.274 a Reggio Emilia (+107, di cui 34 sintomatici), 36.404 Modena (+150, di cui 86 sintomatici), 40.477 a Bologna (+257, di cui 161 sintomatici), 6.459 casi a Imola (+19, di cui 6 sintomatici), 11.542 a Ferrara (+56, di cui 19 sintomatici), 15.534 a Ravenna (+50, di cui 30 sintomatici), 7.359 a Forlì (+50, di cui 30 sintomatici), 8.434 a Cesena (+62, di cui 42 sintomatici) e 18.594 a Rimini (+150, di cui 104 sintomatici).




Santarcangelo di Romagna. Maggioli, arriva la certificazione etica del lavoro

Cristina  Maggioli

Maggioli, arriva la certificazione etica del lavoro

Oltre il 94% dei dipendenti intervistati dichiara di essere fiero di lavorare in azienda

L’azienda, che si occupa dello sviluppo di soluzioni nel settore dell’Information Technology, dell’Editoria e dei Servizi dedicati a Pubblica Amministrazione, Professionisti ed Aziende e che vanta oltre 2.200 dipendenti, ha scelto di affidarsi ad Ethicjobs, società che certifica la qualità del lavoro dei dipendenti.

“Abbiamo sentito l’esigenza di guardarci dentro e dar voce al pensiero delle persone che lavorano in Maggioli – racconta Cristina Maggioli, consigliere delegato risorse umane, sicurezza e ambiente – e per far questo abbiamo scelto di utilizzare un sistema strutturato che ha lo scopo di certificare la qualità del lavoro all’interno delle imprese, attraverso l’analisi scientifica dei dati raccolti da un questionario, che ha consentito agli stessi dipendenti, che vivono la nostra azienda, di esprimere il loro pensiero sulla qualità dell’organizzazione di cui fanno parte”.

La survey indaga 5 macro-aree di interesse: Persona, Clima e Rapporti di lavoro, Benefit e Retribuzione, Equilibrio tra vita privata e lavoro, Sicurezza ed adeguatezza degli Strumenti. Il report che ne scaturisce rivela i punti di forza e le aree di miglioramento.

Il 93.8% dei dipendenti, che hanno compilato il questionario, ha dichiarato di essere fiero di lavorare in Maggioli.

L’analisi ha riportato altre valutazioni interessanti, utili alla Direzione Risorse Umane nel progettare attività sempre più mirate. Ad esempio, è ottimo il rapporto tra i collaboratori, considerando che il 94.4% ritiene un piacere lavorare con i colleghi, il 90.1% si sente affiatato nel raggiungere gli obiettivi e che il 91.1% pensa che nei ruoli di responsabilità siano allocate le persone giuste e si sente soddisfatto degli strumenti forniti; anche in tema di sicurezza ed equilibrio il punteggio risulta elevato, il 93.6% si sente utile all’interno dell’azienda, il 90.2% dichiara che il proprio tempo libero viene rispettato ed il 100% è soddisfatto della puntualità nei pagamenti.

Oltre il 90% dei dipendenti dichiara di essere rispettato e di essere in linea con i valori espressi dall’azienda.

Una certificazione d’eccellenza ottenuta con risultati importanti per il Gruppo Maggioli, che ha scelto di mettersi in ascolto delle esigenze di chi lavora in azienda con l’obiettivo di migliorare il benessere sul posto di lavoro, confermando, ancora una volta, l’attenzione verso i suoi dipendenti.

“Terremo conto di tutti i suggerimenti per fare meglio e di più – ha aggiunto Cristina Maggioli – la scelta di iniziare questo percorso, culminato con la certificazione, ci ha supportato nel costante lavoro di mantenimento ed implementazione del wellbeing aziendale”.

 

GRUPPO MAGGIOLI

Maggioli è azienda a conduzione famigliare che negli anni, più di 100, ha costruito e sviluppato competenze e soluzioni di eccellenza per supportare Pubblica Amministrazione, Aziende e Liberi Professionisti in ogni loro necessità professionale. “Innovatori per tradizione” è la definizione che meglio esprime i valori alla base della cultura organizzativa del Gruppo e sintetizza la strategia di consolidamento della leadership nel mercato ICT italiano e dello sviluppo internazionale che pone una forte attenzione alla Responsabilità Sociale, al fine di fornire un contributo al miglioramento e valorizzazione sociale, culturale, economico e ambientale in tutti i territori in cui è presente. Creare valore condiviso è la bussola che orienta il Gruppo nel rapporto con collaboratori, fornitori, Istituzioni, con la comunità ed al suo interno, investendo sul talento.

Il Gruppo Maggioli è in costante crescita ed oggi può contare su una squadra di oltre 2.200 persone, con 70 filiali in tutto il territorio italiano, 10 filiali in Spagna, una in Belgio, Grecia e Colombia, per presidiare tutta l’America Latina. Maggioli pone una particolare sensibilità verso i propri dipendenti che gli ha permesso di ottenere il Certificato d’Eccellenza Etica del Lavoro rilasciato da EthicJobs.




Riccione. Biblioteca comunale e Museo del Territorio: premiati dal Maggio dei Libri per le letture in spiaggia

 

Biblioteca comunale e il Museo del Territorio premiati dal Maggio dei Libri per le letture in spiaggia

L’assessore Alessandra Battarra: “Grande soddisfazione per un riconoscimento così importante che ci caratterizza nell’offerta culturale”

 

La giuria del Centro per il libro e la lettura di Roma, ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, ha assegnato una menzione speciale per l’anno 2020 a “Storia e Storie in Spiaggia” la rassegna di letture animate estive e laboratori didattici che la Biblioteca comunale e il Museo del Territorio portano ogni estate nei bagni di spiaggia di Riccione.

Riunitasi il 15 dicembre scorso, la giuria del Maggio dei Libri, campagna nazionale di promozione della lettura, ha individuato i cinque migliori progetti italiani: nella categoria istituti scolastici: IC Savona 2 “Scuola di carta”; cat. associazioni e istituti culturali: Fondazione Natalino Sapegno Onlus, Morgex (Aosta) “L’uomo che piantava gli alberi”; cat. Biblioteche, mediateche e sistemi bibliotecari: Biblioteca civica di Meda “In viaggio con un libro”; cat: carceri strutture sanitarie e accoglienza per anziani, Coop. Sanità Più Foggia, “Tutti pazzi per Gruffalò”; ex aequo: Laboratorio Teatro CreAttivo, Centro sociale anziani Priverno (Latina), “Nonna racconta la favola”; cat. Librerie: Libreria Ciurma Taranto “Storie e illustrazioni in scena”).

Per aver portato la lettura fuori dai contesti tradizionali e per aver avuto la capacità di unire nella divulgazione diversi soggetti del territorio (biblioteca e museo), il Maggio dei Libri ha premiato con una menzione speciale la rassegna “Storie e Storie in spiaggia” 2020 6° edizione.

Al prestigioso riconoscimento è inoltre collegato un “tesoretto” di audio-libri destinato ad arricchire il già cospicuo patrimonio della biblioteca (oltre 75 mila tra volumi, dvd, riviste). Tutti gli appuntamenti di “Storia e storie in spiaggia” , otto letture animate affidate alle lettrici della biblioteca e otto laboratori a tema storico-didattico svolti dagli operatori del Museo, si svolgono nei mesi di luglio e agosto, a rotazione in tutti gli stabilimenti balneari, sono gratuiti e aperti a tutti i bambini dai 3 ai 9 anni, turisti e residenti. La cerimonia pubblica di premiazione si svolgerà nel corso di una prossima partecipazione del Centro per il libro ad una fiera nazionale.

“E’ stata una grande soddisfazione questa menzione speciale per la nostra Biblioteca e per il nostro Museo – ha detto l’assessore ai Servizi Educativi, Alessandra Battarra – a dimostrazione che quando si varcano i confini e si porta la cultura e la lettura in luoghi aperti, l’interesse diventa notevole. Vorrei inoltre sottolineare il senso di questa menzione speciale data anche per la collaborazione di due centri culturali importanti della nostra città, il Museo del territorio e la Biblioteca. Un ringraziamento anche alle cooperative bagnini che quest’estate hanno ospitato le letture. Quello che come amministrazione abbiamo compreso è che non esistono compartimenti stagni, ma la cultura è circolazione di idee, ed è proprio in quest’ottica che abbiamo voluto il nuovo Museo, struttura aperta verso l’esterno e con respiro nella città, così le tante iniziative pubbliche della Biblioteca amatissima dai nostri cittadini, con utenti sempre in crescita”




Rimini. Turismo attraverso i matrimoni: 12 nel 2020; 16 prenotati nel 2021

 

Turismo attraverso i matrimoni: 12 nel 2020; 16 prenotati nel 2021 nelle nuove sedi del progetto Rimini wedding destination.

VisitRimini: casa dei matrimoni sulla spiaggia e Grand Hotel i luoghi più richiesti

 

Tutto nasce dal progetto Rimini Wedding Destination che ha portato all’introduzione di nuovi luoghi di prestigio per la celebrazione dei matrimoni, come Cinema Fulgor, Museo Part, Castel Sismondo, oltre al Palazzo del Turismo, Museo della Città, Casa dei matrimoni sulla spiaggia di Piazzale Boscovich, Teatro Galli, Grand Hotel, gli spazi di Rimini Terme a Miramare. Nell’ambito del progetto è stato siglato un accordo tra VisitRimini (la Dmc turistica individuata dal Comune di Rimini) e Comune di Rimini in cui la DMC si occupa di curare la parte logistica e organizzativa dei matrimoni nelle sedi che sono state autorizzate dal Comune per la celebrazione dei riti civili. Ebbene, nel 2020 VisitRimini ha contato 12 celebrazioni con rito civile a fronte di 40 richieste iniziali complessive. Nel 2019 erano state 27. Interessante rilevare che 2 coppie sposate nel 2020 provengono da fuori città: Londra e Brescia.

I luoghi preferiti: la Casa dei Matrimoni sulla spiaggia (4 riti) e il Grand Hotel (4). Seguono il Museo della città (3) e Palazzina Roma (1).

Per motivi contingenti, il Teatro Galli e Castel Sismondo sono rimasti inattivi tutto l’anno e le nuove località,  Cinema Fulgor e Museo Part, hanno dovuto rinviare la loro disponibilità.




San Giovanni in Marignano. Il nuovo comandante dei Carabinieri della provincia ricevuto dal sindaco

Il colonnello Mario La Mura col sindaco Daniele Morelli.

 

Il colonnello Mario La Mura, nuovo comandante dei Carabinieri della provincia, ricevuto dal sindaco Daniele Morelli.

Ad accompagnarlo il comandante dell’Arma dei Carabinieri della compagnia di Riccione, capitano Luca Colombari, e al tenente del comando di Cattolica Antonino Miserendino.

Insieme al sindaco, il vice-sindaco Michela Bertuccioli, l’assessore al Bilancio Elisa Malpassi e l’assessore alla Vigilanza e alle Attività Economiche Nicola Gabellini.

L’incontro, caratterizzato da grande cordialità, è stata occasione per parlare di San Giovanni e delle sue specificità, condividendo priorità e azioni sinergiche per la sicurezza della comunità, nonché per ringraziare i Carabinieri per il costante impegno e dedizione per il nostro territorio ed il fondamentale apporto durante questo anno così straordinario.

Afferma il Sindaco: “La vicinanza delle Forze dell’Ordine è fondamentale e accompagna tutta l’attività amministrativa dell’ente. Per questo ci sentiamo davvero grati della grande presenza e disponibilità che i Carabinieri, in primis la tenenza di Cattolica, hanno sempre dimostrato per il nostro Comune. Continueremo a lavorare nella piena collaborazione e condivisione di intenti” .




Rimini. Polizia locale bilancio 2020: 104.044 le violazioni al codice della strada (-10mila rispetto al 2019)

L’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad

Polizia locale bilancio 2020: 104.044 le violazioni al codice della strada (-10mila rispetto al 2019)

 

Sicurezza stradale

Il Covid dunque ha cambiato il lavoro quotidiano degli agenti della Polizia Locale, senza per questo trascurare i pilastri dell’attività, a partire della sicurezza stradale.

Sono stati 111.682 i veicoli sottoposti a controllo. Tra i diversi servizi effettuati anche quelli di viabilità (8542), presidio delle scuole (1209), soccorso a utenti in difficoltà (4520), controllo veicoli abbandonati (215). I controlli alcolometrici effettuati sono stati 1.972, con 61 sanzioni penali per l’art. 186 del codice della strada (guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 0.8 g/l), contro le 107 del 2019.

Il minor traffico sulle strade ha influito sull’incidentalità, in drastico calo (953 sinistri rilevati contro i 1425 del 2019) e con un dimezzamento degli incidenti mortali (da 8 a 4).

Complessivamente sono state 104.044 le violazioni al codice della strada, con un calo esatto di diecimila sanzioni rispetto al 2019.

di cui oltre la metà (49.940) accertate attraverso l’ausilio della strumentazione elettronica come autovelox, vista red semaforici, speed scout. 24.421 le violazioni relative alla velocità rilevate dagli autovelox operanti in sede fissa su via Settembrini di fronte all’Ospedale (9170) e su via Euterpe (12392) a cui si è aggiunto l’impianto su via Tolemaide, ripristinato a marzo (839).

In crescita, anche per l’entrata in servizio di due nuove installazioni in via Regina Margherita e via Chiabrera, le sanzioni rilevate agli incroci semaforici dalle telecamere (9.517, nel 2019 furono 8.639).

Quello andato in archivio è stato un anno che ha raccontato una storia a sé: oltre che nelle tradizionali attività sul fronte della sicurezza urbana, stradale e alle attività amministrative – rimodulate per via dell’alleggerimento del traffico urbano (con fermo quasi totale durante il lockdown), dello stop di eventi e di molte attività – i 228 donne e uomini della Polizia Locale riminese hanno contribuito con il loro operato e in sinergia con le forze dell’ordine a garantire il rispetto delle disposizioni anti-covid, a tutela della salute pubblica e quindi della collettività.

Un servizio che si è tradotto tanto nelle azioni di controllo sul territorio, quanto nel supporto meno visibile ma altrettanto importante dato da remoto: ogni giorno la centrale operativa e il centralino del Comando di via Della Gazzella hanno risposto mediamente a circa mille telefonate, senza contare le centinaia di email, cercando di fornire indicazioni, risposte e interpretazioni di dispositivi, ordinanze e DPCM.

Sul versante del contrasto all’inosservanza alle disposizioni anti-Covid, da marzo a fine anno sono state circa 1.680 le pattuglie impegnate per un totale di oltre 47.000 tra persone ed esercizi controllati, che hanno portato complessivamente a 299 sanzioni e 121 denunce.

 

Videosorveglianza

136 le telecamere installate sul territorio comunale (nel 2019 sfioravano il centinaio), un network di impianti di ultima generazione che controllano i punti nevralgici del territorio riminese per garantire maggiore sicurezza, a cui se ne aggiungeranno 20 in fase di installazione. Da Viserba a Miramare, dalle aree a monte della statale passando per il centro storico, la marina e la stazione ferroviaria, sono quasi una novantina i punti di installazione, individuati svolgendo un’attenta analisi dei luoghi, delle loro caratteristiche e delle criticità. A queste si sommano le 20 telecamere che monitorano in maniera costante i cinque sottopassi ferroviari del territorio. Cuore del network è la sala radio operativa della Polizia Locale, dove operatori formati sono addetti alla gestione della videosorveglianza.

Sicurezza urbana

In ambito di sicurezza urbana, da anni la Polizia Locale di Rimini è impegnata nel progetto S.U.N. – sicurezza urbana notturna – prorogato fino a dicembre 2022 e che ha consentito il potenziamento dei servizi di controllo e presidio del territorio oltre l’orario di servizio previsto. Tra i dati, si segnalano i controlli sul fronte dell’anti-prostituzione (435), le aree a rischio degrado (435).

L’attività anti-degrado ha portato a 2.014 controlli sulle aree verdi (in linea con il 2019 quando furono 2013) e 20 sequestri di sostanze stupefacenti (11 nel 2019).

 

Nella lotta allo sfruttamento della prostituzione e della tratta di persone – fenomeno che paga un vuoto legislativo ormai storico – il Comune di Rimini da anni si avvale dell’’emanazione di apposite ordinanze comunali: nel 2020 sono state 281 le sanzioni, numero che eguaglia il dato del 2021.

 

Altro fenomeno al centro dell’attività della polizia locale è l’abuso di alcolici e il loro consumo sulle aree pubbliche. Anche in questo caso l’Amministrazione è intervenuta con ordinanze temporanee mirate. In particolare quest’anno è stata emanata un’ordinanza sindacale specifica che prevedeva il divieto di vendita di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e bevande analcoliche in vetro in alcune aree del centro storico per evitare episodi si assembramento a prevenzione dal contagio da COVID-19. Le sanzioni legate alle ordinanze sono state 49 contro le 6 dell’anno precedente (ma con l’ordinanza entrata in vigore il 31 ottobre 2019)

 

L’unità cinofila

Jago e Thor sono i due cani del nucleo cinofilo che supportano gli agenti di polizia locale nei servizi di controllo del territorio e antidroga. Nel 2020 il nucleo cinofilo ha portato tra i vari risultati all’arresto di 8 persone per spaccio di sostanze stupefacenti e al sequestro di circa 23 chilogrammi di droga.

 

Rimane costante le attività della polizia amministrativa, impegnata su molteplici fronti, tra cui il rispetto dei regolamenti nell’esercizio delle attività commerciali. Tra queste le attività di rivendita degli alcolici su cui sono stati effettuati 236 controlli (con 42 sanzioni), ma anche le pratiche anagrafiche evase (6947), l’evasione delle pratiche informative (10.148). L’anno si è chiuso inoltre con quasi 1.700 accertamenti condotti dall’ufficio Edilizia e Ambiente e 162 comunicazioni di notizie di reato.

Infine continuano a crescere i Tso, i trattamenti sanitari obbligatori: nel 2020 ne sono stati eseguiti 147 contro i 116 registrati due anni prima (2018).

“Mai come in questa occasione è doveroso ringraziare lo straordinario lavoro delle donne e degli uomini della Polizia Locale, che non si può descrivere solo ricorrendo a questo quadro, seppur molto esplicativo, di dati – commentano il sindaco Andrea Gnassi e l’assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvaad – Nel picco della pandemia, con il virus che ha bloccato in casa il Paese, il personale del Corpo è stato impegnato in prima linea per garantire la tutela della salute pubblica, in stretta collaborazione con Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza. Un lavoro condotto con professionalità e con non pochi sacrifici e che prosegue tutt’oggi, con l’obiettivo di essere di supporto alla comunità nell’affrontare uno dei periodi più complessi mai vissuti dalla nostra città e dal Paese nella storia recente. Un’attività, stravolta nella sua organizzazione, che si è districata tra il susseguirsi dei Dpcm e delle normative, ma che parallelamente ha visto i nostri agenti tenere alta l’attenzione sulla sicurezza urbana, sui controlli stradali, sulla prevenzione del degrado urbano. Un impegno dunque a 360 gradi che merita di essere riconosciuto al nostro Corpo, a cui va il nostro grazie a nome della comunità”.




Riccione. Bilancio polizia locale 2020: 41.911 verbali al codice della strada (25.583 nel 2019)

 

Bilancio polizia locale 2020: 41.911 verbali al codice della strada (25.583 nel 2019)

Oltre 380 gli incidenti rilevati, uno mortale e 7 gravi

140 i verbali per le violazioni sulla norme anti Covid

 

Viabilità ed educazione stradale

Servizi di controllo tramite autovelox e telelaser sono stati 197 (317 nel 2019), 126 i sequestri di mezzi conseguenti a violazioni e reati penali (60 nel 2019); 41.911 i verbali per varie violazioni al codice della strada (dal divieto di sosta all’eccesso di velocità e passaggi con il rosso) che nel 2019 erano stati 25.583. Le violazioni accertate con il vistared sono state 2736 mentre nel 2019 erano state 4993. Con autovelox-telelaser le violazioni accertate sono state 17954 (6953 nel 2019). Incidenti stradali rilevati nel 2020 sono stati 389 mentre nel 2019 erano stati 505. Nel 2020 si è verificato 1 incidenti mortali (2 nel 2019), 7 quelli con prognosi riservata (8 nel 2019).

Sono state 6.584,22 le ore di servizio per i controlli relativi al contenimento dell’epidemia da Covid-19 effettuate dagli agenti della Polizia Locale di Riccione nel 2020 su tutto il territorio comunale, mentre 19635,25 le ore di servizio dedicato nelle zone di interesse che vanno da viale Ceccarini, viale Dante e viale Gramsci. I dati del resoconto annuale della Polizia Locale di Riccione nel 2020, anno segnato dalle misure restrittive per il controllo del contagio, hanno fatto registrare 140 verbali (dato complessivo per persone e esercizi commerciali) per mancato rispetto delle disposizione da DPCM.

 

Personale impiegato per i servizio anti Covid

Le pattuglie della Polizia Locale di Riccione hanno un servizio su 3 turni: 7-13; 13-19 e 19-01, 50 agenti, tutti impiegati a rotazione per un totale di 80 ore a testa per servizio anti Covid- 19.

 

Altri servizi

Le ore di pronto intervento sono state 15366, 11980 per infortunistica; 9403 per polizia stradale, 6183 le ore di servizio per i 4 ausiliari del traffico in servizio, due per 6 mesi e altri due per 10 mesi, nel corso del 2020.

Vigilanza e controllo sul rispetto della normativa sul commercio e sull’edilizia

Le segnalazioni per presunte violazioni pervenute al Comando della Polizia locale nel 2020 sono state 21 (37 nel 2019), di queste 100 % è stato verificato dalla Polizia. L’attività antiabusivismo ha visto registrare un calo dei sequestri di merce contraffatta, 15 nel 2020 (42 nel 2019) in linea con le restrizioni per la circolazione di persone previste dalle misure del DPCM.

Sono stati 205 i controlli in materia edilizia (282 nel 2019); 19 le segnalazioni per irregolarità (43 nel 2019).

Verbali contenzioso stradale e polizia giudiziaria

I verbali notificati dalla Polizia Locale nel 2020 sono stati 24957 (21407 nel 2019), 98 gli interventi di polizia giudiziaria (119 nel 2019), 1 arresto effettuato nel 2019 due nel 2020.

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Comune di Riccione

Viale Vittorio Emanuele II, 2

Tel. 0541- 608103

stampa@comune.riccione.rn.it

www.comune.riccione.rn.it

 

 




Rimini. Consiglio comunale online il 21 gennaio: 59 punti

 

Rimini, palazzo comunale

Il Consiglio Comunale è convocato, in seduta di 1° convocazione in modalità telematica mediante videoconferenza nella giornata di
GIOVEDI’ 21 GENNAIO 2021 alle ore 18:45
per la trattazione degli argomenti indicati nell’allegato Ordine del Giorno.

ORDINE DEL GIORNO
DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 01
GIOVEDI’ 21 GENNAIO 2021 alle ore 18:45
COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE E DEL SINDACO
INTERROGAZIONI E PRESENTAZIONE ORDINI DEL GIORNO
1 ISTITUZIONE DEL CANONE PATRIMONIALE DI CONCESSION E,
I.E.
AUTORIZZAZIONE O ESPOSIZIONE PUBBLICITARIA E DEL CA NONE DI
CONCESSIONE PER L’OCCUPAZIONE DELLE AREE E DEGLI SP AZI
APPARTENENTI AL DEMANIO O AL PATRIMONIO INDISPONIBI LE DESTINATI
A MERCATI REALIZZATI ANCHE IL STRUTTURE ATTREZZATE.
APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA PROVVISO RIA.
MOZIONI
2 MOZIONE INERENTE: “PARCO DEL MARE”, PRESENTATA DA L CONSIGLIERE
COMUNALE MARZIO PECCI NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO CO MUNALE DEL
08/03/2018.
3 MOZIONE INERENTE: ”COCAP RIMINI”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE
COMUNALE CARLO RUFO SPINA NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE
DEL 19/04/2018.
4 MOZIONE INERENTE: “INTERRAMENTO ELETTRODOTTO FANO – FORLI’ “,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MARIO ERBETTA N ELLA
SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 03/05/2018.
5 MOZIONE INERENTE: “COSTI MENSA SCOLASTICA ”, PRES ENTATA DAL
CONSIGLIERE COMUNALE MATTEO ZOCCARATO NELLA SEDUTA DI
CONSIGLIO COMUNALE DEL 14.12.2017.
6 MOZIONE INERENTE: “RIORGANIZZAZIONE DEL DECENTRAM ENTO
COMUNALE (CIRCOSCRIZIONI/QUARTIERI)”, PRESENTATA DA L CONSIGLIERE
COMUNALE MARCELLO NICOLA NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE
DEL 27/04/2017.
7 MOZIONE INERENTE: “LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE URB ANA CENTRO
STORICO”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE CARLO RUFO SPINA
NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 02/08/2018.
8 MOZIONE INERENTE : ”MODIFICHE AL REGOLAMENTO DI P OLIZIA
URBANA:DIVIETO DI CONSUMO SUL SUOLO PUBBLICO DI BEV ANDE DI
QUALSIASI GRADAZIONE ALCOLICA.”, PRESENTATA DAL CON SIGLIERE
COMUNALE GIOENZO RENZI NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO CO MUNALE DEL
24/05/2018.
9 MOZIONE INERENTE: “INSTALLAZIONE PANNELLI ELETTRO NICI
INFORMATIVI”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE M ATTEO
ZOCCARATO NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 27 /09/2018. 1

10 MOZIONE INERENTE: “EMERGENZA VANDALIZZAZIONI DEL PATRIMONIO
CULTURALE” PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE CARL O RUFO
SPINA NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 16/10/ 2018.
11 MOZIONE INERENTE: “QUARTIERE PADULLI : TRASPORTO PUBBLICO –
VIABILITÀ INTERNA – ACQUA PUBBLICA- ZONA SGAMBAMENT O CANI.” ,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MARCELLO NICOL A NELLA
SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 13/09/2018.
12 MOZIONE INERENTE: PASSI CARRAI – MODIFICHE ALLA DELIBERA N 48 DEL
14.09.2017 ED ALLA DELIBERA SULLA TASSAZIONE N° 81 del 19/12/2017
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MARCELLO NICOLA NELLA
SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 13/09/2018.
13 MOZIONE INERENTE: “REALIZZARE LA CONDOTTA FOGNAR IA PREVISTA
ALL’INTERNO DEI PARCHI CERVI, BONDI, FABBRI, CON IL
“MICROTUNNELING” PER SALVARE 100 ALBERI DALL’ABBAT TIMENTO.”,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE GIOENZO RENZI A LLA
PRESIDENZA DI CONSIGLIO COMUNALE IL 10/10/2018.
14 MOZIONE INERENTE: “AGEVOLAZIONI TARI, E MISURE D I SOSTEGNO PER LE
FAMIGLIE INDIGENTI.”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE CO MUNALE MAURO
GENNARO NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 29/0 5/2018.
15 MOZIONE INERENTE: “PARCHEGGI OSPEDALE DI VIA SET TEMBRINI/ORARI
OBITORIO.”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MAR CELLO NICOLA
NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 08/02/2018.
16 MOZIONE INERENTE: “POLITICHE A SOSTEGNO DELLE NA SCITE E DELLE
GIOVANI FAMIGLIE RIMINESI”, PRESENTATA DAL CONSIGLI ERE COMUNALE
MATTEO ZOCCARATO NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL
28/09/2017.
17 MOZIONE INERENTE : “BACINO PONTE DI TIBERIO”, PR ESENTATA DAL
CONSIGLIERE COMUNALE GENNARO MAURO NELLA SEDUTA CON SILIARE
DEL 29/11/2018.
18 MOZIONE INERENTE: “INNOVAZIONE DIGITALE ”, PRESE NTATA DAL
CONSIGLIERE COMUNALE MARZIO PECCI NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO
COMUNALE DEL 14/06/2018.
19 MOZIONE INERENTE: “GIOVANI”, PRESENTATA DAL CONS IGLIERE
COMUNALE MARZIO PECCI NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO CO MUNALE DEL
21/06/2018.
20 MOZIONE INERENTE: “MERCATO COPERTO ”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE
COMUNALE MARZIO PECCI NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO CO MUNALE DEL
23/11/2017.
21 MOZIONE INERENTE: “RICHIESTA DI RIMOZIONE DOSSI ARTIFICIALI IN VIA
ZANOTTI.”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MARC ELLO NICOLA
NELLA SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 17/01/2019. 2

46 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “NOI SIRIANI”, PROPO STA DI PACE DEI
PROFUGHI” PRESENTATO DAI CONSIGLIERI COMUNALI KRIST IAN
GIANFREDA, MARIO ERBETTA, ENRICO PICCARI, LUCA PASI NI, LUIGI
CAMPORESI, CARLO RUFO SPINA, ALLA PRESIDENZA DEL CO NSIGLIO IL
20/04/2018.
47 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “CAMPAGNA CONTRO I P RODOTTI DI
PLASTICA USA E GETTA”, PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA COMUNALE
GIORGIA BELLUCCI, ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COM UNALE IL
02/08/2018.
48 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “CONTRO LA DECISIONE ASSUNTA DAL
SENATO DELLA REPUBBLICA DI DEFINANZIARE IL PIANO PE R LA
RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE URBANE CON IL PROV VEDIMENTO
RICONVERSIONE DEL COSIDDETTO “DECRETO MILLEPROROGHE . ”,
PRESENTATO DAL CONSIGLIERE COMUNALE ENRICO PICCARI ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IL 09/08/2018.
49 ORDINE DEL GIORNO INERENTE : “POLITICHE A FAVORE DELLE FAMIGLIE”,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERECOMUNALE KRISTIAN GIANFR EDA ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IL 19/02/2019.
50 ORDINE DEL GIORNO INERENTE : ”INTITOLAZIONE DELL O STADIO DEI PIRATI
A RINO ZANGHERI”, PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNA LE CARLO
RUFO SPINA, ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IL 29/03/2019.
51 ORDINE DEL GIORNO INERENTE:” IL SINDACO CHIEDA AL MINISTRO
DELL’INTERNO LUCIANA LAMORGESE IL RISPETTO DEL PATT O DELLA
SICUREZZA CON LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA QUESTURA IN VIA UGO
BASSI” PRESENTATO DAL CONSIGLIERE COMUNALE GIOENZO RENZI ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO IL 03/10/2019.
52 ORDINE DEL GIORNO INERENTE:”REALIZZAZIONE PARCHE GGIO PADULLI
TRA CIVICO 34 E CIVICO 38″ PRESENTATO DAL CONSIGLIE RE LUCA PASINI
ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO IL 19/12/2019.
53 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “EMERGENZA CORONAVIR US COVID-19”,
PRESENTATO DAL CONSIGLIERE COMUNALE MARCELLO NICO LA ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IL GIORNO 18/03/2 020.
54 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “ INDENNITÀ AL PERSO NALE SANITARIO
PER EMERGENZA COVID 19”, PRESENTATO DAL CONSIGLIERE COMUNALE
MARCELLO NICOLA ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUN ALE IL
GIORNO 08/04/2020.
55 ORDINE DEL GIORNO INERENTE :” APPELLO AFFINCHE’ L’ITALIA SI RENDA
PROMOTRICE DI UNA DEVOLUZIONE DI FUNZIONI CHE COMPO RTI
L’ATTRIBUZIONE ALL’UNIONE EUROPEA DI ADEGUATI ED EF FETTIVI POTERI
DI GOVERNO DELLE EMERGENZE SANITARIE TRANSNAZIONALI ” ,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE MIRCO MURATORI NELLA
SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE DEL 02/07/2020. 5

56 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “PALE EOLICHE OFF-SH ORE TRA COSTI,
UTILITA’ E COMPATIBILITA’ AMBIENTALE”, PRESENTATO D AL CONSIGLIERE
COMUNALE CARLO RUFO SPINA ALLA PRESIDENZA DEL CONSI GLIO IL
13/07/2020.
57 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “LEGGE NAZIONALE SUL LA SICUREZZA:
PERCHE’ QUELLO CHE SUCCEDE AD HONG KONG CI RIGUARDA .”,
PRESENTATA DAL CONSIGLIERE COMUNALE GIORGIA BELLUCC I ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 23/07/202 0.
58 ORDINE DEL GIORNO INERENTE:” SOSTEGNO ALL’APPROVAZI ONE DELLA
PROPOSTA DI LEGGE:”MISURE DI PREVENZIONE E CONTRAST O DELLA
DISCRIMINAZIONE E DELLA VIOLENZA PER MOTIVI LEGATI AL SESSO, AL
GENERE, ALL’ORIENTAMENTO SESSUALE E ALL’IDENTITA’ D I GENERE””,
PRESENTATA DALLA CONSIGLIERA COMUNALE GIULIA CORAZZ I ALLA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE IL 01/10/2020
59 ORDINE DEL GIORNO INERENTE: “INTITOLAZIONE TOPONOMA STICA A
NORMA COSSETTO”, PRESENTATO DAL CONSIGLIERE COMUNAL E CARLO
RUFO SPINA ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO IL 15/10/2 020.