San Giovanni in Marignano. Borgo, suolo pubblico gratuito

image_pdfimage_print

 

 

Borgo, suolo  pubblico gratuito.

Nell’ultima giunta del 25 maggio approvati i criteri per la concessione a favore degli operatori nell’ottica della valorizzazione dell’apertura all’esterno in tutta sicurezza.
L’amministrazione ha deciso di capitalizzare i proficui incontri con le associazioni di categoria, prevedendo di concedere fino al 31 ottobre le proprie aree pubbliche per agevolare il più possibile la ripartenza dei pubblici esercizi di somministrazione, attraverso un procedimento amministrativo semplificato e senza particolari limitazioni.

E’ stata prevista la possibilità di occupare il suolo pubblico a tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande con modalità autorizzative particolarmente snelle, sino a prevedere la formula del provvedimento tacito (silenzio assenso) trascorsi 7 giorni dalla domanda e senza prefissare alcun limite dimensionale alle richieste. Con questa scelta l’Amministrazione Comunale, da sempre vicina alle esigenze delle proprie imprese, ha inoltre inteso garantire lo svolgimento delle suddette attività in piena sicurezza, limitando il più possibile la permanenza degli utenti in luoghi chiusi ed allargando l’estensione per evitare pericolosi assembramenti all’aperto.

La giunta ha deciso di prevedere la costituzione di un fondo ad hoc per il rimborso dell’imposta di occupazione suolo pubblico, versato sia dagli operatori in sede fissa che dagli ambulanti, che si concretizzerà in occasione della prossima variazione di bilancio, con un contributo a favore degli operatori commerciali al fine di restituire la quota parte di tributo per l’occupazione non goduta in occasione dell’applicazione delle misure di lockdown.
Oltre a questo è stata stabilita la pedonalizzazione del centro storico tutte le sere dalle 19.30 del pomeriggio fino al mattino successivo e nel fine settimana, così da permettere ai visitatori la piena riscoperta del borgo in tutta la sua storicità e bellezza, senza l’ostacolo delle autovetture parcheggiate e contemporaneamente frequentare i locali del centro in tutta sicurezza.

“Con questa decisione” commenta il sindaco Daniele Morelli “abbiamo deciso di arrivare ad una soluzione condivisa con gli stessi operatori e non calata dall’alto, che potesse da un lato dare agli stessi una concreta possibilità di ripartenza e, dall’altro, permettere loro di rispettare appieno i protocolli di sicurezza e distanziamento sociale. Siamo consapevoli che ci aspetta un periodo non semplice per la nostra economia ma vogliamo essere al fianco dei nostri operatori così come dimostrato con questo provvedimento, per assecondare e sostenere il più possibile chi ha la volontà di riaprire nonostante le tante difficoltà presenti. Speriamo che in tantissimi cittadini e turisti possano venire a trovarci durante il periodo estivo ed apprezzare la bellezza del nostro borgo e la bontà delle nostre proposte enogastronomiche in un’atmosfera davvero magica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni