San Clemente (Rimini). Comune, crisi Covid-19: meno entrate per almeno 300mila euro

image_pdfimage_print

Il sindaco Mirna Cecchini

Comune, crisi Covid-19: meno entrate.

IMU: si prevede un minore incasso per il Comune del 10%.

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF: si prevede una diminuzione delle entrate pari al 20% entro l’anno.

TARI: graveranno sul bilancio comunale le ulteriori agevolazioni da corrispondere alle utenze non domestiche, fatto salvo un eventuale contributo della Regione se riconosciuto.

Relativamente al pagamento della TARI e dell’IMU, il Comune di San Clemente ha già avviato le procedure d’accertamento ai fini della lotta all’evasione fiscale. Un atto dovuto, al quale l’amministrazione non si può sottrarre.

ICP, PUBBLICHE AFFISSIONI E COSAP: ad oggi mancano circa 28mila euro. Inoltre, il concessionario che si occupa della riscossione ha evidenziato gravi difficoltà e per tale motivo ha chiesto di aumentare l’aggio dal 15,3% al 50% per le pubbliche affissioni e al 17,8% per i tributi minori.

DIRITTI DI SEGRETERIA: meno di 10mila euro quelli incassati rispetto ai 35mila previsti.

Complessivamente le entrate del Titolo Terzo, derivanti dalla vendita e dall’erogazione dei servizi si attestano a 81mila euro, NE MANCANO 300mila.

E, ancora:

NIDO-MATERNA-TRASPORTO SCOLASTICO: rette completamente azzerate nel periodo di chiusura ma le cooperative che svolgono il servizio richiederanno comunque il saldo di una quota per far fronte ai costi fissi. Previsti altresì i rimborsi per il trasporto scolastico non usufruito nel secondo quadrimestre.

MENSA: i buoni pasto non sono stati pagati, ma l’affidatario del servizio chiederà il rimborso dei costi fissi per circa 20mila: un ulteriore esborso derivante dall’emergenza Covid-19. A ciò si aggiungono altri oneri per le utenze, ovvero 17.500 euro: la chiusura delle scuole è scattata alla fine della stagione invernale e dunque il costo del riscaldamento risulta lo stesso elevato. Senza dimenticare le maggiori spese a favore dell’Unione Valconca per 22mila euro e altri 26mila euro circa per l’assistenza ai minori in struttura: la spesa è salita da 40mila a oltre 65mila euro.

CONGUAGLIO DEL FONDO DA 3 MILIARDI DI EURO PER L’EMERGENZA COVID-19: siamo in attesa dell’erogazione a favore del Comune di San Clemente per 250mila euro (a seguito della conversione in legge del DL 24/2020). Queste risorse, è bene sottolinearlo, non potranno però essere impiegate a totale discrezione dell’Ente (come gli asfalti delle strade, tanto per capirci) in quanto correlate all’emergenza da Coronavirus.

Ils indaco Mirna Cecchini:  “E’ necessario che i miei cittadini sappiano: l’obiettivo di fondo è il non aumento della pressione fiscale. Ogni intervento futuro, incluso il più sollecitato e ben presente all’amministrazione, dovrà sottostare, alla luce delle considerazioni fatte, ad un rigido schema di priorità. Il periodo che mi aspetta come sindaca sarà molto più complicato e difficile rispetto al recente passato. Dovrò con estrema attenzione e determinazione reperire finanziamenti utili a rispondere alle legittime esigenze della mia comunità. Affronterò il percorso con la massima dedizione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni