Morciano di Romagna. Monumento di Arnaldo Pomodoro, vasca piena di sassi… Chi li ha gettati?

 

Monumento di Arnaldo Pomodoro, vasca piena di sassi… Chi li ha buttati?  Non c’è pace per Piazza Boccioni. Costruita negli anni ’80, mai inaugurata, il sindaco Giorgio Ciotti ci ha appena messo mano. Ha dimezzato la vasca piena d’acqua. E’ stata portata della terra piena di sassi, conchiglie, giornali…  La noia fa accendere la lampadina agli sfaccendati… Bonificano la terra dagli intrusi; raccolgono le pietre e le gettano nella vasca. Hanno il buon senso di non colpire il monumento di livello mondiale… Potevano fare dei cumuli e venderli; le pietre sono ben pagate…




Morciano di Romagna. Il sindaco Giorgio Ciotti: “Sospetto Coronavirus, attenzione agli allarmismi sul nome morcianese”

Morciano. Palazzo comunale

Morciano. Palazzo comunale

 

Il sindaco Giorgio Ciotti: “Sospetto Coronavirus, attenzione agli allarmismi sul nome morcianese”. “In merito alle notizie diffuse inerenti l’individuazione di un caso sospetto residente a Morciano si sottolinea che ciò non è confermato. Si sottolinea la necessità di attenersi a notizie ufficiali al fine di non ingenerare inutili e dannosi allarmismi”.




Pesaro. Arriva la spiaggia per cani in fondo al curvone di via Parigi

 

Arriva la spiaggia per cani in fondo al curvone di via Parigi.   «Lo spazio interessato – dice il sindaco Matteo Ricci – è un tratto di spiaggia gratuita di 52 metri, che sarà delimitata e segnalata con cartelli recanti il regolamento. Potranno accedere solo animali al guinzaglio, dotati di microchip o altro documento idoneo ai sensi della normativa vigente in materia. Polizia locale e Guardia costiera dedicheranno il loro servizio al controllo dell’area. Le oasi naturalistiche urbane della duna verranno chiaramente preservate. Una grande opportunità per i cittadini ma anche per tutti i turisti che verranno a soggiornare in citta, calcolando che oggi un turista su quattro si sposta scegliendo luoghi attrezzati per questo».




Rimini. Superstrada di San Marino, a 156 km/h. Nel 2020 ritirate 23 patenti

Superstrada di San Marino, a 156 km/h. Nel 2020 ritirate 23 patenti.
Le velocità registrate dai telelaser della Polizia locale.
Sfrecciando a 150km all’ora lungo la Superstrada di San Marino, nel bel mezzo di un pomeriggio di febbraio. E’ la velocità spaventosa registrata pochi giorni fa,  dove si impone che non si possano superare i 70km/h. Pena: sospensione della patente di guida da 6 a 12 mesi, decurtazione di 10 punti ed una multa di 847 euro.
“Superare il limite di 50, 60, 70 km orari significa non avere la consapevolezza di quale pericolo si crea, per la propria sicurezza e per gli altri utenti della strada – sottolinea l’assessore alla Polizia Locale Jamil Sadegholvaad – I due casi record rilevati sulla Superstrada di San Marino si aggiungono a tante altre infrazioni rilevate sulla stessa arteria stradale, con punte di velocità anche fino a 130km/H, che ne fanno una di quelle dove si tende a correre di più, come anche dimostrano le segnalazioni dei cittadini. Telelaser, scoutspeed, autovelox fissi sono strumentazioni indispensabili a supporto delle nostre pattuglie per scoraggiare certe abitudini pericolose e sanzionare chi mette a rischio l’incolumità di tutti. Non mi stancherò mai di ricordare che la violazione dei limiti di velocità non solo è tra le maggiori cause di incidenti stradali ma è anche quella che ne determina i peggiori effetti. Sono gli stessi cittadini a chiedere controlli e strumenti per monitorare e sanzionare questi comportamenti, preoccupati per la loro sicurezza. Per questo la Polizia Locale per quanto di sua competenza continuerà nell’intensa attività di controllo attraverso tutti gli strumenti a disposizione”.  



Morciano di Romagna. Fiera San Gregorio 2020, preparazione sospesa fino al primo marzo

 

 

Fiera San Gregorio 2020, preparazione sospesa fino al primo marzo.
A seguito della riunione tenutasi in mattinata presso la Prefettura di Rimini e vista l’ordinanza del presidente della Regione Emilia-Romagna unitamente al ministro della Salute il sindaco ha disposto la sospensione delle attività preparatorie della Fiera di San Gregorio ed il divieto di stazionamento di mezzi quali caravan, roulotte o quant’altro per i titolari delle attrazioni del parco divertimenti e commercianti su aree pubbliche nelle aree previste per la protezione civile. Le determinazioni in merito alla Fiera di San Gregorio verranno assunte sulla base delle eventuali ulteriori determinazioni degli organi regionali e nazionali dopo il primo marzo.




Pesaro. Coronavirus, tutto aperto. Nessun caso

Coronavirus, tutto aperto. Nessun caso. «Tutti i casi sospetti oggi sono risultati negativi. Quindi la provincia di Pesaro e Urbino e le Marche sono nella fascia verde, cioè al momento non si registrano problemi particolari. Domani (martedì 25 febbraio) a Pesaro tutte le scuole saranno aperte, tutte le attività continueranno normalmente. Atteniamoci al decalogo del ministero della Salute, ma invito di nuovo alla calma perché il panico può creare più danni del virus. Il prefetto ha fatto un ottimo lavoro di sintesi». Così Matteo Ricci su facebook nell’ultimo notiziario per gli aggiornamenti coronavirus su Pesaro, dopo il comitato provinciale di sicurezza in prefettura. Al tavolo per il Comune anche gli assessori Mila Della Dora (Salute) e Riccardo Pozzi (Sicurezza e Polizia locale): «Domani mattina ci sarà un incontro nazionale con il presidente del Consiglio Conte e tutti i presidenti di Regione che decideranno eventuali altre disposizioni. Ovviamente la situazione è in evoluzione e potrebbe cambiare continuamente: domani mattina faremo un primo aggiornamento dopo la riunione del comitato nazionale. E forse nel pomeriggio il prefetto convocherà di nuovo il tavolo provinciale. Noi continueremo a informarvi sulla situazione», conclude Ricci.