Cattolica. Turismo, fiere a Bruxelles, Strasburgo, Monaco e Budapest

Turismo, fiere a Bruxelles, Strasburgo, Monaco e Budapest. In Belgio sino a domenica, seguiranno le tappe di Strasburgo, Monaco e Budapest. L’Assessore Nicoletta Olivieri: “Raccontiamo il nostro territorio dal mare all’entroterra”

A Bruxelles per la 62ª edizione del “Salon Des Vacances 2020” che ha aperto i battenti quest’oggi 6 febbraio. Fino a domenica l’amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore al Turismo Nicoletta Olivieri, insieme ed in collaborazione con il Consorzio VisitCattolica è in Belgio per la prima di quattro fiere dedicate al turismo in febbraio.

Seguiranno la Francia, con Strasburgo “Tourissimo” dal 14 al 16; la Germania, con Monaco “F.re.e”, ed infine l’Ungheria con “Travel Budapest”. “Fieri di essere in fiera, siamo qui – dice l’assessore Olivieri – per raccontare al meglio il nostro territorio, dal mare all’entroterra. Oggi abbiamo iniziato con una accoglienza fantastica, il clima ci ha regalato un sole meraviglioso ed i padiglioni dell’esposizione hanno visto una affluenza massiccia di visitatori”. “Porteremo Cattolica – afferma Massimo Cavalieri, presidente Aia e VisitCattolica – in giro per l’Europa. Parteciperemo a 4 fiere che vantano un’affluenza pari a 245.000 visitatori stranieri”.
Negli ultimi anni grande richiamo ed eco hanno ricevuto anche gli eventi del Wein Tour, della Granfondo degli Squali, del Motor Beach Circus, collaterali al Moto GP di San Marino, e della “Notte Rosa”.



Santarcangelo di Romagna. Popolazione stabile a 22.397 abitanti. Scendono i matrimoni. 150 nati nel 2019

Popolazione stabile a 22.397 abitanti. In aumento i nuclei familiari, scendono invece i matrimoni.
150 i bambini nati nel 2019.
Si conferma stabile la popolazione nel comune di Santarcangelo: sono 22.397, infatti, i residenti al 31 dicembre 2019 – di cui 10.811 maschi e 11.586 femmine – contro i 22.295 dell’anno precedente. Aumentano di circa 70 unità i nuclei familiari che raggiungono quota 9.049, tra cui 36 convivenze di fatto (ai sensi della legge 76/2016). In leggera diminuzione, invece, i nati che passano da 155 a 150 e che, a fronte di 222 deceduti portano a un saldo naturale negativo (-72), in aumento rispetto al 2018 (-51).
Quasi 900 le persone che hanno spostato la propria residenza a Santarcangelo – di cui 746 provenienti da altri comuni e 104 dall’estero – mentre sono 714 le cancellazioni. Sono 314 i cittadini comunitari e 1.622 i residenti con cittadinanza in un paese extra UE, tra cui le comunità più popolose sono quelle di nazionalità albanese (353), cinese (320) e marocchina (237).
Nel corso dell’anno appena concluso diminuisce il numero dei matrimoni celebrati a Santarcangelo – 83 nel 2019 contro 107 del 2018 – con una prevalenza di riti civili (47) rispetto a quelli religiosi (36), mentre sono due le unioni civili celebrate e 12 gli accordi di separazione e divorzio.
Quanto ai nomi più comuni per i nuovi nati, i primi in classifica sono Aurora per le femmine, Lorenzo e Tommaso per i maschi.



Rimini. Economia circolare in convegno, grande successo

Economia circolare in convegno, grande successo della tavola rotonda nella Sala “San Gaudenzo”.
Ambiente, economia e società: affrontare ora la sfida si può e si deve.
Dopo la lettura della Laudato si’ di San Francesco, che ha dato il titolo anche all’enciclica più volte richiamata di Papa Francesco, è stato il Vescovo di Rimini il primo ad intervenire. “Il tema economico, ambientale e sociale è drammatico, e va affrontato qui ed ora. A pagarne maggiormente le spese di un’economia non legata alla terra, sono i giovani” ha detto mons. Francesco Lambiasi.
“Noi siamo la prima società a produrre rifiuti in maniera esponenziale, e non sappiamo smaltirli. – ha ricordato il direttore dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro, don Pierpaolo Conti – Inoltre, prendiamo le risorse dalla natura come se fossero inesauribili, ma non è così. «Usa e getta» è una frase – e un comportamento – icona di una crisi che sottende un modello di economia, società e futuro. Ci va bene questo modello?”.
L’economia circolare è una risposta, “una forma nuova che genera anche nuove figure professionali, come la mia. – ha detto Andrea Ragazzini, Chief Value Officer della Società Benefit Sara Cirone Group – Aiuto le aziende ad individuare indicatori non solo economici-finanziari ma anche la sostenibilità e i capitali intangibilità, non presenti in bilancio”.
“Attribuire a tutte le persone la stessa dignità, è un indice importante di una economia per l’uomo. – è uno dei passaggi del contributo del Vicesindaco di Rimini, Gloria Lisi – E anche l’idea di città deve considerare questi aspetti, nel rispetto e nella valorizzazione delle peculiarità di tutti i suoi abitanti”.
Ogni azione personale ha un impatto sull’economia, sull’ambiente e sulla società: dall’utilizzo del mezzo di trasporto agli acquisti, persino quelli online. – ha fatto notare l’economista Primo Silvestri, direttore del mensile Tutto Romagna Economia – Non si tratta di avversare le innovazioni ma di governare in maniera umana il cambiamento, per non distruggere ad esempio luoghi di relazione e socialità come i centri storici”.
Accompagnato da slide e video, l’intervento di Roberto Ossani (docente di Design della Comunicazione ISIA Faenza) era incentrato sul design e sull’impatto ambientale di ogni progetto. A partire dal TrattoPen “invenzione del 1976, i cui forellini per l’aria sul tappo sono stati realizzati per evitare che i bambini ingerendoli potessero soffocare. Ogni progetto guarda al futuro ma la creatività deve anche tener conto delle sue conseguenze. E un bravo designer si preoccupa di tutto il progetto, persino del fine vita dell’oggetto creato: è un’assunzione di responsabilità”.
Bruno Bargellini, presidente dell’azienda Top Automazioni di Poggio Torriana: “I pezzi utilizzati in azienda sono riciclabili, e dagli scarti di ferro abbiamo costruito una nuova macchina. – ha raccontato l’imprenditore – Siamo un’impresa etica, e oltre all’ambiente prestiamo tanta attenzione alle persone, al welfare aziendale”. Palestra, visite mediche in azienda, parco giochi aziendale per bambini, mamme e nonni, musica scelta dai dipendenti, orari flessibili: sono alcune delle iniziative adottate da Top Automazioni. “L’azienda è una grande famiglia: se stiamo bene tutti, viviamo meglio e siamo anche più produttivi. E i risultati lo confermano”.
Modelli di crescita fondati sul riuso, il riciclo e lo smaltimento ecologico. Il tutto al fine di sviluppare un pensiero che porti a maggior equità sociale e al rispetto dell’ambiente.
Le attese di equità e giustizia e l’invito ad avere a cuore la “cura della casa comune” contenute nell’enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco stanno diventando sempre più impellenti. Lo si comprende dagli squilibri sempre più evidenti in tutto il pianeta e nelle emergenze sanitarie e ambientali che in questi ultimi tempi si stanno manifestando in ogni parte del mondo. Proprio per questo Papa Francesco ha invitato i giovani economisti, studiosi, imprenditori, ricercatori ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020 per stipulare un patto che porti ad un nuovo modello di sviluppo economico, quella che dallo stesso pontefice è stata definita The economy of Francesco, sulle orme del Santo di Assisi.
È proprio sui temi di questa economia, definita dal Papa “ecologia integrale”, che è stata indetta la tavola rotonda dedicata all’Economia circolare, il 5 febbraio nella Sala “San Gaudenzo”.
L’incontro riminese faceva parte di una roadshow che sta attraversando queste sette città per confrontarsi con il mondo del lavoro e delle imprese, delle organizzazioni di categoria, delle istituzioni e della società civile, al fine di accrescere la consapevolezza attorno a un modello culturale d’impronta umanistica che porti a un nuovo sviluppo equo e sostenibile nelle comunità territoriali.
Organizzata da Sara Cirone Group Società Benefit con il settimanale cattolico ilPonte e l’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di, Rimini, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune di Rimini, Diocesi di Rimini e Associazione Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.
I partner:
Confindustria Romagna, Organismo Italiano Business Reporting, CdO Rimini, Cisl Romagna, Gioc/Mcl Rimini, Assobenefit, Associazione Italiana per la direzione del personale Emilia-Romagna (AIDP), Acli provinciali Rimini, Azione Cattolica Emilia Romagna, Caritas Diocesana Rimini, Movimento dei Focolari Rimini, Campo Lavoro Missionario, Federazione Italiana Settimanali Cattolici (FISC).
Media partner: Gruppo Icaro



Bellaria. Fiera di Sant’Apollonia, da non perdere l’8 e 9 febbraio

Fiera di Sant’Apollonia, da non perdere.
Il programma di sabato 8 febbraio prevede in piazzetta Fellini l’esibizione degli allevi di hip hop e hells della scuola “Tilt danza e teatro”; musica protagonista anche con l’esibizione dei bambini e dei ragazzi che seguono i corsi di canto e strumento alla Scuola comunale di musica “Glenn Gould”. Alle 17.00 al Teatro Astra, appuntamento con il dialetto romagnolo, grazie allo spettacolo “la S-ciuptèda”, componimento in versi che narra uno degli omicidi impuniti più noti della letteratura italiana: quello di Ruggero Pascoli. Cinque monologhi frutto della penna di Gianfranco Miro Gori, a cavallo fra ricostruzione storica, racconto orale e invenzione narrativa, interpretati da Lorenzo Scarponi. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.Domenica 9 febbraio, nel giorno della Patrona, è di nuovo festa. Sempre in piazzetta Fellini, a partire dalle ore 15, l’esibizione di danza degli allevi della scuola “New Street Hip Hop School”. Al termine, la premiazione del 16° concorso “Mare Nostrum – un mare d’amare” organizzato dal Circolo Diportisti; a seguire, esibizioni di flamenco e tip tap, realizzate dalle scuole Viento del Sur e Tilt. Poi ancora alle ore 17.00 musica dal vivo dal sapore country, sonorità rock, folk, jazz ma anche caraibiche con  “Vizi Capitali”, al secolo Paolo Faetanini affiancato dal sassofonista Luca Quadrelli.

Sia sabato che domenica, in piazza Matteotti la musica e l’allegria di Dj Bicio, a cura di Moto Time Vespa Club. Non mancheranno, lungo tutte le vie del centro, stand e specialità della migliore gastronomia romagnola e italiana, senza dimenticare, in piazza del Popolo, il tradizionale Luna Park, aperto fino a metà mese.

IL BRIVIDO DELLA VELOCITA’ COL SIMULTAORE LAMBORGHINI

Una grande sorpresa attenderà i visitatori della Fiera, nelle giornate di sabato 8 e domenica 9. Dopo la presentazione al Lingotto di Torino, un nuovo simulatore della Squadra Corse Lamborghini farà infatti il suo ”esordio” proprio a Bellaria Igea Marina. Chi vorrà provare il brivido della velocità, potrà farlo sia la mattina che il pomeriggio: sarà anche protagonista di una buona azione, visto che i proventi verranno devoluti in beneficienza.

GALLI: “BELLARIA IGEA MARINA CELEBRA LA SUA IDENTITA’, PRONTA AD ACCOGLIERE TANTI VISITATORI”; PARCHEGGI GRATUITI NEI GIORNI DI FESTA.

“ Ci prepariamo a una festa che, come nella migliore tradizione, celebrerà Bellaria Igea Marina ed il suo senso di comunità”, commenta l’Assessore al Turismo Bruno Galli. “ Positiva la presenza di comitati e mondo associativo locale, preziosi nell’organizzazione e pronti a illustrare le proprie attività alla cittadinanza durante i giorni della fiera. Una manifestazione pensata anche per i tanti provenienti da fuori città che sceglieranno Bellaria Igea Marina. Anche per questo, nel fine settimana di Sant’Apollonia ed in quello di San Valentino, tutti i parcheggi della città saranno completamente gratuiti”; un provvedimento, quest’ultimo, che si affianca ad altre misure istituite nel centro di Bellaria in tema di viabilità, per consentire il regolare svolgimento delle manifestazioni: l’ordinanza integrale è consultabile su www.comune.bellaria-igea-marina.rn.it.