Verucchio. A Villa Verucchio la 30^ edizione della Fira de Bagoin

A Villa Verucchio la 30^ edizione della Fira de Bagoin. Tre giorni con la tradizione culinaria. Stand riscaldato, musica, spettacolo per tutta la famiglia e la smettitura in diretta dell’animale di cui non si butta via niente. Appuntamento irrinunciabile per i buongustai, i curiosi e gli appassionati di tradizioni. Da venerdì 10 a domenica 12 gennaio appuntamento (uno dei più longevi del genere di tutta la provincia) organizzato dalla associazione Pro Loco con il patrocinio del Comune di Verucchio.
In piazza Europa dalle ore 19 stand gastronomici e buona musica,
ad ingresso libero.
Venerdì 10 gennaio: apertura stand dalle ore 19.00.
Dalle ore 20.00 si canta e si balla con Luana Babini e la sua orchestra.
Sabato 11 gennaio: stand aperto anche a pranzo, dalle 12.00 alle 15.00, e a cena dalle 19.00.
Dalle 20.00 musica, giochi e risate per grandi e piccini con Paolo Casadei e Magicalia Giochi giganti tradizionali. Divertimento a misura di famiglia.
Domenica 12 gennaio: dalle ore 10.00 smettitura del maiale ”come una volta”, in cui si preparano salami, salsicce, cotechini e chi più ne ha più ne metta!
Mercato e stand aperto per tutta la giornata.
Durante la giornata si balla con l’orchestra “Cristian Casadei”.
Il menù prevede:
Tagliatelle al ragù
Maltagliati con i fagioli
Polenta ragù salsiccia e costarelle
Cotiche con i fagioli
Piadine farcite
Erbe cotte
Cavoli
Patatine Fritte
Fiocchetti

Attorno alla grande tensotruttura (15 per 40 mt, riscaldata e ad ingresso libero), in piazza Europa e nel parcheggio retrostante saranno presenti 90 banchi di ambulanti con varie offerte merceologiche.
Novità 2020: Via Marecchiese quest’anno non sarà chiusa al traffico nel centro del paese alla domenica, come da tradizione, a causa della chiusura del ponte di Ponte Verucchio, per limitare i disagi già arrecati dalla chiusura stessa alla viabilità.
La “Fira” durerà tre giorni, e non più due come in altri anni, per soddisfare una richiesta di pubblico sempre più pressante.
“Senza la preziosa opera dei volontari (circa cinquanta), uomini, donne e anche giovani, questa festa non esisterebbe” dice il presidente della Pro Loco Arrigo Filippucci.
Alcuni dei tanti volontari in azione superano allegramente anche gli 80 anni di età.

Info: Pro Loco Verucchio, piazza Malatesta, 20 – 47826 Verucchio (RN)
tel. 0541.670222
ufficioiat@prolocoverucchio.it
Pagina Facebook Pro Loco Verucchio



Rimini. Il Gruppo Maggioli (2000 collaboratori) riuniti al Palacongressi. Bilancio positivo

Cristina Maggioli, figlia del fondatore
Il Gruppo Maggioli (2000 collaboratori) riuniti al Palacongressi. Il Gruppo Maggioli, bilancio positivo per il 2019
A “Maggiolinsieme2019”  è stata l’occasione per condividere le strategie di sviluppo per i prossimi anni e per guardare a un futuro che vede sempre più il Gruppo Maggioli nel ruolo di protagonista nei processi di innovazione della pubblica amministrazione e delle aziende, e, quindi, del Paese.
Attorno a un modo unico e distintivo di essere e fare Impresa – che si fonda sui concetti di identità, comunità, integrazione, innovazione e progresso, si sono avvicendati sul palco Manlio Maggioli, l’amministratore delegato Paolo Maggioli e il direttore risorse umane Cristina Maggioli. Quest’ultima che ha commentato: “È stato un piacere condividere con tutti i colleghi i risultati di uno straordinario 2019 e i progetti che ci vedranno ingaggiati nel 2020 e negli anni a venire. Sostenibilità, responsabilità sociale, innovazione costante e formazione continua sono e resteranno le parole chiave con cui progetteremo il nostro futuro, naturalmente continuando ad investire nella cura e nello sviluppo delle nostre persone”.
GRUPPO MAGGIOLI
Conoscenza e tecnologia sono le nostre passioni e il nostro business, che trovano forma e sostanza nella mission del Gruppo che risponde alle richieste di un mercato in cerca di Partner affidabili: offrire alle organizzazioni pubbliche e private, in Italia e all’estero, servizi e prodotti di eccellenza per favorire l’innovazione tecnologica e di processo; coltivare e diffondere cultura, creatività e talento attraverso un team di risorse competenti e professionali.
Consolidata la leadership Italiana, abbiamo avviato lo sviluppo nel mercato Europeo ed Internazionale portando oltre confine competenza, conoscenza e tecnologia che si trasforma in prodotti, servizi e soluzioni integrate per la digitalizzazione e la semplificazione dei processi dell’Amministrazione Centrale e Locale, a beneficio di cittadini e imprese.
Da oltre 20 anni è attiva a Bruxelles (Belgio) una sede di rappresentanza che garantisce al Gruppo la visibilità nell’ambito delle Istituzioni Europee, svolge attività di ricerca/sviluppo e cura la partecipazione a Progetti Europei. Siamo presenti in Spagna con le società Atm DOS Sl, Infaplic s.a. e Galileo s.a. – Ingenieria y Servicios. Maggioli Latam, a Bogotà, è invece la new-company controllata in Colombia.
Oltre 2.000 i collaboratori Maggioli attivi tra Italia ed estero (58% uomini e 42% donne) con età media di 42 anni (20% sotto i 30 anni): a loro è riservato il progetto Maggiolinsieme per promuovere iniziative di responsabilità sociale di impresa.
La sede centrale è a Santarcangelo di Romagna (prov. Rimini) ed in Italia il Gruppo è presente sull’intero territorio con 3 Filiali (Milano, Bologna, Roma), 6 Sedi Commerciali (Udine, Cremona, Piacenza, Reggio Emilia, Sesto Fiorentino – FI, Catanzaro) e 26 Sedi Tecnico/Commerciali.



Rimini. Ordine commercialisti, convegno pubblico reddito di cittadinanza e salario minimo

Ordine commercialisti, convegno pubblico reddito di cittadinanza e salario minimo. Appuntmento:  venerdì 10 gennaio dall’Ordine dei Commercialisti di Rimini dalle 15 alla Sala del Giudizio del Museo Tonini di Rimini.

Il programma prevede i saluti del Comune di Rimini, che patrocina l’appuntamento, con l’intervento dell’assessore Gian Luca Brasini e a seguire quello del presidente dell’ordine dei commercialisti, Giuseppe Savioli.

Sul salario minimo ci sarà una relazione di Cinzia Brunazzo (Direttore Scientifico Gruppo ODCEC Area Lavoro) e a seguire una tavola rotonda sul tema del reddito di cittadinanza introdotta dal commercialista riminese Maurizio Falcioni.

Interverranno: On. Francesca Pugliesi (Sottosegretario Ministero del Lavoro), Raffaella D’Atri (Capo Ispettorato territoriale del Lavoro di Rimini), Dott.ssa Mattia Vittoria Pennestrì (Direttore Inps sede Provinciale di Rimini), Alberto Zambianchi (Presidente Camera di Commercio della Romagna), Marco Chimenti (Direttore Generale Confindustria Romagna), Mirco Botteghi (Segretario Generale Filcams CGIL Rimini), Roberto Baroncelli (Segretario CISL Romagna) e Giuseppina Morolli (Segretario Generale CST UIL Rimini). Il dibattito sarà moderato dalla giornalista Simona Mulazzani.

Al convegno saranno presentati i dati di una ricerca compiuta in seno all’Ordine dei Commercialisti per inquadrare il tema del salario minimo che è al centro di varie proposte di Legge che prevedono un valore minimo orario pari a 9 euro al lordo dei contributi previdenziali ed assistenziali, che in una proposta sale a 10 euro orari considerando che la cifra viene considerata al netto dei contributi.
Oggi la media rilevata dallo studio è di 7,43 euro che sale a 9,03 euro l’ora se si considerano tutti gli istituti indiretti relativi ad esempio 13° e 14° su tale ore, sempre al lordo dei contributi previdenziali con differenze rispetto ai vari settori, ma tale da evidenziare, in caso di entrata in vigore del salario minimo secondo le proposte, un aumento di costi per i datori di lavoro di oltre il 21%.

Il 53° rapporto Censis, ultima indagine sulla situazione della società italiana, evidenzia che su un totale di 23.215.000 occupati i lavoratori con retribuzione oraria inferiore a 9 euro lordi sarebbero 2.941.000 pari al 12,66%. Di questi 2.941.000 un terzo circa ha un’età compresa fra 15 e 29 anni e il 79% è costituito dagli operai.

Il problema esiste ma è un problema di rappresentanza e si annida nella giungla di contratti collettivi di lavoro esistenti, 800 quelli depositati al CNEL ed è nei contratti cosiddetti “Pirata” che la retribuzione è inferiore; ma non esiste una buona legge che definisca i parametri della rappresentatività.

Quanto al reddito di cittadinanza, le riflessioni partiranno dai dati (2.313 nuclei famigliari beneficiari a Rimini) per arrivare a discutere degli effetti prodotti, i benefici e le distorsioni emerse. 




Misano Adriatico. Biblioteca, in ottima salute

 

Ottimi rilievi statistici per la Biblioteca di Misano che chiude il 2019 in attivo sia per i prestiti che per gli ingressi.
Un dato che conferma come la Biblioteca oltre che luogo di studio e presidio informativo per tutta la città sia anche un luogo di incontro e scambio di idee. E’ stato proprio il filosofo Umberto Galimberti a definire la Biblioteca di Misano “la piccola Atene dell’Adriatico”.
Ma ora veniamo ai dati statistici:
Gli ingressi in Biblioteca per utilizzare i diversi servizi sono stati 26065 contro i 25248 dell’anno precedente
I prestiti esterni sono 20.568 contro i 20547 dell’anno precedente.
Accessi wi-fi 6.600 – visione film e documentari 1200.
La classifica dei libri più gettonati per adulti ecco la cinquina: al primo posto la ragazza della luna di Lucinda Riley, seguita da Fedeltà di Marco Missiroli, i leoni di Sicilia di Stefania Auci, Doppia verità di Michael Connely, il gioco del suggeritore di Donato Carrisi.
Per il settore ragazzi la palma va a : la Bugia di Catherine Grive,seguita da Diario di una schiappa, il mistero di London Eyre di Siobhan Dowd, Il lupo che voleva cambiare colore di Orianne Lallemand e un colore bellissimo di Marco Scalcione.
I film più gettonati sono: Jumanij di Jake Kasdan seguito da Spider Man di Bob Persichetti, Wonder , Ready player one di Sten Sielberf e Bohemien rapsody di Bryan Singer.
Tra le riviste, la Biblioteca di Misano è una delle poche biblioteche della provincia che dà in prestito i periodici,  la palma va a Medioevo seguito da Focus junior, cucina moderna e I love English