Rimini. Guardia di Finanza, sequestrati beni per 6 milioni di euro

Guardia di Finanza, sequestrati beni per 6 milioni di euro. I finanzieri del Comando Provinciale di Rimini, nell’ambito della incessante incisiva e concreta azione di contrasto ai fenomeni di evasione, elusione e frodi fiscali, che producono effetti negativi per l’economia ed ostacolano la normale concorrenza fra le imprese, anche in questo scorcio di fine 2019, in prossimità delle festività più importanti dell’anno che si chiude, hanno dato esecuzione a provvedimenti di sequestro per equivalente di beni nella disponibilità di soggetti denunciati per reati fiscali e per i quali la locale Procura della Repubblica, concordando con le ricostruzioni investigative delle fiamme gialle e accogliendo le relative proposte di applicazione delle misure di prevenzione patrimoniali, ha emesso appositi decreti di sequestro patrimoniale sino alla concorrenza del valore delle imposte rilevate a verbale di constatazione dai finanzieri riminesi.

I militari del Nucleo di polizia economico finanziaria e del Gruppo di Rimini, tra novembre e dicembre dell’anno appena concluso, hanno sottoposto a vincolo giudiziario beni immobili e mobili, quote societarie, conti correnti e somme in contanti, nonché beni strumentali destinati all’esercizio dell’attività per un valore complessivo stimato pari a 6 milioni di euro.

La peculiare attività di servizio in rassegna, di contrasto ai più gravi ed insidiosi fenomeni di evasione fiscale e criminalità economica, svolta incessantemente quotidianamente dalle fiamme gialle di Rimini, si inserisce nell’ambito delle primarie missioni istituzionali della Guardia di Finanza, quale unico organo di polizia giudiziaria con competenze specialistiche, in grado di intervenire per il rispetto delle regole in campo economico e finanziario, ai fini della tutela dell’economia legale e degli operatori economici corretti.



Rimini. Teatro Galli, After Miss Julie con Gabriella Pession e Lino Guanciale diretti da Giampiero Solari

 

Teatro Galli,  After Miss Julie con Gabriella Pession e Lino Guanciale diretti da Giampiero Solari nel riadattamento del testo di August Strindberg martedì 7 gennaio, mercoledì 8 gennaio, giovedì 9 gennaio, ore 21 – (turni ABC).
Le tensioni tra le classi sociali e il desiderio di autoderminazione delle donne sono i due motori  di After Miss Julie, lo spettacolo che apre il 2020 della stagione di prosa del Teatro Galli. Sul palcoscenico riminese martedì 7, mercoledì 8 e giovedì 9 gennaio saliranno due interpreti molto amati dal pubblico, capaci di muoversi con disinvoltura tra piccolo schermo, cinema e teatro, come Gabriella Pession e Lino Guanciale, già protagonisti insime della serie Rai La Porta Rossa. Pession e Guanciale sono i protagonisti della nuova produzione del Teatro Franco Parenti, prima messinscena in Italia del testo di Patrick Marber, sceneggiatore già candidato all’Oscar 2005 per Closer.
Il drammaturgo inglese riadatta la tragedia di August Strindberg, La signorina Giulia, ambientandola nell’Inghilterra degli anni Quaranta, subito dopo la fine della guerra e la vittoria laburista. In questo allestimento firmato da Giampiero Solari, la notte è quella del 29 aprile del ’45 a Milano e i festeggiamenti sono quelli per la Liberazione dall’occupazione nazifascista: momento storico che apre un periodo carico di conflitti e trasformazioni che segneranno i costumi e la società italiana. Nella cucina della villa di una famiglia dell’alta società, Giulia, figlia dei proprietari, gioca a trasgredire socialmente e sessualmente: la ragazza tenta di sedurre Gianni, autista e maggiordomo, di fronte a Cristina, cuoca e sua promessa sposa. Una trasposizione moderna, drammatica e seduttiva del classico di Strindberg, costruita attorno alla figura di Miss Julie, che vuole fuggire dalla sua vita di agio ed ipocrisie. I rapporti tra classi, l’emancipazione femminile e la liberazione sessuale sono temi centrali dell’opera che vede Gabriella Pession e Lino Guanciale muoversi in una spirale di seduzione e prevaricazione.Gli artisti incontrano il pubblico
I tre protagonisti dello spettacolo – Lino Guanciale, Gabriella Pession e Roberta Lidia De Stefano – incontreranno il pubblico mercoledì 8 gennaio alle ore 18.30. A condurre l’appuntamento, in programma dalle 18.30 in platea, la giornalista del Corriere Romagna Vera Bessone. L’ingresso è gratuito, senza prenotazione, fino ad esaurimento posti disponibili.Sabato 11 gennaio al via la prevendita per la seconda parte di stagione
Da sabato 11 gennaio sono in vendita i biglietti per gli spettacoli di prosa in cartellone da febbraio ad aprile. Il calendario completo è consultabile sul sito www.teatrogalli.it.
Biglietteria: da martedì a sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30, chiuso domenica e lunedì (salvo nei giorni di spettacolo).
Contatti: tel 0541 793811, email: biglietteriateatro@comune.rimini.it.