Rimini. Sicurezza, più soldi dalla Regione Emilia Romagna

Emma Petitti, assessore regionale al Bilancio

Sicurezza, più soldi dalla Regione Emilia Romagna. Nel 2018, nella Provincia di Rimini, attraverso gli accordi per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità e del disordine diffuso, sono stati realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione per un totale di oltre 196 mila euro. Sono sei i progetti – finanziati dalla Regione Emilia-Romagna dal 2014 ad oggi – che prevedono la creazione o il potenziamento di impianti di videosorveglianza ‘intelligenti’ nella Provincia di Rimini (Rimini, Riccione, Cattolica, Bellaria Igea-Marina e Coriano).

Si tratta di importanti misure per la sicurezza urbana che sono state adottate dal capoluogo romagnolo grazie agli Accordi di programma o protocolli di intesa sottoscritti dalla Regione insieme al territorio.
Un lavoro orientato alla prevenzione integrata che rientra negli 80 ‘patti’ tra le città dell’Emilia-Romagna e la giunta Bonaccini stretti dal 2014, che ha previsto un impegno finanziario di oltre 4,3 milioni di euro da parte della Regione. Per il 2019, inoltre, è stato messo a bilancio uno stanziamento di oltre 2 milioni di euro per la sicurezza, raddoppiando così gli stanziamenti dell’anno scorso. Le risorse, previste dalla legge regionale 24/2003, consentiranno di sostenere i nuovi progetti per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità, con un’attenzione particolare verso le zone periferiche.
Nel 2018, nella Provincia di Rimini, attraverso gli accordi per la sicurezza urbana e la prevenzione della criminalità e del disordine diffuso, sono stati realizzati 3 progetti, finanziati dalla Regione per un totale di oltre 196 mila euro. (Da inizio legislatura sono stati finanziati 8 progetti con circa 484 mila euro).

“Si tratta di un contributo importante, volto a garantire maggiore sicurezza nel territorio e di conseguenza una più elevata qualità della vita – dichiara Emma Petitti, assessora al Bilancio della Regione Emilia-Romagna -. Grazie all’installazione di sistemi di videosorveglianza, dalle telecamere a sistemi di illuminazione, si vanno a rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità nelle aree più sensibili e a rischio. Affrontare insieme alle realtà locali la questione della sicurezza è sinonimo di maggiore benessere e serenità dei cittadini”.

Comune di Rimini – progetto “Luci sulla Spiaggia – 2018”.
Il progetto riguarda un intervento integrato di riqualificazione urbana da realizzare nei tratti di spiaggia libera del litorale riminese, spesso meno presidiate e sorvegliate. Una prima tipologia di intervento riguarda un nuovo sistema di illuminazione e telecamere sui tratti di spiaggia. Contestualmente verrà potenziato il sistema di videosorveglianza comunale già installato nei punti strategici della città per migliorare la percezione della sicurezza nei cittadini e nei turisti. La seconda tipologia di azioni riguarda l’acquisto di uno speciale mezzo Atv (All Terrain Vehicle), concordata con il Dipartimento di Polizia di Stato, adatto al pattugliamento notturno della spiaggia da parte della Questura. Infine, la terza tipologia di intervento riguarda una serie di attività di natura culturale e formativa volte a sensibilizzare e prevenire la violenza negli spazi pubblici.
Il costo totale del progetto è di 160 mila euro e la Regione assicura un contributo di 91 mila euro.

Comune di Riccione – progetto “Riccione metropoli complessa. La sicurezza come bene comune”
Il progetto prevede il cablaggio di una rete in fibra ottica per ottimizzare il monitoraggio centralizzato delle telecamere di videosorveglianza comunali nella zona Nord della città dal Marano alla Statale Adriatica, unitamente all’acquisto di attrezzature mobili di videosorveglianza. Inoltre, vengono realizzati interventi preventivi delle corse motociclistiche clandestine nell’area artigianale.
Infine, si promuovono iniziative culturali per sensibilizzare la comunità sui rischi di radicalizzazione violenta o di altre forme di delittuosità.
Il costo totale del progetto è stato di 121 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di oltre 84 mila euro.

Comune di Bellaria Igea Marina – progetto “L’altra faccia della Riviera – l’esperienza riminese”
Il progetto prevede la realizzazione di una guida pratica per raccontare l’esperienza riminese in materia di sicurezza urbana anche fuori dai confini territoriali e creare un modello innovativo di prevenzione della criminalità e del disordine urbano diffuso capace di far leva sulla competenza e la partecipazione.
Il costo totale del progetto è stato di 30 mila euro e la Regione ha assicurato un contributo di 21 mila euro.