Misano Adriatico. Rosario Zangari: “Elezioni comunali, voto scheda bianca. Alle Europee voto Meloni”

image_pdfimage_print

Rosario Zangari, Fratelli d’Italia

Rosario Zangari è il responsabile comunale di Fratelli d’Italia di Misano Adriatico.
Che cosa voterà il 26 maggio?
“Alle elezioni comunali del prossimo 26 maggio voterò scheda bianca perché nessuno dei candidati a sindaco mi rappresenta! Per le elezioni europee invece, voterò e chiederò a iscritti, simpatizzanti ed elettori di votare per Giorgia Meloni, presidente nazionale di Fratelli d’Italia.
Perché tale voto?
“La decisione di appoggiare Claudio Cecchetto a sindaco di Misano è stata presa dalla segreteria provinciale di Fratelli d’Italia a nostra insaputa e quindi non condivisa dal sottoscritto, dagli iscritti e dagli elettori di destra. Siamo altresì convinti che la nostra presidente, Giorgia Meloni, non sappia nulla di questa decisione che, certamente anche lei non avrebbe mai approvato!”.
Perché a dirla alla Di Pietro, che “c’azzecca” Fratelli d’Italia con il candidato sindaco Claudio Cecchetto che, intervistato alla trasmissione “La Zanzara” su Radio24, ha dichiarato: “Mi candido a sindaco perché mi hanno detto di non farlo”…. e ancora “Non è giusto multare i clienti delle prostitute, ci si va per mille motivi, anche per timidezza”. Per poi aggiungere: “Si ai parchi dell’amore, farei separé tra una macchina e l’altra” e, sempre in tema di sesso, “Preservativi gratis ai minori di 26 anni come in Toscana? Si, è un ottimo provvedimento”. Anche sugli stupefacenti ha spiazzato gli ascoltatori dichiarando: “Sono a favore della legalizzazione della droga”.?
E che “c’azzecca” che un nostro iscritto sia nella lista di Claudio Cecchetto, composta per lo più da ex esponenti politici della sinistra e del Pd?
Potrei mai votare e invitare a votare gli elettori di Fratelli d’Italia e del centrodestra a votare Per Cecchetto?
Lei era in lista con l Lega, che cosa è poi successo?
“Così come non voteremo per una lega inaffidabile e voltagabbana che rinnega gli accordi presi e la parola data. Fratelli d’Italia ha mantenuto, sia gli accordi presi, che la parola data. Al contrario la Lega non solo non ha mantenuto gli accordi e la parola data, ma addirittura ha messo il veto sulla mia candidatura in lista. Potrei mai votare e invitare a votare la Lega e la loro candidata a sindaco? Una Lega che non mantiene gli accordi fatti con i propri alleati come potrebbe mantenere le promesse fatte ai cittadini di Misano?”.
Ma tre ex iscritti di Fratelli d’Italia sono in lista con Veronica Pontis…
“Sì, evidentemente si sono resi conto che avevano sbagliato partito, perché noi siamo la destra, siamo la lealtà, la coerenza, il rispetto della parola data, valori che fanno parte del nostro bagaglio politico-culturale, perché i nostri ideali, i nostri valori non sono negoziabili, la Lega invece è tutt’altra cosa…”.
E Fabrizio Piccioni?
“Il Partito Democratico è da sempre il nostro avversario e Piccioni rappresenta la continuità politica e amministrativa dei suoi predecessori. Nulla di nuovo all’orizzonte”.
I 5 Stelle?
“Non pervenuti. Rispetto la loro fedeltà al loro movimento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni