Santarcangelo. Asilo nido, le rette mensili scendono fino a 160 euro al mese

Asilo nido, le rette mensili scendono fino a 160 euro al mese. Ne possono usufruire più di 60 famiglie di Santarcangelo   grazie   al
progetto “Al nido con la Regione”.
La  Regione  Emilia-Romagna   ha  infatti  stanziato  un  fondo  di 18  milioni  di  euro, di cui oltre  66mila
destinati   a   Santarcangelo,   per   sostenere   le   famiglie   nel   pagamento   mensile   delle   rette   del   nido
d’infanzia. Le riduzioni, calcolate sulla base del reddito Isee, variano da un minimo di 10 euro a un
massimo di 160 euro mensili .
Destinatari del contributo sono i residenti nel Comune di Santarcangelo, il cui figlio frequenti un nido comunale
con un reddito Isee non superiore a 26.000 euro. Per gli iscritti ai Nidi “Mongolfiera” e “Rosaspina”, le riduzioni
vengono applicate automaticamente alla retta mentre per i genitori di bambini che frequentano nidi pubblici
fuori comune sarà predisposto un apposito bando entro i primi mesi del prossimo anno.




Misano Adriatico. Incontri di filosofia, arriva Marco Guzzi. Tema: “J’accuse all’élites che governano il mondo”

 

Terzo appuntamento con il cartellone “J’accuse – nessuno è innocente”. Venerdì 18 ottobre sale sul palco dell’Astra, ore 21, Marco Guzzi con un J’accuse all’èlites che governano il mondo.
Mai come in questi anni si sta palesando che un intero sistema di mondo sta diventando suicidario, e cioè opera distruggendo il pianeta, devastando le culture umane e potenzialmente anche i cuori e le menti delle nuove generazioni. Questo sistema viene contestato come finanzcapitalismo sottolineando come la globalizzazione neoliberista abbia esasperato le disuguaglianze sociali e il dominio incontrastato di un mercato senza scrupoli. Ma tale processo è stato possibile anche perché le oligarchie del neoliberismo sono state supportate da altre oligarchie collaborazioniste, quali quelle intellettuali, universitarie e dei massmedia. Il silenzio di tanti giornalisti, scrittori, persone dello spettacolo, il loro costante sviamento dell’attenzione del pubblico su altri fuochi polemici, del tutto irrilevanti, ha reso possibile l’egemonia delle oligarchie internazionali suicidarie. E’ venuto il tempo di smascherare questo suicidio planetario e di avviare un’allegra e inedita forma di rivoluzione culturale e democratica.
Marco Guzzi poeta e filosofo. Nel 1999 ha fondato i gruppi di liberazione interiore “Darsi pace”. Dal 1985 al 1998 ha condotto alcune delle principali trasmissioni di dialogo con il pubblico di Radio-Rai, quali Dentro la sera, 3131, Sognando il giorno. Tra il 1985 e il 2002 ha diretto i seminari poetici e filosofici del Centro internazionale Eugenio Montale di Roma. E’ autore di numerose volumi, in ambito sia poetico sia teorico tra le quali si segnalano: Yoga e preghiera cristiana, il cuore a nudo, Parole per nascere, Fede e Rivoluzione, Facebook, Alla ricerca del continente della gioia, Dizionario della lingua inaudita.




Rimini. Bagni, barriere frangisabbia nel segno dei Fellini

Un esempio di barriera
Barriere frangisabbia nel segno dei Fellini. Non solo utili a impedire che, spinta dai venti invernali, la sabbia invada stabilimenti e lungomare, ma da oggi anche belli. Nati da un incontro tra l’amministrazione comunale e gli operatori balneari con il concorso delle proprie associazioni è stato così posato il primo degli striscioni che attenderanno all’accesso dei bagni riminesi e turisti desiderosi di godere del mare anche d’inverno, quando degli ombrelloni e della stagione estiva sarà un ricordo.
“Un obiettivo – hanno detto il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi e l’assessore all’Ambiente Anna Montini che hanno voluto presenziare personalmente alla “prima” – a cui abbiamo lavorato da tempo per dare non solo dignità e decoro ma anche bellezza a questo patrimonio che abbiamo la fortuna, come città, d’avere.
E nel giungere a questo momento non abbiamo potuto far a meno di dedicare a Fellini, attraverso le immagini del suo film capolavoro “la Dolce Vita”, il layout di questi banner alla vigilia dei festeggiamenti del centenario della nascita che vedranno la Città per un anno intero muoversi e ispirarsi alla sua opera per culminare con l’inaugurazione del Museo a lui dedicato.”
Saranno circa 250, quanti gli stabilimenti riminesi da Torre Pedrera a Miramare, gli striscioni che saranno posizionati in corrispondenza degli accessi al mare. E’ stata fissata con un’ordinanza dirigenziale, infatti la modalità da seguire per le strutture a protezione dei manufatti degli stabilimenti balneari che in diversi casi oltre ad essere antiestetici e a impedire la visuale, costituivano un ostacolo al libero passaggio e al raggiungimento della battigia da parte di tutti, ed in particolare alle persone disabili e ai portatori di handicap.
“Far vivere la spiaggia non solo nel periodo estivo, ma valorizzarla tutto l’anno è il nostro obiettivo da sempre – hanno proseguito il Sindaco Gnassi e l’assessore Montini – ma quest’anno, grazie al concorso di tutti, siamo riusciti a fare di più, riuscendo a sposare la funzionalità e la salvaguardia di uno dei nostri beni primari con il decoro urbano e la bellezza, proseguendo sul percorso di valorizzazione dei nostri tratti identitari e culturali di cui siamo fieri”.



Rimini. Sagra Musicale Malatestiana, l’Ensemble delle percussioni del teatro alla Scala di Milano e la Banda città di Rimini in concerto

Sagra Musicale Malatestiana, l’Ensemble delle percussioni del teatro alla Scala di Milano e la Banda città di Rimini in concerto;
un omaggio a Gabriele Bianchi lunedi 11 novembre alle 21 all Teatro Amintore Galli. La Banda città di Rimini diretta dal maestro Jader Abbondanza e l’Ensemble delle Percussioni del teatro alla Scala di Milano, dirette da Loris Francesco Lenti si esibiranno in un’originale e, per molti versi, irripetibile concerto per banda e percussioni.
E’ dedicato a Gabriele Bianchi, il riminese prematuramente scomparso lo scorso anno, aveva diretto per molti anni la sezione delle percussioni della Scala, suonando con i più importanti direttori d’orchestra, tra cui Riccardo Muti, il quale apprezzava particolarmente lo stile e le doti musicali. Al termine della sua brillante carriera professionale, ritornato a Rimini, ha rappresentato un’eccellenza della Banda città di Rimini. Nel corso della serata saranno eseguiti brani scritti appositamente per percussioni e per percussioni e Banda tra cui Uragano, uno tra i più noti brani scritti da Gabriele Bianchi.
I biglietti, al prezzo speciale di 10 €, sono in prevendita presso la biglietteria del teatro Galli negli orari: dal martedì al sabato dalle ore 10 alle 14 e il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.