Riccione. Serata MotoGp in piazzale Ceccarini, motociclismo come mito. Conduce Paolo Beltramo

Anni ’60. A Riccione si correva in un circuito cittadino prima della costruzione dell’autodromo Santamonica

 

Conferenza in piazza, motociclismo come mito. Conduce Paolo Beltramo.   Appuntamento nella serata del 10 settembre, ore 21, in piazzale Ceccarini, con la partecipazione di ospiti speciali e piloti protagonisti di un talk, la performance di videomapping a cura del giovane artista Federico Fusaglia e un live di Fadi, cantautore italo nigeriano di Riccione, autentica rivelazione del 2019. Suo padre è arrivato in Riviera dalla Nigeria nei primi anni ’80, per diventare motorista. I motori sono nel DNA di Fadi, che spesso ne usa il linguaggio pratico per parlare di cose un po’ più grandi. Presenta la serata Paolo Beltramo, storico inviato della MotoGP. Ad arricchire ancor di più la scena la presenza di due moto Ducati e Benelli.
Cosa ti spinge a rischiare quando sei in sella a una moto? Che potere ha il rombo del motore? Come mai spesso si conservano i pistoni? Ma, soprattutto, perché in Romagna il fenomeno del motociclismo è così dilagante?
Queste e altre domande sono servite a Laura D’Amico, giovane autrice del progetto Pulsioni a dare una risposta al binomio motociclismo-Romagna che spesso è dato per scontato, come se fosse così da sempre. Il diario di viaggio attraversa le esperienze, presenti e passate, di chi ha vissuto e in parte scritto la storia, rischiando il tutto per tutto. In scena è il dietro le quinte, lontano da tecnicismi e vittorie, per mostrare, per la prima volta, come una pulsione collettiva verso le due ruote a motore, lo hanno reso un tratto identitario del territorio. Ci sono circuiti, officine, rettilinei di lungomare, percorsi fuori pista. E poi ancora musei, concessionari, aziende, team e piloti, così tanti elementi per i quali l’Emilia Romagna è stata definita “Motor Valley” e più recentemente “The Rider’s Land”, per promuovere questa parte d’Italia nel mondo.




Bellaria. Oratori Anspi in Festa, capitale italiana per una settimana

Oratori in Festa, capitale italiana per una settimanai. Da sabato 31 agosto, a Bellaria Igea Marina la 39ª Festa d’estate, l’annuale appuntamento che sino all’8 settembre trasforma la città in un oratorio a cielo aperto. Organizzata da Anspi (Associazione nazionale san Paolo Italia) in collaborazione col Comune, ha per protagonisti bambini e adolescenti di tutte le regioni insieme alle loro famiglie. Al contrario delle passate edizioni, quest’anno sono i più piccoli ad aprire la manifestazione. La cerimonia ufficiale di avvio, con l’accensione del tripode olimpico, si tiene lunedì 2 settembre al parco tematico ‘Italia in miniatura’ di Rimini Viserbella, dove si svolge una caccia al tesoro. Nella stessa serata, al Palacongressi di Bellaria, è in programma il talk show ‘Quando l’oratorio scende in campo’ sul tema dello sport come attività di relazione e pratica educativa. Sul palco l’arbitro internazionale Gianluca Rocchi, l’ex velocità Carlo Simionato, medaglia d’argento ai Campionati mondiali di atletica leggera di Helsinki 1983 nella staffetta 4×100 guidata da Pietro Mennea, e il direttore del quotidiano Avvenire, Marco Tarquinio. In collegamento da Roma invece la commentatrice di Sky sport ed ex nazionale di calcio femminile Katia Serra. Dal 3 settembre il via ai tornei di calcio, pallavolo, pallacanestro, sportoratorio, tennistavolo, calciobalilla. Giovedì 5 settembre arriveranno i giovani e gli adulti che daranno vita ai tornei di categoria. Per il presidente Anspi, Giuseppe Dessì, quello della Festa d’estate «è un appuntamento che a Bellaria Igea Marina si rinnova per la 21ª volta consecutiva e che ci fa respirare la bellezza e la novità dell’oratorio, un’istituzione che ha ormai 450 anni ma che sa rinnovarsi al passaggio di ogni generazione. Con gli amici romagnoli si è cementato un sodalizio basato sui valori della famiglia, dell’amicizia, della collaborazione e delle relazioni personali: un poker d’assi sempre vincente».



Montegridolfo. Rievocazione storica 1944: Montegridolfo Liberata

1944-2019: 75° Anniversario della Liberazione “LA MONTEGRIDOLFO LIBERATA” il 31 agosto. Nello stesso giorno  nel 1944 Montegridolfo veniva liberata dal giogo nazifascista.
La liberazione avveniva dopo un’intensa battaglia tra tedeschi e alleati attorno alle mura cittadine e vide l’eroico comportamento del tenente inglese Gerard Ross Norton.
Un percorso di recupero della memoria intrapreso dall’intera Comunità montegridolfese, ha permesso 20 anni fa di materializzare questa storia nel Museo della Linea dei Goti e per rendere più efficace il ricordo di quei giorni, da 10 anni si narra la vicenda con un’accurata rievocazione storica: La Montegridolfo liberata.
Nel 75° Anniversario l’Amministrazione Comunale ha creato un vero e proprio calendario di iniziative commemorative che proprio sabato 31 agosto culmineranno con  un convegno, la rievocazione e un concerto di musiche e canti d’epoca.
Alle ore 17.00 presso l’anfiteatro esterno al Museo della Linea dei Goti, si terrà con il prestigioso Patrocinio della Camera dei deputati, il convegno Storia, Memoria, Museo dedicato alle drammatiche testimonianze storiche dell’estate del 1944 in Emilia-Romagna.
Al termine del convegno, approssimativamente verso le ore 18.00, proprio in quello che fu il campo di battaglia, la rievocazione curata dal Comitato Scientifico del Museo e interpretata dai The Green Liners.
Alle ore 21.00, sempre nell’anfiteatro la musica delle cornamuse accompagnerà il pubblico verso un’immersione sonora dell’epoca, che verrà poi continuata con i canti popolari dalla Gothic Line Band.
Per raccontare meglio quei giorni, grazie alla collaborazione con l’associazione Adriatic Veteran Cars non mancheranno delle rare automobile del tempo e all’esterno delle mura, una esposizione con la riproduzione di storici e significativi manifesti propagandistici.
La X edizione de La Montegridolfo liberata è curata dall’associazione Gli Amici per il Museo APS, con la guida del Comitato Scientifico del Museo della Linea dei Goti.
Con il Patrocinio della Camera dei deputati
STORIA, MEMORIA, MUSEO
Programma del  Convegno
Saluti istituzionali
Sindaco di Montegridolfo, Lorenzo Grilli
Prefetto di Rimini, Alessandra Camporota
Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini
Testimonianze
LA STRAGE DI PONTE RUFFIO A CESENA
Presidente del Consiglio Comunale di Cesena, Nicoletta dall’Ara
IL MUSEO DELLA LINEA CHRISTA
Assessore alla Cultura di Sogliano al Rubicone, Caterina Gattamorta
Storia, Memoria, Museo
LA BATTAGLIA DI MONTEGRIDOLFO
IL RECUPERO DELLA MEMORIA E LA NASCITA DEL MUSEO
IL MUSEO DELLA LINEA DEI GOTI, ORDINAMENTO, OGGETTI, MESSAGGIO
Per il Comitato Scientifico del Museo della Linea dei Goti:
Alessandro Agnoletti, Daniele Diotallevi
L’esposizione
IL SAN SEBASTIANO RITROVATO PORTATORE DI NUOVE RIFLESSIONI
Marco Musmeci



Rimini. Riminesità in conferenza alla Corte degli Agostiniani il 31 agosto

Palazzo comunale
‘Sei di Rimini te? La città e i suoi volti’: riminesità. E’ il titolo della tradizionale serata ad ingresso gratuito promossa dalla Clinica Nuova Ricerca col patrocinio del Comune di Rimini e il contributo creativo del Cinema Fulgor.
Appuntamento sabato 31 agosto alla Corte degli Agostiniani dalle 20.30. I biglietti, distribuiti ad inizio settimana, in poche ore sono terminati. Sabato sera dalle 20 sarà possibile accedere solo per posti in piedi e fino al limite della capienza. In caso di maltempo la serata si svolgerà al Teatro Novelli.
Vengono proiettati anche alcuni brevi spezzoni di film che raccontano Rimini ed il suo carattere. Da ‘Rimini Rimini’ di Sergio Corbucci a ‘L’Ombrellone’ di Dino Risi, ‘I Vitelloni’ e ‘Amarcord’ di Federico Fellini, ‘l’Ultima notte di quiete’ di Valerio Zurlini, ‘Cinema Grattacielo’ di Marco Bertozzi.
Si alternano vari contributi: dal racconto delle abitudini, dei luoghi ai personaggi che possono riassumere, oltre all’ H294 sul codice fiscale, i volti e i caratteri della città così amata dai suoi cittadini, dentro e fuori le mura.
Non mancheranno le sorprese e le risate, grazie alla presenza del cantastorie riminese Nevio Bedin, straordinario ‘barzellettiere’ che spopola sul web.



Rimini. Libri in presentazione, La Romagna dei Malatesta, Rimini e Cesena al Teatro degli Atti il 6 settembre

Sigismondo Malatesa, tra i più grandi della famiglia
Libri in presentazione, La Romagna dei Malatesta, Rimini e Cesena al Teatro degli Atti il 6 settembre.
Partecipano Antonio Paolucci e Rosita Copioli, autori del volume, che ci svelano la bellezza nascosta della Romagna dei Malatesta, incorniciata fra la collina, la pianura e il mare.
Lo storico dell’arte di origini riminese Antonio Paolucci porta il lettore alla scoperta di Rimini, Caput viarum, “Capolinea delle Vie” perché sotto il fornice dell’Arco di Augusto finiva la via Flaminia e, oltre il Ponte di Tiberio, era possibile scegliere tra la via Emilia, che attraversava la Gallia Cisalpina, e la Popilia, che piegava verso Aquileia e l’Illirico, luogo di passaggi, di incontri, di scambi.
Dalle testimonianze romane agli affreschi della chiesa di Sant’Agostino, tra i più preziosi esempi della raffinata scuola pittorica riminese delle origini, al Tempio Malatestiano, edificato da Sigismondo Malatesta con l’apporto di Leon Battista Alberti.
E poi Cesena, con la Biblioteca Malatestiana, magnifica espressione dell’Umanesimo quattrocentesco.
La poetessa Rosita Copioli, riccionese, racconta miti e genealogie locali – dagli uomini della preistoria a Fellini – in un turbine irresistibile di riflessi e rimandi e illuminazioni, alla ricerca dell’invisibile alle spalle del visibile, dell’infinito alle spalle del finito, dell’eterno alle spalle dell’antico e del recente.
Le immagini delle eccellenze di Rimini e Cesena fotografate da Luciano Romano e da Gilberto Urbinati accompagnano le parole di Antonio Paolucci e Rosita Copioli.
La presentazione è organizzata con la collaborazione del Comune di Rimini.
Presente l’Assessore alla cultura, Gianpiero Piscaglia.



San Giovanni in Marignano. Settembre eventi, Capodanno del Vino e Giornata del Dono

Un borgo vivo tutto l’anno con eventi e proposte per tutte le età. A settembre è Capodanno del Vino in programma domenica 22, e la Giornata del Dono sabato 28 settembre.
Ma le attività nel borgo marignanese non si sono mai fermate! Per tutta l’estate ogni giovedì la Pro Loco ha allietato bambini e famiglie con il mercatino, al quale hanno partecipato con impegno ed entusiasmo oltre 45 bambini con le loro famiglie. Nella serata conclusiva ogni bambino ha ricevuto in dono un braccialetto a ricordo. Da rimarcare la partecipazione dei bambini in primis, ma anche le famiglie che hanno spesso collaborato. Ogni settimana, complice la speciale atmosfera di Piazza Silvagni, tantissimi erano pronti a ritrovarsi in un appuntamento ormai consolidato dell’estate marignanese.
Domenica 1 Settembre torna l’Auto Moto Raduno di Solidarietà a cura di Lions Club e Leo Club Valconca, in collaborazione con il Moto Club “E. Vanni”, aperto ad auto d’epoca e moto.
L’evento che unisce allo spirito amatoriale il piacere di contribuire al benessere sociale e morale della comunità, si svolge dalle  alle 11  in Piazza Silvagni ed è l’occasione di poter conoscere e vedere auto e moto d’epoca, che partecipano sempre con entusiasmo e numerosi.



San Giovanni in Marignano. Volley donne, l’Omag (A2) presentazione in piazza Silvagni il 30 agosto

Volley donne, l’Omag (A2) presneatzione in piazza Silvagni venerdì 30 agosto alle ore 20:30.  Sfila lo staff tecnico: Stefano Saja e Alessandro Zanchi e le atlete, Giulia Bresciani, Linda de Bellis, Ilaria Battistoni, Salì Coulibalì, Greta Pinali, Giulia Saguatti, Asia Bonelli, Alice Pamio, Alessia Mazzon, Greta Mandrelli, Anna Gray, Clara Decortes e Giuditta Lualdi.
La serata è l’occasione per conoscere le ragazze e fare sentire loro il calore e il sostegno che le accompagnerà nel corso dell’imminente e lungo campionato!
Degustazione di pasta e ottimo Sangiovese.




Rimini. Cooperazione internazionale, dalla Regione 122mila euro a Rimini

Emma Petitti, assessore regionale al Bilancio

 

Cooperazione internazionale, dalla Regione 122mila euro a Rimini. Tra i soggetti riminesi vincitori del bando (rivolto ad organizzazioni non governative, enti locali, Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative sociali), ci sono l’Associazione Comunità Papa Giovanni XXII, l’Associazione Cittadinanza Onlus e l’Associazione Nazionale Oltre le frontiere ANOLF provinciale RN.
L’assessore al Bilancio Emma Petitti: “Contrasto alla povertà, ridistribuzione delle ricchezze ed equità al centro delle nostre politiche”
Lotta alla povertà, riduzione delle disuguaglianze, crescita dei diritti. Sono questi alcuni degli obiettivi al centro dei nuovi progetti finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con un recente bando di oltre 1,2 milioni di euro volto a sostenere le iniziative di cooperazione internazionale con i Paesi in via di sviluppo e in via di transizione, con un’attenzione particolare verso l’Africa, per la quale sono stante riservate la gran parte delle risorse. Solo per le associazioni del territorio riminese sono stati messi a disposizione 122 mila euro per permettere la realizzazione di interventi in Etiopia, Senegal e Burundi. Diversi gli ambiti di azione: dal sostegno nutrizionale all’assistenza socio-sanitaria per le fasce più vulnerabili, dalla promozione dell’istruzione scolastica all’empowerment femminile e all’inclusione socio-economica dei giovani.
“Sono migliaia le persone della nostra Regione, tra cui molti giovani, che partono da casa armati di solidarietà per raggiungere Paesi dall’altra parte del mondo e donare un sorriso a chi magari non ce l’ha. Gente che investe il proprio impegno volontario senza pretendere nulla in cambio, ma semplicemente per fare del bene e prestare servizio alle persone più bisognose, talvolta correndo anche dei rischi – dichiara Emma Petitti, assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna -. E’ anche pensando a loro, alle loro testimonianze di umanità e generosità, che come Giunta abbiamo riconfermato il nostro impegno per promuovere la cooperazione internazionale e garantire condizioni dignitose alle zone più svantaggiate. Contrasto alla povertà, ridistribuzione delle risorse ed equità sono e resteranno per noi parole-guida della nostra azione governativa. In un contesto come quello che purtroppo oggi ci ritroviamo a vivere, caratterizzato troppo spesso dalla paura e dalla tentazione di chiudersi di fronte a un mondo ritenuto troppo grande, la solidarietà è il nostro porto sicuro”.




Cattolica. Lavori in via Francesca da Rimini, l’amministrazione incontra i comitati Ventena e Macanno

Un momento dell’incontro
Lavori in via Francesca da Rimini, l’amministrazione incontra i comitati Ventena e Macanno.
Il 27 agosto al Parco della Pace. Uno scambio di idee e condivisione di obiettivi. Erano presenti il sindaco Mariano Gennari, il dirigente Baldino Gaddi ed il funzionario Marco Vescovelli, e per i comitati i presidenti del Ventena, Mauro Pecci, e del Macanno, Simonetta Iacubino.
Lunedì 2 settembre, predono avvio i lavori per la riasfaltatura presso il parcheggio della Piscina Comunale. Si provvede ad eliminare la betonella e verranno rifatti cordoli e marciapiedi per circa 200 metri di via Francesca da Rimini in prossimità e parallelamente alla zona della piscina. L’intervento prevede circa 10 giorni lavorativi per essere completato e punta a risolvere anche il problema degli allagamenti in quel punto.
Successivamente iniziano le operazioni che riguarderanno i pini e gli ippocastani, alberature presenti sulla via cittadina da circa 60 anni. Compatibilmente con la sensibilità e l’indirizzo politico dell’amministrazione di preservare il maggior numero di piante, verranno abbattuti  quelle che presentano malattie, problemi di staticità e di sicurezza, o comunque non a norma con le regole del codice stradale. Infine, si procede con la fresatura delle radici e del manto stradale per conclude con la riasfaltatura. I lavori si svolgeranno limitando il più possibile i disagi alla circolazione veicolare e con l’obiettivo di non incidere sull’utenza scolastica. Tutte le operazioni saranno in capo ad Hera.
L’incontro si è concluso con il Gennari, Gaddi e Vescovelli che hanno ascoltato e risposto ai cittadini su curiosità e quesiti. “Ringrazio i comitati ed i tanti cittadini intervenuti questa sera – dice il sindaco Mariano Gennari – con i quali abbiamo avuto un proficuo colloquio, un ottimo scambio di idee, condivisione degli obiettivi e qualche suggerimento. Proseguiamo con il nostro crono-programma di riqualificazione e sono felice di aver trovato anche ieri sera un clima collaborativo e propositivo che arriva dalla nostra comunità. Per quanto riguarda il nostro verde urbano stiamo cercando di trovare il giusti equilibrio tra il patrimonio inestimabile delle alberature, la sicurezza ed i soldi pubblici. D’altra parte non è assolutamente immaginabile, come suggeriva qualche cittadino tra i presenti, pensare di eliminare tutte le alberature per aumentare la vita dell’asfaltatura”.



Rimini. Ieg (Rimini Fiera), l’amministratore delegato Ravanelli rassegna le dimisisoni

Ugo Ravanelli (a sinistra), amministratore delegato Ieg

L’amministratore delegato Ugo Ravanelli ha rassegnato le dimissioni da Ieg (Rimini e Vicenza Fiere). Coloro i quali lo conoscono affermano che è persona perbene e capace.  Ha dichiarato che: “L’aver raggiunto, in questo breve periodo di collaborazione, tutti gli importanti obiettivi prefissati è per me motivo di orgoglio; oggi però non vi sono più i necessari presupposti per poter proseguire questa esperienza”.
Successivamente interpellato Ravanelli ha dichiarato: “Come affermato nella call di presentazione dei risultati
di ieri, il business della Società è solido. Sono infatti certo che l’impegno e la competenza che caratterizzano
il management di IEG porteranno la Società a raggiungere gli obiettivi attesi”.
Per quanto a conoscenza della Società e sulla base delle informazioni disponibili, Ugo Ravanelli detiene alla
data delle dimissioni n. 5.000 azioni ordinarie della Società.
Il consiglio di amministrazione ringrazia Ugo Ravanelli per il lavoro svolto in
questi mesi e gli formula i migliori auguri.
Il presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni ha convocato il Consiglio di Amministrazione per giovedì 29 agosto 2019, alle ore 10, per assumere le necessarie decisioni.