Montegridolfo. Rievocazione storica 1944: Montegridolfo Liberata

1944-2019: 75° Anniversario della Liberazione “LA MONTEGRIDOLFO LIBERATA” il 31 agosto. Nello stesso giorno  nel 1944 Montegridolfo veniva liberata dal giogo nazifascista.
La liberazione avveniva dopo un’intensa battaglia tra tedeschi e alleati attorno alle mura cittadine e vide l’eroico comportamento del tenente inglese Gerard Ross Norton.
Un percorso di recupero della memoria intrapreso dall’intera Comunità montegridolfese, ha permesso 20 anni fa di materializzare questa storia nel Museo della Linea dei Goti e per rendere più efficace il ricordo di quei giorni, da 10 anni si narra la vicenda con un’accurata rievocazione storica: La Montegridolfo liberata.
Nel 75° Anniversario l’Amministrazione Comunale ha creato un vero e proprio calendario di iniziative commemorative che proprio sabato 31 agosto culmineranno con  un convegno, la rievocazione e un concerto di musiche e canti d’epoca.
Alle ore 17.00 presso l’anfiteatro esterno al Museo della Linea dei Goti, si terrà con il prestigioso Patrocinio della Camera dei deputati, il convegno Storia, Memoria, Museo dedicato alle drammatiche testimonianze storiche dell’estate del 1944 in Emilia-Romagna.
Al termine del convegno, approssimativamente verso le ore 18.00, proprio in quello che fu il campo di battaglia, la rievocazione curata dal Comitato Scientifico del Museo e interpretata dai The Green Liners.
Alle ore 21.00, sempre nell’anfiteatro la musica delle cornamuse accompagnerà il pubblico verso un’immersione sonora dell’epoca, che verrà poi continuata con i canti popolari dalla Gothic Line Band.
Per raccontare meglio quei giorni, grazie alla collaborazione con l’associazione Adriatic Veteran Cars non mancheranno delle rare automobile del tempo e all’esterno delle mura, una esposizione con la riproduzione di storici e significativi manifesti propagandistici.
La X edizione de La Montegridolfo liberata è curata dall’associazione Gli Amici per il Museo APS, con la guida del Comitato Scientifico del Museo della Linea dei Goti.
Con il Patrocinio della Camera dei deputati
STORIA, MEMORIA, MUSEO
Programma del  Convegno
Saluti istituzionali
Sindaco di Montegridolfo, Lorenzo Grilli
Prefetto di Rimini, Alessandra Camporota
Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini
Testimonianze
LA STRAGE DI PONTE RUFFIO A CESENA
Presidente del Consiglio Comunale di Cesena, Nicoletta dall’Ara
IL MUSEO DELLA LINEA CHRISTA
Assessore alla Cultura di Sogliano al Rubicone, Caterina Gattamorta
Storia, Memoria, Museo
LA BATTAGLIA DI MONTEGRIDOLFO
IL RECUPERO DELLA MEMORIA E LA NASCITA DEL MUSEO
IL MUSEO DELLA LINEA DEI GOTI, ORDINAMENTO, OGGETTI, MESSAGGIO
Per il Comitato Scientifico del Museo della Linea dei Goti:
Alessandro Agnoletti, Daniele Diotallevi
L’esposizione
IL SAN SEBASTIANO RITROVATO PORTATORE DI NUOVE RIFLESSIONI
Marco Musmeci



Rimini. Riminesità in conferenza alla Corte degli Agostiniani il 31 agosto

Palazzo comunale
‘Sei di Rimini te? La città e i suoi volti’: riminesità. E’ il titolo della tradizionale serata ad ingresso gratuito promossa dalla Clinica Nuova Ricerca col patrocinio del Comune di Rimini e il contributo creativo del Cinema Fulgor.
Appuntamento sabato 31 agosto alla Corte degli Agostiniani dalle 20.30. I biglietti, distribuiti ad inizio settimana, in poche ore sono terminati. Sabato sera dalle 20 sarà possibile accedere solo per posti in piedi e fino al limite della capienza. In caso di maltempo la serata si svolgerà al Teatro Novelli.
Vengono proiettati anche alcuni brevi spezzoni di film che raccontano Rimini ed il suo carattere. Da ‘Rimini Rimini’ di Sergio Corbucci a ‘L’Ombrellone’ di Dino Risi, ‘I Vitelloni’ e ‘Amarcord’ di Federico Fellini, ‘l’Ultima notte di quiete’ di Valerio Zurlini, ‘Cinema Grattacielo’ di Marco Bertozzi.
Si alternano vari contributi: dal racconto delle abitudini, dei luoghi ai personaggi che possono riassumere, oltre all’ H294 sul codice fiscale, i volti e i caratteri della città così amata dai suoi cittadini, dentro e fuori le mura.
Non mancheranno le sorprese e le risate, grazie alla presenza del cantastorie riminese Nevio Bedin, straordinario ‘barzellettiere’ che spopola sul web.



Rimini. Libri in presentazione, La Romagna dei Malatesta, Rimini e Cesena al Teatro degli Atti il 6 settembre

Sigismondo Malatesa, tra i più grandi della famiglia
Libri in presentazione, La Romagna dei Malatesta, Rimini e Cesena al Teatro degli Atti il 6 settembre.
Partecipano Antonio Paolucci e Rosita Copioli, autori del volume, che ci svelano la bellezza nascosta della Romagna dei Malatesta, incorniciata fra la collina, la pianura e il mare.
Lo storico dell’arte di origini riminese Antonio Paolucci porta il lettore alla scoperta di Rimini, Caput viarum, “Capolinea delle Vie” perché sotto il fornice dell’Arco di Augusto finiva la via Flaminia e, oltre il Ponte di Tiberio, era possibile scegliere tra la via Emilia, che attraversava la Gallia Cisalpina, e la Popilia, che piegava verso Aquileia e l’Illirico, luogo di passaggi, di incontri, di scambi.
Dalle testimonianze romane agli affreschi della chiesa di Sant’Agostino, tra i più preziosi esempi della raffinata scuola pittorica riminese delle origini, al Tempio Malatestiano, edificato da Sigismondo Malatesta con l’apporto di Leon Battista Alberti.
E poi Cesena, con la Biblioteca Malatestiana, magnifica espressione dell’Umanesimo quattrocentesco.
La poetessa Rosita Copioli, riccionese, racconta miti e genealogie locali – dagli uomini della preistoria a Fellini – in un turbine irresistibile di riflessi e rimandi e illuminazioni, alla ricerca dell’invisibile alle spalle del visibile, dell’infinito alle spalle del finito, dell’eterno alle spalle dell’antico e del recente.
Le immagini delle eccellenze di Rimini e Cesena fotografate da Luciano Romano e da Gilberto Urbinati accompagnano le parole di Antonio Paolucci e Rosita Copioli.
La presentazione è organizzata con la collaborazione del Comune di Rimini.
Presente l’Assessore alla cultura, Gianpiero Piscaglia.



San Giovanni in Marignano. Settembre eventi, Capodanno del Vino e Giornata del Dono

Un borgo vivo tutto l’anno con eventi e proposte per tutte le età. A settembre è Capodanno del Vino in programma domenica 22, e la Giornata del Dono sabato 28 settembre.
Ma le attività nel borgo marignanese non si sono mai fermate! Per tutta l’estate ogni giovedì la Pro Loco ha allietato bambini e famiglie con il mercatino, al quale hanno partecipato con impegno ed entusiasmo oltre 45 bambini con le loro famiglie. Nella serata conclusiva ogni bambino ha ricevuto in dono un braccialetto a ricordo. Da rimarcare la partecipazione dei bambini in primis, ma anche le famiglie che hanno spesso collaborato. Ogni settimana, complice la speciale atmosfera di Piazza Silvagni, tantissimi erano pronti a ritrovarsi in un appuntamento ormai consolidato dell’estate marignanese.
Domenica 1 Settembre torna l’Auto Moto Raduno di Solidarietà a cura di Lions Club e Leo Club Valconca, in collaborazione con il Moto Club “E. Vanni”, aperto ad auto d’epoca e moto.
L’evento che unisce allo spirito amatoriale il piacere di contribuire al benessere sociale e morale della comunità, si svolge dalle  alle 11  in Piazza Silvagni ed è l’occasione di poter conoscere e vedere auto e moto d’epoca, che partecipano sempre con entusiasmo e numerosi.



San Giovanni in Marignano. Volley donne, l’Omag (A2) presentazione in piazza Silvagni il 30 agosto

Volley donne, l’Omag (A2) presneatzione in piazza Silvagni venerdì 30 agosto alle ore 20:30.  Sfila lo staff tecnico: Stefano Saja e Alessandro Zanchi e le atlete, Giulia Bresciani, Linda de Bellis, Ilaria Battistoni, Salì Coulibalì, Greta Pinali, Giulia Saguatti, Asia Bonelli, Alice Pamio, Alessia Mazzon, Greta Mandrelli, Anna Gray, Clara Decortes e Giuditta Lualdi.
La serata è l’occasione per conoscere le ragazze e fare sentire loro il calore e il sostegno che le accompagnerà nel corso dell’imminente e lungo campionato!
Degustazione di pasta e ottimo Sangiovese.