Cattolica. Mystefest, tempo di premiazioni il 29 giugno

 

Mystefest, tempo di premiazioni. Sabato 29 giugno si tiene un nuovo appuntamento del ciclo di presentazioni degli autori del giallo che quest’anno il Festival propone con una formula originale caratterizzata da letture, musica ed arte.
Sul palco di piazza 1° Maggio (ore 21) si terrà il reading “Alba Nera”, dal romanzo di Giancarlo De Cataldo edito da Rizzoli. Il magistrato, drammaturgo e sceneggiatore (“Romanzo criminale”, “Suburra”) racconta del commissario Alba Doria, affetta da disturbo della personalità, sulle orme di un assassino creduto morto che torna a colpire. De Cataldo e Angela Baraldi, cantante e attrice bolognese, leggeranno alcuni brani sul palco del MystFest prima della cerimonia di premiazione. Angela Baraldi omaggerà con alcuni brani la città di Cattolica.

Nella serata la giuria composta dagli scrittori Cristiana Astori, Annamaria Fassio, Franco Forte, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Marinella Manicardi e da Simonetta Salvetti, direttrice dei Teatri di Cattolica e curatrice della manifestazione premierà, tra i 110 lavori pervenuti al MystFest, il racconto vincitore del 46° Premio Gran Giallo Città di Cattolica. Saranno inoltre consegnati il Premio Alberto Tedeschi e il Premio Alan D. Altieri.

Altri appuntamenti della giornata: alle ore 11 per la “Colazione in giallo”, a cura di Elisabetta Bartolucci e Giulia Garbi al Geb Openspace (via Marconi 22), incontro con l’autore Paolo Regina che presenta “Morte di un antiquario” (edito da Sem).

Alle ore 18.30 all’Hotel Kursaal (piazza 1° Maggio) si tiene il vernissage della mostra “Enjoy your Monsters” di Alexia Solazzo, composta da alcune opere originali contenute nell’ultimo libro di Andrea G. Pinketts “E dopo tanta notte strizzami le occhiaie”, edito da Mondadori. La mostra resterà aperta fino al 14 luglio.

Per la retrospettiva dedicata a Mario Bava, “Cinque volti della paura”, in collaborazione con il circolo del cinema Toby Dammit, alle 23.30 al Salone Snaporaz (piazza del Mercato 15) La maschera del demonio, con Barbara Steele e Ivo Garrani (il film con cui Mario Bava nel 1960 esordì alla regia).




Rimini. Furbetti dei rifiuti, arrivano le foto-trappole

Furbetti dei rifiuti, arrivano le foto-trappole da lunedì primo luglio.
Alla Fotocamere di Controllo Ambientale (AFC), com’è tecnicamente chiamata, farà seguito entro la settimana il montaggio delle altre cinque che opereranno sul territorio comunale in una settantina di posizioni individuate, e autorizzate dalla Prefettura, sulla base delle segnalazioni pervenute specie da parte dei cittadini, della Polizia Municipale e del gestore.
I dispositivi che saranno installati sono in grado di fare foto a colori di giorno e bianco e nero di notte anche in caso di assenza totale di illuminazione fornendo informazioni visuali sugli utilizzatori delle postazioni identificate e inviando un sms di allarme nel caso di tentativi di manomissione. Le zone video-sorvegliate per rispetto alle norme sulla privacy verranno segnalate mediante cartelli segnaletici realizzati utilizzando le stesse strutture scatolari di contenimento delle fotocamere.
“Più che del numero di sanzioni – è il commento l’assessore all’Ambiente Anna Montini – l’augurio è che diminuiscano i conferimenti non corretti da parte delle persone che, magari nell’ipotesi concreta di venire individuati, rinuncino a sistemi a volte determinati da scarsa attenzione o pigrizia. Comportamenti però che rimangono non giustificabili e dannosi per l’impegno che la grandissima parte dei riminesi impiega per far della raccolta differenziata una risorsa per la comunità’ al fine di riciclarne i materiali e non un problema. Nelle prossime settimane avremo già le prime risposte che, anche grazie all’introduzione di questi nuovi apporti tecnologici, confido possano essere piu’ che positive e consentano di ottenere ordine e decoro anche in quelle aree di raccolta rifiuti su cui riscontriamo criticità”.
Nel 2018 sono stati 150 i verbali elevati per il mancato rispetto delle disposizioni che regolano il conferimento corretto dei rifiuti. Un numero importante che continua purtroppo a crescere negli anni. 92 sono state infatti le sanzioni emesse nel 2016, divenute 121 nel 2017, tutte per la violazione dell’ordinanza sindacale che dal 2017 regola e controlla il corretto conferimento dei rifiuti da parte degli utenti nonché il corretto funzionamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati nel Comune di Rimini.
E’ attraverso il lavoro di controllo della Polizia Municipale e delle Guardie Ecologiche Volontarie, che il Comune di Rimini verifica che i rifiuti non vengano conferiti al di fuori degli appositi cassonetti e che il conferimento avvenga correttamente utilizzando a seconda della tipologia del rifiuto (plastica, carta, vetro, indifferenziato, l’apposito cassonetto.




Pennabilli. Micoterapia ed erbe officinali in Valmarecchia in convegno

Micoterapia ed erbe officinali in Valmarecchia in convegno. Appuntamento il 6 luglio, ore 10, hotel Montefeltro a Pennabilli.
Intervengono:
• Dr.ssa Emma Petitti
Assessore al Bilancio, Riordino Istituzionale, Risorse Umane
e Pari Opportunità della Regione Emilia-Romagna.
“Per una nuova cultura del benessere e della salute, quando
la ricerca incontra l’industria ed il territorio nuovi percorsi
possibili”.
• Prof. Giuseppe Venturella
Ordinario di Botanica forestale e Micologia, Dipartimento
Scienze agrarie, alimentari e forestali dell’Università
di Palermo, Presidente SIFM.
“Biodiversità, bioprospecting e Science-to-business marketing
dei funghi”.
• Prof. Stefano Manfredini
Coordinatore Corso di Laurea Magistrale in Farmacia
dell’Università di Ferrara.
“Ruolo dei prodotti salutistici e farmaceutici, da fonti vegetali
sostenibili negli scenari della Valmarecchia”.
• Dr.ssa Elisa Pellegrino
Ricercatrice Scuola Superiore Sant’Anna Pisa, Socio
Fondatore SIFM.
“Tecniche molecolari di identificazione dei funghi finalizzate
all’attività industriale”.
• Prof. Arrigo Cicero
Università di Bologna, Presidente SiNut.
“Evidence-Based Mycotherapy”.
• Dr. Filippo Bosco
Medico Anestesista, Referente Ambulatorio Medicina Integrata
Ospedale Santa Chiara di Pisa, Socio Fondatore SIFM.
“Micoterapia in ambito istituzionale l’Esperienza al Santa
Chiara di Pisa”.

Ore 13.00 – 14.00 light lunch
Sezione pomeridiana, ore 14.
Intervegono:
• Dr.ssa Alessia Valducci
Presidente Aziende Valpharma ed Erba Vita Group
“Il ruolo strategico dell’Azienda nel progetto
“ValpharMarecchia”.
• Dr. Fabrizio Moretti
Vicepresidente Camera di Commercio della Romagna –
Forlì-Cesena e Rimini.
“Il tessuto produttivo della Valmarecchia e le opportunità
di sviluppo economico e sociale”
• Arch. Cinzia Dori
Gal Valli Marecchia e Conca.
“Opportunità sul territorio Micoterapia ed Erbe officinali”.
• Dr. Silvio Cantori
Ispettore Micologo per Rimini dell’AUSL della Romagna.
“Il corretto utilizzo dei funghi”.
• Prof. Pieralberto Marzocchi
Cooperativa Terre biologiche.
“L’esperienza dei Grani Antichi in Valmarecchia
e San Patrignano”.
• Prof.ssa Tea Giannini
Fondazione Valmarecchia.
“Il ruolo della Fondazione per la promozione del progetto
nel territorio”.
• Prof. Patrizio Bianchi
Assessore a coordinamento delle politiche europee
allo sviluppo, Scuola, Formazione professionale, Università,
Ricerca e Lavoro della Regione Emilia-Romagna.
“Dall’intuizione al Progetto, dal Prototipo alla Produzione.
Quando un’idea si fa impresa e diventa promozione sociale
ed economica”.




Rimini. Il sindaco Gnassi riceve l’ambasciatore argentino Tomàs Ferrari

 

Il sindaco Gnassi riceve l’ambasciatore argentino Tomàs Ferrari, a Rimini in occasione del conferimento del Premio “Argentini nel Mondo.
Il prestigioso riconoscimento per il contributo alla promozione dell’immagine e dei valori della Repubblica Argentina e allo sviluppo dei rapporti tra i membri della comunità argentina all’estero è stato infatti assegnato a Mariano Guardianelli, chef del ristorante riminese “Abocar due cucine” di via Farini, che si è distinto nell’arte culinaria tanto da vedersi assegnare alla fine dello scorso anno la sua prima Stella Michelin.
L’incontro ha rappresentato una preziosa occasione per rinnovare il rapporto tra la comunità riminese e quella argentina, rafforzando quel legame a doppio filo che spesso si dipana lungo storie di famiglie emigrate, ma mai separate o dimenticate. In Argentina è presente una folta comunità di origine riminese.




Riccione. Rossi, Pd, consigliere regionale: “Il sindaco Tosi sta spegnendo Riccione”

La lettera

 

Nadia Rossi*
“L’amministrazione comunale di Riccione continua ad isolarsi dalla Riviera Romagnola e con un comportamento campanilista sta spegnendo una delle perle del turismo emiliano-romagnolo, penalizzando anche chi ha voglia di mettersi in gioco”. Dura la critica della consigliera Nadia Rossi alla Giunta Tosi che ancora una volta, non perde occasione per distinguersi compromettendo l’immagine della Perla Verde.
“Riccione è una delle località balneari italiane più conosciute al mondo, che attrae ogni anno migliaia di turisti, grazie alle spiagge attrezzate, ai servizi e ad eventi come la Notte Rosa – dice Rossi – è assurdo che un sindaco alzi i confini ad un evento al quale contribuiscono amministrazioni di sinistra, di destra e anche pentastellate da Comacchio alle Marche. Ancora una volta però Tosi ha scelto l’assenza come modus operandi di rappresentare il territorio. Lascia soli i suoi cittadini e i turisti, isolando e spegnendo la Perla Verde. Non solo non ha partecipato alla conferenza di presentazione del programma della Notte Rosa ma decidere di rimuovere gli addobbi rosa del Giro d’Italia lancia un chiaro segnale di auto-esclusione dal contesto che ricorda molto Torino in tema Olimpiadi. Così come ha scelto di spegnere una delle capitali del divertimento notturno, facendo guerra alle giovani generazioni e ai locali. Viste le dichiarazioni a mezzo stampa di Caldari, credo sia facile dire di essere protagonisti quando il volto e l’impegno è quello degli altri. Consiglio all’assessore di ripensarci e tornare ad essere Presidente del Palacongressi che pare essere l’unico polo funzionante. La sua delega al Turismo non ha avuto molto successo e anzi mantiene a stento esclusivamente l’eredità della vecchia amministrazione, compresa Radio Deejay, e lui stesso è costretto a migrare in altri comuni per divertirsi come fanno anche i turisti in fondo”.

*Consigliere regionale Pd