Rimini. Fiera, a RiminiWellness: sportivi famosi e spettacoli. Moser, Brumotti, Fontana, Re e Rosolino


1 giugno 2019.  Fiera, a RiminiWellness: sportivi famosi e spettacoli. Moser, Brumotti, Fontana, Re e Rosolino.
Tra i tanti ospiti al terzo giorno dell’appuntamento per chi ama star bene e in forma più atteso dell’anno, si sono esibiti e hanno abbracciato i fans Vittorio Brumotti, campione di bike trial, Ignazio Moser ex ciclista su strada e personaggio televisivo, Massimiliano Rosolino, ex nuotatore Campione Olimpionico, Roberto Re, uno dei numeri 1 della formazione europea in campo sportivo e non solo, oltre a Federica Fontana, stilista, modella e blogger, Michele Evangelisti, ultratrailer che ha attraversato l’Australia di corsa e Irma Testa, la prima pugile della storia ad aver partecipato a una olimpiade.

“Sono già tanti anni che vengo a RiminiWellness ed è meraviglioso ritornarci trovando sempre questa energia – ha detto Vittorio Brumotti – Ho parlato con molte persone che la pensano come me, ovvero che amano lo sport e mangiar sano. Io mangio sempre verdure, petto di pollo, bresaola e senza sale. È bello vedere che a Rimini, in questa bellissima città, ci siano ristoranti che servono piatti così e comprendano appieno l’importanza di un’alimentazione sana e, quindi, di una vita sana”.

Della stessa idea è Ignazio Moser, testimonial di LipoBreak, che, tra uno scatto e l’altro con i fans, ha raccontato la sua vita in linea con lo spirito di RiminiWellness: “In questo momento mi sto allenando sull’incremento della forma fisica, m piace andare a correre in montagna, in bici e nuotare al lago. Oggi se non dovessi ripartire andrei a farmi una bella corsa sul lungomare di Rimini che conosco molto bene ed amo perché è legata ai miei esordi. La prima vacanza che ho fatto da solo a 16 anni l’ho fatta proprio qui, ed è sempre piacevole venire a Rimini e in Romagna”.

Rimini, quindi, nel cuore dei Vip, ma anche nel cervello, come nel caso del mental coach Roberto Re, per la prima volta a RiminiWellness, che nel capoluogo di provincia romagnolo ha anche una leadership school: “Sono molto felice di essere qui, per l’entusiasmo e l’energia che trasmette questo luogo. L’aver portato in fiera un argomento come l’equilibrio tra corpo e mente penso sia fondamentale per ogni pratica sportiva. La strada è segnata: si è partiti con l’introduzione nel mondo sportivo della figura del preparatore atletico, che ormai è assodata, e ora succederà lo stesso con il preparatore mentale”.

Dieci anni fa, per la prima volta, Massimiliano Rosolino è venuto a RiminiWellness e quest’anno ci è ritornato, allo stand di Herbalife, trovando uno scenario totalmente diverso: “L’evento si è evoluto davvero tanto ed è ancora più bello. Ho visto tanti amanti del wellness, persone innamorate di quella che è l’idratazione, l’alimentazione e lo stile di vita. Oggi non ci si accontenta di più di vedersi più carini, ma si vuole stare meglio”.

Federica Fontana, anche lei già presente a RiminiWellness negli anni passati, oggi era allo stand di Virgin Active: “Per me è fondamentale l’unione tra corpo e mente, faccio yoga da un paio di anni e ne ho tratto dei benefici incredibili. Sono anche contenta di essere ancora a Rimini perché è un posto fantastico, la patria dell’allegria e delle persone che sanno divertirsi e far divertire. Spero di ritornare qui anche il prossimo anno”.

Michele Evangelisti, ultratrailer che ha attraversato l’Australia di corsa, da est ad ovest: “RiminiWellness è cresciuta tantissimo in questi anni, anche a livello di tecnologie e di alimentazione. C’è un clima bellissimo, con tante persone che condividono le proprie passioni. Ed è bello vedere e imparare da quello che fanno gli altri, per me è uno stimolo per migliorare. Un bel melting pot dove si può crescere”. Tu hai fatto un’impresa eccezionale: hai attraversato tutta l’Australia di corsa. C’è stato un momento in cui ti sei chiesto ‘chi me l’ha fatto fare?’ “Quando ho deciso di iniziare la mia avventura ho pensato di correre per chi era più in difficoltà di me: così ho corso per l’ospedale Niguarda di Milano. E nei momenti difficili mi sono venuti in mente loro e, anche se piano, però sono andato avanti sempre”.
Irma Testa, la prima pugile della storia ad aver partecipato a un olimpiade (Rio 2016): “Vengo qui ogni anno, ciò che mi colpisce sono le tante e diverse novità che passano di qui, la varietà di sport che si possono provare: per esempio stamattina ho provato il crossfit”. Cos’ha significato essere la prima pugile italiana alle olimpiadi? “Ha significato dare voce alle donne, a tutte quelle ragazze che sono state discriminate nel pugilato per tanti anni, e ha significato dire: eccoci, ci siamo anche noi”.




Riccione. Festa del 2 giugno, il programma

Festa del 2 giugno, il programma

ore 10.45
Ritrovo dei partecipanti alla Ex fornace, viale Einaudi

ore 11
Cerimonia

Musiche a cura dell’ Istituto Comprensivo n. 1,
Scuola Secondaria di 1° grado ad indirizzo musicale

Letture a cura dell’Istituto Comprensivo Zavalloni,
Scuola Secondaria di 1° grado




Rimini. Gruppo Aureli, nuova mossa: Aetna compra il 100% di Ocme

Gli Aureli (soci Scm) con Aetna Group acquista il 100% di Ocme. Nel 2017 era entrata nel capitale sociale della famiglia Gatteschi di Parma. Insieme fatturano circa 300 milioni di euro.  La società riminese è leader nel mondo, nelle tecnologie del packaging e della logistica. Conta oltre 1.500 dipendenti, di cui oltre 700 all’estero negli stabilimenti produttivi di Stati Uniti, Brasile, Cina, oltre a 15 filiali che forniscono un eccellente servizio di assistenza tecnica e di ricambi nei principali paesi del mondo: Francia, Germania, Spagna, Regno Unito, Russia, Stati Uniti, Messico, Brasile, Cina, Tailandia, Sud Africa…

Si legge nel sito: “Il fatturato annuale, superiore ai 200 milioni di euro, è realizzato attraverso i marchi: ROBOPAC, ROBOPAC SYSTEMS, ROBOPAC PACKERS, IMSB ROBOPAC E TOPTIER ROBOPAC che operano in 7 stabilimenti produttivi di cui 5 nella packaging valley, 1 in Brasile e 1 negli USA. La quota export è pari al 90%. Ogni anno circa il 4% del fatturato viene investito in R&D, per garantire soluzioni tecnologiche innovative in grado di offrire reali vantaggi ai clienti.
Con oltre 150.000 macchine vendute e istallate in tutto il mondo, AETNA GROUP è quindi in grado di offrire una vastissima gamma di soluzioni e servizi per le più svariate esigenze nel settore del packaging”.




Cattolica. Mystfest, Premio Gran Giallo 110 lavori in gara

Il manifesto 2019 di Alessandro Baronciani

Mystfest, Premio Gran Giallo 110 lavori. Dal 26 al 30 giugno, l’appuntamento alla 46esima edizione.
Le regioni più rappresentate sono l’Emilia Romagna e il Lazio, entrambe con 18 partecipanti, seguite dalla Lombardia con 15.
Ora la parola passa alla “pregiuria”, che dopo la prima scrematura lascerà il testimone alla giuria, composta da Cristiana Astori, Annamaria Fassio, Franco Forte, Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Marinella Manicardi e Simonetta Salvetti.
La premiazione prevista sabato 29 giugno a Cattolica, unitamente alla proclamazione del romanzo vincitore del Premio Alberto Tedeschi 2019 per il miglior romanzo giallo intitolato allo storico fondatore de Il Giallo Mondadori, e tornerà il premio nato nel 2018 e dedicato ad Alan D. Altieri, scrittore prematuramente scomparso.
Il Premio viene assegnato durante una manifestazione che porta a Cattolica alcuni tra i più grandi giallisti di fama mondiale insieme a registi, attori, musicisti e performer tra i più importanti.
L’immagine del MystFest 2019 è stata creata da Alessandro Baronciani, fumettista, illustratore e musicista.

MystFest è organizzato da Comune di Cattolica, Assessorato alla Cultura Servizio Cinema-Teatro, con il Patrocinio della Regione Emilia Romagna in collaborazione con Mondadori, Circolo del Cinema Toby Dammit, Astorina, e Diabolik Club e il sostegno di Sgr Servizi, Aeffe Group, Ristorante Gente di Mare.




Rimini. Due giugno, Festa delle Repubblica: un giorno di festeggiamenti. Concerto al Galli

Due giugno, Festa delle Repubblica, un giorno di festeggiamenti. Prende avvio alle ore 9,30 la cerimonia per festeggiare il 73° anniversario della nascita della Repubblica Italiana. Dopo il raduno delle autorità e della cittadinanza in via IV Novembre davanti al Palazzo del Governo la cerimonia ha inizio con lo schieramento delle Forze armate, delle Forze dell’ordine e dei Corpi di soccorso pubblico.
Segue la lettura e commento di brani a tema a cura degli alunni del circolo 6 di Rimini e la consegna delle medaglie d’onore ai familiari di cittadini italiani militari internati nei lager nazisti per concludersi con la consegna delle onorificenze Omri.
Alle ore 10,30 il Brindisi alla Repubblica, con la collaborazione dell’istituto scolastico “Malatesta” e inaugurazione degli spazi espositivi: “Riminesi al voto per la Repubblica italiana”, mostra documentaria a cura della Prefettura di Rimini e dell’Archivio di Stato di Rimini, con la collaborazione della Biblioteca Civica Gambalunga e il supporto tecnico del Museo della Città di Rimini “Luigi Tonini”e dell’Archivio di Stato di Forlì; “Repubblica: partecipazione e creatività”, esposizione di elaborati scenografici degli allievi del Liceo artistico statale “Serpieri”; “Domus Praefecti”.
Alle ore 11 presentazione del lavoro degli studenti del Circolo 6 di Rimini scuola “G. Rodari”.
Nella serata, alle ore 21, al Teatro Amintore Galli, il tradizionale concerto della Banda città di Rimini, diretta dal M° Jader Abbondanza.




Pesaro. Papalini, Confindustria: “Non possiamo continuare a sostenere continui aumenti del costo dell’energia elettrica”

Mauro Papalini, Confindustria: “Non possiamo continuare a sostenere continui aumenti del costo dell’energia elettrica”. E’ l’allarme del presidente degli industriali pesaresi nel corso dell’assemblea del consorzio Confindustria Energia Adriatica.
L’assemblea si è tenuta presso la Pershing Yacht–Ferretti Group di Mondolfo: “Una location voluta – ha detto Papalini – perché è un’azienda innovativa, ha visione, una fortissima presenza all’estero, ed ha una positiva ricaduta sulla nostra comunità”.
Parlando di costi dell’energia, il presidente ha fatto notare che, a partire dal 2017 e anche per via di alcune delibere comunitarie, il costo della carbon tax sulle emissioni di CO2 “si è quintuplicato, passando da 5 a 25 euro a tonnellata nel giro di pochi mesi, generando di rimando, un significativo aumento della bolletta elettrica per il momento non accompagnata da un beneficio per l’ambiente”. Papalini ha ricordato che “le Marche sono una regione prettamente manifatturiera e con forte vocazione all’export” e che “una nostra impresa si deve ormai confrontare con la concorrenza internazionale e non solo Europea”. “Parliamo da anni di aumento della produttività e di incremento dell’export – ha affermato -, ma la verità è che, in una condizione di evidente deficit di competitività spesso anche i troppi vincoli burocratici – compresi quelli per l’accesso ai finanziamenti – rendono problematica la realizzazione di impianti di produzione”.
Secondo il presidente Papalini, che guida anche il consorzio Confindustria Energia Adriatica, “non c’è dubbio che il tema dell’energia elettrica, della sua produzione e distribuzione, nel rispetto dell’ambiente e dei target europei debba essere centrale nella prossima agenda di Bruxelles, ma ritengo necessario trovare un equilibrio tra politiche ambientali, obiettivi di decarbonizzare per la produzione di energia e costi di approvvigionamento per il sistema delle imprese”.
Una via possibile per il nostro paese l’ha tracciata Massimo Beccarello, uno dei massimi esperti del sistema confederale sulle tematiche energetiche e ambientali, presentando in anteprima una revisione complessiva del mercato energetico, attraverso l’utilizzo di soluzioni evolute, ed investimenti che potrebbero arrivare a 300 miliardi in 10 anni. “Faranno parte delle prossime attività di Confindustria Energia Adriatica – ha anticipato Andrea Baroni, procuratore del consorzio -, con l’obiettivo di sfruttare le fonti rinnovabili con un nuovo paradigma energetico, nel quale il consumatore diventa attore principale negli equilibri del mercato”.
Ad oggi, il consorzio Confindustria Energia Adriatica serve oltre 600 clienti concentrante nel centro nord, ed oltre 40 provincie. Il fatturato 2018 si attesta su 34 milioni ed è prevista per il 2019 una crescita del 5%. All’evento, erano presenti, insieme a diversi soci del Consorzio e di Confindustria, tutti i grandi consumatori di energia nella nostra area, fra i quali Profilglass, Benelli Armi, Scavolini, YKK, Fiam, Messersì Packaging, Biesse, Prb, Salcavi, Prefabbricati Ricci, Sititalia, Tecnoal, Ilva, Ferretti Group oltre alle grandi aziende interessate al futuro degli scenari mondiali nel settore energia, come Renco.




Riccione. Paese, due giorni di eccellenze eno-gastronomiche

Paese, due giorni di eccellenze eno-gastronomiche. Alla II edizione, appuntamento mercoledì 5 e giovedì 6 giugno.
Un borgo, quello del paese vecchio di Riccione, per due giorni apre le porte a curiosi e gourmet
con la seconda edizione di un format che mette al centro la socialità veicolata attraverso il buon
cibo e l’ospitalità delle botteghe del quartiere.
Come lo scorso anno i commercianti di Corso Fratelli Cervi aprono negozi e attività per
accogliere i cuochi di indiscutibile talento, tra cui anche stelle Michelin, della Brigata del Diavolo
– cuochi sognatori, che cucineranno i prodotti messi a disposizione dagli stessi negozianti,
mentre all’esterno, nelle piazzette e in strada, ci sarà la possibilità di degustare vini e specialità di
una nutrita pattuglia di artigiani cucinieri, tra musica e animazione, per due serate originali e
appetitose in cui si potranno assaggiare piatti pensati ad hoc per questo appuntamento.
L’evento si inserisce nel palinsesto di Romagna Osteria, il progetto sostenuto da Visit Romagna,
un viaggio dei sensi in dodici tappe volto a valorizzare cucina e paesaggio, cultura
enogastronomica, bellezza e patrimonio storico-artistico attraverso i migliori cuochi del territorio.
Nei due giorni della manifestazione si alternano 11 cuochi. I protagonisti di mercoledì 5 giugno: Silver Succi (ristorante Quartopiano, Rimini) a La Cucina nel Gazebo, Silvio Di Donna (Gelataio vagante, Bologna) a La Cucina nel Gazebo, Giuseppe Gasperoni (Osteria del Povero
Diavolo, Torriana) nella Macelleria Gambuti, Riccardo Agostini (ristorante Il Piastrino, Pennabilli)
a Il Mattarello, Daniele Succi (I-Fame, Rimini) alla Polleria Argentina e Massimiliano Mussoni (La
Sangiovesa, Santarcangelo) a Pasta Madre.
La colonna sonora della serata è affidata alle band The Silver Combo duo e Bed&breakfast.
Il giorno dopo, giovedì 6 giugno troveremo invece Omar Casali (Marè, Cesenatico) a La Cucina
nel Gazebo, Silvio Di Donna (Gelataio vagante, Bologna) a La Cucina nel Gazebo, Raffaele Liuzzi
(Locanda Liuzzi, Cattolica) alla Macelleria Gambuti, Remo Camurani (ristorante Ca’ Murani,
Faenza) a Il Mattarello, Paolo Bissaro (ristorante La Canonica, Casteldimezzo – Pesaro) alla
Polleria Argentina, Fabio Drudi (Taverna Righi, San Marino) a Pasta Madre.
In questa serata la musica è affidata a Flamin’ Gene duo e Alte Feulip.
Oltre alla possibilità di scegliere e assaggiare i piatti di questi grandi interpreti della cucina (che
con un costo tra gli 8 e 10 euro), in Paese si possono incontrare prodotti e produttori di
eccellenze di diversi territori come le ostriche di L’ottavino di Santarcangelo di Romagna, le birre
Baladin e del Borgo, le prelibatezza dolci della Pasticceria Tommasini, le proposte della Società
cooperativa agricola Valmarecchia Bionatura (Pennabilli), dell’Azienda Agricola Mora del Munio
(Bagncavallo) e della Fattoria Mà Falda (San Venanzo) oltre ai vini dei colli riminesi.
CI SEI?! Paese a Ferro e Cuoco è un evento ideato da Fausto Fratti, per tanti anni patron del
ristorante Il Povero Diavolo di Torriana e curatore della storica manifestazione Scorticata la
collina dei piaceri, in collaborazione con il Comitato Riccione Paese e con l’assessorato al
turismo del Comune di Riccione.