Mondaino. Appuntamento col “Motoraduno Malatestian Routes”

Appuntamento col “Motoraduno Malatestian Routes” a Mondaino. E’ l’occasione per trascorrere una giornata in amicizia condividendo la passione per i motori, il sole e la buona cucina, alla scoperta dei suggestivi percorsi nella terra di confine fra Romagna e Marche, Malatesta e Montefeltro.
Il ritrovo è in Piazza Maggiore alle ore 9 per effettuare l’iscrizione che prevede un costo di € 18, dove sono inclusi T-shirt, gadget, pranzo, acqua/bibita. Alle 10.45 si parte alla riscoperta dei percorsi malatestiani. Il rientro è previsto in Piazza Maggiore sede anche del pranzo dalle 12.30. Il momento del convivio “da magnè e da beva” è accompagnato dal concerto dei JO4M.

INFO e PRENOTAZIONI
348 0455093 / info@mondainoeventi.it / www.mondainoeventi.it




Montefiore Conca. Una passeggiata con i non vedenti

Una passeggiata con i non vedenti. “Passeggiamo e… non solo”: domenica 19 maggio una giornata alla scoperta di Montefiore Conca

Sport, relax e natura sono gli ingredienti dell’evento “Passeggiamo… e non solo”, una passeggiata per non vedenti, ipovedenti, i loro amici e familiari alla scoperta delle colline di Montefiore Conca organizzata dalla sezione Uici di Rimini (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), in collaborazione con l’Associazione a Passo D’Uomo e l’agriturismo Il Vecchio Gelso. L’iniziativa, in programma domenica 19 maggio, è un’occasione per dare a tutti la possibilità di condividere le diverse esperienze sensoriali, arricchire gli animi e migliorare il benessere fisico. Questi appuntamento nascono con l’obiettivo di favorire nuove amicizie, occasioni di divertimento e condividere esperienze positive.

Il ritrovo è alle tra le 9.30 e le 9.45 al parcheggio di Porta Curina, in via della Repubblica 1-3 a Montefiore. Da qui il gruppo di partecipanti si dirige alla scoperta delle bellezze di uno dei borghi più suggestivi dell’entroterra romagnolo. Ad accompagnare il gruppo e illustrare il territorio sono alcune guide esperte: Maria Luisa Cipriani di a Passo D’Uomo e Laura Pellegrini della guida turistica Family Friendly. Una mattinata suggestiva grazie anche a un percorso sensoriale che, grazie all’ausilio di mascherine, permetterà a chi lo desidera di vivere con gli altri sensi un’esperienza vicina alla realtà del non vedente.

Al ritorno della passeggiata la giornata si conclude con un pranzo a base di carne all’agriturismo Il Vecchio Gelso, situato sulle colline di Montefiore, a Piana di San Pietro (il menù comprende antipasto, due primi, due secondi, contorni, dolce, acqua, vino, caffè e digestivo; in caso di persone vegetariane, vegane o ci fossero casi di intolleranze alimentari è necessario comunicarlo al momento della prenotazione).
I soci che hanno necessità di accompagnamento possono comunicarlo alla signora Nicoletta per la zona di Cattolica e alla signora Patrizia per quella di Rimini al momento dell’iscrizione. In caso di maltempo, il pranzo di condivisione si tiene comunque alle ore 12.30.
Informazioni:
Il costo della giornata è di 35 euro per gli adulti e 20 euro per i bambini dai 4 ai 12 anni, mentre ai soci e a un solo loro eventuale accompagnatore, l’Uici di Rimini offre un contributo di 5 euro a persona; inoltre ai tesserati è richiesto di portare con sé la propria tessera. Alla prenotazione verrà richiesta una caparra di 10 euro, non rimborsabile, o per chi lo vorrà il pagamento dell’intera quota. Per prenotazioni e informazioni si può contattare Patrizia (segretaria Uici) al 0541.29069, Nicoletta (consigliere Uici) al 0541.968324 o al numero 338.2182170 e a Anna (consigliere Uici) al 348.7983341.




Riccione. Giro d’Italia: “Riccione”, la gigantesca scritta con gli ombrelloni rosa

Foto Daniele Casalboni

 

“Riccione”, la scritta con gli ombrelloni rosa. E’ stata realizzata grazie alla collaborazione dei bagnini della cooperativa la scritta gigante “Riccione”, visibile per le riprese dall’elicottero che domenica seguirà la tappa del Giro d’Italia.
Sono oltre 200 i Paesi del mondo collegati ai network televisivi che trasmettono la tappa per più di 800 milioni di spettatori, una vetrina internazionale eccezionale e irripetibile, per cui la città si sta preparando da molti mesi.
La scritta, rigorosamente rosa, è stata composta posizionando esattamente, grazie alla cura e alla perizia dei nostri operatori, 150 ombrelloni , è lunga 120 metri e larga 15 metri.
Coinvolge tre zone di spiaggia: la Spiaggia del Sole 86-87, Le Palme 88-89 e la spiaggia 90 che si affacciano sul lungomare dove domenica passerà la cronometro.




San Marino. La spiritualità di Ballarin illustrata all’Istituto culturale turco di Roma

L’ambasciatore Giorgio Girelli e l’ambasciatore di Turchia presso la Santa Sede Lütfullah Gӧktaș

L’ambasciatore Giorgio Girelli (a destra) con Luigi Ballarin

 

di Giorgio Girelli *

L’intensa attività dell’Istituto Culturale turco a Roma (Yunus Emre Enstitüsü) si è arricchito, per la solerte e feconda iniziativa della sua direttrice Sevim Aktas, di un ulteriore attraente evento: la mostra del pittore veneto Luigi Ballarin, riassunta nel titolo “L’Islam e la preghiera”.
Siamo dinanzi ad un singolare personaggio veneziano che questa volta non confligge con gli ottomani ma anzi, con la sua arte – come rileva Giuseppe Salerno – “getta ponti e stabilisce connessioni tra mondi lontani”. L’ambasciatore di Turchia presso la Santa Sede Lütfullah Gӧktaș ha aperto la manifestazione con elevate parole ponendo in rilievo la spiritualità della pittura di Ballarin e non ha poi mancato di richiamare, dinanzi ai problemi che il mondo oggi presenta, la necessità di alimentare l’approfondimento delle conoscenze reciproche per debellare, nel rispetto delle rispettive peculiarità, i pregiudizi e rafforzare convivenza e collaborazione tra i popoli alimentando così un contributo prezioso all’incontro e alla crescita del patrimonio condiviso. Concetti che trovano rispondenza nel messaggio che il Pontificio Consiglio vaticano per il dialogo interreligioso ha inviato ai musulmani nel mese del Ramadan: “Noi musulmani e cristiani siamo chiamati ad aprirci agli altri, conoscendoli e riconoscendoli come fratelli e sorelle. Così possiamo abbattere i muri alzati dalla paura e dalla ignoranza.” E già anche Averroè, secoli addietro, come ricorda lo scrittore franco-egiziano Gilbert Sinouè, scriveva: “L’ignoranza porta alla paura, la paura porta all’odio, l’odio porta alla violenza”. Valori familiari – mi sia consentito il richiamo – alla Repubblica di San Marino che da otto secoli pratica libertà, tolleranza e accoglienza, come ha attestato l’Unesco elevando il piccolo Stato a Patrimonio della umanità.
Ballarin trascorre la sua vita tra Roma e Istanbul, fonte della sua ispirazione artistica che lo porta a scoprire “quanto siano vicine a noi le realtà che definivamo lontane”. L’artista si immerge in una atmosfera universale di preghiera, spiritualità e mistero. Per questo le sue opere non sono “decorative” ma momenti essenziali di una ricerca profonda. Alla preghiera – per riprendere le parole di Salerno – nella quale tutti, sia pure con modalità diverse, sono impegnati, l’artista veneto dedica i suoi lavori: moschee, minareti, Dervisci, tappeti, grandi adunate di fedeli sono oggetto di rappresentazioni che cercano il contatto con il trascendente e l’avvicinamento al sacro.

*Ambasciatore di San Marino in Turchia

 




Cattolica. Tennis, riaprirà col rapporto pubblico-privato il Leoncavallo? Presentazione alla città

Tennis, riaprirà col rapporto pubblico-privato il Leoncavallo? Presentazione alla città  giovedì 23 maggio ore 18,30 Palazzo del Turismo, via Mancini. Viene illustrato ai cattolichini attraverso gli elaborati grafici, il rendering ed i video di presentazione

Intervengono:
Mariano Gennari, Sindaco di Cattolica
Nicoletta Olivieri, Assessore Sport e tempo libero, decoro e arredo urbano Comune di Cattolica
Fausto Battistel, Assessore Lavori pubblici, sviluppo e recupero aree periferiche Comune di Cattolica
Baldino Gaddi, Dirigente Progetti Speciali del Sindaco e Patrimonio Comune di Cattolica
Giorgio Galimberti, Rappresentate ATI
Maniano Mulazzani, Capogruppo progettisti
Silvano Morandi, Consulente giuridico-finanziario dell’ATI




Rimini. San Lorenzo Monte, vernici scaricate nei campi identificato l’autore

San Lorenzo Monte, vernici scaricate nei campi identificato l’autore. Tappa dopo tappa, le autorità hanno risalito la filiera fino a giungere a identificare e segnalare alla Procura il titolare della ditta che aveva inopinatamente abbandonato diversi bidoni di vernice a San Lorenzo monte, davanti l’accesso a una proprietà privata.
Si sono infatti concluse con l’individuazione del colpevole le indagini della Polizia locale di Rimini che, dopo il rinvenimento del 3 maggio scorso, seguendo le tracce lasciate si sono messe alla caccia del colpevole che ora, nella migliore delle ipotesi, rischia fino a 26.000 euro di sanzione amministrativa senza escludere, in base agli esiti delle analisi che Arpae sta effettuando, a sanzioni penali più gravi.
Sarà sui risultati di queste analisi che stabiliranno la natura della vernice, che da un primo riscontro al momento non sembra “speciale” e quindi particolarmente inquinante, che verrà definita la gravità del reato e di conseguenza la pena che potrà essere applicata per la violazione alle disposizioni del Testo unico ambientale del 2006. E sarà sempre sulla base delle risultanze delle analisi che verrà predisposta la rimozione delle vernici, che fino ad allora sono state messe in sicurezza.




Riccione. Sicurezza stradale, il Giro d’Italia di Paola Gianotti

Sicurezza stradale, il Giro d’Italia di Paola Gianotti. E’ partito questa mattina 18 maggio da viale Ceccarini il suo Giro.
E’ l’atleta che da due anni sta anticipando tutte le tappe del Giro d’Italia per promuovere la sicurezza stradale.
Paola è impegnata nell’impresa, partita il 12 maggio da Bologna, che la vede percorrere in sella alla sua bici la tappa del Giro d’Italia con un giorno d’anticipo e questa mattina è partita per la cronoscalata Riccione – San Marino, 34,7 chilometri che l’atleta – detentrice di tre Guinnes World Record come la donna più veloce ad avere attraversato il mondo in bici, i 48 stati americani in 43 giorni e il Giappone da nord a sud in 9 giorni – ha percorso all’insegna della promozione e sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale con la campagna “Io rispetto il ciclista”. #iorispettoilciclista è l’hashtag di riferimento di una campagna che, mentre Paola pedalerà da Catania a Roma passando per le Dolomiti e le Alpi, avrà l’obiettivo di sensibilizzare proprio gli automobilisti.
A dare il benvenuto a Paola e ai corridori al suo seguito il presidente del consiglio comunale Gabriele Galassi e gli agenti della Polizia Municipale che l’hanno scortata fino a San Marino.




vignetta