Gradara. Delegazione governativa albanese accolta dal sindaco Filippo Gasperi

Delegazione governativa albanese in visita a Gradara. A guidarla Tommaso Scattolari, presidente della Camera di Commercio Italo Albanese. La delegazione era composta dal vice ministro agli Affari esteri e alle relazioni con l’Europa Artemis Dralo; dal vice ministro all’Educazione Shpati Kolgega, dal sindaco di Scutari Voltana Ademi; da Ana Abdi segretaria dell’ufficio Relazioni Internazionali del Partito Socialista Albanese; dal famoso giornalista Artur Nura, corrispondente per Radio radicale e conduttore di successo in Albania e da Roberto Caparrotta, segretario proposte economiche per il Partito Democratico Albanese.




Cattolica. Bocce, cattolichino ai mondiali

Massimo Serafini

Il cattolichino Massimo Serafini ai mondiali di bocce come arbitro a San Miguel de Tucumán (Argentina) dal 4 all’11 marzo.




Riccione. Donna, “Petali di rosa digitale” in biblioteca

Riccione, la biblioteca

Donna, “Petali di rosa digitale”. In occasione della festa dell’8 marzo e ispirata alla storia delle donne che hanno cambiato il mondo con il loro esempio, la Biblioteca comunale di Riccione ospita sabato 9 marzo alle 16 la festa conclusiva del progetto realizzato in collaborazione con gli alunni e insegnanti di alcune scuole e istituti riccionesi e dei comuni circostanti.

Il Movimento nazionale RosaDigitale si batte per le pari opportunità nei settori dell’informatica e della tecnologia. In Italia e in Europa vengono organizzati degli eventi, chiamati petali, con lo scopo di avvicinare giovani e adulti alla programmazione, al coding e alla robotica.

La scuola ha un ruolo chiave in questo processo perché coinvolge tutti, proponendo una varietà di strumenti accattivanti che permettono di sviluppare la creatività, nell’ottica della cittadinanza digitale. Molti istituti italiani hanno accettato la sfida attraverso un approccio innovativo basato su una comunità di buone pratiche.

In collaborazione con Enti Locali e associazioni digitali, alcune scuole riminesi: IC Valle del Conca, IC Mondaino, IC Coriano, IC Riccione Zavalloni e Pio XII, si sono unite in un progetto in rete contro le disparità e le disuguaglianze.

La mostra RosaDigitale allestita nella Galleria della Biblioteca comunale di Riccione vuole raccontare le lezioni che si svolgono in classe sulle donne. Grazie a tutti i bambini che hanno contribuito alla realizzazione dei lavori e che sono il nostro futuro per un mondo migliore.

La mostra si potrà visitare fino a martedì 19 marzo 2019 nei giorni e negli orari di apertura al pubblico della biblioteca: lunedì dalle ore 14 alle 19; dal martedì al sabato dalle ore 9 alle 19.

L’ingresso è libero




Rimini. Incontro con padre Alex Zanotelli: “Costruiamo ponti e non muri”

Padre Alex Zanotelli

“Costruiamo ponti e non muri”. E’ il titolo dell’incontro do padre Alex Zanotelli. Organizza la Diocesi di Rimini in collaborazione con “Incontri del Mediterraneo” di Riccione. Appuntamento martedì 19 marzo ore 20,45
al Teatro Tarkowskij – via Brandolino, 13 – Rimini. Nella stessa serata verrà celebrata la Giornata dei Missionari Martiri
e ricordata l’uccisione di monsignor Oscar Romero, vescovo di San Salvador.




Riccione. Centro 21, storie lette ed animate presso libreria Bianca&Volta

Centro 21, storie elette ed animate presso libreria Bianca&Volta sabato 9 marzo alle ore 17 l’appuntamento.  L’ingresso è libero.

Età consigliata: dai 3 anni

Centro 21 nasce nel 1993 ed è un’associazione di volontariato formata da familiari di persone con sindrome di Down oltre che da alcuni volontari, amici e simpatizzanti. L’associazione si occupa prevalentemente di adolescenti e adulti ponendo al centro la persona senza limiti di età, ed è un riferimento e sostegno per tutte le famiglie che hanno al loro interno persone con disabilità mentale.

 




Misano Adriatico. Istantanee tristi. Indumenti in abbandono sparsi per centinaia di metri…

Misano Adriatico, zona scuole

 

Ecco come si presenta da giorni il raccoglitore di indumenti di Hera. A pochi passi quello della Caritas è nella stessa situazione.

Hera e Caritas non hanno svuotato i contenitori, ma che cosa dire di questi benefattori?

 

P.S.: Dopo una settimana ci sono indumenti nel giro di centinaia di metri; ha spargerli il forte vento dei gironi scorsi