Rimini. Ordine ingegneri: “Edilizia, troppe pratiche ferme causa l’antisismica”. Danno economico

Ordine ingegneri: “Edilizia, troppe pratiche ferme causa l’antisismica”. Fa sapere l’ordine: “Dopo quasi due mesi dal passaggio di competenza relativa al procedimento edilizio sismico dalla Regione ai Comuni, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rimini denuncia come ad oggi siano tanti i procedimenti edilizi bloccati nella nostra provincia. Ad oggi si sono convenzionati con il servizio di transizione ‘Area Romagna’, che sarà disponibile solo fino al 30 giugno, solo i Comuni di Rimini, Santarcangelo, Misano, Novafeltria, Poggio Torriana, San Giovanni e Talamello e Cattolica. Sono dunque 17 i comuni che ancora non si sono convenzionati con conseguenti danni economici nel settore.
“Come Ordine siamo molto preoccupati per tutti i procedimenti edilizi in corso, che sono inevitabilmente bloccati sulla parte sismica. Da un anno a questa parte stiamo sollecitando le amministrazioni territoriali ad affrontare il tema – ha dichiarato Andrea Barocci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rimini – Mentre in questo momento ci troviamo a fronteggiare una situazione di stallo che provoca un danno economico per la Provincia. Inoltre, essendoci tanti procedimenti edilizi bloccati questi provocano un danno anche al settore edile”.




Novafeltria (Rimini). Teatro, in scena “Uno, nessuno, centomila” di Pirandello

Enrico Lo Verso
In scena “Uno, nessuno, centomila” di Pirandello il primo marzo, ore 21. Il Teatro Sociale Novafeltria ospita un grande classico del teatro contemporaneo con Enrico Lo Verso.
L’omaggio a Luigi Pirandello si compie attraverso l’adattamento teatrale del più celebre dei suoi romanzi: la storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio, minimo insignificante. Le cento maschere della quotidianità, lasciano il posto alla ricerca del sé autentico, vero, profondo. L’ironia della scrittura rende la situazione paradossale, grottesca, accentua gli equivoci. La vita si apre come in un gioco di scatole cinesi, e nel fondo è l’essenza: abbandonare i centomila, per cercare l’uno, a volte può significare fare i conti con il nessuno. La rappresentazione dello spettacolo a Novafeltria è realizzata con la collaborazione di ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare

 

Grazie al contributo degli Amici del Teatro, la solidarietà del pubblico del Teatro Sociale Novafeltria e dei cittadini della Comunità della Valmarecchia, anche per lo spettacolo di venerdì 1 marzo sono disponibili 6 Biglietti sospesi: 6 Biglietti omaggio per i cittadini di Novafeltria e dei Comuni della Valmarecchia.
Per informazioni sulla modalità di consegna dei Biglietti sospesi: Biglietti omaggio, è necessario chiamare il numero 333.3474242.

Da quest’anno è possibile acquistare i biglietti anche su www.liveticket.it

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Associazione culturale l’arboreto
333.3474242
www.teatrosocialenovafeltria.it
teatrosocialenovafeltria@arboreto.org




Rimini. Malattie psichiatriche dei minori, progetto del Rotary Club Rimini

Malattie psichiatriche dei minori, progetto del Rotary Club Rimini. E’ stato illustrato il 28 febbraio, al Grand Hotel di Rimini, a favore del Reparto di Psicopatologia dell’Adolescenza, presso Ospedale “Infermi” di Rimini, dell’Unità operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’AUSL della Romagna, con il sostegno del Distretto Rotary 2072, a mezzo di una Sovvenzione della Fondazione Rotary. Un ulteriore esempio di vicinanza della società civile alla sanità riminese.

Il Progetto di supervisione, realizzato attraverso la messa in atto di un percorso formativo a favore degli operatori della Psicopatologia dell’Adolescenza, è nato con l’obiettivo di fornire un supporto per agevolare il confronto costante con la malattia psichiatrica, in questo caso di minori.

Tale percorso formativo ha dato l’opportunità agli operatori di acquisire competenze e tecniche di gestione che sono state subito attivate e che dunque, ad oggi, sono prassi operativa nell’attività quotidiana del Reparto. Il dottor Andrea Tullini Direttore della predetta Unità Operativa e gli operatori del Reparto, nel corso del Progetto, hanno posto in essere misurazioni periodiche dell’impatto sulle attività e sulla gestione dei pazienti, evidenziandone già i primi risultati positivi.

Nel corso della serata la dottoressa Daniela Rebecchi, consulente a cui è stata affidata l’attività di conduzione degli incontri relativi al Progetto, ha relazionato sul tema “I mille volti della dipendenza da Internet e Social Network: il caso Hikikomori”. La sindrome prende il nome “Hikikomori” da un termine giapponese che significa “isolarsi”. Un fenomeno scoperto in Giappone negli anni Ottanta e che sta dilagando in tutto il mondo. In Italia si stimano oltre 200.000 casi che coinvolgono ragazzi tra i 14 e i 22 anni.

Si allegano il logo del Rotary e due fotografie: foto A, incontro presso l’Ospedale di Rimini tra il Presidente del Rotary Club Rimini Fabio Scala, la dottoressa Daniela Rebecchi ed i medici del Reparto di Psicopatologia dell’Adolescenza; foto B, la dottoressa relazione sul progetto (sullo sfondo il dottor Maurizio Grossi, presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Riminiì; il dottor Pietro Pasini, il dottor Fabio Scala, presidente del Rotary).




Rimini. Emma Petitti: “Primarie Pd, perché votare Zingaretti”

 

La lettera

di Emma Petitti

Il 3 marzo è la data delle Primarie del Partito Democratico.

Questa occasione è il simbolo di un richiamo alla partecipazione popolare, di un coinvolgimento attivo da parte di chi resiste, di chi si oppone alla traiettoria intrapresa dal Governo a trazione giallo-verde. Un’occasione che non si limita ad essere una semplice ‘x’ su un foglio, ma che significa vivere la democrazia nella sua accezione più bella e autentica, in cui il senso della partecipazione si fa concreto e gli elettori si fanno interpreti dello sviluppo democratico e della costruzione di un progetto condiviso.

E’ necessario riunirci per offrire una prospettiva nuova, una speranza e un futuro migliore al Paese, oggi più che mai. Per questo dobbiamo essere numerosi domenica. Le Primarie sono un impegno comune, un’idea politica che vuole coinvolgere non solo i militanti e gli iscritti al partito, ma tutti coloro che si rispecchiano negli ideali di centrosinistra e che condividono il bisogno di voltare pagina. E’ compito del PD tornare a dar voce ai cittadini, rimettendo al centro del tavolo un discorso politico serio e costruttivo, non alimentato da pregiudizi e intolleranza.

L’Italia è in una fase di stallo, tenuta ferma dai capricci e dalle indecisioni di chi è al Governo, che sembra non conoscere la differenza tra governare un paese e fare campagna elettorale. Il bisogno di una opposizione, capace di contrastare le scelte politiche ed economiche dell’esecutivo vigente, è urgente. E’ tempo che i temi principali del nostro partito, come Istruzione, Sviluppo, Solidarietà e Ambiente, tornino ad essere la stella cometa della comunità democratica.

I risultati emersi dalle elezioni regionali in Sardegna e Abruzzo, di pochi giorni fa, sono stati un importante segnale che deve spingerci a fare sempre di più, ma che ha confermato che il popolo che crede nel centrosinistra c’è ed ha voglia di tornare a scendere in campo.

Ci serve un segretario che sia in grado di coniugare un’esperienza politica consolidata all’abilità di guardare al futuro, un candidato capace di ridare unità al partito e riaccendere speranza tra i delusi e i critici, ripartendo proprio dai grandi valori. E’ per questo che domenica sarò orgogliosa di dare il mio voto a Nicola Zingaretti.