San Giovanni in Marignano. Scuola Corbucci-Verni, un e-book insieme a stranieri

La Scuola dell’Infanzia paritaria delle Maestre Pie “Corbucci-Verni”di San Giovanni in Marignano sta partecipando ad un Progetto Europeo, che consiste nel costruire, assieme ai partner di Polonia, Croazia e Portogallo, un e-book interattivo.
Lo scopo dell’e-book è quello di avvicinare i bambini all’educazione finanziaria e quindi aiutarli a riconoscere le monete e il loro utilizzo.

Appena pronto l’e-book, potremo testarlo con i bambini e i genitori di varie scuole del territorio.
Intanto è possibile seguire l’iter di realizzazione del progetto sul sito www.onthemoneytrail.eu e condividere le informazioni tramite la pagina Facebook “On the money trail”.
La storia presentata nell’e-book potrà essere scaricabile nella versione femminile o maschile.
“On the money trail” racconta la storia di un bambino/bambina che entra casualmente in un regno sotterraneo mentre esplora i boschi vicino a casa sua.
Il brivido iniziale svanisce quando si rende conto che è lontano da casa e vuole tornare. Un amico appena conosciuto gli indicherà la via di casa, ma il passaggio è protetto da un gigante che richiede un pagamento in monete. Il/La bambino/bambina troverà nuovi amici che lo aiuteranno a raccogliere le monete necessarie, a vivere avventure insieme e a risolvere piccole sfide. Questo progetto è una preziosa opportunità di scambio e arricchimento reciproco con altre realtà Europee.
Inoltre rappresenta un modo divertente per iniziare i bambini al mondo finanziario sin dalla tenera età, attraverso un gioco. Presente alla presentazione anche l’amministrazione comunale con il sindaco Daniele Morelli e l’assessore alla Pubblica istruzione Michela Bertuccioli, quale riconoscimento a questa importante progettazione e plauso al lavoro dell’Istituto e dei suoi docenti, in attesa di poter vedere il prodotto finale.




Rimini. Turismo, vino come cultura del territorio in conferenza

Coriano. Colline riminesi con vigneti

Coriano. Colline riminesi con vigneti

Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi inaugura l’evento

Vino come cultura del territorio prima ancora che come un prodotto. “Intrecci di vino” è il titolo degli incontri che si tengono
dal 2 al 4 febbraio al Teatro degli Atti di Rimini.

Tre giornate dedicate ai vini della provincia di Rimini ed ai loro molteplici intrecci con la gastronomia e gli amanti di enologia.
Si contamineranno e confronteranno enologi, ristoratori, giornalisti e stakeholder del mondo enogastronomico nazionale.
Non mancherà la parte di degustazione dove i partecipanti potranno percorrere i sentieri dei nostri vini per tipologia e non per cantina.
Si incomincia sabato 2 febbraio alle ore 15 con “IL VINO A RIMINI” dove gli enologi Luca D’Attoma e Lorenzo Landi si confronteranno con Angelo Totaro di San Patrignano e Roberto Mascarin di San Valentino. A fare gli onori di casa ci sarà Sandro Santini Presidente della Strada. Modera Luca Ioli de Il Resto del Carlino.
Si toccheranno temi nodali della nostra struttura enogastronomica come il passato e futuro dell’enologia riminese e gli aspetti territoriali del Sangiovese.
“A Rebola d’arte” va in onda domenica 3 febbraio alle ore 10. Franco Galli proprietario dell’omonima cantina e Davide Bigucci del Podere Vecciano se la vedranno con il giornalista Francesco Falcone, con l’agronomo Stefano Romani e con il sommelier Bruno Piccioni.
Protagonista della tavola rotonda la Rebola, il nostro vino bianco di punta.
Fuochi d’artificio lunedì mattina alle 10 dove i ristoratori Giuliano Canzian, Ilia Varo, Mario Celotti, Lorenza Marchesi e lo stellato Mariano Guardianelli scenderanno in campo su temi scottanti come potenziare il rapporto tra le diverse anime del territorio, l’accoglienza gastronomica come prodotto turistico ed il complicato tema del rapporto tra produttori e ristorazione locale. A spiegarci il punto di vista degli hotel e le prospettive turistiche ad ampio raggio sarà Stefano Bonini di Trademark Italia
Un’occasione per approfondire insieme ad esperti di risonanza nazionale i temi enogastronomici nostrani, 3 giornate dedicate agli addetti ai lavori ma anche agli amanti del vino desiderosi di approfondire.
Nella zona degustazione sommelier professionisti vi condurranno in 4 diversi percorsi con 4 tipologie diverse: il sangiovese giovane IGT, il sangiovese superiore, il sangiovese riserva e la rebola.
Sarà un’occasione non per assaggiare i prodotti di singole cantine ma per raggrupparli per tipologia e capire sfumature e differenze di taste e colore.
Ingresso libero al workshop, ingresso alle degustazioni € 15 calice + sacca e degustazioni illimitate.




San Giovanni in Marignano. Volley, il concorso lo vince il disegno di Riccardo della IIIC


Riccardo della IIIC dell’Istituto comprensivo ha vinto il premio del concorso “Il migliro disegno del volley”, indetto   in occasione della manifestazione tenutasi il 22 settembre intitolata “Una giornata con Angelo Lorenzetti”, che ha avuto come protagonista l’allenatore della squadra di serie A di volley maschile Trentino Volley, fresco vincitore del campionato del mondo per club. Ha organizzato il settore Volley Maschile Nuova Polisportiva A. Consolini.
Il progetto è stato realizzato per coinvolgere il territorio nella conoscenza del gioco del volley e testimoniare che così come la pallavolo è un gioco di squadra, anche in questo concorso ha vinto tutta la scuola e tutta la classe della quale fa parte l’alunno protagonista del disegno prescelto.
E’ stato un momento piacevole e divertente, nel quale tutti i bambini si sono dimostrati emozionati e felici per la consegna dei premi.
La consegna delle magliette è avvenuta alla presenza del presidente della Nuova Polisportiva Gamboni Michela, del Responsabile del Settore Volley Maschile della Nuova Polisportiva A. Consolini Urbinati Wiliam, del Sindaco Daniele Morelli e della vice Sindaco Bertuccioli Michela, nonché di alcuni allenatori del settore volley maschile e di alcuni giocatori della serie C. Gli atleti hanno dato appuntamento ai ragazzi al palazzetto il prossimo sabato 02 febbraio alle ore 18.30, in occasione dell’esordio delle magliette da riscaldamento con l’immagine di Riccardo.




Morciano di Romagna. Giorno della Memoria, concerto per la scoperta delle radici ebraiche

Giornata della Memoria: Delilah Gutman e Ben Ardut Trio in concerto a Morciano di Romagna: un viaggio alla scoperta delle radici della civiltà ebraica. Appuntamento domenica 27 gennaio, alle 16,30  con il trio Ben Ardut (Filippo Dionigi – clarinetto, Federico Tassani – euphonium baritono, Ivan Barbari – fisarmonica) accompagnato dalla voce di Delilah Gutman – pianista, compositrice e cantante, nominata ambasciatrice dell’amicizia Italia-Israele nel 2012 in occasione di un concerto a Eilat dedicato ai sopravvissuti alla Shoah.




Rimini. Fiera, cinesi del settore orafo in visita

Cinesi di Guanzgzhou (la vecchia Canton) in visita alla Fiera di Rimini. Il presidente Lorenzo Cagnoni ha accolto una delegazione di operatori del settore orafo il 25 gennaio.  Come capo delegazione il vice-sindaco di Guangzhou Mr. Chen Zhiying e il vice-sindaco del distretto di Panyu Mr. Huang Ka. Nel quadro della partnership tra IEG e CIBJO, Confederazione mondiale della gioielleria, è stato invitato anche il dottor Gaetano Cavalieri, Presidente CIBJO.
L’incontro di oggi a Rimini segue una serie di meeting istituzionali dedicati a studiare lo sviluppo del business fieristico in Cina per il comparto della gioielleria. In tale contesto si è collocata anche la promessa delle autorità e operatori cinesi di raggiungere Vicenza durante VicenzaOro, con visita anche al quartiere e alla città di Rimini.
L’obiettivo di IEG è quello di favorire le filiere produttive italiane più interessate a sviluppare rapporti di business su mercati così straordinariamente dinamici, stringendo relazioni strategiche e impostando progetti mirati a rappresentare il made in Italy.
Italian Exhibition Group vuole quindi incrementare la sua presenza su un mercato particolarmente significativo per i suoi prodotti fieristici.
Pochi mesi fa, a settembre 2018, al centro dell’attenzione di IEG ci fu il sistema della green economy, con la firma dell’accordo con Chengdu ZhongLian Exhibition Co., società cinese organizzatrice del Chengdu Environmental Protection Expo (CDEPE); accordo finalizzato allo sviluppo e organizzazione di manifestazioni fieristiche nell’industry delle green technologies e della protezione ambientale con un particolare focus all’area Occidentale della Cina.
Sempre nel 2018, in Cina ha inoltre debuttato una joint venture per due manifestazioni sul business turistico: il Shanghai World Travel Fair di maggio e il Travel Trade Market del settembre scorso a Chengdu.




San Leo. Pietracuta, inaugurata scuola elementare e media nel segno dell’anti-sismica e risparmio energetico

Pietracuta (San Leo), inaugurata scuola elementare e media nel segno dell’anti-sismica e risparmio energetico stamattina 25 gennaio. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini ha tagliato il nastro: “La qualità degli edifici scolastici nella nostra regione è stata una delle nostre priorità da inizio mandato”. Dal 2015 investiti in Emilia-Romagna 450 milioni di euro per quasi 890 interventi di ristrutturazioni o nuove costruzioni in tutto il territorio regionale. Nel riminese 57 interventi già realizzati, in corso o programmati
Bologna – Taglio del nastro per le scuole primaria e secondaria di primo grado di Pietracuta di San Leo, in provincia di Rimini, rinnovate dal punto di vista sismico ed energetico. All’iniziativa hanno preso parte questa mattina il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il sindaco di San Leo, Mauro Guerra, e il vicesindaco, Leonardo Bindi, il presidente Unione dei Comuni Valmarecchia, Marcello Fattori, il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Giuseppe Pedrielli e la dirigente dell’Istituto comprensivo, Paola Mancini.
“Ogni scuola deve essere sicura ed efficiente, come questa che inauguriamo ogg i- ha affermato Bonaccini- Ne siamo profondamente convinti e per questo il piano regionale di edilizia scolastica è stato tra i nostri primi atti deliberati ad inizio mandato. Da allora, in tutta l’Emilia-Romagna sono quasi 890 gli interventi di ristrutturazioni o nuove costruzioni realizzate in tutto il territorio regionale, 57 dei quali nel riminese. Per noi rimane prioritario dare a tutti i nostri ragazzi ambienti confortevoli e sicuri in cui crescere e imparare, e oggi siamo orgogliosi di aver contribuito a ristrutturare e mettere in sicurezza anche il plesso di Pietracuta”.
“A più di 35 anni dalla sua realizzazione, quello che si è chiuso è il più grande investimento in sicurezza che abbia mai interessato il plesso scolastico di Pietracuta- ha detto il sindaco Guerra- E’ davvero un orgoglio ed una grande soddisfazione poter tagliare questo simbolico nastro, al termine di questo attesissimo ed importante intervento”.
“Nonostante i tempi, veramente proibitivi, i lavori principali che interessavano la porzione dell’edifico funzionale alla didattica sono terminati appena in tempo per l’avvio dell’anno scolastico, mentre quelli relativi alla palestra hanno proceduto nell’autunno e sono terminati a fine 2018”, ha aggiunto il vicesindaco Bindi.
Oltre al plesso inaugurato questa mattina, nel Comune di San Leo recentemente si sono eseguiti lavori di messa in sicurezza generale alla scuola materna di Pietracuta e al plesso delle scuole dell’infanzia e primaria di San Leo, con rispettivamente 500mila e 1 milione di euro, sempre provenienti dai mutui Bei.




Coriano. Giorno della Memoria, Anpi organizza la proiezione del documentario “1938-Diversi”

Teatro CorTe

Per celebrare il Giorno della Memoria la sezione A.N.P.I. F.lli Ciavatti di Coriano, con il Patrocinio del Comune, ha organizzato la proiezione del film/documentario 1938-Diversi di Giorgio Treves, che attraverso interventi e testimonianze, letture e documenti ricostruisce il contesto, la genesi e la natura della legislazione antiebraica dalla sua fase di avvio, alla confluenza tra razzismo coloniale e antisemita, fino ai tardivi risarcimenti da parte della Repubblica. Completerà l’evento l’intervento dello storico Prof. Massimiliano Capra Casadio.
Domenica 27 gennaio ore 10,30 – Sala Isotta – Via Garibaldi 127 – Coriano. Ingresso libero e gratuito




Rimini. Teatro Galli, doppio esaurito per il giovane violinista riminese Federico Mecozzi

Federico Mecozzi

Doppio tutto esaurito per il giovane violinista riminese Federico Mecozzi.
Appuntamento sabato 26 e domenica 27 gennaio.
Dalle aule dell’Istituto Lettimi, dove si è formato musicalmente, alla ribalta del Festival della città dei fiori, il bagaglio artistico e professionale di Mecozzi diventa sempre più ‘pesante’. Al Teatro Galli il giovane violinista presenterà il suo album d’esordio da solista, prodotto da Cristian Bonato (Numeri Recording): un viaggio sonoro che racchiude e sintetizza le esperienze, i gusti e le contaminazioni sperimentate dall’autore in diversi anni di attività musicale, collaborazioni e viaggi. Un concentrato della sua personalità artistica, svelata attraverso un linguaggio che intreccia sonorità pop, etniche, classiche ed elettroniche.
Awakening è stato anticipato a novembre dal lancio del singolo Birthday, accompagnato da un suggestivo video girato tra Rimini, Pennabilli e Mondaino. “Awakening – sottolinea l’artista – è un risveglio in luoghi e tempi diversi, lontani ma vicini. È anche un po’ la mia soggettiva concezione di musica, priva di confini, categorie, etichette. Ogni brano rappresenta per me un momento o un luogo, o più momenti o più luoghi: sono storie, esattamente come le canzoni, che vorrebbero invitare chi ascolta a viaggiare, con la mente ma anche col corpo, attraverso ritmi ora ampi ora incalzanti”.
Dopo Rimini e dopo l’esperienza sanremese, Mecozzi si esibirà anche a Torino, Milano, Bologna, Roma, in un calendario in costante aggiornamento.

Biografia
Federico Mecozzi nasce a Rimini nel 1992. La predisposizione e l’approccio con la musica sono precoci: all’età di 6 anni inizia a suonare la chitarra, di cui si serve fin da subito per scrivere canzoni. Partecipa giovanissimo ad alcuni prestigiosi concorsi cantautoriali, ottenendo notevoli risultati. A 12 anni intraprende il percorso accademico presso l’Istituto Musicale “G. Lettimi” di Rimini, dove studia violino sotto la guida del M° Domenico Colaci e, pochi anni dopo, intraprende gli studi di direzione d’orchestra guidato dal M° Gianluca Gardini; partecipa in seguito a corsi di perfezionamento nell’ambito della direzione sotto la guida del M° Piero Bellugi.
Oltre all’intensa attività concertistica, si dedica da anni alla composizione e all’arrangiamento nell’ambito della musica leggera (pop), classica contemporanea e minimalista. Interpreta, inoltre, musica celtica e folkloristica (della tradizione bretone, irlandese e scozzese).
Polistrumentista, a partire dal 2009 collabora stabilmente con il celebre compositore e pianista Ludovico Einaudi, che affianca tuttora dal vivo in lunghe tournée nei più prestigiosi teatri e arene del mondo oltre che nella realizzazione dei dischi come musicista e assistente musicale. In studio di registrazione ha lavorato anche con e per Pacifico, Angelo Branduardi, Blonde Redhead, Remo Anzovino, Filippo Graziani, Andrea Mingardi.
Negli ultimi due anni, ha parallelamente lavorato al suo primo album da solista (come violinista, compositore, polistrumentista) in uscita il 25 gennaio. (Info: www.federicomecozzi.com; facebook.com/FedericoMecozziOfficial/; instagram.com/federicomecozzimusic/).

26 e 27 gennaio, ore 21 – Teatro Galli
Federico Mecozzi
AWAKENING
presentazione nuovo album
Federico Mecozzi violino, viola
Veronica Conti violoncello
Massimo Marches chitarre, programmazioni
Stefano Zambardino tastiere
Tommy Graziani batteria, percussioni
Giusesppe Righini, voce

Info biglietti
La biglietteria del Teatro Galli (piazza Cavour 22) è aperta dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 14 il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Telefono: 0541 793811.
Il programma completo con tutti gli spettacoli della Stagione, gli altri appuntamenti fuori abbonamento e tutti gli aggiornamenti sul sito www.teatrogalli.it e sulla pagina facebook fb.com/teatrogalli.
www.teatrogalli.it
tel. 0541.793811




Cattolica. Incontri con gli scrittori. Apre Simona Baldelli

Un autore con tè, edizione 2019
Ripartono gli incontri con gli scrittori di Un autore con tè del 2019, organizzati da Talpa chi Legge allo Spazio°Z di Radio Talpa, col patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cattolica.
A inaugurare la stagione un gradito ritorno, Simona Baldelli che il 3 febbraio sarà ospite con il nuovissimo “Vicolo dell’immaginario” edito dalla prestigiosa casa editrice palermitana Sellerio e uscito il 10 gennaio.
Il 3 marzo sarà la volta di un pesarese, un illustratore, fumettista e musicista che per i suoi lavori è ormai conosciuto ed affermato: Alessandro Baronciani che dialogherà con lo scrittore Jacopo Nacci della sua graphic novel “Negativa”, edita da Bao Publishing.
Il 13 aprile sarà in compagnia di Cristiano Cavina, un romagnolo d.o.c., con “Ottanta rose mezz’ora”, pubblicato da Marcos y Marcos, casa editrice che lo accompagna dai suoi esordi.
Tutti gli incontri sono ad ingresso libero e iniziano alle 17.30 allo Spazio°Z di Radio Talpa, in Via Del Prete 7 a Cattolica.
Diretta radio su www.radiotalpa.it




Rimini. Caritas, Rimini dalla parte dei poveri e del volontariato. Presentazione del libro

Rimini raccontata  dalla Caritas. “40 anni insieme ai poveri” è la pubblicazione della Caritas diocesana. Viene presentata il 25 gennaio, alle 11, nella Sala Ressi del Teatro Galli.

Intervengono:  Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini, don Pierpaolo Conti, don Luigi Ricci e don Renzo Gradara (già direttori Caritas Rimini), Cinzia Sartini (curatrice del libro).
Modera: Mario Galasso, direttore Caritas Rimini

La Caritas in questi anni è cresciuta a livello di servizi, ma la principale mission resta quella educativa.

Il 25 gennaio 1978, con l’Atto di costituzione del “Centro Pastorale Caritas”, come da proposta del Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana, nasceva ufficialmente la Caritas Diocesana riminese. Già dai primi mesi di vita, il sevizio e l’impegno di questa “istituzione” si attualizzava per la città di Rimini, i poveri e le persone più in difficoltà, ma anche al di fuori dei confini nazionali.
A fine 1979 è stata aperta presso la Parrocchia di San Giuliano Martire la prima Mensa “della Fraternità”, da don Oreste Benzi con l’aiuto di don Romano Nicolini. Da allora a Rimini è cambiato tutto. È cambiato il mondo intorno a noi, le povertà, le tipologie di persone, le necessità stesse. Sono sbarcati gli immigrati, quelli stranieri: dall’Albania, dall’Africa, dal Est Europa e poi dalla lontana Cina, dall’America Latina.
Una sola cosa non è cambiata e non cambierà mai, il bisogno di fondo di chi si trova nella ‘povertà’: quello di essere accolti e compresi, di essere amati a 360 gradi.

Dai primi tempi in cui dovevi farti fare un buono in curia da Piero Vannoni, per poter mangiare alla mensa, a quando in via Santa Chiara venne aperto il dormitorio e tutti i servizi si trovarono sotto un unico tetto, fino ad oggi in via Madonna della Scala 7, i bisogni e le risposte sono cresciute di pari passo. Centro di ascolto, docce, indumenti, distribuzione cibo, mensa, attenzione per i nonni soli e non più autosufficienti, giro mobili, Osservatorio Risorse e Povertà, Servizio Immigrati, Avvocati solidali, progetti educativi con e per i giovani, obiezione di coscienza e nuove tipologie di assistenza con Famiglie Insieme e il Fondo per il Lavoro, Emporio solidale, ambulatorio nessuno escluso, Operazione Cuore, prima e seconda accoglienza, sono solo alcune delle tante forme di aiuto che la Caritas Diocesana mette al servizio di tutta la Città.
Una Città che ha sempre risposto con generosità alle emergenze che gli si presentavano collaborando con impegno, a partire dalle Istituzioni.
Si, Rimini sicuramente sarebbe più ‘povera’, nel vero senso del termine, senza una struttura come la Caritas Diocesana. Ma la Caritas non è solo un mero ‘distributore di servizi’: la sua principale mission è quella educativa.
Svolta insieme a ‘quell’esercito silenzioso ed instancabile’ che sono gli oltre 150 volontari fissi più tutte le centinaia appartenenti alle 60 Caritas Parrocchiali a loro va il grazie e a loro opera generosa è dedicato questo libro.
“Racchiudere in 150 pagine la storia di 40 anni di vita di questa variegata realtà, confesso non è stato facile. – Spiega Cinzia Sartini curatrice di questa edizione – La difficoltà? Fare sintesi tra i fatti, la ricerca e la verifica storica dei dati, di situazioni e accadimenti, insieme al rischio di diventare didascalici e ripetitivi che era sempre dietro l’angolo, il dispiacere di ‘tagliare storie’, vissuti. Per fortuna tutto questo verrà recuperato sul web, (www.caritas.rimini.it) dove stiamo preparando una pagina apposita con gli approfondimenti per ogni settore, con le interviste integrali ad utenti e volontari, con aneddoti e vita vissuta raccontata dai protagonisti insieme a tutte le foto di questi 40 anni, che per ovvi motivi non potevano trovare posto nel libro cartaceo. Un libro in divenire 3.0 a cui tutta la cittadinanza potrà contribuire con i propri ricordi e personali aggiunte.
Una memoria allargata e cittadina, che culminerà con i festeggiamenti della tappa del mezzo secolo, fra dieci anni circa.

I Direttori della Caritas Diocesana
canonico Sisto Quinto Casadei Menghi (1977-1984)
Don Pierpaolo Conti (1984-1987)
Don Probo Vaccarini (1987)
Don Natale Imola (1987-1988)
Don Sergio della Valle (1988-1989)
Don Luigi Ricci (1989-2001)
Don Renzo Gradara (2001-2017)
Mario Galasso (2017-)