Pesaro. Il sindaco Ricci: “Grande progetto per il Museo Archeologico”

Il sindaco Matteo  Ricci: «Grande progetto per il museo archeologico»

Matteo Ricci sceglie l’Oliveriana per l’incipit annuale della giunta comunale. Prima l’esame delle delibere all’ordine del giorno, insieme al vice Daniele Vimini e agli assessori. Poi l’incontro con il presidente del nuovo cda dell’Ente Olivieri Fabrizio Battistelli, affiancato dai consiglieri Anna Cerboni Baiardi, Camilla Falcioni, Marcella Tinazzi, Enrico Capodaglio, Marco Rocchi, Maria Chiara Mazzi, Marcello Smarrelli e Costanza Raffaelli. Sul tavolo la condivisione del progetto di allestimento del museo archeologico, funzionale alla riapertura. «Bellissimo», commenta il sindaco, al termine della presentazione curata da Simone Capra (Studio Startt) e Chiara Delpino (Soprintendenza). «Colpisce il senso del racconto della Pesaro archeologica. E’ un disegno che tiene insieme l’esigenza di fruizione degli spazi e l’importanza dei reperti», osserva Ricci. Più in generale, «più che buono il clima: il presidente e i consiglieri sono molto motivati. Abbiamo cominciato a confrontarci sulle cose da fare. Faremo un piano di investimenti pluriennale. Mentre sulla parte corrente, programmando insieme le iniziative, possiamo ottimizzare parecchie risorse. Così come sul personale». C’è poi il capitolo delle sponsorizzazioni, «che possiamo cercare insieme». Insomma: «Si può fare molto bene. In termini di programmazione di eventi e di fruizione degli spazi. Perché tanto più Ente Olivieri e Comune programmano insieme, tanto più è facile trovare risorse per fare le cose».

PRIMO STRALCIO – Intanto il bando per il primo stralcio dei lavori dell’allestimento museale, per un importo pari a 265mila euro, è stato pubblicato: l’assegnazione è in calendario il 22 gennaio. L’intervento riguarderà sala principale (dedicata alla Pesaro romana e al collezionismo) e ambiente di ingresso. Con supporti espositivi, prototipi, campionature, opere provvisionali, corpi illuminanti. Azioni comprese all’interno del disegno complessivo per l’allestimento del museo archeologico, su cui il Comune ha previsto una cifra complessiva di oltre 363mila euro. Spalmata in due tranche. In parallelo ai fondi comunali, il Segretariato regionale del ministero per i Beni culturali ha destinato altri 150mila euro per ulteriori interventi conservativi del museo (restauro, studio scientifico, catalogazione dei reperti e altre opere). La narrazione seguirà un criterio cronologico per ambiti tematici. Con l’accento sui documenti di rilievo della storia della città, incluse le offerte votive provenienti dal lucus pisaurense. Dice il presidente Fabrizio Battistelli, uscendo dall’incontro: «Mi sembra un buon inizio. Siamo tutti d’accordo sul rilancio dell’attività e del patrimonio prezioso della Fondazione, con modalità che vedranno una convergenza. Nel segno di una sinergia verso l’apertura e la socializzazione». L’immagine che sintetizza la visione, utilizzata dal presidente, è il ‘crocevia’: «Le iniziative della Fondazione saranno ancorate profondamente alla storia di Pesaro. Con una dimensione nazionale e un respiro europeo».




Rimini. Commercio centro storico, dibattito pubblico al Far

Dibattito pubblico sul commercio l’8 gennaio alle ore 20.45 al Far di Piazza Cavour a Rimini. Titolo: ‘Centri storici, problematiche e ipotesi di rilancio’ nell’ambito della Mostra ‘Riflessi e Riflessioni’ .

Relatori: Antonio Nannini, Segretario Generale camera di Commercio di Forlì Cesena e Rimini
Maura Savini, Professoressa di Composizione architettonica e Urbana dell’Università di Bologna
Jamil Sadegholvaad, Assessore alle attività ecomomiche del Comune di Rimini
Arturo Pane, Presidente di Zeinta di Borg
Stefano Bray, esperto di E-Commerce

 

*La mostra ‘Riflessi e Riflessioni’, curata dai fotografi Pari Tani (120 scatti che rappresentano un viaggio tra le vetrine del centro storico di Rimini e dei borghi limitrofi dall’inizio del ‘900 ai giorni nostri) quest’anno ha superato le aspettative, raddoppiando gli ingressi dello scorso anno facendo leva sulla nostalgia e l’affetto che richiamavano le belle immagini d’antan.

**Il volume “La fatica, la volontà e l’orgoglio” pubblicato da Agenzia che raccoglie le immagini sia di questa che della precedente edizione è disponibile in tutte le librerie. Simbolico e contemporaneamente descrittivo il titolo, a significare cosa vuol dire alzare la saracinesca.
L’iniziativa è stata ideata e organizzata da Zeinta di Borg, associazione che sostiene le imprese riminesi.




Rimini-Coriano-Misano Adriatico. Quando il bullismo si combatte col gelato…

Quando il bullismo si combatte col gelato.
Nell’ambito del progetto  “Non conGelateci il sorriso- comunità locale, famiglia e scuola per la prevenzione del bullismo”
Giovedì 10 gennaio ore 20.30 presso i locali della Scuola Media di Misano in Via Don Milani 12, vengono  coinvolti i genitori degli studenti della Scuola Media di Misano e, in previsione dell’ampia adesione delle famiglie.
Nell’occasione, interverranno la prof.ssa Licia Pari, che partecipa al progetto con la classe I C, il dottor  Maurizio Bartolucci, psicoterapeuta e Presidente della Fondazione Francolini, fondazione partner del progetto e la dottoressa Primula Lucarelli, coordinatrice di “Non conGelateci il sorriso- comunità locale, famiglia e scuola per la prevenzione del bullismo”.
Il progetto, nella sua attuale edizione, la dodicesima, coinvolge circa 100 alunni e tante famiglie su un’emergenza sociale ed educativa sentita.
I 100 alunni nel frattempo stanno portando a termine il proprio lavoro -video clip, cartelloni, objet d’art- in previsione della loro partecipazione al workshop dedicato che si terrà nella mattinata di mercoledì 23 gennaio nell’ambito della 40° edizione del SIGEP.

NON CONGELATECI IL SORRISO”
“Non conGelateci il sorriso” è il progetto di prevenzione del bullismo a scuola voluto dalle gelaterie artigianali insieme a Sigep, Mo.Ca, associazioni artigiane, Fondazione Francolini, Campus universitario di Rimini, Comune di Rimini e che si realizza con il sostegno dell’Ufficio scolastico provinciale.
Il progetto, coordinato da Primula Lucarelli, coinvolge in questa edizione (2018-2019) le classi della scuola primaria Don Milani di Ospedaletto, dell’Istituto comprensivo Alighieri di Rimini e dell’Istituto comprensivo di Misano.