San Giovanni in Marignano. Nella misteriosa Notte di San Giovanni, è festa con la Notte delle Streghe

image_pdfimage_print

Il manifesto 2018

La presentazione dell’evento

La Notte di San Giovanni è misteriosa ed affonda nella notte dei tempi. A San Giovann in marignano, alla 30^ edizione, si tiene la Notte delle Streghe:; cultura, spettacoli, osterie. Il piacere di stare insieme in un borgo malatestiano che è un capolavoro. E’ in programma dal 20 al 24 giugno; con l’intenzione di stupire ancora una volta e, forse in modo inedito, le migliaia di visitatori. Non mancheranno, come ogni anno, il mercatino magico, con i suoi prodotti artigianali, le essenze, i gusti, i manufatti e gli unguenti a base di erbe, le proposte enogastronomiche di ristoranti ed associazioni locali, gli eventi, i laboratori e le animazioni che rievocano riti di antica memoria.
Momento cardine dell’evento, la tradizione del “Rogo della Strega”, che quest’anno verrà celebrata in una veste del tutto rinnovata.
Non si può dimenticare, nel sottolineare la fortuna dell’evento, la proposta artistica, che è mirata a creare un’alchimia con il pubblico, un legame magico nel pieno stile della manifestazione, dove le acrobazie e l’arte teatrale si integrano alla perfezione con gli allestimenti del borgo, che cambia del tutto il suo aspetto.
A fare da apripista all’evento, già dal 7 giugno, il Collettivo Paniko con lo spettacolo Absyde, che sta riscuotendo un enorme successo e gradimento da parte del pubblico.

La manifestazione è resa possibile grazie all’amministrazione Morelli che ritiene fondamentale che l’evento possa svolgersi, in quanto rappresenta un’importante vetrina e garantisce un significativo indotto commerciale per le realtà del territorio.
Per questo l’intera macchina comunale è impegnata nella realizzazione dell’evento, insieme alle realtà locali, associative e commerciali, che si impegnano ad offrire ogni anno una nuova magica esperienza con le scenografie, le animazioni e gli allestimenti.

Per questa speciale edizione, inoltre, l’amministrazione comunale ha dato via alla progettazione dell’evento molto in anticipo, fin da dicembre 2017, creando una squadra ad hoc, composta oltre che da dipendenti comunali, da Alice Mazzini, esperta in spettacoli, Luigi Cambrini, comunicazione e grafica, Giada Morri, scenografie e allestimenti, e Alessandro Sistri, incaricato di recuperare la memoria storica dell’evento per dare vita ad un libro celebrativo che verrà pubblicato nel mese di dicembre, a termine di tutto “l’anno delle streghe”.

IL TEMA DELL’EVENTO
Già a dicembre si è deciso con sicurezza e all’unanimità il tema dell’evento: il fuoco. Elemento fortemente simbolico in ogni cultura, soprattutto quella romagnola, che ha forti radici nella cultura contadina e che rappresenta un rituale di passaggio, di purificazione, di rinnovamento.
Individuato un tema, si è lavorato perché grafica, comunicazione, spettacoli, animazioni, associazioni e commercio si potessero attenere il più possibile al tema scelto con allestimenti e proposte che facessero percepire unità e chiarezza.
La squadra ha poi dato vita ad un calendario di eventi lungo un anno che ripercorre i momenti forti del ciclo contadino e culmina appunto ne “La Notte delle Streghe”.

GLI SPETTACOLI
L’Ufficio Incredibile presenta un ricco programma di spettacoli: streghe che scendono dalla torre e camminano in parata per le vie del borgo, fuochi rituali provenienti da diverse culture e terre lontanissime, una ruota che gira incessantemente, come la ruota del tempo (il calendario Wicca per eccellenza), strane presenze, uomini in cerca d’amore, donne volanti e una macchina del tempo che ci aiuti a ripercorrere questo trentennale di cambiamenti, evoluzioni, tradizioni, sorrisi e meraviglie. A rappresentare la materia effimera delle Streghe e i loro incantesimi, saranno le compagnie internazionali più interessanti del momento: tante nazionalità, tra cui Messico, Giappone, Serbia, Israele e Togo.

Il fuoco, come il sorriso, è uguale in tutte le lingue. Non conosce frontiere e scalda i cuori nella speranza di tanti altri anni insieme per continuare a celebrare le streghe, creature che sfuggono al senso comune e che raccontano di antiche leggende e di una sapienza da tenere stretta, perché questo nostro mondo conservi l’incanto del legame con la Natura e con il Mistero.

Fuochi messicani (Quetzalcoatl), giapponesi (Kiwamu Myakubo) e italiani (Il Drago Bianco) a interpretare al meglio il tema della festa.
Tra le compagnie internazionali chiamate a animare il trentennale della festa: Cia Tresperté (Spagna), una delle compagnie più premiate in Europa in una delle prime esibizioni italiane. Un congegno meccanico-temporale con il suo equipaggio particolare, atterra davanti ai nostri occhi e ci offre la grande opportunità di viaggiare nel tempo. Ma attenzione! Manipolare il tempo a volte ha le sue conseguenze…
Benoit Charpe (Francia), Il tema del volo, caro alle streghe, viene così interpretato da questo ometto che esegue quasi inconsapevolmente evoluzioni in aria! La sua fantasia trasformerà il monociclo in un Pegaso e il vagabondo in un cavaliere.
Afuma (Togo), Afuma è il nome di una felce che cresce sugli alberi e rimane attaccata al legno, senza mai cadere a terra. Simboleggia il trampoliere, l’uomo che non cade, colui che rimane nell’aria. Accompagnati da percussionisti e arroccati a 5 metri da terra, i trampolieri hanno percorso il Togo, il Niger, il Ghana, il Marocco, il Burkina Faso, la Costa d’Avorio e la Francia con le loro acrobazie mozzafiato.
Eventi Verticali (Italia): Dal vano campane della torre di Piazza Silvagni, apparirà una strega tra fumo e fuoco rosso, che vola in teleferica, come nella tradizione del carnevale veneziano, sopra le teste del pubblico. Una performance pensata da una grande compagnia e studiata appositamente per il trentennale della festa.
Non mancheranno artisti itineranti, parate di streghe (La Nouvelle Lune), scheletri specchio (Mirror Crew dalla Serbia), la Marcolfa e la Principessa Celsa e alcuni degli artisti più amati dal pubblico degli ultimi anni: oltre ai messicani Quetzalcoatl che accompagneranno con le loro percussioni il rogo finale, che quest’anno nasconderà una grande sorpresa, il cileno Mr Dyvinetz, che ha fatto girare la testa a mezza Romagna.

Grande novità dell’edizione 2018 è la presenza del Collettivo Paniko, già arrivato a San Giovanni dal 7 giugno, che accompagnerà gli spettatori nel suo splendido mondo anche durante le notti della festa. Un punto spettacolo in più, il luogo adatto per un progetto lungimirante e innovativo, accolto con entusiasmo dai marignanesi.
“Absyde” inizia e finisce con il fuoco, una candela sceglie le pedine del gioco. Un gioco necessario che aiuta a superare le difficoltà e che è elemento imprescindibile dell’animo umano.

Ancora una volta si è cercato di costruire un programma adatto a tutti: da spettacoli delicati ed emozionali, ad altri più tecnici, ad altri di grande presenza scenica, dalla magia, al mimo, per accontentare famiglie, grandi e piccini.

Elenco compagnie selezionate
Afuma (Togo)
Benoit Charpe (Francia)
Bubble on Circus (Argentina / Italia)
Cia Tresperte’ (Spagna)
Eventi Verticali (Italia)
Familia Fantastic (Israele)
Guga Morales (Brasile)
Il Drago Bianco (Italia)
Kiwamu Miyakubo (Giappone)
La Marcolfa (Italia)
La Principessa Celsa (Italia)
Matteo Pallotto (Italia)
Mc Fois (Italia)
Mirror Crew (Serbia)
Mr Dyvinetz (Cile)
Nouvelle Lune (Italia)
Quetzalcoatl (Messico)
Simone Romano’ (Italia)
Tatiana Foschi (Italia)
The Gipsy Marionettist (Serbia)

AREE ASSOCIAZIONI, COMMERCIO E REALTA’ LOCALI
• ART EMOTION
o Vicolo Serpieri
o A cura di Ass. Le Arti di Fiò
o “C’era una volta…e una volta non c’era“.
o Uno spettacolo di pittura coreografica dove Riti, Colori, Fuoco e Streghe saranno i protagonisti principali di una storia intrinseca di mistero e magia.
• GALLERIA STREGATA
o Galleria Marignano
o Animazioni e allestimenti stregati a cura dei commercianti della Galleria in collaborazione con Ass. Scuolinfesta
• IL BORGO DEL PECCATO
o Via XX Settembre
o A cura Salone Mari, Centro Estetico Solarium Giuliana, con la collaborazione di Marisa ed Elisa
o Lascatevi ammaliare dalle Streghe di San Giovanni, che vi rapiranno con le loro Arti magiche e i segreti del Fuoco…
• La CasaMatta
o Piazza Silvagni
o Emporio Noctibula e Oraculum
o Animazione, allestimento e mercatino
• LOCUS LOCORUM: Stregonerie
o via Fosso del Pallone
o A cura di Pro Loco
o STRAORDINARIO VIAGGIO NEL LUOGO DEI LUOGHI FRA FUOCHI MAGICI E STREGONERIE ALLA SCOPERTA DI TUTTI I POSSIBILI POTERI DELLA STREGA
o Animazioni, allestimenti a tema, giochi, laboratori, suggestioni, punti di ristoro stregati con la collaborazione di Associazioni e realtà del territorio
• PALAZZO CORBUCCI
o Ogni sera dalle 20.30 apertura per visita mostra a cura di Pro Loco
o Presso la Bottega del Mascheraio: I segreti delle Maschere
o Cantiere di battitura maschere in cuoio di scultura calchi in legno
o A cura di Teatro Agricolo in collaborazione con Teatro Cinquequattrini
• REGNO DI FUORI
o Parco dei Tigli
o A cura di Ass. Nel Giardino Segreto
o Area per bambini con spettacoli a tema e laboratori creativi a cura di Associazioni e realtà del territorio

EVENTI COLLATERALI
Oltre all’evento “La Notte delle Streghe” le Associazioni marignanesi hanno dato vita a corsi, laboratori e proposte che vanno ad integrare e qualificare l’evento con iniziative culturali, teatrali e tematiche.
o Cantieri, corso di battitura delle maschere in cuoio a cura di Teatro Agricolo in collaborazione con Teatro dei Cinquequattrini
o Corso di Fumetto, realizzato da Niccolò Tonelli feat. Alternoteca, che ha portato alla produzione di un fumetto che verrà presentato presso il Locus Locorum
o Laboratori pomeridiani al Locus Locorum
o Streghiamoci, corso di Teatro per adulti e bambini a cura di Teatro Cinquequattrini con performance al Locus Locorum
Tutti i dettagli su: www.lanottedellestreghe.net/eventicollaterali

NEL CALDERONE DELLA STREGA
Vista la particolare ricorrenza, l’Amministrazione comunale, con il coordinamento della Pro Loco e la collaborazione di diversi commercianti marignanesi, ha dato vita ad alcuni particolari gadget enogastronomici e non solo che ricordassero San Giovanni in Marignano e, nel contempo, celebrassero il principale evento marignanese.

Tutti i dettagli su: www.lanottedellestreghe.net/nel-calderone-della-strega

PARCHEGGI
L’Amministrazione Morelli ha scelto di destinare anche per il 2018 la gestione dei parcheggi dell’evento alle Associazioni marignanesi, che potranno utilizzare l’incasso dei biglietti per realizzare progetti, interventi e attività a favore della comunità marignanese. Per il 2018 le 8 aree sono state assegnate a 7 associazioni: Avventure in Natura, Col Sorriso, Comitato Pianventena, Moto Club della Romagna, Proteggiamo.org, Scuolinfesta, Scout Agesci

VETRINA
Anche quest’anno è stato riconfermato il Concorso per la migliore vetrina a tema, alla quale potranno partecipare tutti gli operatori economici marignanesi. I migliori tre lavori riceveranno in premio visibilità per il proprio esercizio sul sito dell’evento www.lanottedellestreghe.net .

NUMERI
5 giorni, oltre 20 compagnie, 12 nazionalità, oltre 150 repliche, oltre 400 tra volontari e figuranti, circa 100 bancarelle, almeno 10.000 presenze a sera, 31.000 mq di superficie espositiva ed un paese intero che si prepara per un anno.

MERCATO
• Bancarelle
o 55 ambulanti
o 20 opere dell’ingegno
o 19 artigiani
o 4 onlus
o Oltre 30 commercianti che occupano spazi pubblici
• 4 stand gastronomici
o 70 volontari Nuova Polisportiva Consolini
o 50 volontari Pro Loco
o 45 volontari Marignanese
o 30 volontari PD

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni