Rimini. Italian Exibition Group (Rimini e Vicenza fiere), ricavi 2017 a 129 milioni (Ebitda a 23 milioni)

image_pdfimage_print

Lorenzo Cagnoni, amministratore delegato di Ieg (Rimini Fiera e Vicenza Fiera)

  • Ricavi 2017: 129 milioni di euro (+3,45), Ebitda: 23 milioni (+5,5). Dividendi per 10 milioni. Visitatori: 2,64 milioni. Previsione 2018: 159 milioni (Ebitda a 27 milioni). Debiti per 50 milioni. Piano quinquennale: ogni anno più 5 per cento di ricavi ed investimenti per 85 milioni di euro 850 a Rimini e 35 a Vicenza). A Rimini si costruirà una sala a pianta circolare con cupola con un diametro di 124 metri (la più grande d’Europa capace di ospitare anche concerti con 16-18mila poste). Nell’autunno del 2018 forse sbarco in Borsa per abbattere i debiti e nuovi investimenti. Con un partner (Milano Fiere?) in Italia, o estero, per la costruzione di un quartiere fieristico in Asia (India papabile). Sono gli indicatori economici che raccontano l’annata 2017 ed i prossini 5 anni di Italian Exibition Group (Rimini Fiera e Vicenza Fiera); il secondo in Italia dopo il transatlantico Milano.
  • L’amministratore delegato Lorenzo Cagnoni ha tratteggiato alcuni punti del Piano industriale 2018-2022: “Ambizioso e realizzabile, in perfetta coerenza con la nostra storia. Accelereremo le nostre performances agendo sulla partita del digitale, le aree dei servizi, degli allestimenti, della ristorazione. Ci premono la soddisfazione degli azionisti, la crescita dell’indotto per i territori, ma anche l’assecondare le imprese nello sforzo di far ripartire i consumi interni e il loro processo di internazionalizzazione. Il futuro in Borsa è nei nostri programmi ma gli obiettivi del piano non dipendono da questo passo, ne riceverebbero piuttosto implementazione per operazioni straordinarie. Per diventare player internazionale in competizione coi grandi attori mondiali la dimensione da raggiungere prevede che si continui sulla strada delle possibili integrazioni. Abbiamo, come tutti sanno delle preferenze, ma nessuna preclusione, né in Italia, né all’estero”.
  • “IEG si prepara – ha concluso Cagnoni – a un inizio d’anno di profilo mondiale: venerdì a Vicenza si aprirà VICENZAORO January col sottosegretario Scalfarotto e sabato, a Rimini, sarà inaugurato Sigep con il ministro alla Cultura dario Franceschini. Attese, tra le due fiere, 200mila buyers da tutto il mondo con 3mila imprese in mostra nei due quartieri. Quello di Rimini, vede il debutto del nuovo ampliamento dei padiglioni, tutti occupati dalla manifestazione con un sincronismo tra realizzazione dei lavori e attività commerciale che non esito a definire straordinario”.
  • Cagnoni ha confermato il debutto nel 2018 della joint venture in Cina per due fiere sul business turistico, l’operatività negli Usa di una società di allestimenti fieristici e l’acquisizione di una quota di CAST Alimenti, la scuola di alta formazione nel settore food, fondata dal maestro Iginio Massari.
  • IEG è il secondo player italiano per volume di fatturato con oltre 60 prodotti in portafoglio (riferiti alle filiere Food & Beverage, Green, Technology, Entertainment, Tourism, Transport, Wellness, Jewellery e Fashion, Lifestyle & Innovation) e oltre 200 tra eventi e congressi. Il Gruppo che conta su 280 professionisti ha inoltre sedi a Milano, Torino, Dubai e San Paolo.
    Asset prioritario della Società è favorire l’internazionalizzazione di tali comparti rappresentativi del Bello e Ben Fatto nel mondo, partendo da una solida presenza nel mondo con già una joint venture negli Emirati Arabi Uniti e presenze in USA, Cina, India e Sudamerica. IEG svolge inoltre il ruolo di leader nazionale nel segmento convegnistico-congressuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni