1

Rimini. Con Ecomondo capitale mondiale dell’ambiente. Inaugura il ministro Sergio Costa


Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa inaugura martedì 6 novembre alle 10.30, hall sud, i saloni internazionali Ecomondo e Key Energy organizzati da Italian Exhibition Group alla Fiera di Rimini.
Fino a venerdì 9 novembre il quartiere espositivo ospita quanto di più avanzato offrono aziende, tecnologie e saperi su economia circolare e sviluppo delle energie rinnovabili.

Per la cerimonia inaugurale anche Paola Gazzolo (assessore alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile e Politiche ambientali e della montagna della Regione Emilia Romagna), Anna Montini (assessore Ambiente, Sviluppo sostenibile, Blue economy, Start up, Identità dei luoghi, Protezione civile, Statistica e toponomastica del Comune di Rimini), e Lorenzo Cagnoni (presidente di Italian Exhibition Group)

A seguire, gli Stati Generali della Green Economy che quest’anno hanno per titolo Green economy e nuova occupazione. Le priorità per il rilancio dell’Italia. Dopo i saluti di Ugo Ravanelli (CEO di Italian Exhibition Group) sarà presentata la Relazione 2018 sullo stato della green economy, a cui seguiranno la sessione plenaria e le conclusioni del ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

La 22a edizione di Ecomondo ha il suo fulcro sul nuovo paradigma della circular economy che, grazie all’attuazione di normative e finanziamenti utili ad alimentarla, è ormai concetto imprescindibile dei processi industriali in tutti i Paesi più sviluppati. In contemporanea, la 12^ edizione di Key Energy, che si conferma propulsore di business per i settori strategici delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica.

Oltre alla parte espositiva, un calendario di oltre 200 eventi internazionali coordinati dai comitati scientifici presieduti dal Prof. Fabio Fava (Ecomondo) e dall’Ing. Gianni Silvestrini (Key Energy), tra i massimi esperti nelle rispettive discipline in Italia e all’estero.

Ad Ecomondo, piattaforma per eccellenza del ciclo completo del rifiuto, focus internazionale sulla bioeconomia, con le eccellenze industriali, le novità in fatto di new materials, bioraffinerie, bio metano. A testimonianza della cornice sempre più europea ed internazionale, si rafforza quest’anno la presenza della Commissione Europea ad Ecomondo, grazie alla presenza, con un proprio stand, dell’Agenzia Easme, con 38 progetti finanziati dai programmi europei. Ecomondo ospiterà inoltre il summit europeo sul fosforo (European Nutrient Event), per la prima volta in Italia dopo Basilea e Berlino. Inoltre, un focus sulla strategia europea sulla plastica, ma anche le esperienze più interessanti che operano a livello europeo nella gestione e valorizzazione della risorsa idrica, nonché il tema della bonifica di suoli, la riqualificazione di siti e aree portuali. Altri temi in agenda: prevenzione e gestione del rischio idrogeologico, trattamento e purificazione dell’aria indoor e outdoor, monitoraggio di emissioni ed effluenti gassosi.

A Key Energy è centrale il tema dell’efficienza energetica, che nel 2017 ha visto investiti 6,7 miliardi di euro, con incrementi continui e confermati anche nel primo semestre 2018.
In fiera, focus sul settore eolico, del fotovoltaico e dello storage, stimolati da una prospettiva di produzione di energia solare che in Italia dovrebbe triplicare al 2030 sulla spinta dei nuovi obiettivi dell’Unione Europea.
Key Energy ospiterà anche la nuova edizione di Città Sostenibile, che abbraccia tutti i temi collegati al concetto di smart cities.




Misano Adriatico. M5S: “No piantumazione degli alberi? Puliamo il Conca”

La lettera

 

L’amministrazione comunale misanese esprime il suo veto, sulla piantumazione degli alberi, sul territorio.

Sconcerto tra le fila del ”Movimento 5stelle”, per questa decisione di governo locale, contraria ad ogni piano, appoggiato dal Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, di creare dei polmoni verdi in occasione della ”giornata nazionale degli alberi”, prevista per domenica 18 novembre.

Oltre che rappresentare un abbellimento dell’arredo urbano, l’iniziativa completamente gratuita ed a carico dei volontari, rappresenta un punto di partenza per combattere l’inquinamento e relativi cambiamenti climatici.

Il ”Movimento 5 stelle”, da sempre attento alle problematiche relative alla salvaguardia dell’ambiente, punta il dito contro l’assessore Ghinelli ed il gruppo politico del centrosinistra che strumentalizzano la piantumazione degli alberi, vedendola come propaganda elettorale, come se la questione non sia a beneficio dell’intera comunità.

Tutta Italia sarà impegnata nell’alberazione delle città, sperando che germogli un forte senso civico nelle persone, proprio per questo il ”5stelle” auspica un cambiamento di atteggiamento da parte dell’amministrazione comunale.

In alternativa, la giornata dedicata all’ambiente, verrà comunque onorata dai ”5stelle” che provvederanno a ripulire la foce del Conca.

Consiglieri Movimento 5 Stelle Misano Adriatico




Cattolica. “Che cosa fanno oggi i filosofi?”: la politica oggi con gli occhi di Platone, Aristotele, Seneca…

Umberto Eco (a sinistra) con Marcello Dibella

Umberto Eco (a sinistra) con Marcello Di Bella

“La politica oggi con gli occhi di  PLATONE, ARISTOTELE, SENECA, TOMMASO D’AQUINO, MACHIAVELLI,
SPINOZA, LEOPARDI, GRAMSCI, HEIDEGGER”. E’ il titolo della nuova serie, la IV, di “Che cosa fanno oggi i filosofi?”.
A cura di Marcello Di Bella, i nove incontri si tengono alla Biblioteca comunale di Cattolica (piazza della Repubblica 31), ore 17.

Questa nuova edizione della storica rassegna “Che cosa fanno oggi i filosofi?” (anno di nascita 1980, sponsor
Umberto Eco) tratterà della politica odierna con l’aiuto di grandi pensatori del passato, più o meno remoto. Si
metteranno nei loro panni altrettanti autorevoli filosofi d’oggi che hanno accettato il gioco proposto.
Siamo all’oscuro è il titolo della prima conferenza e allude al mito della caverna con cui Platone descrive la
condizione umana per quanto riguarda la possibilità di conoscere solo dei simulacri e non la vera essenza delle
cose. Diego Fusaro assumerà i panni di Platone domenica 4 novembre alle 17 nella Biblioteca comunale di
Cattolica.
Diego Fusaro (1983) insegna filosofia allo IASSP (Istituto Alti Studi Strategici e Politici) di Milano.
Tra i suoi libri piú recenti e fortunati ricordiamo: Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero
rivoluzionario (Bompiani 2009), Antonio Gramsci. La passione di essere nel mondo (Feltrinelli 2015),
Pensare altrimenti (Einaudi 2017), Storia e coscienza del precariato, Bompiani, 2018, Il nuovo ordine
erotico, Feltrinelli, 2018.
Collabora con i quotidiani «La Stampa» e «Il Fatto quotidiano». Molte le sue apparizioni, talora
movimentate, in radio e televisioni pubbliche e private.
Dice di sé: “Non amo descrivermi: e, tuttavia, preferisco che a farlo sia io e non il ‘si dice’ di
heideggeriana memoria. Mi considero allievo indipendente di Hegel e di Marx, di Gentile e di
Gramsci”.

Il calendario
NOVEMBRE 2018
Domenica 4 novembre
DIEGO FUSARO, IASSP Istituto Alti Studi Strategici e Politici Milano
Platone: “Siamo all’oscuro”
Domenica 11 novembre
ENRICO BERTI, Università degli Studi di Padova
Aristotele: “Con i piedi per terra”
Domenica 18 novembre
IVANO DIONIGI, Università degli Studi di Bologna
Seneca: “Le due anime avverse ”
Domenica 25 novembre
MARIA BETTETINI, IULM Libera Università di Lingue e Comunicazione Milano
Tommaso d’Aquino: “Le questioni sono tante”
GENNAIO 2019
Domenica 13 gennaio
ALESSANDRO CAMPI, Università degli Studi di Perugia
Machiavelli: “Quale principe?”
Domenica 20 gennaio
FILIPPO MIGNINI, Università degli Sudi di Macerata
Spinoza: “Il necessario, sempre”
Domenica 27 gennaio
ENRICO CAPODAGLIO, Docente di Filosofia e critico letterario
Leopardi: “Questi italiani!”
FEBBRAIO 2019
Domenica 3 febbraio
MASSIMO RAFFAELI, Critico letterario
Gramsci: “Difficile l’egemonia”
Domenica 10 febbraio
EDOARDO CAMURRI, Giornalista radiotelevisivo
Heidegger: “Sentieri interrotti”
Su richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Ogni incontro prevede la proiezione di un breve estratto scelto tra i più rilevanti dall’archivio video della
Biblioteca, pertinente per analogia o differenza.
Ingresso libero fino a esaurimento posti a sedere.
Contributi, patrocini, collaborazioni, partecipazioni:
Regione Emilia Romagna; Istituto per i beni naturali, culturali e artistici della Regione Emilia-Romagna;
Università degli Studi di Urbino; Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani; Centro Studi
“La permanenza del classico” della Università degli Studi di Bologna; Istituto Italiano per gli Studi Filosofici;
Ente Olivieri – Biblioteca e Museo Pesaro; Associazione “Filosofia in movimento”.
29 ottobre 2018
Informazioni: tel. 0541 966603 – www.cattolica.net
FB Centro Culturale Polivalente – Biblioteca di Cattolica




Cattolica. Biblioteca, “Voci del verbo andare”: viaggi di piacere, fame e…

“Voci del verbo andare”. Arriva la seconda edizioni nata dall’amore per il viaggio, i viaggi, per ogni tipo di viaggio, da quelli che si fanno per fame a quelli che si fanno per esplorare, da quelli che si fanno per cambiare a quelli che si fecero e di cui rischiamo di perdere memoria, di quelli che facemmo noi italiani quando la fame toccò a noi, ai nonni dei nostri nonni, a quelli che facciamo ora per trovare posti dove il merito sia la norma e non l’anomalia: così nasce la seconda edizione di Voci del Verbo Andare, voluta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cattolica/Biblioteca Comunale in collaborazione con Rapsodia Associazione.
Ad aprire la rassegna ci sarà Luca Scarlini il 3 novembre. Narratore radiofonico, oratore brillante, uomo colto oltre ogni dire, ma di quelli in cui la cultura è pura passione per la curiosità: sarà dunque con le sue mani che ci porterà indietro nel tempo tra Ottocento e Novecento, quando l’oriente non era una minaccia, ma una terra da esplorare se non da conquistare. In particolare modo ci parlerà di italiani in oriente e di orientali in Italia.
Poi sarà la volta di Marco Gallizioli, il 10 novembre, per raccontarci di quel tango a cui molti italiani diedero i natali in quella terra dei sogni che fu l’Argentina, una terra che nel Milleottocento contava una popolazione formata per il 70% da italiani: di quando la fisarmonica fu sostituita dal bandoneon e si andava nei lupanari per saziare una fame dovuta a un’emigrazione prevalentemente maschile e per “conquistare” la donna lo si faceva a passo di tango. Quello stesso tango che potrete riascoltare dal vivo grazie al Duo Firulete, formato da Andrés Langer all’accordeon e da Luca Forlani al pianoforte.
Musicista di lungo corso, già chitarrista dei CCCP, Massimo Zamboni, 17 novembre è un viaggiatore da sempre: lo racconta nei suoi libri e lo fa nella vita. Così un giorno insieme al suo amico Vasco Brondi, si è messo in testa di provare a fare il più strano dei viaggi che si possano pensare: salire su una zattera e scendere un canale, per la precisione il Tartaro-Canalbianco, che dalle terre d’Emilia approda all’Adriatico, affidando ai sensi quel sentimento di appartenenza dove la pianura padana smette di essere un confine ideologico per allargarsi a rappresentare una parte di mondo. Tutto ciò, da un musicista, non poteva che essere accompagnato da una colonna sonora che ci poterà sempre più dentro la sua dimensione del viaggio.
Con Saba Anglana, 24 novembre per chiudere, andremo nel luogo per eccellenza: il confine. Il Con-Finem: il sottotitolo recita: Ibridi, cioè grandi viaggiatori. Dice la musicista, cantante e scrittrice: “una linea profonda marca il confine che ci contiene, viviamo parte del nostro tempo ignorandola, ma negli anni più importanti della vita si scalda, diventa incandescente. Sarà finalmente tracciato il nostro luogo d’appartenenza non con l’isolamento, ma attraverso l’abbattimento delle barriere, permettendo alle diverse culture dei nostri padri, ai generi, agli stili e agli svariati repertori, di varcare il confine, arricchendosi reciprocamente, curando il vuoto e l’assenza. In un’epoca di nazionalismi in competizione, noi riscriviamo la nostra storia tra identità multipla, sradicamento e ritorno.” Questo confine Saba Anglana ce lo racconterà a parole ma anche con canti a voce nuda, la sua forma più intima di mostrarsi al mondo.
Queste, dunque, le quattro declinazioni delle “Voci del verbo andare” che ascolteremo presso la bellissima sala della Biblioteca di Cattolica, ogni sabato di novembre a partire dalle ore 17.
Siete pronti a salpare?

Programma :
sabato 3 Novembre
LUCA SCARLINI
VIAGGI TRA LE TERRE D’ISLAM E D’EUROPA

sabato 10 Novembre
MARCO GALLIZIOLI
RIFLESSIONI A PASSO DI TANGO
musica: Firulete Duo

sabato 17 Novembre
MASSIMO ZAMBONI
ANIME GALLEGGIANTI
racconto in musica

sabato 24 Novembre
SABA ANGLANA
CON-FINEM
IBRIDI, GRANDI VIAGGIATORI
tra parole e canto