Rimini. Meeting 2018, un affare da 6 milioni di euro. I volontari sono 2.527

Il Meeting 2018 raccontato dalla forza dei numeri.
Sono 148 gli incontri previsti dal programma ufficiale della 39ma edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli (“Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”, 19-25 agosto, Fiera di Rimini), 18 gli spettacoli, 14 le mostre (compresa “Il veliero di Narnia” allestita nel “Villaggio Ragazzi”), 32 le manifestazioni sportive. Ammontano a 397 i relatori che interverranno agli incontri. Ma se allarghiamo lo sguardo oltre i convegni segnalati dal programma ufficiale e inseriamo nel computo gli incontri che si svolgeranno nelle nuove sette arene allestite in Fiera, il numero degli incontri sale a 234 e i relatori diventano 528. Tutti gli incontri e le mostre sono ad ingresso libero. Si possono seguire, gratuitamente, anche tutte le proposte del cartellone Sport.

Luoghi e spazi occupati

Gli ampi spazi della Fiera di Rimini, trasformati dal lavoro e dalla creatività di migliaia di volontari, ospiteranno le molteplici proposte della manifestazione: 130mila i metri quadrati occupati dal Meeting 2018, che utilizza 12 padiglioni della Fiera, la Hall centrale e 8 padiglioni di collegamento. Fuori dal grande contenitore fieristico verranno proposti 5 spettacoli (quello inaugurale nella Piazzetta sull’acqua nei pressi del Ponte di Tiberio e 4 spettacoli al Teatro Ermete Novelli) e alcune manifestazioni sportive.
Sale incontri e spettacoli Alla Fiera di Rimini sono 3 le grandi sale destinate agli incontri del Meeting 2018: l’Auditorium Intesa Sanpaolo A3 (che può contenere 6.000 persone) che, con limitate trasformazioni diventa il Salone Intesa Sanpaolo A3 (da 3.000 persone) e la Sala Neri UnipolSai (800 persone). Numerosi incontri si svolgeranno nelle sette nuove Arene (da 150-200 posti ciascuna) allestite in Fiera nelle Aree e negli Spazi dedicati a specifiche tematiche. Alcuni convegni si svolgeranno nella sala Tiglio (200 persone) che con altre 11 salette della Fiera verrà utilizzata per incontri liberamente richiesti dal pubblico e dalle associazioni presenti alla manifestazione. L’Auditorium, la Sala Neri ed altri contenitori verranno utilizzati anche per gli spettacoli proposti in Fiera. Nell’Open Arena Illumia Piscine Est, ritornano, in seconda serata, 6 spettacoli di gruppi musicali offerti gratuitamente al pubblico. A ingresso libero, in Sala Neri, anche le due guide all’ascolto del ciclo “Spirto Gentil”.

Volontari

Sono 2.527 le persone che, durante la settimana del Meeting, impegneranno gratuitamente energie, competenze e anche ferie per consentire lo svolgimento della manifestazione e garantirle quel particolare clima che la caratterizza. Provengono da ogni parte d’Italia e anche dall’estero (113): Spagna, Argentina, Russia, Francia, Indonesia, Belgio, Canada, Colombia, Cuba, Gran Bretagna, Lituania, Olanda, Polonia, Stati Uniti e da altri paesi. Il lavoro dei volontari è articolato in 15 dipartimenti; quelli numericamente più consistenti sono il dipartimento Servizi generali (554 persone) e il dipartimento Ristorazione (474 volontari). Per completare il quadro, bisogna ricordare e aggiungere le altre 400 persone (in maggioranza universitari) che, durante il “pre-Meeting” (dall’11 al 18 agosto), hanno lavorato per l’allestimento della Fiera. Sommando i dati, toccano quota 2.927 i costruttori, sotto il segno della gratuità, del 39mo Meeting.

La parola al Direttore Il direttore del Meeting Sandro Ricci sottolinea due novità della manifestazione 2018. «Rappresentano un’innovazione del format del Meeting», osserva Ricci, «i quattro spazi tematici e le tre grandi aree tematiche proposte quest’anno, ognuno con un’arena per gli incontri». Gli spazi tematici riguardano il Sessantotto (nel padiglione A5), gli scenari internazionali (spazio “Cammini”, in B2), l’astrofisica (“Exoplanets”, B3) e l’innovazione (Cdo for Innovation, A5/C5). Le tre grandi aree, che coinvolgono i partner del Meeting, sono dedicate al lavoro (MeshArea in B1), alla mobilità (“Move to meet”, A1) e alla salute (Meeting Salute, C3). «Queste nuove proposte», aggiunge Ricci, «non sono nate a tavolino, ma danno sviluppo ad esigenze e tentativi emersi negli ultimi due anni. Sottolineo due aspetti: la domanda crescente del pubblico di poter interloquire e dialogare liberamente coi relatori in spazi più contenuti, rispetto ai grandi saloni e l’opportunità di creare spazi articolati che propongono insieme mostre, incontri, interventi espressivi e di intrattenimento».
«L’altra significativa novità», continua il direttore del Meeting, «è che la manifestazione torna a vivere anche nella città di Rimini, ad occupare e valorizzare grandi spazi cittadini. Penso allo spettacolo inaugurale, liberamente tratto da un capolavoro di Paul Claudel, che si svolgerà nella piazzetta sull’acqua a ridosso del Ponte di Tiberio. Lo spettacolo, in parte sull’acqua, in parte sulle rive dell’invaso, valorizza un luogo suggestivo, carico di storia e fruibile da migliaia di persone, recentemente recuperato».

Bilancio e sponsor

I costi preventivati del Meeting 2018 sono di 5 milioni 972mila euro. Le voci relative alle entrate prevedono, in ordine decrescente: servizi di comunicazione per le aziende (3 milioni 550mila euro), introiti dalla ristorazione (1 milione 104mila), attività commerciali, biglietti delle manifestazioni a pagamento e contributi da privati (legati al fundraising). Sono 3 i main partners del Meeting 2018 – Enel, Intesa Sanpaolo, Wind 3 – 8 gli official partners (Fondazione Ania, Autostrade per l’Italia, Banca 5, Eni, Pmitutoring.it, Posteitaliane, UnipolSai più Conai come Sustainability partner). Ci sono anche quattro media partner: Avvenire, Radio Vaticana Italia, Fanpage.it e Notizie.it. Nel complesso, oltre 130 aziende ed enti partecipano, a vario titolo, alla manifestazione e utilizzano il Meeting per la loro comunicazione al grande pubblico.
Ristorazione 21mila i metri quadrati occupati dalle varie proposte di ristorazione del Meeting, spazio cucine compreso. Valorizzano le tradizioni gastronomiche di qualità di alcune regioni italiane e insieme tengono in attenta considerazione l’esigenza delle famiglie di poter pranzare a prezzi accessibili. A un’articolata linea “Fast food” (piadina e pizza comprese) si aggiungono, quindi, le diverse proposte dei ristoranti tipici: dal romagnolo “Azdora”, al “Garbino” (con sardoncini arrosto e fritto misto di pesce), al ristorante vegetariano (“Benessere Orogel”). Ricordiamo anche “La Pampa Argentina”, con “empanadas” di carne. Agli spazi della Ristorazione Meeting vanno aggiunti quelli del Self-service “Le Palme” operante in Fiera. Nel complesso, è assicurato un potenziale di 28.000 pasti al giorno, durante la settimana della manifestazione. Un’offerta per tutti i gusti e tutte le esigenze.

Villaggio ragazzi

Nel padiglione D3, un’intera area del Meeting (4.500 mq compreso il “Family’s Fast Food”) è dedicata ai bambini: ogni giorno, giochi, canti e balli, animazione, laboratori, mostre, incontri e spettacoli. Da notare – è solo un esempio – che i 7 incontri, i 7 spettacoli e la mostra spettacolo sulla vita di sant’Antonio di Padova promossi dal Villaggio non sono compresi nel computo delle proposte del Meeting e quindi si aggiungono ai numeri del programma segnalati in apertura.
Parcheggi e navette Negli spazi esterni di Rimini Fiera, parcheggio gratuito per i visitatori del Meeting: oltre 9.000 i posti auto disponibili. Tre linee della Start Romagna collegheranno il Meeting con Piazza Marvelli, con Viserba (Stazione FS) e con l’Aeroporto Fellini. I biglietti si possono acquistare nei normali punti di vendita e anche presso la Biglietteria del Meeting.
Treni al Meeting Nella settimana della manifestazione, si fermeranno quotidianamente a Rimini Fiera 6 Frecce (4 Frecciabianca, 2 Frecciarossa) e 26 treni Regionali di Trenitalia. Gli orari su www.meetingrimini.org e sul sito di Trenitalia.




Pesaro. Rof, la prima volta di Massimo Ranieri con Cabaret Rossini

Pesaro. Teatro Rossini

Pesaro. Teatro Rossini

Massimo Ranieri: la prima volta al ROF con Cabaret Rossini. Nuovo appuntamento con Rossinimania: sabato 18 agosto alle 21 all’Auditorium Pedrotti sarà messo in scena Cabaret Rossini, nel quale il regista Filippo Crivelli ed il musicologo Emilio Sala racconteranno ed interpreteranno il mondo dei Péchés de vieillesse e del suo divertente, ma anche disperato e misterioso umorismo, a metà tra frivolezza e profondità. Il tutto secondo uno stile leggero, da Cabaret: un genere a cui Filippo Crivelli ha ridato una nuova linfa già a partire dagli anni Sessanta, con il quale si è potuto restituire con fedeltà anche l’humour noir ricorrente nei quattordici Album dei Péchés.
La messinscena si avvale dell’ambientazione video di Le Stazioni Contemporary Art di Carlo Cinque, con interventi artistici di Emilio Isgrò e Antonio Trimani. La compagnia di canto è composta da Anna Bonitatibus, Sofia Mchedlishvili, Daniele Antonangeli e Ruzil Gatin, nonché dal cantante, attore e regista lirico Massimo Ranieri, al debutto al ROF. Sarà il pianoforte di Antonio Ballista ad accompagnare questo percorso sentimentale attraverso l’ultima stagione della vita personale e musicale di Gioachino Rossini.
Non saranno eseguite solo musiche di Rossini, ma anche di G. Nadaud, C. Weyse, I. Strauss, M.-F. Pillet-Will e altri. Lo spettacolo sarà videoproiettato in diretta in Piazza del Popolo.




Rimini. La Finanza a Ferragosto: un arresto e 11 segnalati per detenzione stupefacenti

Un arresto e 11 segnalati per detenzione di stupefacenti a Ferragosto.

Nel corso di un servizio di pattugliamento e controllo del territorio attuato nell’ambito del dispositivo di intensificazione del contrasto ai traffici illeciti sulla riviera pianificato e coordinato dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini, i Finanzieri del Nucleo Operativo del Gruppo, con l’ausilio del cane antidroga “ULLA”, hanno sottoposto a sequestro numerose dosi di sostanze stupefacenti consistenti in marijuana, hashish, cocaina, ketamina, MD-MA, verbalizzando 11 soggetti provenienti oltre che dalla Emilia Romagna, anche da Lazio, Lombardia, Marche e Puglia; in quanto sorpresi a detenere le sostanze illecite, costoro saranno segnalati alle rispettive Prefetture competenti, per violazione dell’art. 75 D.P.R. 309/1990 (detenzione di sostanza stupefacente per uso personale); nello stesso contesto i militari operanti hanno arrestato in flagranza un giovane di 26 anni, originario di Piacenza.

Le Fiamme gialle, nel corso del servizio, infatti, avvalendosi dell’unità cinofila, in un affollato parcheggio nel territorio del Comune di Riccione hanno notato l’atteggiamento sospetto del piacentino ed hanno proceduto al suo controllo rinvenendo sulla persona un involucro che al suo interno conteneva 20 dosi di cocaina ed un ulteriore involucro di cellophane contenente marijuana, dosi pronte per essere destinate allo spaccio in un luogo, come sopra detto, affollato da centinaia di avventori che, d’estate, raggiungono da tutta l’Italia e dall’estero la riviera romagnola per recarsi nei noti locali della “movida rivierasca”.
Il giovane, è stato, quindi, tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità di Giudiziaria, che ha convalidato l’arresto condannandolo a un anno di detenzione con pena sospesa.




Santarcangelo. “I denti mancanti”: arte, musica, esibizioni e suggestioni

“I Denti Mancanti”, quinta edizione: arte, musica, esibizioni e suggestioni.  appuntamento: venerdì 17 e sabato 18 agosto
nel centro storico di Santarcangelo.  Le due serate coinvolgeranno l’intero centro storico a partire dalle 20 fino alle 24, con oltre 15 artisti che si esibiranno con un unico scopo, per questa edizione: andare fuori tema!
‘Fuori tema’ significa in questo caso ‘deviare’, concedersi la libertà di insolite espressioni artistiche, libertà di unire le dissonanze, libertà di nuovi connubi emozionali… deviare dal prevedibile verso l’emozionante che solo la performance artistica regala a chi osi essere libero.
I protagonisti della serata di venerdì 17 agosto sono Alessandro Ciacci e Raymond Solfanelli con la loro Stand Up Comedy Live, Le Miniatures di Caterina Nanni, Il Latin and Blues della Piccola Orchestra Orientabile, Modalità Rap con Alfre D + Polly + Lexotan, Morris Joy e la sua giocoleria, lo swing della Rimini Swing Aviators, lI pane del perdono di Remo e Pietro Vigorelli con Filippo Sorcinelli, il Gruppo l’OttoNarrante fra parole e bellezza, i disegni insoliti ‘Daikin’ di Pironi Andrea, La Grotta Sacra dj set, lettura tarocchi Jodorowsky e degustazioni insolite a cura di Anna Magnani, le installazioni in carta ‘Homo sapiens sapiens’ di Zerokid Zorokid74 Zoroel e quelle in legno di Rokibshwodagor ‘Dalla Terra’.
Durante la due giorni, i #NonLuoghi di Valentina Brocculi trasformano le vie del borgo in una mostra fotografica itinerante, dalla vecchia pescheria al campanone.
Sabato 18 agosto si continua a ‘deviare’ dal solito con La Storia Perfetta di Roberto Mercadini, Il filo di parole di Annalisa Teodorani, Il viaggio sonoro di Fabio Mina e Marco Zanotti e infine ‘Ascolta Sorseggia e Muovi i Piedi’ a cura di Luca Pasteris e Birra Riminese.

Venerdì 17 agosto dalle 20 alle 24 nelle vie e nelle piazze del centro si terrà anche il Mercatino dei Denti Mancanti.
La manifestazione “I Denti mancanti” rientra nell’ambito della rassegna di eventi “Estate Viva Santarcangelo, ed è organizzata da F.lli Dalton Eventi, con il patrocinio del Comune di Santarcangelo di Romagna, in collaborazione con Pro Loco Santarcangelo, Borgo Est, Ora d’Aria, Gelateria Fresh MaVI.
Maggiori informazioni su: www.facebook.com/DentiMancanti/.




Carpegna. Camminata del risveglio all’eremo di monte Carpegna da 45 luoghi diversi. Pellegrino anche il vescovo di San Marino-Montefeltro


Da 45 luoghi diversi domenica 19 agosto in pellegrinaggio all’Eremo di Monte Carpegna. Anche il vescovo di San Marino-Montefeltro pellegrino. Una antichissima tradizione ripresa da un gruppo di laici, riuniti in Compagnia, attualizzata e sempre più capace di richiamare all’Eremo del Faggio di Carpegna (comune di Montecopiolo) centinaia e centinaia di persone da luoghi diversi.
È la “Camminata del Risveglio”, in programma alla prima domenica dopo il 15 agosto di ogni anno (solennità dell’Assunta), per “rinnovare” il miracolo della Madonna del Faggio, e “inserirlo” nella realtà quotidiana.

La “Camminata del Risveglio” è legata alla tradizione dell’eremo del Faggio, eretto nel XII sec. sul luogo in cui la Madonna è apparsa a soccorrere dei pastorelli in difficoltà e dove venne rinvenuta un’immagine di Maria appesa a un faggio. Trasportata in paese, l’immagine ricomparve ai piedi dello stesso albero. Il prodigio venne interpretalo come la richiesta di edificare un Santuario, dedicato appunto alla Vergine del Faggio.

Ai 1.415 mt del massiccio di Carpegna è fissato il “traguardo” domenica 19 agosto del pellegrinaggio indetto dalla Compagnia del Risveglio. Per “pregare, meditare e, con l’entusiasmo di Maria, ascoltare, raccontare quello che Dio ha fatto nel creato, nella storia della Chiesa, nei propri paesi e nella propria vita” spiegano gli organizzatori.
Anno dopo anno, la Camminata richiama sempre più pellegrini, alcuni capaci di ore e ore a piedi e in preghiera.
Quest’anno è record: i pellegrini partiranno infatti da ben 45 punti diversi, da due regioni (Emilia-Romagna e Marche) e uno Stato (San Marino). Un rivolo che ha ricominciato a scendere quasi 30 anni fa, che pian piano sta diventando un fiume in piena di esperienze.

La Diocesi di San Marino-Montefeltro ha “adottato” il pellegrinaggio come priorità. Il Vescovo di San Marino-Montefeltro, mons. Andrea Turazzi, ha inviato una lettera a parrocchie, fedeli e associazioni per invitare al gesto. “La Camminata del Risveglio è una tradizione assodata, ma sogno sia per tutti come «la prima volta». – ha scritto il Vescovo – Tengo tanto a questa iniziativa. Vorrei che tutte le realtà della Diocesi vivessero questo momento forte di unità”.
Ogni anno il Vescovo indice un motivo di preghiera. Per l’edizione 2018 del pellegrinaggio, mons. Turazzi propone “una grande preghiera per i giovani. La «febbre», cioè la passione e il calore dei giovani, conserva il resto del mondo ad una «temperatura» normale!”.

Lo stesso Vescovo Turazzi si metterà in marcia, compiendo il pellegrinaggio fino ad accogliere tutti i pellegrini ai Prati della Madonna alle ore 9 per una parola di incoraggiamento, la celebrazione della S. Messa e la processione con la Vergine del Faggio.

Alcuni luoghi e orari di partenza. A Rimini sabato 18 agosto alle ore 7 dal santuario di via Santa Chiara. A Corpolò alle 10,30. A San Marino città alle 22,30, a Serravalle dalle 22,30 di sabato 18 agosto.
A Pennabilli l’appuntamento è alle 4.30 al Monastero della Rupe con le suore Agostiniane.

Ogni gruppo cammina dietro ad una Croce apposta su un’asta e realizzata a mano.
Un’altra asta recherà un’immagine della Madonna venerata nel luogo da cui si è partiti. Su una terza asta è sistemato lo stemma del comune di appartenenza. Il pellegrinaggio inizia con la preghiera tra l’orario del ritrovo e quello della
partenza. Poi seguendo il libretto della camminata, preparato quest’anno dalle Monache di Pietrarubbia, ogni percorso sarà intervallata da 5 tappe di preghiera.
Si cammina assieme a pellegrini di altri “campanili”,
trasformando le scomodità in un sacrificio di unità e di benedizione perché le diversità in comunione sono il frutto più bello dell’obbedienza di Gesù fino alla morte di croce. E quando viene donato questo spettacolo di unità appare la resurrezione, la bellezza operante di Dio che da tanta gioia agli uomini. Ammalati, anziani o chi non ha tempo, possono unirsi alla preghiera dei pellegrini in partenza e raggiungere il Santuario in macchina.

Ore 9,00 Tutti i percorsi convergono alla Croce per pregare la quinta tappa uniti poi si procede verso il Santuario.
Ore 10,30 Eucarestia presieduta da S.Ecc.za Mons Andrea Turazzi Vescovo
della Diocesi di San Marino-Montefeltro, preceduta dalla presentazione dei gruppi di pellegrini saliti a piedi e dalla testimonianza.




San Giovanni in Marignano. Festa alla casa di riposo modello

Bella festa nella casa di riposo modello di San Giovanni.  Si è tenuta lo scorso 11 agosto.. Invitati d’onore i 41 ospiti della struttura e le loro famiglie. La sinergia tra la Cooperativa CAD e l’amministrazione marignanese è stata sempre forte e la qualità del servizio è apprezzata oltre il comune tanto che la lista di richieste per accedervi è molto elevata.
Presenti il sindaco Daniele Morelli, la vicesindaco Michela Bertuccioli e la referente CAD Raffaella Piva che si sono intrattenuti, condividendo un ricco buffet, musica e confronto con ospiti e  famigliari.
Il sindaco Morelli nel suo saluto ha ringraziato “gli operatori e la Cooperativa CAD per la professionalità e la passione dimostrata in questa bella occasione, così come in ogni giorno nella quotidianità del servizio residenziale. La Casa Residenza di San Giovanni gode da sempre di un clima di grande e preziosa familiarità, dove tante persone con il loro contributo fanno la differenza: gli operatori, i famigliari e gli ospiti stessi. Vedere tante persone che mostrano il desiderio di vivere gli spazi di questa struttura e renderli vivi e ricchi di tanta bella energia è un grande privilegio per tutti e un orgoglio sul quale continuare ad investire. A ottobre festeggeremo il trentennale di questa bella realtà e avremo modo di visionare insieme tutti i lavori di ampliamento che sono appena terminati e hanno portato anche ad un ulteriore posto letto disponibile. Stiamo preparando una grande festa, alla quale inviteremo riferimenti istituzionali e tutto il paese.”