Pesaro. Urbino nelle incisioni di Paci in mostra a Senigallia

Fulvio Paci

Urbino nelle incisioni di Fulvio Paci. Allo “SpazioArte” della Fondazione A.R.C.A. di Senigallia (in via F.lli Bandiera, 29 ), fino al 31 luglio, sono esposti dodici incisioni che vanno dal 1973 al 2002 ed hanno per lo più soggetti figurativi: “Sole e amanti” e “Amanti e cavallo” e il periodo con gli “Amanti e cavallo a Urbino” dove appunto viene rappresentata la città sullo sfondo così come in “Eco di Ricordi”. La tecnica calcografica è in acquaforte-acquatinta a colori piuttosto che in bianco e nero, perché rispecchia meglio il mio modo di sentire e il mondo pittorico degli acrilici”.
La tecnica dell’urbinate Fulvio Paci si basa esclusivamente sull’uso del colore acrilico e sabbia con l’aggiunta di diversi materiali quali plastiche di varie forme, cartoni ondulati, pezzi di legno, sassi, conchiglie, cordicelle e altro che man mano è incollati e poi colorato sulla tela o su delle tavole di legno in formati che variano da cm 40X40 a cm 100X100. La tematica, ora, è di un genere astratto sia per quanto concerne il risultato pittorico sia per i titoli delle opere poiché devono rappresentare sensazioni profonde e sentimenti intimi.




Morciano. Commercianti comitato: “Quasi impossibile organizzare eventi oggi per i troppi adempimenti”

La statua del Mercurio, simbolo di Morciano

La statua del Mercurio, simbolo di Morciano

La lettera

“Iter burocratici complessi e farraginosi, costi eccessivi e una montagna di carte da compilare: sono questi i problemi che mettono a rischio la possibilità di organizzare piccoli eventi e manifestazioni in Valconca e non solo”. Il consorzio di commercianti ‘Commerciamo’ di Morciano di Romagna lancia un appello sul tema delle manifestazioni di pubblico spettacolo e delle difficoltà quasi insormontabili affrontate da enti ed associazioni che si occupano dell’organizzazione. “Anche quest’anno – spiega il direttivo del consorzio – i nostri soci hanno dato fondo a tempo, risorse ed energie per allestire un cartellone di eventi estivi costituito da otto serate a tema. Il tutto con l’obiettivo di favorire la socializzazione all’interno della nostra comunità e di attirare visitatori anche durante il periodo estivo. Oltre a dover produrre una mole impressionante di documenti e certificazioni e a farsi carico degli oneri relativi alla sicurezza e al collaudo degli impianti, il consorzio si è dovuto sobbarcare un ulteriore costo: le spese di segreteria richieste dal Suap (Sportello unico attività produttive) dell’Unione Valconca per il vaglio della pratica. Una tariffa che in altri territori è pari a zero e che non grava sulle tasche degli organizzatori. Cogliamo l’occasione per chiedere all’Unione Valconca di rivedere se non addirittura di azzerare le spese di segreteria, alleggerire i regolamenti e le tempistiche. Non si può pensare – continua il direttivo del consorzio- di impiegare settimane di lavoro, dare incarichi ad ingegneri e dover produrre costosi piani della sicurezza, semplicemente per organizzare anche solo un piccolo incontro di paese. Specialmente nelle condizioni economiche svantaggiose in cui ci si ritrova ora. Non possiamo permettere che il semplice stare insieme diventi un lusso. A fronte di queste crescenti difficoltà, il rischio è di dover dire addio a manifestazioni ed eventi tanto importanti per il nostro territorio e le nostre comunità”.

Il Direttivo

COMMERCIAMO
Consorzio commercianti Morciano di Romagna
Via Bucci,28 47833