Pesaro. Parte la trentesima edizione dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”. 18 allievi da tutto il mondo

Al via lunedi’ 2 luglio la trentesima edizione dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda”, seminario permanente di studio sui temi, vocali e drammaturgici, connessi alla restituzione rossiniana e allo sviluppo dell’Edizione critica che quest’anno taglia il prestigioso traguardo dei trent’anni di storia. L’Accademia, diretta dal Sovrintendente del ROF Ernesto Palacio, propone ad allievi e uditori lezioni di interpretazione vocale, musicologia ed arte scenica, conferenze a tema e master class.
Quest’anno vi partecipano 18 allievi effettivi, provenienti da Armenia, Romania, Bulgaria, Russia, Ucraina, Australia, Spagna, Perù ed Italia, selezionati tra oltre 250 domande pervenute da tutto il mondo. Anche quest’anno frequenterà le lezioni dell’Accademia un ulteriore allievo, proveniente dall’Accademia del Teatro Bolshoi, beneficiario del programma di scambio di Borse di studio organizzato dall’Ambasciata italiana a Mosca.
Accanto alle lezioni e alle master class tenute da Ernesto Palacio con il coordinamento musicale di Rubén Sánchez-Vieco, il programma comprende interventi del presidente onorario del Festival Gianfranco Mariotti, del regista e cantante Alfonso Antoniozzi, del musicologo e direttore d’orchestra Marco Mencoboni, dei musicologi Federico Agostinelli e Daniele Carnini, del fisiatra Frank Musarra e del foniatra Franco Fussi. Torna anche la masterclass tenuta dal tenore Juan Diego Flórez.
Al termine dei corsi, lunedì 16 luglio alle 20 al Teatro Sperimentale, si tiene il consueto Concerto finale, nel corso del quale gli allievi, accompagnati al pianoforte da Rubén Sánchez-Vieco, canteranno pagine del repertorio operistico rossiniano.
I giovani talenti dell’Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” saranno inoltre protagonisti de Il viaggio a Reims, che andrà in scena al Teatro Rossini il 15 e il 17 agosto nell’ambito della XXXIX edizione del Rossini Opera Festival, e di una nuova serie dei Concerti dal balcone di Casa Rossini.




San Giovanni in Marignano. Golf, intensa la finale dell’A2A Energia Pool Cup 2018

Orietta Barocci

Gara intensa e ricca di colpi di scena quella che si è giocata sabato 30 giugno sul Green del Riviera Golf di San Giovanni in Marignano dove si è disputata la finale della ‘A2A ENERGIA POOL CUP 2018’.

La stableford tre categorie aveva in campo più di 80 golfisti che, oltre alle classiche qualifiche; hanno avuto la possibilità di aggiudicarsi un ricco premio ad estrazione, corrispondente ad un buono spesa del valore di 500€ spendibile presso il Pro Shop del Riviera Golf.

Primo Lordo con lo score di 31 il marchigiano Andrea Remoli del Golf Village Club (Marcelli, Ancona).
Primo Netto con 40 punti il sammarinese Roberto Bianchi (Golf Club Cassa di Risparmio di San Marino), seguito a due punti di distanza da Matteo Bernabé, giocatore del Riviera e residente a San Clemente (Rimini).
Nella seconda categoria si distinguono due golfisti del Golf Village Club di Marcelli: Stefano Olivieri, che ottiene un Primo Netto con 38 punti, seguito da Federico Mei, con il medesimo punteggio e gioco leggermente meno brillante.
In terza categoria, il gradino più alto è del Primo Netto Francesco Talaia (Panorama Golf – Varese) con 45 punti, seguito dal Secondo Netto Claudio Pianesi con lo score di 40 (Golf Village Club di Marcelli).
Prima Ladies con 32 punti la cattolichina Orietta Barocci, giocatrice del Riviera Golf.
Primo Seniores, con 38 punti Marco Ferranti del Sibilla Golf (Petriolo, Macerata).
Nearest to the Pin A2A ENERGIA per il riccionese Federico Pietanesi, golfista del Riviera con una palla a 1,28 metri.

Sul campo marignanese è prevista un’intensa settimana di golf.
Si parte mercoledì 4 luglio con la Goldenfour 4 plm by Cristian Events, 18 buche stableford, con gioco a coppie.
Si prosegue giovedì 5 luglio con la TM OPEN RACE TO MARRAKECH 2018, nove buche stableford tre categorie, che prevede l’accesso diretto alla semifinale nazionale per i vincitori di gara.
Si conclude con un ricco weekend e due gare stableford tre categorie, la UP TOUR SERIES – APART REVOLUTION TOUR di sabato 7 luglio e la ALPHA VALUE MANAGEMENT GOLF CUP di domenica 8 luglio.




Pesaro. Sassocorvaro: nella Rocca Ubaldinesca grande jazz. Ospite: Patrizia Deitos

Patrizia Deitos

Grande jazz nella Rocca Ubaldinesca di Sassocorvaro il 6 luglio, ore 21. Simone Giannotti Jazz Septet incontra Antonio Maria Magro. Ospite speciale. Patrizia Deitos. Spettacolo intitolato “Voci dalla Penombra”, durante il quale verrà rappresentata una felice contaminazione tra Jazz e Prosa attraverso il duplice e affascinante incontro della Voce Recitante di Antonio Maria Magro con il Jazz di Simone Giannotti e il suo settetto.
Elaborazione libera su temi complessi che affondano la loro traccia nella profondità del sentire umano più autentico, nella complessità del sogno e del mondo onirico e nel contrasto tutto contemporaneo con la realtà complessa e articolata di oggi, mediatica e tecnologica, che non è più in grado di “contenere” le voci nascoste, le “voci del silenzio”, la parte più celata ma più autentica dell’animo umano.
Le musiche originali di Simone Giannotti sono la risposta più suggestiva a queste tematiche. Giannotti è uno dei jazzisti italiani più di nicchia; figura schiva, raffinata e introspettiva, sempre alla ricerca di nuove sonorità e nuovi climi, nuove contaminazioni. Contrabbassista tra i più apprezzati e notevole polistrumentista. Ha quattro lauree al conservatorio “Rossini” di Pesaro ed è figlio di musicisti.
Uno degli autori è Luciano Torrelli, valente autore di radiodrammi per la RAI e per la RSI (RadioTelevisione svizzera) che ne corso degli ultimi 30 anni ha scritto le cose più pregevoli e innovative del settore.
L’altro è Carlo Maria Milazzo, romanziere di punta della nuova scuola alternativa italiana che pubblica da anni per la casa editrice “Tracce”.
Testi forti che segnano, che scuotono l’animo dalle radici e che restano bene impressi nella mente di chi ne fruisce. Tutti tratti, tra l’altro, dal programma televisivo in 53 puntate “I Viaggi dell’Anima” per RAI- NOTTE. Magro ne era attore e regista.
Lo SPETTACOLO-CONCERTO ha una durata di un’ora e trenta minuti divisi in 2 parti di 45 minuti ciascuna.
Nello spettacolo sono elaborati, insieme a qualche sparuta “pillola” di saggezza (a fare da contraltare) alcuni temi ricorrenti rivisitati in chiave dissacrante (sessualità, potere, denaro, arte, amore).
Nessuna indicazione, nessun messaggio. Solo delle “istantanee” su ciò che ci circonda per invitare a riflettere. E il Jazz è visto dagli autori come l’unica forma musicale che può portare degnamente per mano chi si addentra in questa sorta di vero e proprio viaggio onirico. Proprio per la innumerevole quantità di registri che può toccare nei suoi sviluppi tematici.
Non vi è bisogno di presentazione per Antonio Maria Magro che è stato per 20 anni una delle voci più importanti della prosa radiofonica italiana per RAI e RadioTelevisione svizzera, con all’attivo quasi cinquecento produzioni come protagonista o comprimario. Migliaia e migliaia di ore di trasmissione di grande Prosa a fianco dei più grandi interpreti italiani.
Special Guest: Patrizia Deitos. Prestata al canto dalle passerelle dell’Alta Moda (che ha vissuto come top model) è diventata ora una raffinata interprete di jazz dalla timbrica profonda e sensuale. Una voce ed una presenza decisamente seducenti.
Lo spettacolo sarà l’unica anteprima estiva prima del tour nazionale che partirà nella prossima stagione teatrale dal Fulgor di Rimini.