Pesaro. Candelara, nel borgo della bellezza un luglio di eventi le domeniche

A Candelara, Borgo della Bellezza, un luglio con eventi domenicali.  Nell’ambito dell’anniversario rossiniano, una serie di interessanti iniziative dal titolo “Il borgo della bellezza”. La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco di Candelara in collaborazione con il quartiere 3 ‘Colline e Castelli’ e il Comune di Pesaro.
Domenica 1 luglio, alle 20, nel giardino di San Francesco, ecco la “Notte rossa dell’arte sotto le stelle”, una piacevole cena all’interno del borgo medievale del castello, dedicata alla valorizzazione della cultura enogastronomia attraverso la foodblogger Elisa Prioli e il sommelier Luca Pietrelli. Si parlerà dell’arte di amare attraverso le riflessioni della terapeuta Laura Brutti, degli studiosi d’arte Lorenzo Fattori e Valentina D’Aloia.
Alle ore 23 Teatro “SKENEXODIA” presenta “Inconcludentepoi” – regia di Luca Guerini con Ybel Cruz e Nicola Grottoli. (Per info e prenotazioni della cena: Lorenzo 333 3866081 – lorenzo@candelara.com Luca 328 861 3093 – luca@candelara.com)
Ancora il giardino di San Francesco ospiterà a partire dalle 21.15 di sabato 7 luglio “Ultimo Binario”, una serata con ritmi folk e popolari e djset. Art Performance: Andrea Esposito. (Info: Pro Loco di Candelara – 328.8613093)
Domenica 8 luglio, alle ore 21.15, nel giardino di San Francesco si terrà lo spettacolo “Rossini freestyle”, musica del Trio Dimitrij; danza: collettivo Irene Saltarelli; art performance: Tiziana Paci, in collaborazione con “Musica Amoeni Loci. (info Pro Loco Candelara – 340.4630539).

Domenica 15 luglio, a partire dalle 21.15, Candelara sarà teatro di una iniziativa particolare: “Lo Sguardo di Narciso”, una serata particolare dedicata alle commistioni tra arti differenti. Il ritrovo sarà presso il castello di Candelara, da dove si partirà a piedi in direzione del lavatoio, una passeggiata a lume di candela dove lo sguardo potrà ammirare la bellezza dei profili dolci e coltivati delle colline del nostro territorio. All’arrivo all’antico lavatoio saranno le opere del pittore maceratese Giuseppe Rinaldo Basili, che si rispecchieranno e coloreranno le acque del lavatoio. Mentre il duo musicale “Flynn irish duo” eseguirà musiche celtiche e altre dedicate a Rossini. (Info: Pro Loco di Candelara – 333.3866081)

Domenica 22 luglio, a partire dalle 21.15, sarà la volta del concerto dell’orchestra di fiati di Candelara, diretta dal M° Michele Mangani; il concerto sarà dedicato al grande compositore pesarese Gioachino Rossini. L’evento rientra tra le attività collaterali della ricorrenza del 150° della morte del “Cigno” pesarese.
Un viaggio musicale diviso in due parti: la prima interamente dedicata al 150° anniversario rossiniano, con brani originali per banda del compositore pesarese e trascrizioni di alcune sue opere famose; la seconda parte invece dedicata a brani originali per banda di autori contemporanei. (Info: Pro Loco di Candelara – 328.8613093)

Infine, martedì 31 luglio, nel giardino di San Francesco, alle 21.15, da non perdere il concerto di fisarmoniche olandesi “Dijk En Waard”, 15 fisarmonicisti olandesi che eseguiranno brani classici e omaggeranno anche Gioachino Rossini in occasione del 150° anniversario dalla sua scomparsa. (Info: Pro Loco di Candelara – 328.8613093)




Ancona. Museo del Giocattoli, prorogata la mostra su Italo Calvino

 

Prorogata la mostra su Italo Calvino di Cristina Messora presso il Museo del giocattolo di Ancona fino al 4 agosto.
Racconta per immagini il prestigioso scrittore. I racconti del “Marcovaldo” hanno ispirato Cristina Messora che ha realizzato una serie di dipinti su carta. L’esposizione dal titolo “La città sognata” presso il Museo del giocattolo, si snoda in otto dipinti realizzati su carta da incisione, graffiati con un punteruolo e ripercorsi con un gessetto nero è un gruppo di opere molto brillanti. La mostra, prorogata fino al 4 agosto, è stata curata da Andrea Carnevali.
Le opere in mostre, edizioni uniche, sono esposte in un piccolo ambiente del museo che permette di valorizzare il lavoro svolto dalla pittrice modenese.
Nei dipinti di Cristina Messora si possono osservare forme essenziali, lo splendore dei colori e la luminosità dei segni neri che attraversano la superficie dei quadri. La mostra elettrizza l’artista che vede interagire le sue opere con un ambiente designato a contenere oggetti antichi appartenuti ai bambini. I dipinti esposti possono essere valorizzati e possono avere un ruolo preciso all’interno del museo.
La nuova collezione, ispirata ai racconti contenuti nel “Marcovaldo” di Italo Calvino, è stata ben progettata dall’artista modenese e le opere restituiranno il volto ludico e ammiccante dell’arte. Il rischio di una mostra come quella “La città sognata” è di apparire fredda. Ma non è così! A questo punto è necessario dire quello che non è stato raccontato fino a questo momento. Le opere di Cristina possono essere lette se si ha fantasia, altrimenti tutto diventa più difficile, e talvolta, incomprensibile. I quadri allineati alle pareti potranno affascinare, non solo come oggetti d’arte, ma anche come espressione dell’immaginazione. E poi la disposizione dello spazio del museo che segue un percorso rettilineo è ingigantito dalle linee rette tracciate sulla superficie del quadro con i gessetti neri. La cornice rigorosamente geometrica; inoltre, si allinea con la forma quadrata dell’ambiente espositivo e della corte esterna del palazzo .
L’artista ha creato una vera e propria scenografia di grande impatto visivo, fatta di fasci di luce che investono l’intero spazio espositivo. “Cristina Messora è un’artista – dice Andrea Carnevali – precisa perché incide la carta e attraversa la superficie del quadro con una certa disciplina. La sua creatività è dominata dal senso dell’equilibrio che si respira in molti quadri, nonostante si possa intravvedere una certa autoironia nella composizione. L’oggetto da rappresentare – sulla carta dipinta con colori accesi – è illuminato da una luce bianca che rende la scena del racconto molto omogenea”.
L’evento ha avuto il patrocinio del Comune di Ancona.




Rimini. Open day per visitare la chiesa capolavoro di Santa Maria dell’Annunziata di Scolca a Covignano

Open day per visitare quel capolavoro della chiesa di Santa Maria dell’Annunziata di Scolca a Covignano.

Appuntamento il 28 giugno, dalle 17 alle 22.

«Apriamo le porte a tutti per far conoscere il nostro percorso formativo in Arte Sacra e Turismo Religioso, nato nel 2012 dall’esigenza di rinsaldare una nuova alleanza tra la creazione artistica e l’esperienza religiosa, che nel nostro paese ha dato origine al più vasto patrimonio culturale dell’umanità» così sottolinea Natalino Valentini (direttore “Marvelli”).

Arte, Fede e Bellezza: un percorso formativo questo il titolo dell’Open Day del Master per la Valorizzazione dell’Arte Sacra e del Turismo Religioso, promosso dall’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Alberto Marvelli” delle Diocesi di Rimini e San Marino-Montefeltro. Un percorso che si apre (alle ore 17) con l’intervento di Gianfranco Brunelli: I Beni culturali ecclesiali: una preziosa risorsa. Brunelli, direttore de “Il Regno”, è, dal 2005 a oggi, direttore artistico delle prestigiose mostre realizzate dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì presso i Musei di San Domenico: un fine conoscitore sia della cultura della Chiesa contemporanea, sia dei temi relativi alla bellezza e alla storia dell’arte.

L’attesa relazione inaugura una serie di laboratori (h. 17,45) svolti dagli studenti e dai docenti del Master in cui s’illustreranno gli importanti risultati della loro ricerca per la conoscenza e la promozione dell’immenso patrimonio sacro (architettonico, pittorico, scultoreo, librario e archivistico) del nostro territorio. Dopo un rinfresco (h. 20) offerto nello splendido giardino del complesso monastico di Scolca-San Fortunato, la serata si concluderà (h. 21) con una speciale visita serale alla Chiesa di Santa Maria Annunziata Nuova di Scolca svolta dai docenti Johnny Farabegoli, Alessandro Giovanardi e Auro Panzetta.

«Il Master di specializzazione in Arte sacra e Turismo religioso – dice Valentini, direttore del “Marvelli” – è uno dei rarissimi percorsi formativi del nostro paese che intende corrispondere anche alla specifica vocazione economica e turistica del nostro territorio, puntando alla valorizzazione della cultura e dell’arte come straordinario potenziale di sviluppo economico e civile. Oltre all’obiettivo di creare un polo qualificato di studio e di ricerca sull’arte sacra, a partire dall’area romagnola, l’intento è anche quello di offrire concrete opportunità professionali connesse al turismo religioso e culturale, finora generalmente trascurato, nonostante la posizione strategica delle principali città romagnole e il loro ricco patrimonio artistico».

Il Master è proposto in collegamento con la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna, in collaborazione con l’Opera Pellegrinaggi della Romagna, l’Opera di Religione della Diocesi di Ravenna, con il patrocinio dell’“Alma Mater Studiorum” Università di Bologna (Campus di Rimini), dell’Ordine degli Architetti (Provincia di Rimini), della Fondazione Universitaria San Pellegrino (Misano Adriatico), dell’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport, dell’Ufficio Nazionale della CEI per i Beni Culturali Ecclesiastici, del Fondo Ambiente Italiano FAI (Delegazione di Rimini), della Società Italiana di Scienze del Turismo SISTUR e del Centro di Studi Avanzati sul Turismo (CAST).




Rimini. Imprese, convegno su come risparmiare energia con il software

Risparmiare energia attraverso il software. Mercoledì 27 giugno, nell’ambito del Festival dell’industria e dei Valori d’ Impresa di Confindustria Romagna, si tiene presso l’azienda informatica Blutec di Rimini un evento dedicato ai consumi di energia durante il quale vengono presentate soluzioni hardware e software finalizzate al monitoraggio e all’individuazione delle inefficienze energetiche degli impianti aziendali.

E’ l’occasione per Blutec di presentare soluzioni complete in sinergia con i propri partner produttori di software specializzato,  fornitori di hardware per il controllo e l’attuazione e consulenti esperti nelle diagnosi e certificazioni energetiche.

Il progetto è mirato al monitoraggio del livello di efficienza energetica degli impianti aziendali attraverso l’installazione di sistemi hardware in grado di recuperare i dati di consumo dei vari asset, la successiva analisi di questi dati e la programmazione di interventi mirati al miglioramento  dell’utilizzo degli impianti e all’abbattimento dei costi.

A sostegno della validità di questo progetto verranno presentati dei casi di successo di applicazione di tali soluzioni per i quali vi è il comune denominatore secondo il quale Il concetto di Industria 4.0 porterà le aziende verso processi automatizzati ed interconnessi, consentendo di aumentare l’efficienza dei loro impianti, intervenendo sui consumi con tecnologie e sistemi che consentono di abbassare la bolletta energetica.
L’energia rappresenta un importante valore strategico: ecco perché le aziende dovrebbero recuperarla per ottenere un vantaggio competitivo, economico e sociale.




San Giovanni in Marignano. Golf, in 70 per la “A2A Energia Pool Cup 2018”

Diego Emanuele Danzi

Una settantina i golfisti che domenica 24 giugno al Riviera Golf Resort di San Giovanni in Marignano si sono cimentati con  la “A2A Energia Pool Cup 2018”, 18 buche stableford 3 categorie. La gara prevedeva l’accesso alla finale diretta per il 1° Lordo e i Primi Netti delle tre categorie, oltre a premi speciali A2A Energia e un ricco aperitivo di premiazione. Ad ottenere la qualifica di Primo Lordo, con 33 punti, il giovane riccionese Diego Emanuele Danzi, giocatore del Riviera Golf e golfista che a 11 anni si è già rivelato una brillante promessa.

In prima categoria si distinguono, con il medesimo risultato di 40 punti, il primo netto Roberto Agricola (Mia Golf, Ancona) e Matteo Bernabè di San Clemente, golfista del campo marignanese, cin il Secondo Netto.

La seconda categoria vede sui gradini più alti – e con lo stesso punteggio di 39 punti – due giocatori del Riviera Golf, il cattolichino Alberto Ferretti e il fanese Michele Colio.

A dominare la terza categoria sono Moreno Ilari (Sibilla Golf,  Macerata) che ottiene 44 punti, seguito a due punti da Andrea Bruni, giocatore del Riviera e residente a Mombaroccio in provincia di Pesaro-Urbino.

Prima Ladies con 40 punti Barbara Caporaletti, del Riviera Golf residente a Mombaroccio, mentre tra i Seniores si distingue, con lo score di 38, un altro giocatore del campo marignanese, il pesarese Massimo Saccardi.
Nearest To The Pin per Diego Emanuele Danzi, che ottiene anche questo premio, con una palla a 2,77 metri.

Prossimi appuntamenti, mercoledì 27 giugno, con “MC TOUR”, gara 18 buche stableford 3 categorie. A seguire un grande fine settimana di golf. Si riparte con sabato 30 giugno con “A2A Energia Pool Cup 2018”, 18 buche stableford 3 categorie, finale diretta per il 1° Lordo e i primi netti di categoria, con in più un grande premio ad estrazione corrispondente a un buono acquisto del valore € 500 spendibile presso il proshop del Riviera Golf.
Si prosegue con domenica 1 luglio con “In crociera con il sorriso”, 18 buche stableford 3 categorie con accesso alla finale, Driving contest maschile e femminile, Nearest to the pin e Hole in one, oltre a ricchi premi in estrazione e degustazione per tutti i partecipanti.