Cattolica. Potere al Popolo: 25 Aprile inno all’attualità della Resistenza e non raduno dj

Cattolica, palazzo comunale

La lettera

Il 25 aprile dovrebbe essere la celebrazione della Liberazione dal nazifascismo, un giorno per ricordarsi quanto il fascismo sia costato al nostro Paese e quanto sacrificio abbia richiesto la Resistenza a tutti coloro che non si rassegnarono a ubbidire a un capo e lottarono per realizzare la democrazia di cui ora godiamo.
A Cattolica ci limiteremo al minimo sindacale – manifesti, corona di fiori e banda, quasi una sorta di necrologio – e progetti collaterali proposti da un fantomatico “comitato unitario” a cui l’Amministrazione fa riferimento e che non prevede nemmeno la consultazione delle forze di sinistra presenti in città.
L’Amministrazione Gennari preferisce dedicarsi all’ampliamento dell’evento Ralf in Bikini che sfrutta il ponte del 25 aprile per radunare a Cattolica i patiti dei DJ set, ultima propaggine del divertimentificio, e snaturare completamente il senso della celebrazione, di cui ci si ricorda vagamente solo perché questa kermesse festaiola è stata ribattezzata Musica Libera.
Confidiamo almeno negli esponenti dell’ANPI per rimettere l’accento sul senso profondo di questa ricorrenza, che esortiamo di nuovo i cattolichini a celebrare in uno dei Comuni limitrofi.
Potere al Popolo – Cattolica




San Giovanni in Marignano. Riviera Golf, alla grande riparte la stagione 2018

Giorgia Piccini

 

Riparte alla grande e col sole Il Riviera Golf di San Giovanni in Marignano; sabato 21 e domenica 22 aprile circa 130 golfisti hanno salutato l’arrivo della primavera, sfidandosi nell’ambito del Campionato Individuale Allianz Bank Financial Advisor, il campionato con in palio la possibilità di aggiudicarsi il titolo di Campione 2018.
La gara singola si è svolta su due giri con formula medal per la prima categoria e formula stableford per la seconda e la terza.
Gare concluse con la premiazione e un ricco buffet offerto da Allianz Bank.
In prima categoria, Campione Open Lordo si è qualificata la giovanissima giocatrice del Riviera Giorgia Piccini, di Mercatello sul Metauro in provincia di Pesaro-Urbino, con il brillante score di 151, mentre con 138 si aggiudica il titolo di Campione Open Netto un altro golfista del green marignanese, il pesarese Guido Giunta.
La seconda e la terza categoria, a due giocatori del Riviera, rispettivamente il fanese Michele Colio che ottiene il titolo di Campione Netto con lo score di 69 e il cattolichino Valter Sartori, qualifica di Campione Netto con 77 punti.
Tra le signore si distingue la riccionese Nicoletta Michelini, portacolori del Riviera che con lo score di 64 è la Campionessa Open Ladies.
Pierpaolo Saioni, cattolichino golfista del campo marignanese, scala la classifica e con 70 punti diventa Campione Open Seniores.

Prossimi appuntamenti: mercoledì 25 aprile con il Bretagna Tour, gara 18 buche stableford 3 categorie (circuito di gare con classifica rancking su 3 gare, che prevede le semifinali nazionali per i vincitori); sabato 28 aprile con la Rotary Road to Baleari 2018 by Adesso Sole, gara benefica con formula singola stableford 3 categorie, e domenica 29 aprile l’altro appuntamento del Bretagna Tour 2018.




Mondaino. Camminata di primavera il 25 Aprile: andar per sentieri ed erbe officinali

Mondaino, piazza Maggiore, tra le più belle della Romagna

Calanchi, valloni, corsi d’acqua, angoli e panorami mozzafiato, piante e fiori autoctoni. Dove la natura è ancora natura e l’aria ha il sapore del pulito. Sono solo alcuni degli ingredienti della Camminata di Primavera, iniziata una ventina di anni fa. Ad organizzarla quei fantastici ragazzi della Pro Loco (puliscono i sentieri dai rami fastidiosi).
L’appuntamento, oramai un piccolo classico, è il 25 aprile, Festa della Liberazione. Ci si trova il mattino, alle 8,30, in piazza Maggiore, una delle più belle della Romagna. Poi si parte attorno alle 9. Percorso di media difficoltà, a metà tragitto una colazione ristoratrice. Ogni anno, il percorso cambia; in genere segue i sentieri battuti dai cercatori di asparagi, funghi, tartufi. Quest’anno, le guide portano gli appassionati (attesi 300 scarpinatori) ad osservare le tane delle volpi e degli istrici. Poi il ritorno in piazza per un pranzo a sorpresa: il primo, il dolce; sempre in abbondanza. In regalo anche una piantina.
Il reticolo delle strade interpoderali di Mondaino e dintorni sono un patrimonio culturale e naturalistico da salvaguardare; la camminata aiuta riscoprirli. Da alcuni anni sono anche mèta degli amanti della mountain bike.




Cattolica. Il 25 Aprile in un film con gli occhi dei martiri cattolichini Rasi e Spinelli

 

La locandina del film

“Tutti morimmo a stento”, il film sui due martiri cattolichini Rasi e Spinelli, torna per una serie di proiezioni in occasione della giornata della Liberazione.
Il film ambientato a Cattolica nel Giugno del ’44 narra le vicende realmente accadute su come un gruppo di partigiani riesce a trafugare delle armi dai fascisti con l’aiuto di due soldati; la rappresaglia sarà furiosa, accanendosi su contadini, innocenti e commilitoni, tra cui i due giovani repubblichini Domenico Rasi e Vanzio Spinelli.

Proprio il 25 Aprile, a tre anni esatti di distanza dall’anteprima, il film torna per una proiezione speciale al Salone Snaporaz di Cattolica alle ore 21:00. Durante la serata verrà consegnato un riconoscimento da parte dell’Amministrazione Comunale ai componenti delle famiglie di Rasi e Spinelli, presenti alla proiezione. Anche gli attori Gianluca Vannucci e Giuseppe L’Insalata, interpreti di Rasi e Spinelli nel film, saranno presenti alla proiezione.
La proiezione sarà ad ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti, per chiunque non abbia ancora potuto vedere il film o per chi voglia rivederlo ed assistere a questo importante momento per la nostra città.

Questa proiezione sarà la chiusura di un ciclo che ha visto il film partecipare ai festival internazionali di Barcellona e Nador (Marocco) e vincere come Miglior Film Drammatico al Festival di Belfast sui diritti umani.

Un’altra importante proiezione del film avverrà invece a Basilea, nella sede del Consolato Italiano, alle ore 13:30 del 25 Aprile. Fortemente voluto dal Console italiano, Tutti Morimmo A Stento verrà proiettato per gli italiani residenti a Basilea che desiderano celebrare la giornata della Liberazione.

Nella mattina del 23 Aprile il film verrà proiettato anche per i ragazzi delle scuole medie di Gradara.




Misano Adriatico. Istituto San Pellegrino, la tragedia della Siria agli studenti raccontata da Asmae Dachan

Asmae Dachan

La tragedia siriana raccontata agli studenti del liceo linguistico san Pellegrino  a Misano Adriatico.

Lo fa la giornalista e scrittrice  italo-siriana Asmae Dachan il 24 aprile alle 9.45.
“L’incontro con la realtà, anche la più drammatica – spiega Silvia Paccassoni, la preside – è un’esperienza fondamentale per gli studenti nel loro processo di formazione. La testimonianza di Asmae Dachan si intreccia con i sanguinosi accadimenti di questi giorni e consentirà di comprenderne l’origine tramite la conoscenza dei conflitti sociali di un’area così turbolenta”.

Asmae Dachan
Giornalista professionista e scrittrice italo-siriana, Asmae Dachan è la creatrice e autrice del blog Diario di Siria (diariodisiria.com). Dal 2016 lavora come freelance per diverse testate regionali e nazionali, tra cui Avvenire, The Post Internazionale, Il Fatto Quotidiano e Panorama. Nel 2016 riceve il premio Forum delle Giornaliste del Mediterraneo e il premio della giuria al Concorso Giornalisti del Mediterraneo con il reportage pubblicato su Panorama: ‘Io, nella tana degli uomini bomba’. Nel 2015 l’Ordine dei Giornalisti delle Marche le assegna il premio ‘A passo di notizia’ per i suoi reportage in Siria. Al premio è annessa la mostra fotografica ‘Siria, tra macerie e speranza’. Nel 2014 riceve il Master honoris causa in giornalismo assegnato dalla European Muslim League e dal IUOP International University of Peace.
Vincitrice del Premio Universum Donna 2013 – sezione giornalismo, ha ricevuto la nomina a vita di Ambasciatrice di Pace della University of Peace Switzerland. Asmae Dachan è autrice anche del libro ‘Il silenzio del mare’ pubblicato da Castelvecchi, che racconta la drammatica realtà della guerra in Siria attraverso la storia di due fratelli, Fadi e Ryma, che si uniscono al movimento pacifista nato segretamente nei campus universitari e che coinvolge giovani e lavoratori. I due fratelli, costretti a fuggire dalla repressione, si imbarcano in Libia alla volta dell’Italia, vivranno esperienze drammatiche ed ognuno cercherà nell’altro le risposte al perché in Siria si continua a morire. La ricerca del senso della vita e della morte, intessono la trama di questo romanzo, che si ispira a storie vere.