Pesaro. Pesarese sul calendario di Miss Mamma 2018

grassograsso1

di Emanuele Foschi

La pesarese di Vallefoglia, Veronica Grasso, sul calendario Miss Mamma 2018. concorso nazionale di bellezza e simpatia delle mamme più belle d’Italia.

Nella finalissima di Folgaria dello scorso agosto tra le 12 classificate  spicca Veronica Grasso.

E’ la vincitrice della fascia nazionale di Miss Mamma italiana eleganza 2017.

Originaria della Sicilia, nelle Marche dal 2000, Veronica Grasso è la tipica bellezza mediterranea: mora, occhi marroni, 50kg per 1,67 di altezza. 40 anni, barista, madre di due figli, Evan e Valentina. Laureata in scienze politiche all’università ” Carlo Bo ” di Urbino,  ama la lettura, il cinema e la buona cucina, oltre allo sport; è grande tifosa del Torino.

Se le si chiede un sogno nel cassetto, risponde: una casa al mare.
Detesta più di altre cose la maleducazione.




Valconca. Teatro, spettacoli viaggianti in piazza

valconcateatri

Nuovo progetto speciale de La Valle dei Teatri – Rete Teatrale Valconca.
“BUS THEATER”, un bus a due piani che si trasforma in un grande teatro viaggiante. Dal 13 al 16 dicembre, spettacoli a San Giovanni in Marignano, Montescudo – Monte Colombo e Saludecio.
Al suo interno, l’omonima Compagnia napoletana darà vita allo spettacolo BUS’ ROOMS. VITA, MORTE E ORACOLI, un viaggio per pochi intimi nelle segrete stanze del bus – Produzione originale Bus Theater. La prima tappa è il 13 dicembre a San Giovanni in Marignano in piazza Silvagni, dalle ore 15; giovedì 14 dicembre il Bus approda a Montescudoin Via Borgo Malatesta, dalle ore 16 e sabato 16 dicembre, a Saludecio nella Piazza Gioco del pallone dalle 15:30.
In allegato Comunicato stampa completo; scheda Artistica dello spettacolo BUS’ ROOM. VITA, MORTE E ORACOLI; foto e locandina dell’evento.
Progetto speciale per La Valle dei Teatri a cura di Rete Teatrale Valconca
promosso da Città Teatro, L’arboreto – Teatro Dimora, L’Attoscuro, Teatro dei Cinquequattrini  con il contributo di Unione della Valconca, Regione Emilia-Romagna,
Gruppo Hera, Comuni di Gemmano, Mondaino, Montegridolfo, Montescudo – Monte Colombo, Saludecio, San Clemente, San Giovanni in Marignano.
www.reteteatralevalconca.it
info@reteteatralevalconca.it




Cattolica. Geminiani presenta libro sulla Valconca. Guida non guida

geminianilibro

La prima presentazione pubblica del libro avverrà lì dove il “viaggio” era iniziato e cioè dalla foce del Conca, a Cattolica.
L’appuntamento è per mercoledì 13 dicembre ore 21 – SPAZIO°Z di Radio Talpa  – via Del Prete, 7 – a
Cattolica. Per info: 339 32 90 520.
Relatori: Annamaria Bernucci, Gabriele Geminiani, Alessandro Sistri

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Diretta radio su www.radiotalpa.it

Proiezione di foto e filmati della Valconca.

Per la Valconca c’è un’altra geografia
Viaggio in Valconca fra segni, oggetti, scorci, paesaggi, rovine e nuova cementificazione.
“Questa non è una guida. Se avete preso in mano questo volumetto pensando che potesse illuminarvi su un eventuale itinerario turistico nel Montefeltro, rimarrete sicuramente delusi”. Il volume “Viaggio in Valconca” inizia proprio con questa chiara premessa e ci sono voluti 10 anni esatti – il fatto si è compiuto nell’estate del 2007 – a Gabriele Geminiani per dare ordine e avviare alle stampe un mucchietto di fotografie, reportage di una intera giornata passata a gironzolare insieme ad un gruppetto scelto di amici per le colline della Valconca su di un vecchio pulmino wolkswagen color caffelatte.
Scopo, quello di immortalarne la bellezza ma soprattutto le brutture edilizie che andavano sempre di più a costellarne e intaccarne i preziosi paesaggi e i profili collinari. Con il fine di sensibilizzare al problema cittadini e amministratori attraverso una mostra itinerante e un libro, e magari innescando un dibattito vero e proprio. A distanza di tempo l’operazione ha anche assunto uno scopo documentario: infatti diverse architetture presenti sul volume, domestiche e industriali, sono andate per sempre perdute.
E sotto sotto, e lo studioso Alessandro Sistri lo dice nella sua illuminante post-fazione, ci sta un discorso più ampio che arriva a porre domande importanti e fondamentali alla macro-comunità della Vallata fatta di tanti comuni, alcuni marchigiani e altri romagnoli.
Dice a proposito Sistri riferendosi alla Valle del Conca: “Manca un ragionamento comune, qualcuno potrebbe anche dire, con un termine abusato ma difficilmente sostituibile, che manca un’identità di valle.
Si sa, ogni identità per essere tale ha bisogno  di segni da riconoscere e condividere. Il viaggio raccontato in questo libro mette a fuoco proprio alcuni di questi segni, piccoli e grandi, nascosti e palesi, duraturi ed effimeri, facili e difficili, immateriali e materiali.
Un libro, dunque, che aiuta a concepire una vallata nel suo insieme di spazi, sentimenti, contraddizioni, un repertorio che mette uno affianco all’altro non tutti i segni presenti (sarebbe ovviamente impossibile) ma quelli scelti dall’intelligenza e dal cuore di chi ha fatto insieme questo piccolo viaggio.   Un buon inizio per ripensare oggi la valle, perché ogni segno è buono se è capace di raccontare davvero qualcosa a  qualcuno, sempre che si sia disposti ad ascoltare e capire”.
Il libro, un taccuino visivo splendidamente curato dallo studio grafico Esploratori dello spazio, nasce dall’idea di Gabriele Geminiani con le fotografie dei partecipanti a questa esperienza: Sandro Cristallini, Luca e Gabriele Geminiani, Massimo Leardini, Alba Rossi, Gilberto Rossini.
Contiene due testi di Annamaria Bernucci e Alessandro Sistri ed è stato stampato dalla tipografia Seven Seas di San Marino per le edizioni associate Erranti e Seven Seas con il sostegno di Fondazione San Marino Cassa di Risparmio e della stessa Seven Seas.
Il 6 dicembre il libro è stato presentato alla Eccellentissima Reggenza della R.S.M.