1

Cattolica. Che Guevara, 50 anni dalla morte. Conferenza con Moscato

moscatoantoniocattolicagiona

“Che Guevara, 50 anni dalla morte”

Appuntamento con la storia sabato 11 novembre. A 50 anni dalla morte di Ernesto Che Guevara presso lo spazio rosso di RadioTalpa, in via del Prete 7 alle ore 17 si tiene la conferenza/dibattito con Antonio Moscato, docente di Storia all’università  di Lecce. Organizza Spazio Rosso.

Ingesso libero fino esaurimento posti.




Rimini. La Finanza sequestra oltre 60 grammi di stupefacenti

riminifinanza

In un’operazione di controllo del territorio con i cani, la Guardia di Finanza della provincia di Rimini ha sequestrato oltre 60 grammi di sostanze stupefacenti, 3 arresti e 9 persone segnalate ai prefetti.

In particolare nella notte di Halloween: presso il parcheggio di una nota discoteca di Riccione, militari in forza al Gruppo della Guardia di Finanza di Rimini, notavano all’interno di un veicolo due giovani italiani con atteggiamenti sospetti. I finanzieri, nell’immediatezza, procedevano alla perquisizione veicolare e personale degli occupanti del mezzo rinvenendo sostanza stupefacente di tipo hashish per un quantitativo pari a circa 56 grammi suddivisa in 23 dosi confezionate e pronte per essere destinate allo spaccio.
Nei pressi dell’Arco D’Augusto di Rimini militari appartenenti al Nucleo pt traevano in arresto, in flagranza di reato, uno spacciatore proveniente dalla Guinea che aveva appena ceduto marijuana ad un giovane ragazzo marocchino. L’attività permetteva di sottoporre a sequestro quattro dosi di cocaina ed oltre 10 grammi di marijuana.
I tre arrestati per il reato di traffico e detenzione di sostanze stupefacenti verranno sottoposti al giudizio “per direttissima”.




Pesaro. I bravi docenti della “Città della musica” Unesco

girelligiorgioL’ambasciatore Giorgio Girelli con il segretario Generale dell’ONU Ban Ki-moon

 

di Giorgio Girelli*

Debbo un convinto e forte grazie ai Direttori ed ai Docenti del Conservatorio Statale Rossini per l’apporto didattico e gli approfondimenti scientifici che nel corso degli anni hanno qualificato l’Istituto, rendendolo perno significativo del riconoscimento di Pesaro quale “Città della musica”  ricevuto dall’Unesco, organizzazione culturale dell’ONU.  Va dato atto al sindaco Matteo Ricci e all’assessore Daniele Vimini dell’intenso ed efficace impegno nel coordinare adempimenti e collegamenti che hanno condotto allo splendido risultato, atteso da anni.   Rammento che già nel 2009  l’allora Direttrice del Servizio pianificazione strategica del Comune di Pesaro Fiorenza Martufi  curava  la elaborazione del dossier da presentare appunto all’Unesco e nell’ambito del quale le caratteristiche del Conservatorio Rossini occupavano otto pagine dell’elaborato. L’attenzione è stata assidua  anche perché il tempo trascorreva e  sembrava che la documentazione presentata non appagasse le esigenze dell’Unesco,  che ha insistito a lungo sulla necessità di dimostrare “maggiore proiezione internazionale e più intense assicurazioni sulla futura programmazione artistica” della attività musicale pesarese. Accanto ai determinanti apporti sul piano specificamente operistico del Rossini Opera Festival e del suo “padre” Mariotti,   e, per il profilo scientifico, della produzione della Fondazione Rossini, non sono mancati, ad adiuvandum, tratti di “ proiezione internazionale”  anche del Conservatorio rossiniano,  quali le relazioni e le collaborazioni attivate tramite Erasmus (Universitaet der Kunst di Vienna; Conservatorium Van Amsterdam; Hochschule di Lipsia; Sibelius Academy di Helsinky; Conservatorio Superior de Musica di Madrid; Academic School of Music di Mosca; Conservatorio di Musica di Pechino). Vanno poi aggiunti la permanente attività didattica a Pesaro di docenti provenienti da Argentina, Bulgaria, Russia, Spagna, San Marino mentre gli studenti affluiscono da più di 30 diversi Paesi. A ciò si aggiungono i Concorsi internazionali di clavicembalo e di fagotto, anche questi frequentati da numerosi studenti stranieri.  E Pesaro si conferma degna erede di Rossini.

*Presidente del Conservatorio Statale di Musica “Rossini”