Santagata Feltria. Ottobre, domeniche col tartufo. Alla XXXIII edizione

santagatafeltria

A Sant’Agata Feltria la XXXIII edizione della Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato: 170 stand. E ogni domenica, spettacoli itineranti, musiche, animazioni, mostre

E’ considerata una delle manifestazioni più importanti a livello nazionali, e capace già da tempo di intrattenere importanti rapporti con località straniere, come i francesi del Perigord (Saint Alvére è gemellato da anni con il borgo transalpino) e i croati dell’Istria. Presenta il prezioso fungo attraverso un suggestivo ed importante percorso commerciale e gastronomico che trova la sua esaltazione nelle prelibate ricette al tartufo che, i ristoranti presenti in fiera e quelli del territorio, preparano puntualmente nelle cinque domeniche di fiera.

Se l’intrattenimento è sempre garantito nelle domeniche di Fiera, sono interessanti anche i nuovi stand di artigianato tipico romagnolo. Durante la seconda, la terza e la quarta domenica, sul percorso per raggiungere la “Rocca delle Fiabe” saranno presenti figuranti di antichi mestieri.
Domenica 22 e domenica 29 ottobre alle 11.30 “Premio città di Sant’Agata Feltria”, attribuito ogni anno a personalità eminenti nel campo della cultura, dell’economia, della medicina.

“La Fiera è una manifestazione riconosciuta ed apprezzata a livello nazionale – dice il presidente della Pro Loco, Stefano Lidoni –. Il traguardo delle 33 edizioni ne testimonia la qualità e la capacità di accompagnare la proposta del tartufo all’enogastronomia, alla cultura, allo svago, all’incontro in un borgo comunque incantevole. Senza dimenticare che la Fiera e l’indotto che genera offre un fondamentale apporto all’economia di Sant’Agata Feltria e dell’intera alta Valmarecchia”.

Nelle domeniche di ottobre S. Agata si trasforma, infatti, in un luogo dove immergersi in un’atmosfera suggestiva e profumata, passeggiare nelle vie e nelle piazze ad ammirare le numerose tipicità presenti nella manifestazione.
La visita al paese è anche l’occasione per ammirare gli antichi monumenti di alto valore architettonico: il Teatro Angelo Mariani, Rocca Fregoso, il Convento di San Girolamo, le fontane d’arte.




San Giovanni. Autunno, commercianti in promozione i martedì di ottobre

sangiovanniautunno7

San Giovanni in Marignano, centro commerciale naturale, propone una promozione autunnale a cura dei commercianti marignanesi, tutti i martedì di ottobre.
Nasce grazie al progetto LR 41, finanziato con il contributo del Comune di San Giovanni in Marignano e della Regione Emilia Romagna, con l’obiettivo di valorizzare i centri commerciali naturali. Il progetto, dal 2016 ha fino ad oggi permesso una serie di azioni, come: la mappatura degli esercizi commerciali, la somministrazione e valutazione di un questionario volto a comprendere al meglio le esigenze dei clienti, l’organizzazione di tre corsi rivolti ai commercianti marignanesi, la realizzazione della nuova cartellonistica fissa che verrà installata entro fine anno.

L’assessore al Commercio Nicola Gabellini: “Tutte queste azioni nascono con lo scopo di valorizzare e qualificare il centro storico di San Giovanni in Marignano nella sua parte commerciale, al fine di rivitalizzare e promuovere lo shopping nel centro storico. La presenza di attività commerciali è per la nostra comunità un patrimonio importante, in quanto rende il nostro centro storico, oltre che centro di aggregazione sociale, anche luogo di vita economica. La ridefinizione dell’immagine commerciale che stiamo cercando di attuare grazie al finanziamento della LR 41, può segnare un punto di svolta non solo a livello commerciale, ma anche a livello turistico, in quanto va a creare occasioni per ricevere a San Giovanni clienti e consumatori anche dai paesi vicini”.

Gli esercizi aderenti
AnnaStyle Parrucchiera
Architetto Enrico Perazzini
Bar Caffetteria Veneto
Bianco e Nero Cafè
Caffè Centrale
Calzature da Marco
Centro Estetico Giuliana Signorotti
Circolo Arci
Erboristeria Artemisia
Erboristeria Il Talismano della Salute
Estetica Simona
Fioreria d’Arte Mazzini Monica
Frantoio Oleario Bigucci
Gaia Guglielmo & C.
Gemma 74
Gioielleria Calesini
Gioielleria Franco Leardini
Gustomare
Macelleria Mattioli
Olio Ferri
Oltreviaggi agenzia
Ottica Bordoni
Parafarmacia Santa Lucia
Pasticceria Caffetteria Girone n°3
Pescheria Marchionni Roberto
Pescheria Scattolari
Ristorante Al Fortino delle Fate
Rossetti Ortofrutta
Salone Mari
Vagnini Loretta – Laboratorio Orafo




Rimini. Madrigali del 1600 in concerto

riminimadrigali
I madrigali di Girolamo Ghisivaglio, maestro riminese del ‘600,  in concerto nelle Sale Antiche della Biblioteca Gambalunga il 6 ottobre – ore 21. Erano dedicati ad Alessandro Gambalunga, mecenate che donò alla città la sua preziosa biblioteca. Ad eseguire la raccolta del Secondo Libro di Madrigali, su testi poetici di Battista Guarini, Giambattista Marino e Ottavio Rinuccini,  le voci dell’ensemble il Turturino  diretto da Giovanni Cantarini.
“I madrigali di questa raccolta, pubblicata nel  1604 a Venezia – dice Giovanni Cantarini – sono una primizia dell’ingegno compositivo del riminese Girolamo Ghisvaglio, offerti come omaggio al conte Alessandro Gambalunga non solo per la protezione, l’appoggio economico e l’amicizia accordatigli, ma anche come risultato tangibile di quella sua famosa politica culturale di sostegno agli ingegni non ancora affermati.  Il pregio delle composizioni qui contenute, colloca la musica di Ghisvaglio fra i frutti piu` interessanti del manierismo musicale di inizio Seicento: per la vivacita` delle immagini, la varieta` degli affetti espressi, la forza declamatoria nel rendere il testo poetico e per la godibilita` all’ascolto, questi madrigali non temono il confronto con la musica dei leggendari maestri del genere e rendono una brillante testimonianza della vita culturale riminese dell’epoca”.
Ingresso: 8 euro.




Riccione. Giornata sul dolore cronico. Affligge 200 milioni di persone nel mondo

“Il dolore cronico è un vero dramma sociale”. Uno stand per parlarne organizzato dall’Associazione ex dipendenti comunali di Riccione, presieduta da Maddalena Piccari.

Appuntamento sabato 7 ottobre, dalle 9 alle 20, in Piazzale Ceccarini – Riccione (davanti al Palazzo del Turismo)

Ogni giorno più di 200 milioni di persone nel mondo occidentale soffrono a causa di dolore cronico.
Dolore quotidiano e persistente. In Italia ne soffrono 13 milioni di persone.
.
Per questo nel 2009 ISAL con il Prof. William Raffaeli ha dato vita a: 100 CITTA’ CONTRO IL DOLORE
Una azione concreta per dare voce alle persone colpite da dolore cronico.
Il progetto ha il Patrocinio del SENATO, del Ministero del LAVORO, del Ministero della SALUTE  Ministero delle POLITICHE SOCIALI
e di importanti istituzioni internazionali.
(Orario  10 – 13;  13,30 -16,30;  16,30 – 19,30)

 




Misano. Un pubblico da star per il filosofo Umberto Galimberti

misanobibliootto7 misanobibliootto71

Accoglienza da star per Umberto Galimberti, in conferenza a Misano Adriatico il 4 ottobre per il ciclo di conferenze dal titolo “Terre del futuro. Nove parole per guardare lontano”. La biblioteca fa sapere che fra dentro il teatro Astra e fuori (allestito un maxi-schermo) c’erano almeno mille appassionati.

Galimberti ha trattato la parola Libertà. “La libertà non esiste – afferma Galimberti-. C’è un’idea di libertà – a cui fa comodo credere e far credere – ma la libertas nel suo significato originale, intesa come capacità dell’essere umano di autodeterminarsi, è una pura illusione. Certo, abbiamo la possibilità di compiere delle scelte e di orientare il nostro cammino, non siamo degli schiavi né il nostro destino è scritto, ma di fatto ogni individuo è fortemente influenzato nel suo modo di essere dalla natura (ovvero l’aspetto interiore ed esteriore che riceve dal patrimonio genetico) e dall’ambiente (la famiglia, la scuola, la società, il luogo, il tempo ecc). Pertanto, la libertà è anche un qualcosa che confligge con l’identità di ciascuno, frutto di un insieme di elementi che si mescolano fra loro, rendendo ogni persona unica e diversa da tutte le altre”.

Il secondo appuntamento è il 13 ottobre, ore 21, Teatro Astra, con due prestigiosi pensatori: Edoardo Boncinelli e Umberto Curi.