San Giovanni. Giornata del Dono allo stadio

sangiovannidono

Festa del Dono il 30 ottobre, il Comune di San Giovanni, insieme all’Associazionismo, lo celebra nell’ambito delle celebrazioni della Giornata del Dono, istituita a livello nazionale.

E’ un’occasione di incontro, confronto, ma anche fraternità. Dalle 15, presso lo stadio comunale, scendono in campo per una festa che culminerà alle ore 16 con la seconda edizione della partita di calcio tra Comune ed Associazioni, anticipata dall’Inno di Mameli proposto dal Corpo Bandistico di San Giovanni.
Durante tutta la giornata ci saranno interventi e proposte da parte delle Associazioni marignanesi, quali Pro Loco, Nuova Polisportiva Consolini Sez. Atletica, Acd Marignanese, Centro Sociale, Scuolinfesta, Scout Agesci San Giovanni 1, Avis comunale di San Giovanni, Comitato Cittadino Frazione Pianventena, Luigi Pagniello, Nel Giardino Segreto, Col Sorriso…
La giornata sarà anche l’occasione per una raccolta fondi di beneficenza: l’incasso e le offerte serviranno ad acquistare un bene da donare alla comunità marignanese tutta, che verrà definito e comunicato nella prossima settimana.

“L’obiettivo di questa giornata” afferma l’amministrazione comunale “è di festeggiare il mondo del volontariato assieme agli stessi volontari, in un clima di festa e confronto. Nel nostro territorio possiamo vantare la presenza di oltre 50 associazioni impegnate nello sport, nella cultura, nella musica, nel sociale, nel turismo… che contribuiscono a valorizzare in modo unico e variegato la proposta turistico, culturale, aggregativa e sportiva del nostro Comune. Speriamo che tutta la comunità marignanese e non solo si senta coinvolta in questa iniziativa, un’occasione per conoscere più da vicino il mondo del volontariato, ma anche per passare una giornata di condivisione”.




San Giovanni. CasaMatta regala terme ai volontari-nonni

sangiovannicasamatta

Per festeggiare 4 anni di successi Casa Matta ha regalato ai nonni le terme.

Progetto a cura di Auser Rimini, permette di raccogliere fondi per sostenere progetti sociali, dando una nuova vita a oggetti, indumenti ed utensili non più in uso.

Da 4 anni sono attivi sul territorio alcuni volontari che si impegnano per darne vita. Si trova in Piazza Silvagni presso l’ex sede comunale. Ogni anno, con i proventi ottenuti, La CasaMatta sostiene, congiuntamente all’amministrazione comunale, progetti rivolti alla comunità marignanese, valorizzando in particolare le fasce più deboli.

Nel mese di settembre 2017, ha deciso di devolvere parte degli incassi per permettere ai nonni marignanesi di usufruire del trasporto per le terme di Riccione, un progetto a cura dei Servizi Sociali, che riscontra ogni anno una grande partecipazione.

Gloria, volontaria La CasaMatta afferma: “Il progetto nasce per sostenere gli altri e valorizzare la beneficenza e la solidarietà. E’ nella condivisione di ciò che non si usa più che tutta la Comunità può trarne il massimo beneficio. Siamo felici, con il nostro progetto, di poter sostenere le fasce sociali più deboli e, in questo caso, gli anziani”.
L’amministrazione sottolinea: “Il nostro Comune è da sempre estremamente sensibile nelle politiche a favore della terza età e si impegna per fornire occasioni di incontro, ritrovo, ma anche veri e propri servizi. E’ molto importante che non siamo soli in questa progettualità, ma siamo accompagnati da realtà come La CasaMatta che dimostrano come l’impegno di tutti possa contribuire a qualificare il nostro territorio ed aumentarne le opportunità”.




Rimini. Festa Dems con Orlando, Finocchiaro e Boldrini

orlando71

 

Festa Dems (Democrazia, Europa, Società)  con i ministri Andrea Orlando, Anna Finocchiaro e presidente della Camera Laura Boldrini al parco Pertini a Rimini.

Aperta il 29 settembre, al Parco Sandro Pertini, la prima festa nazionale di Dems (Democrazia, Europa, Società),  con l’intervista di Massimo Bordin al ministro della Giustizia Andrea Orlando ed è stata dedicata ai temi “Democrazia, Europa, Società”. Per Orlando: “Il centrosinistra versa è in difficoltà. Impedire una frammentazione che apra le porte alla vittoria della destra e dei populisti dipende da ciascuno di noi. Se anziché recriminare o ostentare ciò che è stato fatto in questi mille giorni, discutiamo di ciò che vogliamo fare per i prossimi cinque anni, credo che le distanze possano essere assai minori di quelle attuali. Da questa festa vogliamo lanciare il messaggio che c’è bisogno di un centrosinistra largo, inclusivo, e che parli alla società civile”.

L’intervento del ministro è stato anticipato dai saluti di Emma Petitti, membro della direzione nazionale del Partito Democratico che ha ricordato l’importanza di “ricostruire un nuovo centrosinistra capace di dialogare con il mondo delle associazioni su temi come la democrazia, l’Europa, l’ambiente, le politiche sociali e, in particolare, per affrontare il tema della redistribuzione e delle disuguaglianze che sono al centro dell’agenda politica della nostra associazione Dems”.

Stasera, 30 settembre, alle ore 21 si tiene il dibattito “Quale centrosinistra in Italia?”, con la ministra per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro, il vicepresidente del Parlamento Europeo David Sassoli e il segretario regionale del Pd Emilia Romagna Paolo Calvano.

Il 30 settembre, alle 16.30, è previsto l’incontro con i parlamentari europei di S&D per il confronto “L’Europa che vorremmo”.

Alle ore 18.30, il dibattito “Ambiente e lavoro al centro dell’agenda politica”, con la sottosegretaria all’Ambiente Silvia Velo, il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati Cesare Damiano e la presidente di Legambiente Rossella Muroni.

Alle ore 21, la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e il ministro della Giustizia Andrea Orlando discuteranno di “Diritti e doveri nell’era digitale”. Modera: Matteo Grandi.