1

Rimini. Libri, incontri con l’autore

Lo scrittore riminese Michele Marziani

Lo scrittore riminese Michele Marziani

Moby Cult 2017. Ritorna la rassegna di incontri con l’autore.  Dal 21 settembre al 4 ottobre a Castel Sismondo di Rimini, dalle 21. Ingresso libero.

 

CALENDARIO

• giovedì 21 settembre: Mario Russomanno presenta “Potere romagnolo. Uomini e politica. Idee, obiettivi e contraddizioni di chi guida il cambiamento” (Minerva Edizioni).

• sabato 23 settembre: Andrea Mingardi presenta “Vendetta di sangue” (Centauria libri).

• domenica 24 settembre: Michele Marziani presenta “La figlia del partigiano O’Connor” (Edizioni Clichy).

• martedì 26 settembre: Andrea Segrè presenta “Il gusto per le cose giuste. Lettera alla generazione Z” (Mondadori).

• mercoledì 27 settembre: Giuliano Bonizzato presenta “Tu quoque Ariminum” (Edizione La Stamperia).

• giovedì 28 settembre: Alessandro Meluzzi e Maria Araceli Meluzzi presentano “Dei delitti e delle pene 2.0” (Eurilink edizioni).

• venerdì 29 settembre: Roberto Pinotti presenta “Ufo e Vaticano” (Mondadori).

• domenica 1 ottobre: Valerio Massimo Manfredi presenta “Teutoburgo” (Mondadori).

• mercoledì 4 ottobre: Riccardo Tessarini presenta “Stato di abbandono” (Minerva Edizioni).
Ufficio stampa: manuela angelini, cell. 348 2201384, manuela.angelini@gmail.com




Rimini. Una stele per tre consoli: Emilio, Popilio e Flaminio

Rimini. L'arco di Augusto si trova alla fine di vi Flaminia

Rimini. L’arco di Augusto si trova alla fine di vi Flaminia

Una stele dedicata ai tre consoli Emilio, Popilio e Flaminio che a loro modo hanno fatto la storia di Roma e Rimini. Sarà collocata nel giardino attorno all’Arco di Augusto.
Le tre importanti strade che ne portano i nomi, Flaminia, Emilia, Popilia, hanno consentito a Rimini di essere collegata con Roma e con il nord. E’ la proposta approvata dalla commissione toponomastica, che venerdì scorso si è riunita per esaminare alcune richieste di intitolazione, tra cui quella arrivata da don Romano Nicolini che chiedeva di dedicare la rotonda davanti all’arco d’Augusto ai tre consoli romani. Un’idea che è stata riformulata e che ha portato alla proposta di posizionare una stele, formata da tre pietre in omaggio Marco Emilio Lepido, Publio Popilio Lenate, Gaio Flaminio.




Pesaro. Ricci: “Presto 100 km di piste ciclabili”

pesarobici79

 

“Arriveremo a  cento chilometri di piste ciclabili”. Lo ha affermato Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, al summit di Legambiente.

Matteo Ricci fa l’andatura  nel gruppo di amministratori e tecnici fino a Baia Flaminia. Poi torna sulla genesi della bicipolitana, nel summit di Legambiente sulla mobilità nuova: «La chiave è stata la visione strategica. Quindici anni fa il nostro problema principale era il traffico. La situazione è cambiata perché le amministrazioni  che si sono succedute hanno puntato su interquartieri e sistema integrato di ciclabili». Di qui la «bicipolitana come infrastruttura del benessere e non come mera sommatoria di ciclabili. Pensata come metropolitana, con tanto di linee. La rete si sta ampliando, arriveremo a cento chilometri». Domande: «Quanto vale la bicipolitana in termini di mancato inquinamento, salute, benessere? Pensiamo ai ragazzi che d’estate prendono la bici e non vanno più in auto in Romagna. E’ anche per questo che i bollettini mortali del sabato sera sono diminuiti». Ma il sindaco guarda oltre: «Un pesarese su tre usa la bici e la città è in testa alle classifiche di Legambiente. Finora i pesaresi hanno goduto la bicipolitana, oggi dobbiamo promuoverla turisticamente. Anche per questo abbiamo messo i cartelli agli ingressi della città». Secondo Ricci, affiancato dall’assessore Franca Foronchi, «la mobilità alternativa funziona se è più comoda e veloce degli altri mezzi. Stiamo ragionando su alcuni punti dove poter prendere la bici elettrica per i tratti più lunghi». Ma il rilancio è sull’arretramento della ferrovia: «Con Fano abbiamo messo sul tavolo il tema. Perché Ferrovie dello Stato, nel potenziamento della velocità sulla Bologna-Bari,  sta trovando problemi nel nostro tratto che costeggia il mare. Se l’arretramento avverrà, con Andrea Biancani, Luca Ceriscioli e la Regione stiamo ipotizzando un’eco-circonvallazione nel tratto attuale della ferrovia. Dove completare la bicipolitana, abbinandoci uno spazio esclusivamente per il trasporto pubblico elettrico. E’ un sogno che abbiamo per il futuro».




Rimini. Giovani commercialisti, Galiffa presidente

galiffateam

 

Simone Galiffa è il nuovo presidente dell’Unione  giovani dottori commercialisti ed esperti contabili

E’ stato eletto il 15 settembre insieme al nuovo consiglio.  Simone Galiffa è affiancato da Monica Tonti (vice presidente), Andrea Angelini (responsabile delle commissioni di studio), Jenni Bernardini (segretario), Maria Francesca Redaelli (tesoriere), Antonio Erario (consigliere), Federico La Torre (consigliere), Francesco Farneti (probiviro), Marco Moretti (probiviro) ed Eleonora Ursini Casalena (probiviro).

L’Unione conta circa 50 associati. Persegue la finalità di rinsaldare i legami di amicizia e di solidarietà, di prestare assistenza ai propri associati mediante l’organizzazione di corsi, convegni ed eventi di studio e confronto su tematiche professionali, oltre alle occasioni di svago e condivisione.
In tal senso numerose sono state le attività e i momenti di condivisione promossi nel corso dello scorso triennio.

Il nuovo consiglio direttivo, che rimarrà in carica fino al 2020, seguirà le linee guida tracciate dal precedente, con l’obiettivo di continuare a creare circostanze che rendano possibile un sempre maggior confronto tra i giovani professionisti e per assisterli nell’avvio della propria attività professionale, in piena collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili di Rimini.
.