Gradara. Rappresenta le Marche a “Borgo dei borghi” Rai3

Gradara, il Corpo di Guardia

Gradara, il Corpo di Guardia

 

Gradara concorre per le Marche al titolo di  Borgo dei Borghi.  E’ la fortunata rubrica di viaggi che ogni anno viene riproposta all’interno del programma televisivo in onda su RaiTre.  Dopo il grande successo delle prime quattro edizioni che, nella prima serata finale ha ottenuto l’8,3% di share con due milioni di spettatori e grande eco sulla stampa nazionale, parte la quinta edizione; anche questa presenterà 20 Borghi – uno per ogni regione – che si contenderanno il titolo di Borgo dei Borghi
“Gradara – annuncia il sindaco Filippo Gasperi – è stata scelta per rappresentare le Marche. Sarà l’occasione per mostrare le tipicità e le bellezze del nostro patrimonio culturale – che fanno di Gradara un’ambita meta turistica – ma anche per far conoscere il calore e l’accoglienza nonché lo spirito d’iniziativa e l’entusiasmo che caratterizzano i gradaresi e che accomuna tutti i marchigiani. Gradara è considerata ‘La Porta delle Marche’ e sarà nostra cura cogliere questa importante opportunità per dare visibilità alla nostra splendida Regione  invogliando i turisti – attraverso il nostro meraviglioso borgo, – a venire a visitarla”.




Turismo. Rimini Fiera (Italian Exhibition Group) sbarca in Cina nel 2018

riminitravel

 

Italian Exhibition Group (l’unione tra Rimini e Vicenza Fiera) sbarca in Cina con Travel Trade Market (TTM), salone di B2B, in cartellone dal 15ù4 al 16 settembre 2018 nel nuovo quartiere della metropoli Chendu, città del sud-ovest con 15 milioni di abitanti. Lo fa in partnership con due attori locali. La presentazione è avvenuta il 12 settembre. Vi hanno partecipato:  Emanuele Guido, direttore Business Strategy di IEG, Paolo Audino, direttore business internazionale di IEG, e le autorità cinesi.

Nel corso dell’incontro è stata anche illustrata la prossima edizione di TTG Incontri (12-14 ottobre 2017), il salone internazionale del turismo organizzato da IEG a Rimini, il più importante in Italia e fra i primi in Europa, a sottolineare il progetto di sistema messo in campo dalla società fieristica italiana nel comparto turistico coinvolgendo attraverso TTM un paese strategico come la Cina.
Travel Trade Market è frutto di una collaborazione avviata lo scorso novembre fra IEG e Vision Fair China, primario organizzatore fieristico di Chengdu, realizzata in partnership con il CTA China Tourism Academy, ente nazionale preposto alla ricerca e alla promozione turistica che fa capo all’Amministrazione del Turismo della Repubblica popolare cinese. A seguito dell’intesa è stato inoltre avviato uno scambio di dati, informazioni fieristiche e formazione mirato al mercato turistico Italia-Cina.
Oggi e domani Travel Trade Market Business Forum 2017 prevede una serie di eventi e workshop, con circa 1.000 business meeting a cui partecipano 60 buyer internazionali da oltre 17 Paesi e diverse aziende del comparto turistico: agenzie nazionali di turismo in Cina, agenzie viaggi, compagnie aree e di servizi turistici, aziende del comparto MICE (Meeting, Incentive, Conference and Event) ed hotel. Un evento promozionale in vista della prima edizione di TTM nel 2018 per far conoscere le potenzialità della nuova manifestazione.
Il salone coinvolgerà operatori ed aziende lungo tutta la filiera: trasporti turistici, sia aerei che con navi crociera, bus operating, attrezzature per l’hôtellerie e l’outdoor, tecnologie applicate al turismo, ecc. Il focus territoriale di Travel Trade Market sarà tutto il continente asiatico. All’interno della fiera anche un’area TTM NEXT, dedicata ai fenomeni più innovativi a livello di contenuti, tecnologie e servizi, con la testimonianza di start-up cinesi concentrate sul business turistico.

Emanuele Guido, direttore Business Strategy di IEG: “TTM è un progetto molto ambizioso, attraverso il quale IEG dà prova di essere un player dal riconosciuto profilo internazionale, esportando in un vasto mercato come la Cina, porta per altre destinazioni ad alto potenziale, 40 anni di know-how ed esperienza nel settore turistico. La sinergia con la componente cinese, istituzionale e imprenditoriale, sta dando degli ottimi risultati, a partire da questa edizione zero. TTM ha tutte le potenzialità per diventare un nuovo strategico Marketplace in Asia per tutta la filiera internazionale del turismo, con una duplice funzione di supporto ai crescenti flussi turistici sia in entrata che in uscita da questa area continentale”.

Il mercato cinese
Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, il 2016 è stato un altro anno di forte crescita per il numero di turisti cinesi che si sono recati all’estero, pari a 135 milioni con un aumento del 6%. La spesa per le destinazioni turistiche internazionali dei cittadini cinesi ha toccato i 261 miliardi di dollari, in crescita del 12%. La crescita dei viaggi in uscita dalla Cina si è indirizzata verso molte destinazioni in Asia e nel Pacifico, in particolare Giappone, Corea del Sud e Thailandia, ma anche verso destinazioni a lungo raggio come Stati Uniti ed Europa. Per quanto riguarda il rapporto con l’Italia, nel 2015 circa 1,4 milioni di cinesi si sono recati nel nostro Paese (fonte: China Tourism Academy). Questi dati consolidano la posizione della Cina come il primo paese per consumo turistico all’estero, un primato che dura dal 2012, nel contesto di un trend di crescita costante dal 2004.

Chengdu
Chengdu, con i suoi 15 milioni di abitanti, è una metropoli situata nel sud ovest della Cina, ed è il capoluogo della provincia del Sichuan (90 milioni di abitanti). Oltre ad essere uno dei centri più popolosi, Chengdu è uno dei più importanti hub economici del Paese, punto nevralgico per il sistema dei trasporti e delle comunicazioni cinese. È un territorio trainante per l’economia, oltre che per il dinamismo imprenditoriale, grazie alla presenza di importanti università e alla sua posizione, una piattaforma naturale per i viaggi da e verso l’Europa. Una porta d’accesso anche per il sud-est asiatico e crocevia degli affari finanziari ed economici. Chengdu, secondo il WTO, ha potenzialità enormi ed è destinata ad essere fra le città più visitate al mondo.

Nel presentare la 54^ edizione di TTG Incontri, Paolo Audino, Direttore business internazionale di IEG, ha sottolineato: “La nostra presenza in Cina è importante non solo per il nuovo progetto di TTM, ma anche per conferire maggiore spinta internazionale a TTG Incontri. Il grande paese asiatico è infatti una delle principali destinazioni rappresentate a Rimini e la collaborazione con le istituzioni cinesi permetterà di rafforzare il mercato turistico Italia-Cina. In generale tra le novità della prossima edizione di TTG Incontri vi è una crescita del numero di buyer, 1.500 rispetto ai 1.000 del 2016, molti dei quali specializzati nel prodotto estero”.

Libo, Direttore Generale di Vision Fairs China Chengdu, ha dichiarato: ”L’industria turistica cinese ha continuato a mantenere una rapida crescita, e ha continuato a vincere il ‘campionato mondiale’ nel settore del turismo ‘outgoing’. TTM è stato creato per soddisfare la grande richiesta per mercati e prodotti turistici nuovi. Unendo i 53 anni di esperienza di IEG con la cooperazione delle imprese fieristiche e turistiche cinesi, sicuramente il salone scriverà un nuovo capitolo nella cooperazione tra l’industria turistica cinese e quella occidentale”.
TTG Incontri 2017
TTG Incontri di Italian Exhibition Group è il più importante Salone B2B in Italia, e fra i primissimi in Europa, dedicato all’industria turistica. Dopo il record dell’anno scorso, con quasi 70.000 presenze, all’edizione 2017 saranno oltre 130 le destinazioni rappresentate, distribuite nelle 3 aree tematiche Global Village, The World e Italia, e sono previsti oltre 1.500 buyer in arrivo da Europa, Nord America e Asia. Tra le novità, il debutto dell’Area Specialist per i piccoli e medi tour operator specializzati nella vendita di vacanze ‘a la carte’. La manifestazione si svolgerà in contemporanea con SIA GUEST (il Salone dell´accoglienza alberghiera che taglia il traguardo della 66° edizione) e con il 35° SUN (Salone internazionale dedicato al balneare, campeggi e outdoor).




San Giovanni in Marignano. La giunta incontra Corsini, assessore regionale al Turismo

Da sinistra:  il vice-sindaco Bertuccioli, l'assessore Corsini ed il sindaco Morelli

Da sinistra:  il vice-sindaco Bertuccioli, l’assessore Corsini ed il sindaco Morelli

 

L’amministrazione comunale di San Giovanni in Marignano ha incontrato l’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini a Bologna.

Hanno illustrato tutte le iniziative annuali proposte nel territorio marignanese, al fine di richiedere il sostegno della Regione Emilia Romagna.
Il 2018 sarà il Trentennale de “La Notte delle Streghe”, Festival che vanta un riconoscimento internazionale e che fonda le sue origini nelle tradizioni uniche e tipiche della Valconca. Per questo motivo l’impegno per la prossima edizione partirà già da questo autunno e l’invito a collaborare all’assessore Corsini è stato presentato con la consapevolezza che la manifestazione abbia tutte le carte in regola per dare lustro all’intera Regione Emilia-Romagna.
In un anno San Giovanni propone circa 200 giornata di eventi. I maggiori:  Capodanno del Vino, il Vecchio e l’Antico, Natale.
Il sindaco Morelli: “Ci si prepara a mettere in campo tutte le procedure necessarie per accedere ai finanziamenti regionali, convinti che oltre alle richieste economiche, il confronto e gli incontri conoscitivi abbiano un ruolo centrale per offrire strumenti e prodotti turistici di qualità. La disponibilità dell’assessore Corsini aiuta sicuramente questo lavoro di squadra”.




Riccione. Coniugi Gilberti da 50 anni in Romagna

riccione50

Mario Gilberti e la consorte Graziella da 50 anni vengono in ferie a Riccione. Trascorrono le loro vacanze, dal 1967, all’hotel Santa Cecilia. Nello stesso albergo anche figli e nipoti. Dicono: “Andiamo anche altrove, ma si fa sempre tappa a Riccione”. L’assessore al Turismo di Riccione, Stefano Casadei, li ha premiati stamattina 12 settembre.