Misano Mondiale Super Bike, attesi 60mila appassionati

Attesi 60 mila appassionati per la tappa misanese del mondiale Super Bike in cartellone al Misano World Circuit dal 15 al 18 giugno. Per la prematura scomparsa del campione americano Nicky Hayden, sono stati annullati tutti i festeggiamenti collaterali.  Campionato sin qui dominato dalla Kawasaki, fra i piloti sotto i riflettori il sammarinese Alex De Angelis (Pedercini Racing SC-Project). “Correre a Misano è un’emozione unica – dice al sito ufficiale worldsbk.com Alex De Angelis – perché sarò circondato da amici e famigliari. Questa è la pista dove tutto è cominciato, la mia pista di casa a tutti gli effetti, dove ho fatto il mio primo podio nel 1998 nel trofeo Honda. È la mia seconda casa”.
La Ducati del teamAruba.it Racing è attesa ad un weekend da protagonista dopo la doppietta messa a segno ad Imola. “Abbiamo fatto i test a Misano – dice Chaz Davies – ed è andato tutto abbastanza bene. Sarebbe bello vincere anche queste gare in Italia. A Misano non sono mai stato fortunato, quindi penso che questo sia l’anno giusto per dare una svolta”.
In pista anche le gare dei campionati Supersport, Supersport 300 e Superstock 1000, con tanti piloti della Riders’ Land protagonisti nella prima parte di stagione.




Libro fotografico, Rimini raccontata in 400 immagini di marine

“Rimini – le belle stagioni della Trevi”. E’ il titolo del libro fotografico che racconta la città negli ultimi 40 anni (1976 – 2016) attraverso più di 400 istantanee marine. Marine viste attraverso le luci delle quattro stagioni. Ne è autore Gianfranco Simonetti. Intervengono insieme all’autore, l’assessore alle Arti del Comune di Rimini  Massimo Pulini e il professore Giampaolo Proni. L’appuntamento è il 15 giugno, ore 17,30, Sala del Giudizio del Museo “Luigi Tonini”. Ai partecipanti viene regalata una copia del volume.




Export Pesaro Urbino primo trimestre: 574,6 milioni di euro, più 4,8%

Export Pesaro Urbino più 4,8 per cento in questo primo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno prima; pari a 574,6 milioni di euro. Indicatore superiore a quella delle Marche (+0,9%) e inferiore al nazionale, +9,8%. “Un bel segnale, con Francia, Stati e Germania che si confermano i primi tre mercati di sbocco – ha commentato il presidente della camera di commercio, Alberto Drudi –. E’ la conferma di un trend positivo, che già da qualche mese ha ricollocato i valori del nostro export sui livelli di pre-crisi”.
La meccanica continua a essere il settore trainante dell’economia provinciale: 166,2 milioni esportati nel periodo gennaio-marzo, con una crescita a due cifre (10,8%). “Ancora più significativo – ha fatto notare Drudi – è il dato dei Paesi di sbocco del settore: gli Stati Uniti sono cresciuti del 30,4% (16,3 milioni) e diventati il primo mercato di riferimento. Seguono Germania (14,1 milioni. e +37,2%), Francia e Polonia, quest’ultima cresciuta del 48,9% (10 milioni esportati nel trimestre). Va, inoltre, segnalata la ripresa in Cina: 6,7 mln. con una crescita del 69,3%, “un mercato ancora troppo oscillante, ma che ha dato concreti segnali di recupero”.
Frenata dal settore dell’arredamento, che perde 9,4 milioni, passando da 75,3 milioni del primo trimestre 2016 a 65,7 milioni di quest’anno (-12,6%).  Dato è influenzato dal calo delle esportazioni negli Stati Uniti, dove si è perso il 23,8% di fatturato, toccando quota 6,6 milioni (erano stati 8,6 milioni nello stesso periodo del 2016). La Francia resta comunque il primo mercato di sbocco sia pure con una lieve flessione del fatturato (-3,0% e 13,3 milioni).