Rimini for Zimbabwe, serata con Marilena Pesaresi

Pesaresi Marilena 3

Marilena Pesaresi

Missio Diocesana (l’Ufficio Missionario Diocesano), in collaborazione con la Fondazione Marilena Pesaresi onlus promuove lunedì 25 gennaio la serata “Rimini for Africa”, dedicata alla dott.ssa Marilena Pesaresi, medico missionario in Zimbabwe (Africa). L’appuntamento è alle ore 21, in Sala Manzoni, a Rimini (via IV Novembre 35). Durante la serata – condotta dalla direttrice di Icaro Tv Simona Mulazzani – sono previste interviste e testimonianze (anche video, tra cui i ragazzi che han vissuto l’esperienza missionaria breve la scorsa estate) di amici e collaboratori del noto medico missionario riminese, alla presenza della stessa Marilena, il “Leone che sa” come la chiamano affettuosamente gli africani, e del dottore missionario Massimo Migani. Interverranno tra gli altri Giovanni Arcangeli (reduce dall’iniziativa “I ride for Africa”. Biciclettata lungo tutta l’Italia per raccogliere fondi per Marilena), medici e volontari dell’Operazione Cuore. È previsto un intrattenimento musicale. Si tratta di una serata di beneficenza per sostenere l’Ospedale “Luisa Guidotti” di Mutoko.

 

Marilena Pesaresi, riminese doc, compirà 84 anni il 19 settembre prossimo. Medico missionario, o missionario diocesano come preferisce definirsi, da quasi 50 anni opera senza riserve in Africa. Dirige l’ospedale “Luisa Guidotti” di Mutoko, opera che svolge attività nel settore dell’assistenza sociale e socio-sanitaria, nella quale da circa quattro anni è affiancata dal medico odontoiatra riminese Massimo Migani, al quale si è aggiunta da un paio di stagioni Lucia Grassi. Cura ammalati di ogni genere e ricoverati di Aids. Inoltre ha dato vita ad Operazione Cuore: grazie alla dottoressa e alla Caritas diocesana, infatti, sono oltre un centinaio i bambini africani portati in Italia, ospitati da famiglie riminesi e operati da oltre 20 anni negli ospedali di tutta Italia guarendo da gravi malformazioni cardiache.

La vocazione e l’attività della Pesaresi, nata nel seno della Chiesa Cattolica riminese e aperta alla società, le ha fruttato numerosi riconoscimenti, tra i quali Cavaliere della Repubblica, premio nazionale Laica missionaria dell’anno, Dama di Commenda dell’Ordine di S. Silvestro papa (premio conferitole da Giovanni Paolo II) e il Sigismondo d’oro a Rimini. Nello Zimbabwe, il Paese del Continente nero dove ancora opera, la chiamano “il leone che sa” per la sua saggezza ma anche per il suo carattere deciso. Per aiutare la dott.ssa Pesaresi – e il dottor Migani e Lucia Grassi – nell’opera in Zimbabwe, le persone di buona volontà a Rimini e in tutta la provincia (e anche fuori dai confini riminesi) si sono sempre prodigate, in mille modi diversi. Per coagulare questo flusso di solidarietà e guardare al futuro della missione di Mutoko, alcune realtà si sono raccolte nel giugno scorso in una Fondazione (“Fondazione Marilena Pesaresi Onlus”) presieduta dal dott. Leonardo Cagnoli, nata proprio per coordinare il fiume di solidarietà che scorre a favore della dottoressa riminese e delle sue attività in Africa. “Marilena rappresenta per Rimini un punto di riferimento fondamentale: – ha detto il dott. Cagnoli – è quello che tutti noi vorremmo essere ma raramente riusciamo ad essere”.




In pochi anni esplode il numero di bambini vegetariani e vegani nelle mense scolastiche

Nelle mense scolastiche riminesi sono 600 le richieste di diete speciali per altrettanti bambini.  Spicca quello delle diete vegetariani o vegane. “Pur essendo in assoluto ancora un numero relativamente contenuto, 61 – dichiara il vicesindaco Gloria Lisi con delega ai servizi educativi del Comune di Rimini – colpisce è il suo trend in costante crescita. Solo l’anno scorso erano 43, mentre non più di qualche anno fa, quando si sono accettate le prime richieste, erano solamente 9. Per la celiachia e altre allergie sono 118 le diete speciali distribuite nelle scuole della provincia di Rimini, 27 quelle legate a problematiche che coinvolgono anche la parte caratteriale”. Nel Comune di Rimini, sono poco meno di 5 mila i pasti serviti ogni giorno nelle mense delle scuole con sede a Rimini (circa 2.500 nelle primarie, 800 nelle materne e 1.700 nei nidi).




Illeciti bancari, a Riccione il congresso nazionale DECIBA

Il congresso nazionale 2016 dell’Associazione no­profit DECIBA, Dipartimento Europeo di Controllo sugli illeciti bancari,  si terrà presso l’Hotel Atlantic di Riccione il 29 – 30 e 31 gennaio. Si parlerà di tutte le misure giudiziarie che è possibile prendere nei confronti degli istituti di credito. DECIBA – si legge in una nota stampa – è la prima associazione ad aver ottenuto in sede giudiziaria la sospensione di un’asta giudiziaria, riuscendo a dimostrare il rapporto tra causa ed effetto tra “usura bancaria” e “morosità” del debitore. E’ diventata così in breve tempo l’associazione con la migliore reputazione in Italia, prestando attività di consulenza a numerosi studi legali e intervenendo anche in trasmissioni televisive su reti nazionali. Durante il congresso verrà messa in evidenza l’illiceità della vendita di determinati prodotti finanziari in relazione alle norme vigenti. A tal proposito verranno presentate le contromisure offensive che è possibile portare avanti per un contenzioso giudiziario efficiente e veloce. Verrà anche presentata DECIBA PROFESSIONAL che si avvale di decine di professionisti attivi su oltre 40 province che verranno estese a 110 entro i prossimi tre mesi.