Una due giorni filosofica in compagnia di Jean-Luc Nancy

image_pdfimage_print

Jean-Luc Nancyriminidi ALBERTO BIONDI

Anche se nella nostra esperienza quotidiana ci rapportiamo costantemente con il pensiero degli altri, non capita spesso d’incontrare una creatura rara come un filosofo di professione: lunedì 30 giugno e martedì primo luglio arriva in città Jean-Luc Nancy, considerato tra i massimi esperti mondiali in materia di filosofia, che ha raccolto l’invito dell’Istituto di Scienze dell’Uomo e presenzierà due incontri (entrambi alle 17) presso le Sale Antiche della Biblioteca Gambalunga. Niente conferenze, ci tengono a ribadire gli organizzatori; piuttosto incontri informali che mirano a creare un’atmosfera di dialogo tra Nancy e i partecipanti. I due appuntamenti, patrocinati dal Comune di Rimini e dalla stessa Gambalunga, saranno introdotti da Roberto Borghesi che ha tradotto L’adorazione e Verità della democrazia (Cronopio) e Prendere la parola (Moretti & Vitali) di Nancy, in compagnia di Costanza Tabacco.

Ma chi è Jean-Luc Nancy? Esponente di punta della corrente decostruzionista e collega di Jacques Derrida, si è occupato di temi quali il corpo, la comunità e la libertà, riflettendo sulla contradditoria pluralità e molteplicità del singolo individuo. Ha insegnato nelle università più prestigiose del mondo e la sua ricca bibliografia assomiglia in tutto e per tutto al catalogo di una casa editrice. All’incontro di lunedì 30 prenderanno parte alla conversazione anche alcuni docenti e ricercatori dal mondo accademico italiano, mentre in quello di martedì ci saranno i partecipanti ai “Caffè filosofici” ad animare il dibattito. Gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Ma c’è dell’altro: a coronare la rassegna anche due momenti teatrali. Lunedì (ore 21) al Teatro degli Atti si rappresenta “Un quadro per Friedrich. Il viandante e la sua ombra”, atto unico di Marco Giorgi ispirato alla pubblicazione “Nietzsche. Per una filosofia della grandezza” di Borghesi e diretto da Roberto Sardo. Martedì sera invece ci si sposta nella Sala Pamphili Complesso degli Agostiniani per assistere a “L’Adorazione. Il canto dei corpi” di Claudio Gasparotto, con l collettivo MC e la collaborazione musicale di Fabio Mina ed Emiliano Battistini. Anche l’ingresso a questo spettacolo è gratuito. Nell’estate della Riviera c’è chi non si dimentica dei filosofi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Accadeva nel:

SEGNALA




Privacy*

FACEBOOK

TWITTER

La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
© 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
Web Marketing Rimini
Condivisioni