Nuova mobilitazione dei frontalieri

image_pdfimage_print

di BERNADETTA RANIERI

“Vogliamo una legge ordinaria e uno statuto. Siamo stanchi di essere considerati di serie b”. A ribadirlo più volte ieri mattina sono stati i frontalieri che si son ritrovati a protestare davanti al Centro per l’Impiego di Rimini. Secondo l’Associazione Coordinamento Frontalieri di San Marino i manifestanti erano circa 300 e l’intento è stato quello di sensibilizzare politici e istituzioni in quanto discriminati sul fronte dei diritti fiscali e della tutela del lavoro.

rimini-protesta-frontalieriNella mattinata sono stati messi in evidenza tutti i problemi che pesano sulla categoria e in particolar modo sul provvedimento approvato durante l’ultima legge di stabilità che fissa la franchigia Irpef a 6700 euro per i prossimi 3 anni a fronte degli 8000 euro di 10 anni fa. E’ un provvedimento provvisorio ma che comunque diminuisce di anno in anno.

Infine, è stato sottolineato che il frontaliere che perde il lavoro non ha gli stessi ammortizzatori sociali né di un sammarinese né di un italiano. “Vogliamo una legge ordinaria e uno statuto del lavoratore frontaliero. Non abbasseremo la guardia” – hanno fatto sapere dall’Associazione. Il Coordinamento non si ferma qui ed è pronta a manifestare il 22 febbraio a Sanremo, in concomitanza della prima giornata del Festival della Canzone Italiana, insieme ai frontalieri liguri con la speranza di attirare maggiore attenzione da parte del governo italiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGNALA




    Privacy*

    FACEBOOK

    La Piazza della provincia di Rimini. Redazione : Piazza Gramsci, 34 - 47843 Misano Adriatico | p.iva 02540310402 | Direttore Responsabile: Giovanni Cioria
    © 2014 Tutti i Diritti Riservati | mappa del sito
    Web Marketing Rimini
    Condivisioni