Il mondo del silenzio raccontato in una mostra fotografica

“Mi piace la parola sentire perchè non è solo udire”. E’ la bellissima citazione della riminese Chiara Fambri (in una foto dal suo profilo Facebook), sorda, con una grande e profonda passione per la fotografia. E’ lei l’organizzatrice, in collaborazione con la Sezione Provinciale ENS (Ente Nazionale Sordi) di Rimini e il Comitato Aeree Multimediale ENS Rimini, da domani per i giorni 4 e 5 gennaio, della mostra fotografica “Le Voci Nascoste”. Lo scopo è quello di mostrare la vita di una persona sorda, con immagini che segnano l’esperienza provata e vissuta in un contesto ‘silenzioso’.

chiarafambri_1“Molte foto sono una testimonianza, altre invece sono una mia interpretazione” racconta Chiara a lapiazzarimini.it. “Mi è venuta in mente di fare questa mostra perchè vorrei che le persone potessero scoprire e comprendere la diversità. Del resto siamo tutti diversi, ma spesso veniamo ‘condannati’ perchè siamo sordi. Invece è una normale diversità. Spero che la gente attraverso le mie fotografie possa riflettere e cogliere il messaggio in ogni espressione. Per realizzare queste foto ho dovuto ripercorrere il mio passato, rivedere i disagi vissuti durante la mia infanzia e adoloscenza. Non è stato facile riaprire certe ferite ma era necessario farlo, per me stessa e per gli altri”.

Le foto saranno allestite nella Sala Polivalente presso la Casa delle Associazioni “G. Bracconi” a Rimini, in via IV Novembre 21 (secondo piano) dalle ore 16:00 alle ore 20:00. L’ingresso è libero. Sarà allestita una scatola per raccogliere offerte per contribuire alla realizzazione di progetti a sostegno delle persone sorde ed incentivare il processo di integrazione tra sordi ed udenti. (M.Z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA